Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Come superare il limite delle 4 partizioni primarie
#1
Presento una guida suggeritami dall'amico Mimmo Furci.

L'autore di questa interessante guida, ossia Augusto Scatolini, ha inserito, a ragione, quale sottotitolo:

(La sporca guerra delle aziende contro GNU/Linux)

In allegato la guida in formato pdf:


.pdf   come_superare_il_limite_delle_4_partizioni.pdf (Dimensione: 468,64 KB / Download: 208)


Altre guide dell'autore:

http://miniguide.tk/
Cita messaggio
#2
w il software libero
w antonio cantaro
Mimmo
Cita messaggio
#3
Ragazzi, perchè avete tolto il video che avevo postato? Non voleva essere offensivo nei confronti di nessuno.... Undecided Era semplicemente in tono scherzoso....
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#4
non aveva nessuna attinenza con la discussione e questo non è il bar
Cita messaggio
#5
(05-09-2013, 07:21 )francofait Ha scritto: non aveva nessuna attinenza con la discussione e questo non è il bar

Ok, capito ! Grazie x il chiarimento.Idea
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#6
Ottima guida per le partizioni primarie. Grazie
Cita messaggio
#7
Grazie professore, mi ha cavato dai guai, in cinque minuti ho fatto tutto. Avevo lasciato scegliere al sistema come gestire gli spazi dell'installazione e mi aveva creato due partizioni primarie facendo giungere a quattro il numero delle primarie, non avevo altra scelta che sacrificarne una, mentre così l'ho convertita in logica e ho potuto fare gli archivi dati che mi servivano.Exclamation
Cita messaggio
#8
(17-12-2013, 21:47 )'pabform' Ha scritto: Grazie professore, mi ha cavato dai guai, in cinque minuti ho fatto tutto. Avevo lasciato scegliere al sistema come gestire gli spazi dell'installazione e mi aveva creato due partizioni primarie facendo giungere a quattro il numero delle primarie, non avevo altra scelta che sacrificarne una, mentre così l'ho convertita in logica e ho potuto fare gli archivi dati che mi servivano.Exclamation
prendo spunto da quanto sopra per un mio problemino.
Ho questa configurazione su un HDD:
   
Vorrei installare ubuntu 14.04 per provarlo prima di migrare definitivamente ad esso
(niente virtual box).
Ho il limite delle quattro partizioni primare (Sda1-Sda2-Sda3-Sda4).
Vorrei trasformare Sda4 in partizione estesa, così da poterla dividere in due partizioni logiche, su una delle quali andare ad installare ubuntu 14.04).
Con gparted, ridimensionando la partizione Sda4, creando uno spazio non allocato, non mi viene permesso, ovviamente, di creare una ulteriore partizione.
Le domande sono:
- Come posso trasformare la partizione da primaria in estesa, senza perdere i dati?  (Vorrei evitare di trasferire tutti i dati in altro HD e poi ritrasferirli a partizionamento avvenuto)
(da gestore dischi cliccando sulla partizione,
   
si può poi accedere all'opzione: modifica partizione
   
e quindi alla voce : estesa (0x0,5)
operando in questa maniera, posso mantenere intatti i dati esistenti sulla partizione esistente?
 Avete altre soluzioni, che non siano quelle di trasferire i dati prima della trasformazione, come scritto al principio?  [img]images/smilies/confused.gif[/img]
Grazie per le risposte.

Edit:
Scusate, avrei dovuto aprire un nuovo topic.
Prego i moderatori di dividera la mia discussione dalla precedente.
Grazie [img]images/smilies/lightbulb.gif[/img]
 
Mint 16 Mate - Precise 12.04 custom - La presunzione di sapere è peggio dell'ignoranza.
Cita messaggio
#9
ciao andrea. operando come hai postato, perderai tutto quanto hai nella partizione. la guida spigata dal prof, io l'ho usata diverse volte però sempre con il programma easeus partition magic installato dentro win. goglando ho visto che esiste anche la possibilità di creare un dispositivo avviabile. prova:
http://www.partition-tool.com/easeus-par...ablecd.htm
con quel programma trasformi senza perdere il contenuto ( magari per sicurezza fai una prova con una chiavetta )
ricordati anche che modificando la partizione, quando la restringi,la dati il suo UUID cambierà. dovrai modificar il fstab dei sistemi installati ( se si montava in automatco )
https://mega.co.nz/#!u51GDL6K!8GDF3bTgNF...l5nXnBmq3w
attento tue notizie fiducioso. mario

devo purtroppo modificare questo mio post. per creare il dispositivo bootabile devi operare da win ( praticamente è lo stesso programma che si installa ). oggi purtroppo ho poco tempo, domani provo a farlo, trasformarlo in .iso e se vedo che funziona, lo metto nel clud.....
Cita messaggio
#10
Ho letto la guida (del 2011) e mi viene da pensare che certe persono scoprano l'acqua calda 10000 anni dopo che l'hanno inventata...;
il cosiddetto "limite" delle 4 partizioni primarie prima di tutto NON è una "sporca guerra delle aziende contro Linux" è un limite del MBR che non ha niente a che vedere né con Windows né con fantguerre delle aziende.
E comunque sono almeno 25 anni che è noto come superarlo;
a proposito, la partizione "estesa" è a sua volta una partizione primaria, con l'unica differenza che non contiene dati ma dove vi si definiscono altre partizioni (logiche);
la conversione da primaria a logica (ovvero da primaria a estesa con dentro una partizione logica) SENZA PERDITA DI DATI
è un'operazione che permetteva già il glorioso Powerquest Partition Magic nelle prime versioni (cioè da tanti, proprio tanti anni fa!).
Inoltre non è vero che c'è un limite di 15 partizioni logiche, se ne possono farea anche 50 (se sei preda a follia partizionatrice); il n. di partizioni logiche possibili in teoria è illimitato e dipende dalla capienza del disco dove vengono definite (la capienza massima gestita da MBR è 2 TiB)
 
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)