Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Clienti di Pozzuoli (NA) che passano ad Ubuntu senza esitazione!
#1
Come da titolo volevo condividere con voi una mia piacevole esperienza professionale.
Due miei clienti (padre e figlio) di Pozzuoli (NA) avevano grossi problemi di affidabilità e stabilità sui loro computer, dato che entrambi usavano Windows 7 Home Premium.
Al padre gli ho sistemato e immunizzato Windows 7 senza tanti problemi tramite servizio di assistenza remota, col figlio ho dovuto impazzire un pò di più perché Windows 7 era corrotto e non s'avviava per chiari problemi di virus che il figlio stesso aveva ammesso di avere e che penava da diverso tempo.
Allora lì non ho esitato a parlargli di Ubuntu e così gli ho spiegato diverse caratteristiche e le cose estremamente positive di un sistema basato su Linux, ecc. ecc.
Quindi tramite Skype (dal pc del padre) ho dovuto guidarlo nella configurazione del bios del suo notebook Acer (i pc di questa marca li odio a morte) dopo avergli fatto scaricare Ubuntu 12.04 LTS Precise Pangolin e poi gli ho preparato una pendrive usb con dentro Ubuntu dal momento che il suo drive cd/dvd rom non funzionava manco quello.
Dopo tentativi di configurazione col bios (visto che il figlio non ha mai configurato un bios in vita sua) finalmente Ubuntu è partito, con un installazione rapida e facile si è poi interrotta l'installazione mentre mancava poco alla fine (surriscaldamento provocato da un alimentatore cinese Basta ) ma fortunatamente dopo il successivo riavvio Ubuntu ha ripreso da dov'era arrivato con l'installazione.
E' andato tutto ok, lui si è innamorato di Ubuntu e ha imparato ad usarlo praticamente subito visto che ha riscontrato lui stesso l'enorme facilità d'uso, praticamente tramite assistenza remota gli ho solo configurato alcuni software, l'audio, installazione e creazione di un account Skype e tante altre cose, oltre ad illustrargli le diverse novità e caratteristiche di questo splendido sistema.
Gli ho inoltre spiegato al cliente che avrà supporto e aggiornamenti per ben 5 anni e dal momento che è anche un grande appassionato di musica poteva finalmente scaricare musica e altri contenuti multimediali senza più problemi di virus e/o manutenzioni di qualche tipo.
Mi ha contattato stasera che pure suo cugino vuole Ubuntu! E in settimana dobbiamo prendere appuntamento per effettuargli l'intervento tramite remoto.
Quindi... che dire? Un altro successo di Linux e dell'Open Source, sono pure fortunato ad avere dei clienti aperti alle novità e che non sono chiusi alle idee solo di Windows, Mac e company.
Il cliente ha praticamente bandito Windows per sempre e con enorme soddisfazione, tant'è vero che potete controllare sulla mia bacheca di Facebook coi suoi commenti! Ehehe.
Sper di avervi fatto cosa gradita di questa mia esperienza professionale molto positiva ma perfettamente attinente allo spirito dell'Open Source.
Notebook ASUS G74SX-91085V. Intel® Core™ i7 2630QM 2.9 Ghz Sandy Bridge Quad Core, ram 16 GB DDR3 1333 MHz SDRAM, LCD 17.3" 16:9 (1920x1080 120Hz) Full HD 3D LED Backlight con Occhiali, NVIDIA® GeForce® GTX 560M 3GB GDDR5 VRAM, Dual HDD 2.5" SATA 500GB 7200rpm SSD ibridi (1 TB), Blue-ray Writer.
Cita messaggio
#2
Sono contentissimo di questo ennesimo abbandono di W, io, anche se faccio tutto per passione e non come lavoro, ne ho già fatti 8, speriamo di continuare con risultati positivi, infatti io non ho ancora avuto improperi da nessuno .SleepySleepySleepySleepySleepySleepySleepySleepy nei prossimi giorni dovrei fare anche il 9 e il 10,SleepySleepy, due signore di mezza età che impazziscono con WXP su due macchine di mezza età ACER....SadSadSadSad

Roberto Bologna
GUIDA CUCINA
Cita messaggio
#3
SHADOW LIONHEART BravoExclamation , troppo bello se ci fossero più tecnici che lavorano con passione come te.Smile
Bilodiego

Cita messaggio
#4
(12-05-2012, 22:20 )bilodiego Ha scritto: BravoExclamation, troppo bello se ci fossero più tecnici che lavorano con passione come te.Smile
Bilodiego

Mi onori, ti ringrazio molto ma in verità basta solamente far capire ai proprio clienti il perché di tale passione, ma soprattutto le motivazioni estremamente valide per usare software Open Source.
Sono queste cose che il cliente nota e di conseguenza ha fiducia. Wink
Notebook ASUS G74SX-91085V. Intel® Core™ i7 2630QM 2.9 Ghz Sandy Bridge Quad Core, ram 16 GB DDR3 1333 MHz SDRAM, LCD 17.3" 16:9 (1920x1080 120Hz) Full HD 3D LED Backlight con Occhiali, NVIDIA® GeForce® GTX 560M 3GB GDDR5 VRAM, Dual HDD 2.5" SATA 500GB 7200rpm SSD ibridi (1 TB), Blue-ray Writer.
Cita messaggio
#5
Ciao Shadow Lionheart, noi ci siamo conosciuti in linux mint italia, ti faccio i miei complimenti, come li faccio a tutti i piallatori di windows sparsi per l'Italia che si impegnano a diffondere un concetto di open source.
La tua opera è ancor più apprezzabile se si considera che ci sono tanti tecnici che rifiutano di proporre linux, per paura di perdere soldi nella vendita di software (senza immaginare di quanti ne guadagnerebbero dando un'assistenza qualificata in un settore lasciato tante volte a se stesso).
Cita messaggio
#6
(12-05-2012, 23:20 )elias Ha scritto: Ciao Shadow Lionheart, noi ci siamo conosciuti in linux mint italia, ti faccio i miei complimenti, come li faccio a tutti i piallatori di windows sparsi per l'Italia che si impegnano a diffondere un concetto di open source.
La tua opera è ancor più apprezzabile se si considera che ci sono tanti tecnici che rifiutano di proporre linux, per paura di perdere soldi nella vendita di software (senza immaginare di quanti ne guadagnerebbero dando un'assistenza qualificata in un settore lasciato tante volte a se stesso).

Sì, mi ricordo di te. Mi fa piacere che fai altrettanto.
Infatti questo concetto che con Linux e l'Open Source non si possa guadagnare sono balle colossali, guarda l'esempio di RedHat, Canonical e Novell.
Ma specialmente in Italia sono luoghi comuni e mettono in primo grado assoluto solo il guadagno, mentre ci si può guadagnare anche in soddisfazione e sviluppando nuove tecnologie.
Il guadagno c'è chiaramente sempre, come sappiamo cambia solo la logica; se poi cerchi anche l'interesse del cliente è chiaro che quest'ultimo se ne accorge e guadagni la sua fiducia, di conseguenza il cliente si affeziona e non glielo fa fare proprio nessuno ad andare da un altro.
Poi ho avviato appositamente il progetto “Open Source Point ©” che trovi sul mio blog aziendale: http://www.shadowlionheart.it/blog/proge...rce-point/ (progetto protetto da Copyright)
Appena trovo i fondi che mi servono parto subito con l'iniziativa nell'aprire questi centri specializzati completamente nuovi nel suo genere e voglio partire dalla Sicilia stessa, dando quindi prova a tutti che tecnologia e iniziativa importantissime e innovative possono partire dalla terra del mezzogiorno e non più dal tanto blasonato nord-Italia (malgrado io sia ex milanese).
Notebook ASUS G74SX-91085V. Intel® Core™ i7 2630QM 2.9 Ghz Sandy Bridge Quad Core, ram 16 GB DDR3 1333 MHz SDRAM, LCD 17.3" 16:9 (1920x1080 120Hz) Full HD 3D LED Backlight con Occhiali, NVIDIA® GeForce® GTX 560M 3GB GDDR5 VRAM, Dual HDD 2.5" SATA 500GB 7200rpm SSD ibridi (1 TB), Blue-ray Writer.
Cita messaggio
#7
Linux sta facendo passi importanti e canonical ha contribuito in gran parte a rendere questo sistema alla portata di tutti, snello e veloce con tante applicazioni, ma obbiettivamente mancano ancora alcune cosette affinchè si possa sostituire definitivamente a windows, mancano servizi che ti permettono di fare una videoconferenza, msn e skype non vanno affatto bene, molte periferiche non sono supportate e gli sviluppatori non sempre rilasciano driver per linux, nonostante l'immenso parco software, mancano applicazioni in grado di sopperire ad ogni tipo di esigenza, la piallatura di windows al momento la ritengo una mossa azzardata, spero che le cose migliorino e che dei bravi sviluppatori inizino a programmare qualcosa di serio anzichè dedicarsi alla creazione di distro minori fine a se stessi.
Cita messaggio
#8
Anche io come dice ludaluda ho installato e installo volentieri software e OS Open .Lo faccio per passione e non come lavoro (purtroppo perchè non mi dispiacerebbe) - anche se qualcosa quasi sempre me lo faccio dare (se lo portano dal tecnico non pagherebbero lo stesso?)

Detto questo volevo chiedere a SHADOW LIONEHART che diceConfuseduo cugino vuole Ubuntu!...in settimana dobbiamo prendere appuntamento per effettuargli l'intervento tramite remoto ...


Volevo chiedergli come fa a installare Ubuntu da remoto [Immagine: http://digilander.libero.it/le.faccine/f...sso/45.gif]

(13-05-2012, 10:07 )procton771 Ha scritto: la piallatura di windows al momento la ritengo una mossa azzardata
Decisamente d'accordo. Mi piacerebbe piallare anche a me una volte per tutte,ma al momento così come stanno le cose adesso non è proprio il caso. [Immagine: http://digilander.libero.it/le.faccine/f...ciao02.gif]
Cita messaggio
#9
Lo ha guidato tramite un altro computer.
Cita messaggio
#10
(13-05-2012, 10:37 )SabatoM Ha scritto: Anche io come dice ludaluda ho installato e installo volentieri software e OS Open .Lo faccio per passione e non come lavoro (purtroppo perchè non mi dispiacerebbe) - anche se qualcosa quasi sempre me lo faccio dare (se lo portano dal tecnico non pagherebbero lo stesso?)

Detto questo volevo chiedere a SHADOW LIONEHART che diceConfuseduo cugino vuole Ubuntu!...in settimana dobbiamo prendere appuntamento per effettuargli l'intervento tramite remoto ...


Volevo chiedergli come fa a installare Ubuntu da remoto [Immagine: http://digilander.libero.it/le.faccine/f...sso/45.gif]

(13-05-2012, 10:07 )procton771 Ha scritto: la piallatura di windows al momento la ritengo una mossa azzardata
Decisamente d'accordo. Mi piacerebbe piallare anche a me una volte per tutte,ma al momento così come stanno le cose adesso non è proprio il caso. [Immagine: http://digilander.libero.it/le.faccine/f...ciao02.gif]

Piallo definitivamente Windows a seconda dei clienti ma il 90% si è adattato perfettamente.
Se nessuno è tornato a lamentarsi è perché si trovano bene, no?
E' chiaro che propongo un dual boot per certi clienti che ne fanno un uso specifico.
Notebook ASUS G74SX-91085V. Intel® Core™ i7 2630QM 2.9 Ghz Sandy Bridge Quad Core, ram 16 GB DDR3 1333 MHz SDRAM, LCD 17.3" 16:9 (1920x1080 120Hz) Full HD 3D LED Backlight con Occhiali, NVIDIA® GeForce® GTX 560M 3GB GDDR5 VRAM, Dual HDD 2.5" SATA 500GB 7200rpm SSD ibridi (1 TB), Blue-ray Writer.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)