Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Altre 2 distro che sono anche "rolling"
#1
Sia CentOS 6.2 che Scientific Linux 6.2 offrono oggi la possibilità di installare un Sistema "rolling".
Si tratta di due "distro" basate su RPM (per l'esattezza, sono basate sull'arcinota Red Hat Enterprise). Non mettono a disposizione i softwares "aggiornatissimi" della loro cuginetta Fedora, ma sono assai affidabili, interessanti stabili.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#2
(13-02-2012, 22:32 )monsee Ha scritto: Sia CentOS 6.2 che Scientific Linux 6.2 offrono oggi la possibilità di installare un Sistema "rolling".
Si tratta di due "distro" basate su RPM (per l'esattezza, sono basate sull'arcinota Red Hat Enterprise). Non mettono a disposizione i softwares "aggiornatissimi" della loro cuginetta Fedora, ma sono assai affidabili, interessanti stabili.

Ottimo, grazie. Idea
Cita messaggio
#3
Una piccola aggiunta (dato che li ho installati e l'ho verificato in prima persona): sia in CentOS 6.2 -e questo si sapeva già- che in Scientific Linux 6.2, dopo l'avvenuta installazione, è possibile installare (e poi usare) XFCE come desktop-environment... (sicché, io l'ho fatto di corsa).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#4
Data la mia continua ricerca di distro rolling preferibilmente KDE (sto provando sabayon, ma mancano una lunga serie di programmi che reputo utili e necessari e il kernel va aggiornato manualmente, senza contare che come distro source based le installazioni e gli aggiornamenti sono penosamente lunghi), questa notizia mi interessa, ma guardando nei siti delle due distro non ho capito se la scientific può avere kde (la centos si), se la loro gestione (installazione pacchetti, aggiornamento [come avviene?], configurazione) è possibile in maniera grafica completa (in paragone a pclos, per esempio). Come sempre, grazie in anticipo. Smile
Cita messaggio
#5
Hai provato chakra?
Cita messaggio
#6
(15-03-2012, 23:49 )IlMaso Ha scritto: Hai provato chakra?

Si, la versione precedente (in live) e mi ha devastato l'hard disk, non permettendomi più di avviare nulla; poi installai direttamente, per trovarmi con una metà di programmi che uso di solito inesistenti. Non me la sento di rischiare di perdere tutti i dati solo per provarla...
Cita messaggio
#7
mikronimo Ha scritto:Data la mia continua ricerca di distro rolling preferibilmente KDE (sto provando sabayon, ma mancano una lunga serie di programmi che reputo utili e necessari e il kernel va aggiornato manualmente, senza contare che come distro source based le installazioni e gli aggiornamenti sono penosamente lunghi), questa notizia mi interessa, ma guardando nei siti delle due distro non ho capito se la scientific può avere kde (la centos si)
Sì, in Scientific Linux i desktops più diffusi e utilizzati sono precisamente il desktop KDE e il desktop Gnome. io, prima, usavo essenzialmente il desktop KDE. Ma ora che si può avere anche quello XFCE, ho preferito installare un desktop abbastanza minimale e poi scaricare, installare e usare XFCE. Per avere Gnome o KDE (o anche per averli entrambi), si può tranquillamente agire anche direttamente in fase di installazione di Scientific Linux.
mikronimo Ha scritto:... se la loro gestione (installazione pacchetti, aggiornamento [come avviene?], configurazione) è possibile in maniera grafica completa (in paragone a pclos, per esempio). Come sempre, grazie in anticipo. Smile
Scientific Linux (che io, con gli amici, preferisco chiamare SciTux) è basato, come anche CentOS, su Red Hat Enterprise.
In pratica, si tratta di quello che è anche un po' il "papà" di Fedora.
Diversamente da Fedora (che tende ad essere più "aggiornata", ma anche un po' meno "stabile"), sia Red Hat Enterprise che CentOS che Scientific Linux tendono ad essere anzitutto sistemi stabili, mentre la questione "aggionare tutto, aggiornare sempre" (che è un po' l'ossessione di tanti utenti [che ci si accaniscono spesso e volentieri pure a torto]) è assai secondaria. In pratica, la tendenza a "mantenersi moderna" è minimale in Red Hat Enterprise, un po' maggiore in CentOS e ancor maggiore in SciTux (ma, anche qui, sempre puntando innanzi tutto alla stabilità).
SciTux (Scientific Linux, intendo) esiste in due distinte versioni: la versione "americana" del FermiLAB (detta "Scientific Linux Fermi") e la versione "europea" del CERN di Ginevra (che è proprio quella che uso normalmente io). Non so gran che della versione americana (immagino sia molto simile, ma con un occhio di riguardo alle esigenze dei Ricercatori Universitari e degli scienziati americani), ma la versione del CERN (detta semplicemente "Scientific Linux") è a propria volta divisa in due branche: la "normale" e quella "rolling" (quest'ultima, al momento, sembra cominciare ad acquisire una certa importanza, anche se è un'idea nata da poco). Come per CentOS, la differenza fra le due versioni risiede essenzialmente nella presenza (o nell'assenza) di un partiziolare Repository. tale Repository (diverso, ovviamente, per CentOS e per SciTux) s'incarica di garantire la "rotolanza" (l'esser "rolling", insomma) del Sistema. Ovvio che la versione "rolling" (sia in CentOS che in SciTux) tenda a creare un Sistema più "moderno" di quel che fa la versione non-rolling.
Sia CentOS che Scitux esistono sia 2a 32 bit" che "a 64 bit" (io li uso entrambi a 64 bit).
I pacchetti usati sono RPM (come per Red Hat enterprise, Fedora e PClinuxOS, ad esempio), ma NON si tratta di "pacchetti" interscambiabili fra le diverse distro (NON ti azzardar mai a cercar di installare un pacchetto per PClinuxOS [o per mandriva o Mageia] in CentOS o SciTux, mi raccomando!)...
Taluni pacchetti validi per CentOS son validi anche per SciTux (e viceversa), ma qui si va in un discorso complesso che andrebbe fatto "caso per caso" e adottando le dovute cautele. Non è impossibile (se si è molto esperti) cercar di usare anche pacchetti nati per Fedira, ma è una pratica che non mi sento affatto di consigliare.
Il gestore di pacchetti è YUM. Ma c'è anche PackageKit.
YUM non è un gestore di pacchetti "grafico" (non è Synaptic, per intenderci).
Ma esiste anche una valida interfaccia grafica (scordati, comunque, la perfezione e la precisione nella gestione delle dipendenze specifica del Synaptic di PCLinuxOS: non la ritrovi altrove, t'assicuro, a meno di miracoli dei quali non so).
L'interfaccia grafica in questione (che io uso) si chiama YUM eXstender (detta: "Yumex") ed è installabile dopo aver configurato i Repository desiderati. NON è presente, però, dopo l'avvenuta installazione.
Yumex è la migliore interfaccia grafica per gestire i pacchetti RPM che io conosca DOPO il Synaptic di PCLinuxOS (che è il vertice della perfezione, in questo senso). Lo si può usare anche in Fedora, ovviamente (e io lo faccio, difatti).
Quando ho installato CentOS e SciTux, ho innanzitutto provveduto ad aggiornare il Sistema (usando Packagekit) e ad installare ed impostare i Repository che mi interessava avere (usando l'installatore di Packagekit dopo aver scaricato i pacchetti con Firefox, generalmente; ma è anche possibile usare YUM da Terminale).
Fatto questo, ho provveduto ad installare Yumex.
Da quel momento in poi, ho sempre usato solo Yumex per la gestione dei pacchetti (disabilitando anche la verifica automatica degli aggiornamenti e la loro installazione, che è affidata, in genere, a Packagekit).
Questo, in linea generale (naturalmente, ci sarebbe assai di più da dire). se vuoi saper qualcosa in più, basta tu chieda.

[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
Esauriente come sempre; pur avendo controllato nelle home, certe cose proprio non c'è stato verso di capirle, ma fino a che c'è il MonseeWiki... per ora, scarico, provo la live di scitux e vedo un po' "che roba è". Se intanto mi puoi dire quali sono i repos necessari per rendere rolling SciTux... Ciao e grazie. Exclamation

PS: tengo conto dei tuoi avvertimenti, ma è proprio perché certi esperimenti non mi sento pronto a farne, che cerco (almeno per ora) distro "facili"; stò comunque prendendo informazioni per alcune cose che proverò a fare nelle prossime settimane, tipo compilare il kernel (grazie alla guida di Francofait) e magari anche kde (dal sito stesso di kde [techbase, per la precisione]); poi magari anche mettere le mani su distro più "text based", tipo gentoo o linux from scrach.
Cita messaggio
#9
Al momento non sono in SciTux, per cui non mi azzardo a cercar di "darti a memoria" i Repository da utilizzare. Non appena vado in SciTux, li giuardo e te li vengo a riferire (io uso la versione a 64 bit, tienine conto. Le info che ti darò van bene anche per la 32 bit, ma bada bene a stare attento a rimanere sempre nell'ambito dei 32 bit).
Ti serve l'elenco anche per CentOS, mica? (te lo domando perchè NON coincide affatto con quello di SciTux, ovviamente).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#10
Eccoci.
I Repository installati "di default" sono:

sl
sl-security
sl6x
sl6x-security

(gli ultimi due son quelli che danno la caratteristica "rolling"; i primi due son quelli di base)

Repository aggiuntivi da installare 8quelli che ho installato io, perlomeno), sono i seguenti:

epel
elrepo
rpmforge
atrpms
adobe-linux

L'ultimo (adobe-linux è da installare e tenere secondo l'architettura che si usa [io, per esempio, ho adobe-linux-x86_64)
Possono sorgere problemi di conflitto o di gestione delle dipendenze, specie se installi pacchetti concernenti l'audio-video (o anche l'audio soltanto). Tali problemi, in genere, non sorgon subito, ma tendono a spuntare successivamente.
Un pacchetto che assicura di portarti a qualche inghippo di conflitti incrociati (dopo qualche settimana dall'instalalzione) è quello concernente, per esempio VLC-Media-Player (che io non ho installato, infatti, sul mio SciTux).

Inoltre, posson sorgere problemi di sovrapposizione o di conflitto fra i Repository.
Un modo di cercare di gestir la cosa è quello di installate in YUM il plug-in relativo alle "preferenze" e poi di andare ad impostar le preferenze (io ho fatto così), ma tale metodo è vivamente sconsigliato dallo stesso creatore del sistema di aggiornamento usato da Red Hat Enterprise (e, dunque, anche da SciTux).
naturalmente, si può ridurre la probabilità di insorgenza di problemi coi pacchetti seguendo due regole primarie ben distinte:
1) usare meno Repository possibile (ad esempio, è praticamente certo che se ti limiti ai soli Repository installati di default, ben raramente avrai problemi). La conseguenza negativa, ovviamente, è che non si potrà disporre mai di talune cose (ad esempio, di Yumex oppure della connessione Wi-Fi, né di audio-video davvero efficaci);
2) installare quanti meno pacchetti possibile (solo quelli che si ritengono assolutamente indispensabili). Anche questo richiede la rinuncia a tante potenziali funzioni e -inoltre- di esercitare sempre un'attenta cernita prima di qualsivoglia aggiornamento e un'attenta analisi delle potenziali conseguenze prima avviare di una nuova installazione.

ADDENDA: ATrpms è il Repository che probabilmente dà più problemi agli Utenti. Non già perchè è mal gestito o fatto male, bensì perchè contiene svariati pacchetti relativi all'audio-video... Inoltre, contiene anche i pacchetti relativi all'uso del Wireless.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)