Consenso all'uso dei cookies

Si sono verificati i seguenti errori:
Warning [2] Use of undefined constant EUCOOKIELAW_DEBUG - assumed 'EUCOOKIELAW_DEBUG' (this will throw an Error in a future version of PHP) - Line: 154 - File: eucookielaw-header.php PHP 7.3.6 (Linux)
File Line Function
/eucookielaw-header.php 154 errorHandler->error
/eucookielaw-header.php 232 EUCookieLawHeader->log
/eucookielaw-header.php 534 EUCookieLawHeader->EUCookieLawHeader
/global.php 20 require
/showthread.php 24 require_once
Warning [2] Use of undefined constant EUCOOKIELAW_DEBUG - assumed 'EUCOOKIELAW_DEBUG' (this will throw an Error in a future version of PHP) - Line: 154 - File: eucookielaw-header.php PHP 7.3.6 (Linux)
File Line Function
/eucookielaw-header.php 154 errorHandler->error
/eucookielaw-header.php 237 EUCookieLawHeader->log
/eucookielaw-header.php 534 EUCookieLawHeader->EUCookieLawHeader
/global.php 20 require
/showthread.php 24 require_once



SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 2 voto(i) - 4.5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Acquistare prodotti " Made in Italy "
#11
Putroppo a ogni problema politico la soluzione puo' essere solo politica.
E se la politica ha vincoli e interessi la soluzione non si trovera' mai.
Il discorso e' molto ampio e dal punto di vista globale va dallo sfruttamento di certa manodopera,al problema contrattuale nazionale nei singoli stati e ai soliti furbi che ci vedono il business...
Personalmente se devo sostenere un settore per tenere testa alla crisi economica sostengo solo l'artigianato, non certo l'industria.
Finche' Marchionne mi fa pagare una versione base della Panda allo stesso prezzo di una full optional coreana delle stesse dimensioni o anche piu' grande, io personalmente scelgo sempre la coreana.
Ci sono marche di calzature che progettano in Italia, spediscono le materie prime in Oriente, le assemblano laggiu' e fanno ritornare il prodotto finito in Italia. Nonostante 2 viaggi intercontinentali risparmiano piu' che a farle costruire in Italia.
Il tutto logicamente dopo aver chiuso la fabbrica in Italia con le conseguenze che ne derivano.
Il discorso dell'agroalimentare che avete tirato fuori va preso con le molle,in quanto con l'avvento delle D.O.P.-D.O.C.G ecc. sicuramente c'e' qualcuno che ci lucra parecchio vendendo materie prime che invece sono reperibilissime presso il contadino locale a meno della meta' del prezzo D.O.C.G
Faccio un esempio pratico: Io il lardo qui in Maremma lo pago dal contadino meno di 10€ al Kg. contro i 25€ al Kg di quello di Colonnata. Pero' so come e' stato fatto. Poi dipende sempre di cosa stiamo parlando...il lardo, cioe' una cosa che 50 anni fa te la regalavano o addirittura la buttavano e adesso l'hanno fatta diventare un business.
Altro esempio se volete stupido in questo campo? Se dai retta a Bigazzi per farti un piatto di spaghetti aglio olio e peperoncino dovresti spendere 10€, perche' se l'aglio non e' di Modica non e' aglio buono, se l'olio non e' extravergine del Chianti non e' olio buono, se il peperoncino non e' di Modica non e' peperoncino buono, se la pasta non e' di Gragnano non e' pasta buona! E anche in questo caso ripeto come nel caso del lardo: stiamo parlando di aglio olio e peperoncino non di cose rarissime.
Per una famiglia monoreddito oggi sembrerebbe un lusso! Di conseguenza e' normale che la gente si butti nei discount per comprare i fagiolini provenienti dal Senegal  a 0,70€.
Per fortuna sono nati i G.A.S. (gruppi acquisto solidale) che grazie alla filiera corta abbattono i prezzi tenendo in vita anche i piccoli produttori agricoli.
Apro e chiudo parentesi: qui giardinieri e boscaioli non hanno un attrezzo o un macchinario che non sia made in Cina. Costano 5 volte meno e se si rompono lo comprano uguale a quello rotto cosi' hanno sempre il mezzo nuovo.


 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#12
Il lardo veniva usato per lubrificare i perni delle ruote dei carretti ed ora lo vendono a lire di Dio, roba da matti.
Sinceramente il lardo di colonnata glielo lascio, preferisco mangiarmi del salame fatto nelle valli bresciane o bergamasche con del buon formaggio bitto stagionato almeno 18 mesi che trovo meglio del bagos e non costa 40 euro al kg.
Giuseppe

 
Cita messaggio
#13
I miei esempi magari sono stati terra terra, ma facendo un lavoro a contatto con gente anziana vi posso assicurare che l'anziano che ha una pensione anche decente tra il curarsi e il mangiare sceglie il mangiare. E non posso dargli torto. Percio', queste persone anche quando per altri acquisti devono scegliere tra il made in Italy e il made altrove, sono obbligati a scegliere sempre l'opzione piu' economica.
E siccome, come sappiamo tutti, in Italia gli anziani essendo tantissimi, rappresentano una grandissima fetta di mercato, ecco spiegate le ripercussioni sul made in Italy.
Ribadisco che in questa crisi economica, visti i disagi sociali, secondo me nessun settore produttivo ha ragionato in termini di solidarieta', e come detto in precedenza le uniche figure con le quali puoi avere un rapporto di fiducia e di comprensione in caso di difficolta' economica sono il piccolo produttore e l'artigiano. Sono gli unici che visto il contatto diretto,riescono a capire che sia noi che loro siamo sulla stessa barca.
 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#14
Bisogna prestare attenzione che "made in Italy" non è sinonimo di fabbricato in Italia, con operai legalmente tutelati dalla normativa italiana, e con materie prime di provenienza "made in Italy", incentivando benessere ed economia italiani.
La legislazione sul significato di questo termine è nebulosa.
Nel vestiario ad esempio è "made in Italy" un capo che abbia subito almeno un processo di lavorazione in Italia... a volte solo l'apiccicare una etichetta o una tasca ad un jeans cinese. Altro esempio, sempre nel vestiario è la ditta fatta in Italia da imprenditori stranieri (la comunità più presente in questo è forse la Cinese), operai stranieri (spesso schiavizzati), materie prime straniere... è made in Italy?
Altro esempio sono i pomodori coltivati e semilavorati in cina, che finiscono nel ketchup di mezzo mondo, senza riferimenti sulla provenienza della materia prima in etichetta.
E una Fiat Panda prodotta in Polonia, o un Fiat Fiorino prodotto in turchia, da F.C.A. multinazionale italo-americana con sede in Olanda, con componenti costruite da grosse multinazionali mondiali (esempio: elettronica Bosch, penumatici... ecc. ecc.), sono made in Italy?
Comprare "made in Italy" a mio avviso non significa tutelare e incentivare l'economia italiana, tranne che in rari casi.

 
Ciao Ciao
FlavioBlush
Cita messaggio
#15
In effetti la certezza assoluta su tutto non si può avere, ma come detto anche da garzy69, avendo un contatto diretto con il piccolo produttore, la piccola impresa, o artigiano, il dubbio svanisce. Su altro, possiamo anche informarci prima, fare una ricerca su internet può aiutare..

P.S. La F.I.A.T. ho dato x scontato che fosse considerata NON made in italy, non lo è più già da molti decenni...
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#16
E una Fiat Panda prodotta in Polonia, o un Fiat Fiorino prodotto in turchia, da F.C.A. multinazionale italo-americana con sede in Olanda, con componenti costruite da grosse multinazionali mondiali (esempio: elettronica Bosch, penumatici... ecc. ecc.), sono made in Italy?
Comprare "made in Italy" a mio avviso non significa tutelare e incentivare l'economia italiana, tranne che in rari casi.
Perfetto! Non fa una piega.E' quello che ho detto in precedenza.
Sulla Fiat lo capivano anche i muri che le minacce a orologeria di Marchionne che minacciava di andarsene erano il preludio alla fuga. Pero' a Roma tutti zitti e quando e' successo i TG ne hanno dato notizia prima dello sport e non come prima notizia. E adesso anche per l'Alitalia sara' la stessa cosa.


 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#17
Che tristezza vedere un paese come l' Italia messo come lo è ora, Con una grande storia alle spalle e pieno di opere d'arte che tutti ci invidiano. Fu l' impero romano a portare migliorie ed a costruire infrastrutture nei territori dell' impero. La realizzazione di strade ed addirittura impianti idrici anche in Inghilterra, persino l' impianto fognario di Londra fù opera loro. Lo sapevate perchè quel folle di Hitler chiamò il " suo impero " Terzo Reicht ? Perchè " Terzo Reicht " significa terzo impero, Lui voleva che il suo fosse il 3° grande impero nella storia dell' umanità. Il primo fù quello Egizio ed il secondo proprio l' Impero Romano.
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#18
Io penso che il problema sia più profondo, è dentro la nostra cultura quella  di vedere qualunque cosa di straniero migliore, comprate un giornale non c'è una pagina dove non ci sono termini in inglese , più delle volte inutili, in tv c'è un telefilms con titolo in italiano? La Lancia quando era ancora italiana faceva pubblicità in lingua straniera  Persino Brignano a gennaio con il suo spettacolo "il meglio d'Italia" dove elogiava le opere la cultura made in Italy (anche questo in inglese) la valletta era Argentina. E possibile che in Italia nessuna ragazza fosse in grado di farlo? D'altronde doveva solo fare vedere 2 gambe e dire qualche parola,.Dal momento storpiamo la lingua italiana, con termini stranieri, intocchi anche la nostra cultura, come si fà poi a pretendere che si compri italiano (al di là delle possibilità economiche), Siamo una contraddizione unica, perchè da una parte diciamo di comprare italiano, dall'altra stiamo demolendo la nostra cultura (che non ha eguali al mondo). Se si vuole ottenere qualcosa bisogna, secondo me, lavorare sulla base e poi pian piano crescere, lasciando perdere le mode del momento perchè non portano a nulla.Un esempio se vuoi far rispettare la legge, devi condannare da chi butta la carta per terra a chi fà stagi, se condanni solo chi fà stragi dai un senso d'impunità, che porta nel tempo a far cose sempre più gravi.

 
Cita messaggio
#19
Christian su alcune cose sono d'accordo su altre meno.
Che il problema sia la nostra mentalita' e' fuori discussione, e come hai detto tu, bisogna cominciare a educare dal basso.

Sul discorso della valletta hai ragione, ma a me salta all'occhio invece che non c'e' uno straccio di conduttore televisivo che sappia parlare una lingua straniera almeno decentemente. Hanno tutti bisogno dell'interprete!

Quando vai all'aeroporto fai il ckeck-in, e se usi questo termine in qualsiasi altra parte del mondo ti capiscono.Percio' per quanto riguarda la lingua italiana, a me usare certi termini inglesi in alcuni contesti non dispiace perche' sono comprensibili in tutto il mondo e ti semplificano le cose.
Poi, per il fatto che periodicamente saltano fuori termini slang alla moda, che lasciano il tempo che trovano ma noi ce ne appropriamo subito, hai perfettamente ragione.

Io non penso che tutto quello che viene dall'estero e' necessariamente migliore, ma semplicemente che nel contesto della crisi economica attuale, non e' competitivo.
In pratica, non basta piu' sbandierare che una cosa e' Made in Italy. Non funziona piu' in questo momento.
 Intanto pero', parlando di estero,per quello che riguarda la gestione di uno stato:
perche' quello che negli altri stati funziona, invece da noi no?
(O non lo fanno funzionare/o non hanno interesse che funzioni).Non so se mi capisci.
Noto che i nostri governanti prendono sempre come riferimento la Germania, ma non applicano quello che in Germania funziona. Intendiamoci: Non dobbiamo prendere tutto il sistema tedesco in toto, ma bensi' solo quello che da noi sappiamo che e' carente.
Ci sara' un perche' da noi crollano i tetti delle scuole e in Germania no?
Ci sara' un perche' da noi un ministro non si accorge che qualcuno gli sta pagando una casa di lusso e non si vuol dimettere e in Germania il ministro dell'economia una volta scoperto che aveva copiato la tesi si e' dimesso all'istante?
E con questo rientriamo nel discorso che facevi sul punire sia chi butta la carta, sia chi fa le stragi.
Permettimi la battuta:Il problema pero' e' che di queste due persone, non e' che ne viene punito uno solo... e' che non viene punito ne l'uno e ne l'altro.

 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#20
Sicuramente mi sono espresso male, io parlavo in modo generale, come ogni cosa ci vuole il buon senso
Citazione:Permettimi la battuta:Il problema pero' e' che di queste due persone, non e' che ne viene punito uno solo... e' che non viene punito ne l'uno e ne l'altro. 
Non volevo fare un discorso politico ma solo un esempio, tutto qui. Si sà chi ha i soldi è fuori, il povero è dentro, purtroppo.

Mi dimenticavo di dire nel mio piccolo compro prodotti italiani. E compro  rete ma quand'è possibile nei negozi italiani. Anche se qualche acquisto su Ama... l'ho fatto

 

 

 
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)