Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Critiche ad Ubuntu (e Canonical)
#1
Da una settimana è stata rilasciato Ubuntu 12.04. Stabile, LTS con supporto fino ai 5 anni, Unity molto più reattivo e fluido, e tante altre caratteristiche che ben conosciamo.
Da molto tempo però (più o meno da quando Unity ha fatto la sua comparsa), Canonical e Ubuntu vengono sempre più criticate per l'impostazione presa per questo sistama operativo. Prima Unity, nuova shell per Gnome 3, che nella sua ultima relese mi sembra molto comoda, ho tutto a portata di mouse e tastiera(le scorciatoie sono utilissime!), poi le normali versioni semestrali che, nella maggior parte dei casi, non si dimostrano all'altezza delle loro concorrenti es. Fedora o Opensuse.
Ora, facendo un piccolo ragionamento, penso che Canonical non abbia portato un chissà che grande stravolgimento per l'interfaccia grafica, anzi proprio puntando alla grafica ha avvicinato molti utenti con poca-scarsa conoscenza di un sistema Gnu\Linux, senza nulla togliere altre interfacce quali Kde, Xfce ed Lxde, che sono anch'esse ultra user-friendly; per le versioni semestrali mi sono fatto un'idea che vengano utilizzate per provare le nuove caratteristiche da inserire nelle versioni LTS, e che quindi per questo motivo siano meno performanti e stabili.
Dato che tutto questo è solo un mio pensiero, volevo chedere a tutti voi (dato che non ho voglia di chidere in siti come Oneopensource o Illf per non generare - molto, molto probabili - flame) cosa ne pensate e quali sono i vostri pareri.Exclamation

M1rr0r92 Idea
Cita messaggio
#2
Ho sentito pareri poco favorevoli per Unity e per la nuova interfaccia grafica ma personalmente trovo che avere tutto a portata di mouse sia comodo e renda il lavoro più veloce oltre che "bello" (anche l'occhio vuole la sua parte). Ho installato Ubuntu 11.10 plus 8 su un pc di mio cognato che usa il computer quasi esclusivamente per navigare e finora non si è lamentato anzi trova che internet da chiavetta sia molto più veloce che prima (per evitare di urtare la sua "sensibilità" ho installato il nuovo sistema in dualboot).
Comunque sono d'accordo su quel che dici e credo anch'io che la nuova interfaccia grafica potrebbe avvicinare molti utenti ad ubuntu e di conseguenza a linux!
Sconosco l'inglese e mi rifiuto di impararlo
Da solo avrò un'idea, in due potremmo averne tre, in tanti troveremo la soluzione migliore
Buona vita a tutti Heart
Cita messaggio
#3
Canonical è un azienda e come tale cerca di trarne profitto, unity nasce dall'esigenza di imporsi nel mondo dei tablet, dopo l'avvento di apple e poi android, canonical vuole giocare le sue carte.
A mio modo di vedere sarà difficile imporsi tra questi due colossi, ormai hanno raggiunto un margine incolmabile di popolarità.
Dal mio punto di vista canonical ha commesso un errore madornale costringendo i suoi utenti desktop che hanno contribuito alla sua popolarità ad usare un interfaccia poco amica, questo gli è costato la perdita di molti utenti che sono passati alle distro minori anch'esse sue derivate.
Sta di fatto che ubuntu resta la distro linux per eccellenza con tutti i suoi pro e contro, con i suoi bug, fedora o chichessia con la loro decantata stabilità non hanno mai fatto decollare linux, motivo in cui manca di popolarità, preferirei un sistema buggato ma con la possibilità di scegliere caterve di applicazioni che un sistema blindato, dove bisognerebbe sbattersi per trovare un programma decente.
Cita messaggio
#4
Linux non è ne nato ne cresciuto per occupare lo spazio di Microsoft con identici colabrodi , ma proprio per sopperire quanto meglio possibile alle esigenze di sicurezza e stabilità . Per chi va bene un colabrodo , Microsoft il suo SO lo ha gia imposto come standard internazionale , non ne servono altri , uno basta ed avanza.
Chi non ha ne tempo ne voglia per farsi una cultura informatica di cui molto probabilmene e sia pur comprensibilmente neppur ne sente il bisogno , non sarebbe neppure il caso chiedesse che SO nati e cresciuti per fini ben diversi , come linux ed unix , degenerino in ammassi di finestre e disegnini stupidi alla portata non solo di ogni utente ma anche di qualunque utonto.
La perdita di consensi di Ubuntu non è legata in assoluto ad Unity poichè era già in aria da tempo , Unity ha solo accelerato i tempi del suo declinio, ma proprio all' aver trasformato il SO in un colabrodo nello stesso stile Microsoft , senza peraltro riuscire affatto a renderlo ne miglore ne più user.
Quanto alla caterba di possibili applicazioni , linux da solo dispone di molto più software di quanto ne dispongano windows e macosx assieme.
Ampiamente preferibili ad Ubuntu , come soluzioni linux su desktop il lavoro svolto pazientemente ,con calma , senza voler strafare e senza false illusioni da minuscole distribuzioni quali ad esempio PcLinuxOS o da SalixOs e Slackel sua derivata. Certo che almeno un pizzico di impegno lo richiedono comunque.

Da quando mai un software buggato è preferibile , qualunque errore di sviluppo non si limita solo a creare problemi di stabilità ma rappresenta un potenziale pericolo a livello sicurezza . Quando acquisti un PC windows ce lo trovi già preinstallato ed incluso nel prezzo , chi te lo fa fa di sostituirlo con un colabrodo allo stesso livello.
Cita messaggio
#5
(02-05-2012, 22:04 )procton771 Ha scritto: Sta di fatto che ubuntu resta la distro linux per eccellenza
scappa scappa scappa
Stiamo scherzando?
La diffusione non è l'eccellenza

(02-05-2012, 22:04 )procton771 Ha scritto: preferirei un sistema buggato ma con la possibilità di scegliere caterve di applicazioni che un sistema blindato, dove bisognerebbe sbattersi per trovare un programma decente.
Piange Piange Piange
Tu quoque?
Arrendersi
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio
#6
(02-05-2012, 23:50 )francofait Ha scritto: Linux non è ne nato ne cresciuto per occupare lo spazio di Microsoft con identici colabrodi , ma proprio per sopperire quanto meglio possibile alle esigenze di sicurezza e stabilità . Per chi va bene un colabrodo , Microsoft il suo SO lo ha gia imposto come standard internazionale , non ne servono altri , uno basta ed avanza.
...
Da quando mai un software buggato è preferibile , qualunque errore di sviluppo non si limita solo a creare problemi di stabilità ma rappresenta un potenziale pericolo a livello sicurezza . Quando acquisti un PC windows ce lo trovi già preinstallato ed incluso nel prezzo , chi te lo fa fa di sostituirlo con un colabrodo allo stesso livello.

Parli in generale di qualunque rilascio di Ubuntu o solo le versioni non LTS?
Credevo che, per quanto riguarda la sicurezza\stabilità e le prestazioni, Ubuntu, Fedora, Opensuse e le distro da te citate (delle quali conoso solo PcLinuxOs), avendo tutti più o meno lo stesso kernel e e le versioni software più recenti, avessero anche più o meno la stessa stabilità. Contando poi il fatto che le versioni LTS derivano dal ramo Testing di Debian (che dopo poco tempo diverrà stabile, Debian 7 ad esempio sarà rilasciata a Luglio), pensavo che questi rilasci fossero migliori rispetto alle altre distro.
Cos'è allora che fa la differenza?
E per quanto riguarda Debian, soffe degli stessi difetti? Se la risposta è no, per quale motivo?

M1rr0r92Idea
Cita messaggio
#7
(03-05-2012, 04:59 )M1rr0r92 Ha scritto:
(02-05-2012, 23:50 )francofait Ha scritto: Linux non è ne nato ne cresciuto per occupare lo spazio di Microsoft con identici colabrodi , ma proprio per sopperire quanto meglio possibile alle esigenze di sicurezza e stabilità . Per chi va bene un colabrodo , Microsoft il suo SO lo ha gia imposto come standard internazionale , non ne servono altri , uno basta ed avanza.
...
Da quando mai un software buggato è preferibile , qualunque errore di sviluppo non si limita solo a creare problemi di stabilità ma rappresenta un potenziale pericolo a livello sicurezza . Quando acquisti un PC windows ce lo trovi già preinstallato ed incluso nel prezzo , chi te lo fa fa di sostituirlo con un colabrodo allo stesso livello.

Parli in generale di qualunque rilascio di Ubuntu o solo le versioni non LTS?
Credevo che, per quanto riguarda la sicurezza\stabilità e le prestazioni, Ubuntu, Fedora, Opensuse e le distro da te citate (delle quali conoso solo PcLinuxOs), avendo tutti più o meno lo stesso kernel e e le versioni software più recenti, avessero anche più o meno la stessa stabilità. Contando poi il fatto che le versioni LTS derivano dal ramo Testing di Debian (che dopo poco tempo diverrà stabile, Debian 7 ad esempio sarà rilasciata a Luglio), pensavo che questi rilasci fossero migliori rispetto alle altre distro.
Cos'è allora che fa la differenza?
E per quanto riguarda Debian, soffe degli stessi difetti? Se la risposta è no, per quale motivo?

M1rr0r92Idea

Ubuntu su Debian Testing è nata 7 anni fa , ma ne ha abbandonato totalmente la compatibilità, la stessa architettura è diversa.
Il software nella composizione delle varie distribuzione viene utilizzato nel loro libero formato sorgente e ricompilato da ciascuna secondo propri criteri , per la propria struttura del SO. Qualunque bug possa fuggire , anche il più piccolo , riesce a sfuggire nello sviluppo del SO non è solo causa di possibile instabilità del SO (qualunque sia) ,ma sopratutto proprio di vulnerabiltà del SO stesso . Ed a numero vulnerabilità si da il caso che Ubuntu superi alla grande anche lo stesso orrendo colabrodo Windows Svista. (e neppur di poco). Tenere ben presente che lee infezioni a carattere virale è vero si che in linux sono inerti , mentre in windows sono le più noise perche compromettono il corretto funzionamento del SO rapidamente , ma in termini di sicurezza rappresentano il male minore.

Come qualunque altra versione ubuntu anche le lts iniziano ad essere sufficentemete stabili e mature dopo almeno 4 revisioni complete del SO , ed è anche il motivo per il quale Canonicali si è dovuta adattare a prolungare il supporto LTS fino a 5 anni (meglio tardi che mai) .

Ed infine Debian 7 in uscuita a luglio te lo puoi scordare , i tempi di rilasci di debian non sono vincolanti , finche sussisto motivi per non poter considere piu che sufficentemente stabile il SO , la sua uscita viene posticipata a nuova data da destinarsi. il limite dei 2 anni è posto come tempo utile minimo , non come limite indifferibile. Al momento attuale i presupposti per considerare sufficentemente stabiile il ramo testing , non esistono proprio.
Cita messaggio
#8
Capisco, grazie per le risposte Exclamation
Che Debian non abbia una data prefissata lo sapevo, ma comunque indicativamente mi aspettavo il rilascio più o meno verso Luglio.

M1rr0r92 Idea
Cita messaggio
#9
Io francamente me ne sbatto di quanto sia famosa/diffusa/economicamente ben messa Ubuntu, fino a quando mi servirà sul pc la utilizzerò. La 12.04 mi sembra una buona distro perchè è supportata a lungo termine e sui portatili come il mio le prestazioni sono migliorate. L'interfaccia di default non mi piace per svariati motivi, quindi l'ho cambiata subito. Nel complesso però il mio parere è positivo.

Però secondo me la distro migliore è quella che puoi plasmare meglio per il tuo computer, e non parlo di semplici personalizzazioni grafiche. Il succo è che una distro ottima deve riuscire a fare girare benissimo un qualsiasi pc, con la dovuta fatica dell'utente che deve in prima persona impegnarsi per possedere la CONOSCENZA necessaria CONTROLLARE e non essere controllato. So che Arch o Gentoo sono perfette in questo, ma non ho le conoscenze per usarle. Per ora e per parecchio tempo smanetterò alla grande su Ubuntu. Poi potrei passare a Debian. E poi ad Arch, se riuscirò a dedicarci abbastanza tempo.
Cita messaggio
#10
(02-05-2012, 23:50 )francofait Ha scritto: Linux non è ne nato ne cresciuto per occupare lo spazio di Microsoft con identici colabrodi , ma proprio per sopperire quanto meglio possibile alle esigenze di sicurezza e stabilità . Per chi va bene un colabrodo , Microsoft il suo SO lo ha gia imposto come standard internazionale , non ne servono altri , uno basta ed avanza.

Linux è destinato a crescere, deve scrollarsi di dosso la sindrome di peterpan, Smile è tempo che diventi grandicello e affronti il progresso, riguardo alla stabilità non ho mai visto un sistema linux gestire un programma che spreme la cpu o non si ha la controprova visto che mancano i programmi professionali .

(02-05-2012, 23:50 )francofait Ha scritto: Chi non ha ne tempo ne voglia per farsi una cultura informatica di cui molto probabilmene e sia pur comprensibilmente neppur ne sente il bisogno , non sarebbe neppure il caso chiedesse che SO nati e cresciuti per fini ben diversi , come linux ed unix , degenerino in ammassi di finestre e disegnini stupidi alla portata non solo di ogni utente ma anche di qualunque utonto.

La vera cultura informatica consiste nell'abilità di semplificare ogni cosa e renderla alla portata di tutti , non perdersi in inutili puzzle intricati dove un operazione semplice comporta una conoscenza del so, L'abilità deve essere qualcosa di costruttivo e non fine a se stessi.

(02-05-2012, 23:50 )francofait Ha scritto: La perdita di consensi di Ubuntu non è legata in assoluto ad Unity poichè era già in aria da tempo , Unity ha solo accelerato i tempi del suo declinio, ma proprio all' aver trasformato il SO in un colabrodo nello stesso stile Microsoft , senza peraltro riuscire affatto a renderlo ne miglore ne più user.
Quanto alla caterba di possibili applicazioni , linux da solo dispone di molto più software di quanto ne dispongano windows e macosx assieme.
Ampiamente preferibili ad Ubuntu , come soluzioni linux su desktop il lavoro svolto pazientemente ,con calma , senza voler strafare e senza false illusioni da minuscole distribuzioni quali ad esempio PcLinuxOS o da SalixOs e Slackel sua derivata. Certo che almeno un pizzico di impegno lo richiedono comunque.

Basta leggere i forum dove in stragrande maggioranza gli utenti criticano la scelta di canonical relativamente a unity.
Riguardo i software sulla piattaforma linux posso dirti fermamente che solo quelli di windows sovrastano numericamente e qualitativamente quelli in giro sul pinguino, posso farti un banale esempio riguardo i convertitori, su linux devi sbatterti per trovarne uno decente su windows potrei farti un elenco corposo di quelli freeware ma forse basta e avanza format factory.

(02-05-2012, 23:50 )francofait Ha scritto: Da quando mai un software buggato è preferibile , qualunque errore di sviluppo non si limita solo a creare problemi di stabilità ma rappresenta un potenziale pericolo a livello sicurezza . Quando acquisti un PC windows ce lo trovi già preinstallato ed incluso nel prezzo , chi te lo fa fa di sostituirlo con un colabrodo allo stesso livello.

Il cosi detto ubuntu buggato a livello di applicazioni sembra offrirmi molto di più degli altri, le applicazioni vengono lasciate maggiormente per ubuntu basta seguire le news di forum amici leggo solo apt-get Smile
e questa la dice lunga sulla considerazione dei rilasci.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)