Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Canonical non finanzierà più Kubuntu
#1
Pare si proprio così: http://www.lffl.org/2012/02/canonical-no...buntu.html Huh
Cita messaggio
#2
Chi finanzia ha tutti i diritti di rescindere ogni forma di vitalizio se tale non gli è di utilità, può anche dispiacere la cosa, ma i tempi cambiano e forse è meglio concentrare i propri finanziamenti con qualcosa che possa far tornare gli utili.
Cita messaggio
#3
Potrebbe anche essere un'occasione preziosa, per Kubuntu, dato che -aumentando il suo grado di indipendenza- gli può consentir di distaccarsi da UBUNTU in modo anche molto radicale (magari, anche cambiando nome, perchè no?)...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#4
(08-02-2012, 01:06 )monsee Ha scritto: Potrebbe anche essere un'occasione preziosa, per Kubuntu, dato che -aumentando il suo grado di indipendenza- gli può consentir di distaccarsi da UBUNTU in modo anche molto radicale (magari, anche cambiando nome, perchè no?)...

Se riuscissero a sopperire alle risorse necessarie non sarebbe una cattiva idea, io son di diverso avviso , ci vorrebbe una distro Garibaldina che unisse tanti di questi piccoli staterelli che non portano che a una futile interfaccia diversa ma che di sostanza c'è ne troppo poca.
Cita messaggio
#5
Il giorno che qualcuno porrà termina (o diminuirà sensibilmente) la naturale "biodiversità" (che è la sua più grande ricchezza) di GNU/Linux, tutto GNU/Linux morirà. Non serve una "distro" che "unisca le troppe distro" (o che le "assorba in sé" o che le costringa a chiudere). Serve che tutte le "distro" possano andare avanti bene, ciascuna votandosi al tipo specifico di Unenti per il quale è stata precisamente concepita.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#6
Non voglio entrare in quelli che sono i meriti della programmazione, ma contrariamente a ciò che affermi di diverso tra questo universo di distro trovo solo un desktop modificato, delle icone, e dei programmi di default reperibili in qualsiasi reposity, tutto li, giustifico solo quelle distro alleggerite che come contesto hanno la scusante di far funzionare i vecchi pc o portatili meno performanti.
Esistono degli script che mandati in esecuzione trasformano il proprio desktop come più ci aggrada, macbuntu per esempio o altri, bastava limitarsi nel rilascio di questi script anzichè imboccare vicoli ciechi, chi fa scelte sostanziali sono sempre le distro principali, se loro innovano qualcosa ne beneficiano tutti mentre i piccoli satelliti si limiteranno sempre a giocare ai temi colorati.
Cita messaggio
#7
Non è così. Non tutti i desktop-environment supportano tutti i programmi "nativamente".
Un desktop diverso significa anche una scelta differente di programmi.
Non solo: un desktop diverso signifia, assai spesso, anche una ben diversa "filosofia di utilizzo" del computer (esempio: chi ama usare XFCE, in generale, apprezza poco i giochi pirotechinci, ma bada invece al sodo e alla produttività; chi vuol suo proprio schermo effetti "pirotecnici" -giusto per divertirsi- ben raramente ama XFCE).
Insomma, il desktop gioca un riuolo non solo nella "pesantezza" (o nella "leggerezza") del carico di Sistema, ma anche nella scelta dei programmi da utilizzare... e addirittura nella mentalità di chi usa più volentieri quel particolare DE (col che, proprio il desktop-environment assume un ruolo-chiave anche nello sviluppo più "profondo" della "distro").
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
A prescindere i gusti personali del proprio desktop kde gnome xfce o xdle che sia per ogni desktop ci sono un infinità di distro che non contribuiscono a nessun tipo di progresso, provo a dire un assurdità Sad non sarebbe meglio se chi creasse una distro personalizzasse il proprio kernel? esempio creo una distro compilando driver esclusivamente hp esempio ubuntu 11.10 hp release, questa sarebbe un motivo valido si mandare avanti un progetto, riconosco che ciò non è fattibile ma quello che cerco di spiegare è che bisognrebbe muoversi in maniera diversa.
Cita messaggio
#9
Talune "distro" personalizzano -nel senso che lo patchano- il Kernel (PCLinuxOS è fra queste, ad esempio: nel senso che consente ai propri Utenti di installare il Kernel originale o un Kernel "patchato" in tre diversi "gusti", a libera scelta).
Ma il Kernel resta comunque Linux (che è lo stesso identico per tutti). Sennò, che GNU/Linux è?
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)