Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Distro Linux: 1, Nessuno o Centomila?
#1
Shocked 
Nei commenti di questa news (si lo so, i commenti sono un pò OT rispetto al titolo) si discute se sia più un male che un bene la crescente uscita di sempre più nuove distro nel mondo Linux. È pur vero che la forza dell'open source sta nella possibilità data a tutti coloro che ne sono capaci di creare e/o modificare un qualsiasi progetto perchè scritto appunto con codice aperto ma effettivamente nel mondo Linux non si stà forse abusando di tale opportunità? Sempre riferendomi alla news elencata pocanzi alcuni utenti affermano che sarebbe meglio se ci fossero le sole distro principali (con tale termine credo si riferiscano alle vare fedora, arch, open suse, slackware, gentoo, debian, ubuntu e via dicendo) affiancate dalla possibilità di sceglierne il DE (sempre riferendomi all'esempio scritto prima questo vorrebbe dire che le varie kubuntu, xubuntu, lubuntu e le infinite distro da esse derivate verrebbero sostituite dalla distro principale, in questo caso ubuntu più il relativo DE, ossia ubu più kde, xfce, lxde ecc.). Voi siete daccordo o contrari alla proliferazione di tutte queste distro? Cosa ne pensate della suddetta idea?
Cita messaggio
#2
Non ho mai aggiornato XP e con un buon antivirus e l'immagine di sistema non ho mai avuto problemi.
Cita messaggio
#3
(30-12-2013, 23:54 )Antonio_Cantaro Ha scritto: Non ho mai aggiornato XP e con un buon antivirus e l'immagine di sistema non ho mai avuto problemi.
Mi perdoni Professore Cantaro ma il mio post non si riferisce alla news in sè ma più che altro ai commenti che essa suscita (che come scritto nel precedente post sono decisamente "fuori tema" rispetto all'argomento citato da lffl) in cui gli utenti esprimono le loro opinioni su le diverse distro che dovrebbero sostituire xp. Da qui la mia domanda è un bene o un male il proliferare di tutte queste distro nel mondo linux? In più siete dacordo o no con l'idea (scritta da un utente di lffl) di eliminare le infinite derivate sostituendole con la distro principale più il relativo DE? Mi piacerebbe conoscere le opinioni del forum. :biggrin2:
Cita messaggio
#4
Evidentemente c'è gente che vuole tutto piatto senza libertà di scelta.
Cita messaggio
#5
Qualcuno sarebbe in grado di stilare una statistica, per vedere se le distro superino di gran lunga gli utenti linux? Smile 


A mio modo di vedere, effettivamente, c'è troppa roba inutile in giro, e parecchia roba buona, purtroppo da qui a cent'anni la situazione non migliorerà.
 Che ben vengano idee originali, rivoluzionarie, atte a migliorare l'esperienza desktop, e rendere piacevole e meno macchinoso l'uso del pc, ma vedo troppa insalata ma poca carne al fuoco Smile 
c'è chi spaccia per innovazione, una giostra di icone colorate che mi sembra il labirinto di creta Sad (ubuntu) 
dopo aver buttato benzna sul fuoco vi auguro buon anno Sad Sad Sad
Cita messaggio
#6
ne è bastato uno che voleva tutti biondi con gli occhi azzurri, dire che basti.
Cita messaggio
#7
Inutile è solo quello che non c' è , e chi non fa nulla.  Le distribuzioni effettive  , sono tutt' altro che numerose , stanno tutte sulle dita di una sola mano
Per un buon 75 % e forse più sono derivazioni oppure semplici remix di Ubuntu , solo il restante  è suddiviso sempre come derivazione fra le 5 ed uniche reali distribuzioni .

Esistono tante soluzioni personalizate perche esistono tante esigenze diverse ,  e  linux è libero a disposizione di chiunque voglia costruirsi  ricostruirsi   il suo  SO exnovo.
La rete essendo SO totalmente gratuito è il suo naturale veicolo di diffusione . E nel momento i cui ho portato ha termine una mia soluzione personalizzata , metterla in rete  a disposizione di chi ha esigeze uguali o simili alle mie ,non costa nulla , per creare un' iso live reinstallabile del proprio SO , bastano solo pochi minuti ed altrettanto pochi clic di mouse.

Mettetevi pure in testa che neppure il colosso Microsoft è esente dalla necessità di soddisfare  esigenze  diverse dalla vostra. Anzi è proprio dalle soluziioni personalizzate  con specifiche a richiesta che trae i grandi profitti , se dovesse campare con le vostre OEM  sarebbe già morta e sepolta da anni interi. La divisione windows per MS è da sempre in perdità  , coperta tramite  e grazie gli utili  delle altre divisioni .  L' 87 % delle licenze  apparentemente  veendute poichè attive , sono in realta regolarmente derubate e crackate , nell casse di microsoft da tutto quel ciarpame derubato non è entrato un solo cents. .
Se anche Microsoft permettesse  la libera redistribuzione gratuita del suo SO ,  in rete avrebbe qualche milione di fork e derivate in più di quante ne esistanoo delle distribuzioni linux . Gia cosi di varianti illegali su reti torrent  sulo XP e windows 7 ne  hanno qualche centinaio ciascuno . Trovi di tutto ed anche di più  inteso come ciarpame  non solo per linux ma per qualunque SO , windows in primis.
La rete è aperta a tutti , quindi non solo a chi le proprie soluzioni linux personali le fa transitare , ma anche per chi cerca di classificarle , in modo più o meno discutibile , coerente , incoerente , sufficente o insufficente. come fanno Distrowatch ed altri .
In fine poi indipendente dal SO quindi windows incluso , la soluzione personalizzata è e rimmarrà sempre per sua stessa e logica natura la soluzione migliore  , sia in termini di stabilità che sicuezza. .
E per concludere , solo menti folli ed incoscenti possono farsi venire l' infelice idea di soffocare  una qualsivoglia forma di creatività.  Ciò che a te può risultare inutile per molti , altri lo è   e probabilmente vedono inutile quel che è invece a te è utile  .

 
Cita messaggio
#8
Sono d'accordo con Franco, se non ci fossero i fork e derivate probabilmente ad oggi avremmo solo ubuntu ed unity o peggio ancora solo una bella e stabile Debian con Gnome.

La pluralità non è mai un difetto anzi ... non può che far migliorare le cose ... come si diceva quello che è ininfluente per me non è detto che lo sia per gli altri.

Io da tempo utilizzo stabilmente sia Linux Mint che Chakra ... che sono la prima derivata diretta di Ubuntu mentre la seconda un progetto nuovo ed interessante che parte come derivata di Arch ma via via prende vita e forma come distro a se stante.
Cita messaggio
#9
L'open source  poggia la sua esistenza proprio sulla libera iniziativa, liberamente condivisa. Il proliferare di distrò e di folk non è né un difetto né un vantaggio, ma semplicemente una conseguente caratteristica della sua "politica commerciale". D'altronde trovo logisticamente e ideologicamente difficile che tutti i partecipanti attivi all'open source, sparsi in tutto il mondo, e frastagliati in numerosissimi progetti, possano mettersi d'accordo per portare avanti poche iniziative mirate.
A mio avviso l'aspetto positivo di tutto questo fermento e che vince la "libera espressione" del singolare e personale progetto informatico, facendo emergere le potenzialità di tutti (scoprendo e mettendo in mostra i geni nascosti). Inoltre la libertà di scegliere di usufruire di questi progetti informatici, determinano un principio di meritocrazia (per chi è più scelto) e/o orientamento verso all'utenza (per chi invece è ai margini).
Il progetto Majorana ne è un fulgido esempio: con la personalizzazione della distrò Ubuntu, ma più ancora (a mio avviso) con la creazione di tutorial e di video guide veramente semplici ed eccellenti, la gestione di un sito sempre aggiornato  e di un forum di raro garbo e competenza.

... rileggendo scopro di aver scritto una bella sviolinata! Però è vera!
Ciao Ciao
FlavioBlush
Cita messaggio
#10
molte distro avrebbero fine con "ubuntu closed" una specie di Linux a pagamento che a breve mark introdurrà stanco delle polemiche su ubuntu Exclamation
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)