Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
32 o 64 bit?
#1
Salve, forse presto acquisterò un nuovo pc e visto che oramai uso solo Ubuntu ho deciso di prenderlo senza sistema operativo e poi installarci Ubuntu, ultimo rilascio (l'acquisto non sarà nell'immediato) nella versione plus.
Sono orientato verso un pc fisso con 4Gb di ram e qualcosa come 500 Gb di hard disk ma l'unica cosa di cui non capisco bene le potenzialità sono i bit e quindi vi chiedo: per Ubuntu e/o per Linux in generale è meglio che sia a 32 bit o a 64 bit? Da quello che ho letto in giro pare che i pc a 64 bit diano problemi ma amo le novità e sono curioso di provarle; voi cosa mi consigliate di fare?
Sconosco l'inglese e mi rifiuto di impararlo
Da solo avrò un'idea, in due potremmo averne tre, in tanti troveremo la soluzione migliore
Buona vita a tutti Heart
Cita messaggio
#2
A quanto pare nel nuovo Ubuntu 12.04 il sistema operativo a 64bit sarà quello di default, quindi è nell'intenzione degli autori fare in modo che sia il più stabile possibile. Riguardo ad altri sistemi Linux, esistono le versioni a 64 bit, che spesso non sono considerate stabili, e quelle a 32bit, che in teoria dovrebbero funzionare ugualmente sulle macchine a 64bit. sottolineo IN TEORIA perchè a volte danno noie, lo sto sperimentando io stesso Wink Ma io ne so molto poco, però se usi Ubuntu dovresti stare tranquilla anche con un 64bit.
Cita messaggio
#3
i microprocessori a 32 bit non sono in vendita da un bel po' di anni, oggi ci sono solo a 64 bit.
Dovendo acquistare un PC nuovo e considerando che il costo della RAM è a livelli bassissimi, ti consiglio di prendere almeno 8 GiB (e considera che ci sono kit da 16 GiB a circa 100 euro!).

Con più di 4 GiB di RAM il sistema operativo deve (con Windows) essere a 64 bit, oppure, nel caso di Linux, può essere anche a 32 bit ma con kernel PAE altrimenti non vede la memoria che eccede i 4 GiB. Meglio i 64 bit anche con Linux secondo me.

L'hard disk è l'unica componente ad essere aumentata di prezzo a causa delle inondazioni delle fabbriche Thailandesi; 500 GB sono sufficienti, ma con un pugno (davvero) di euro in più prendi almeno un 750 GB o 1 TB; se non hai necessità di grandi q.tà di spazio potresti anche affiancare al disco da 500 GB un SSD da circa 120 GB che ti farà compiere un balzo COLOSSALE in termini di prestazioni.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#4
Meglio optar per il 64 bit, a parer mio.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#5
Senza dubbio x64: mai avuto problemi!
Cita messaggio
#6
(03-02-2012, 21:13 )BAT Ha scritto: i microprocessori a 32 bit non sono in vendita da un bel po' di anni, oggi ci sono solo a 64 bit.
Non lo sapevo, non sono un esperto e l'ultimo pc che ho comprato è stato nel 2007, funziona ancora egregiamente anche se ha 1Gb di ram

(03-02-2012, 21:13 )BAT Ha scritto: Dovendo acquistare un PC nuovo e considerando che il costo della RAM è a livelli bassissimi, ti consiglio di prendere almeno 8 GiB (e considera che ci sono kit da 16 GiB a circa 100 euro!).
Interessante il discorso dei 16 Gb, non sapevo che fosse possibile arrivare a tanto, in giro ho visto pc con massimo 8 gb di ram e solo per un breve periodo, la stragrande maggioranza è a 4 Gb; ma 16 Gb non sono troppi, non è che poi si surriscalda e va in tilt?

(03-02-2012, 21:13 )BAT Ha scritto: se non hai necessità di grandi q.tà di spazio potresti anche affiancare al disco da 500 GB un SSD da circa 120 GB che ti farà compiere un balzo COLOSSALE in termini di prestazioni.

Saresti così gentile da spiegarmi meglio?




Sconosco l'inglese e mi rifiuto di impararlo
Da solo avrò un'idea, in due potremmo averne tre, in tanti troveremo la soluzione migliore
Buona vita a tutti Heart
Cita messaggio
#7
Gli SSD sono i famosi Hard Disk "allo stato solido" (SSD="Solid-State Disk"). Prestazionali, ma alquanto cari (per adesso) e che dimostrano, inoltre, una notevolissima attitudine a rapidi processi di usura... BAT propone una "combinazione" fra un normale (e capiente) HD e un più piccolo (dunque, meno costoso rispetto ad uno grande) SSD, così da sfruttar l'HD normale per aumentare la durata dell'SSD pur potendo attingere -quando davvero serve- alla miglior prestazionalità fornita dall'SSD. Così, dosando bene le cose, si spera di avere un SSD che duri un po' di più di quel che normalmente avviene e un computer decisamente più "brillante" del normale (l'SSD non ha "parti mobili", per cui non solo scalda meno, ma è decisamente più rapito del "dialogare" con il Processore [in pratica, lavora come un floppy], rispetto ad un normale HD).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
Io uso un portatile HP con 4Gb di RAM, 64bit, e ho provato alcune distribuzioni Ubuntu, che sono quelle che vorresti utilizzare no?

Ubuntu 11.10 nella versione 64bit: mi dava parecchi problemi (non solo a me ma anche ad altri miei amici che lo avevano installato su pc con caratteristiche simili al mio), ma quando ho installato Ubuntu Plus Remix (sempre 11.10, sempre 64 bit) questi sono tutti spariti, quindi credo proprio che la cosa fosse dovuta ad aggiornamenti non eseguiti a dovere.

Ubuntu 32bit funzionava bene anche sul mio pc 64bit , Xubuntu (sempre 32bit) funzionava meglio Wink Lo stesso vale per Lubuntu

Per questo credo che non dovresti incontrare problemi insormontabili, e che comunque le nuove versioni di ubuntu andranno sempre più incontro alle tue esigenze, almeno per quando riguarda la compatbilità con architetture x64
Cita messaggio
#9
Gli SSD sono dischi per modo di dire; in realtà usano celle di memoria flash, sono completamente elettronici, non ci sono parti in movimento per cui si rompono molto meno di uh HD tradizionale a piatti rotanti.
Consumano una frazione dell'elettricità rispetto ad un disco tradizionale.
Quelli di ultima generazione hanno anche superato il problema di "usura" delle celle (che ti accennava monsee); inoltre, poiché sono basati su celle di memoria NON soffrono di frammentazione, tant'è vero che NON si devono deframmentare (fa tutto il controller).
L'unico vero neo di un SSD è il prezzo, che si aggira intorno ai 2 euro per Gigabyte (decimale).

Su PC Professionale di Gennaio 2012 è stata fatta una prova comparativa di SSD di nuova generazione, con taglio da 120 GB (111-112 GB a disposizione in media all'utente perché circa 8 GB li usa il controller per per le proprie necessità); i prezzi di listino di quasto formato variano tra i 176 e i 234 euro.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#10
Ringrazio innanzitutto monsee e BAT per le spiegazioni semplici e comprensibilissime.
Passando oltre
(03-02-2012, 22:47 )BAT Ha scritto: L'unico vero neo di un SSD è il prezzo, che si aggira intorno ai 2 euro per Gigabyte (decimale).

Su PC Professionale di Gennaio 2012 è stata fatta una prova comparativa di SSD di nuova generazione, con taglio da 120 GB (111-112 GB a disposizione in media all'utente perché circa 8 GB li usa il controller per aumentare per le proprie necessità); i prezzi di listino di quasto formato variano tra i 176 e i 234 euro.
Questa del prezzo, come ben capirete in periodo di crisi, è un punto che mi interessa.
Qualche giorno fa sono stato in un negozio ove assemblano pc ed in un primo tempo mi avevanon detto che per un 4 GB con 320 GB di memoria ci volevano intorno a 250€; poi parlando con un amico abbiamo pensato di provare ad acquistare le componenti e montarcelo noi; quando sono andato nello stesso negozio e mi sono fatto fare il preventivo escluso l'hard disk e senza case e alimentatore siamo arrivati alla cifra di 290€, l'hard disk da 500 (forse) costa altre 95€; un pò caro non vi pare?
Quindi la mia domanda caro BAT è: dove acquisto questo " PC Professionale di Gennaio 2012 è stata fatta una prova comparativa di SSD di nuova generazione, con taglio da 120 GB"? Magari poi acquisto un hard disk esterno per l'immagazinamento dei dati!
Sconosco l'inglese e mi rifiuto di impararlo
Da solo avrò un'idea, in due potremmo averne tre, in tanti troveremo la soluzione migliore
Buona vita a tutti Heart
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)