Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Avviare apps da root tramite GUI
#1
Ecco come fare: http://www.lffl.org/2011/12/blog-post.html#more
Cita messaggio
#2
Ma se uno deve avviare un'app da root, vuol dire che si sente padrone del sistema e che non è il novellino che rischia di rinominare /usr/lib.
E allora che se ne fa di un'icona in più sulla quale un giorno cliccare per sbaglio?
Non preferirà digitare 'su' e 'password' consapevole e attento a quello che succede?

Se non lo preferisce mi sa che è meglio che resti utente, sano e salvo.
Cita messaggio
#3
(06-12-2011, 12:48 )zafran Ha scritto: Ma se uno deve avviare un'app da root, vuol dire che si sente padrone del sistema e che non è il novellino che rischia di rinominare /usr/lib.
E allora che se ne fa di un'icona in più sulla quale un giorno cliccare per sbaglio?
Non preferirà digitare 'su' e 'password' consapevole e attento a quello che succede?
Se non lo preferisce mi sa che è meglio che resti utente, sano e salvo.

Quoto, però devo riconoscere che ogni tanto comunque un comandino da dare come root senza aprire il terminale fa comodo (io ad esempio ho questa esigenza con il collegamento di scanner scsi a sistema avviato).

C'è anche gksudo.

Da usare sempre con parsimonia.

Bye
Token
Cita messaggio
#4
Anche il tradizionale 'halt' che tutte le gui del mondo ormai nascondono al 3° clic farebbe comodo.
Facevo un discorso in generale, nel senso che chi ha bisogno delle cose spesso é perché le sa.
Cita messaggio
#5
A dire il vero in termini di sicurezza è proprio l' uso spensierato di sudo l' anello debole della sicurezza in ubuntu , lascia l' utente libero di eseguire operazioni che dovrebbero essere di competenza esclusiva di root , la propria password utente si presume che qualunque utente la conosca perfettamente . Così pure come lasciare la modalità ripristino con avvio diretto senza richiesta di rootpasswd , lascia addirittura l' intero SO a libero arbitrio di chiunque , azzerando di fatto ogni possibile sicurezza.

La prima operazione da farsi dopo aver installato il SO è senza se e senza ma , ridare a root la pasword e riabilitarlo assieme ai comandi su e su -.
da console console utente con un bel sudo passwd alle sue piene e reali funzioni

dopodichè tener presente che sarà necessaria e richiesta anche dalla modalita ripristino.
È semplicemente assurdo lamentarsi del colabrodo windows se poi utilizziamo anche linux con i medesimi criteri. Anche con windows la più elevata percentuale dei problemi dii violazione della sicurezza di sistema è totalmente attribuile all' eccessiva spensieratezza con cui se ne vuol fare uso : dall' accesso al sistema , senza richiesta di password , allo sblocoo dei livelli di sicurezza , all' uso di antivirus commerciali craccati per non acquistarli dovendo per conseguenza disabiitarne l' aggiornamento in tempo reale e rendendoli a quel punto di fatto completamente inutili, alla gestione diretta in modalità grafica di operazioni che per loro natura richiederebbero di essere eseguite da console , e chi più ne ha più ne metta.
Cita messaggio
#6
Quotissimo (voce del verbo)
Cita messaggio
#7
(06-12-2011, 19:54 )francofait Ha scritto: La prima operazione da farsi dopo aver installato il SO è senza se e senza ma , ridare a root la pasword e riabilitarlo assieme ai comandi su e su -.
da console console utente con un bel sudo passwd alle sue piene e reali funzioni

dopodichè tener presente che sarà necessaria e richiesta anche dalla modalita ripristino.
Giusto!
Perchè qualcuno non butta giù qualche riga per farci capire (anche nei dettagli) come si fa?

Io ad esempio ero già al corrente di questa cosa,ma non mi sono mai messo li a cambiare e capire come fare il tutto [Immagine: http://digilander.libero.it/le.faccine/f...053022.gif]

Cita messaggio
#8
Non è una procedura complicata... Io l'ho applicata a Foresight Linux (che, come UBUNTU, ha il grave difetto di far sudare l'Utente -a parer mio- un po' troppo "in allegria" [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/laie/cava.gif] ).
In pratica, si deve aprire il Terminale (ebbene, sì... anche per questo tocca farci ricorso!) e digitare:

sudo passwd root

vien richiesta la password di Utente (quella per il "sudo") e, data quella, si può inserir la password di root che s'intende impostare (verrà richiesto, poi, di inserire tale password una seconda volta, per conferma). Nel digitar la password, NON si vedrà un bel niente (nemmeno i proverbiali "asterischi"), ma non c'è da preoccuparsene minimamente: la password vien riconosciuta e impostata ugualmente.
Da quel momento, bisognerà dare la password "di Utente" ogniqualvolta ci sia da "sudare" (ossia, ogni volta che si vada a utilizzare "sudo") e, invece, dar la password di ROOT ogniqualvolta si voglia agire come ROOT.
Si diventa ROOT (e, per farlo, bisogna dare la password "di ROOT") digitando il comando

su

Volendo agir come Amministratore pur restando Utente, basta ricorrere, invece, al solito

sudo

... dando, ovviamente, la propria password di Utente. [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/phil/phil_04.gif]
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#9
Well ;-)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)