Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Distrowatch (?)
#1
Ranking discutibile, che ne dite?
http://distrowatch.com/dwres.php?resource=popularity Huh
Cita messaggio
#2
(30-10-2012, 22:37 )doc54 Ha scritto: Ranking discutibile, che ne dite?
http://distrowatch.com/dwres.php?resource=popularity Huh

bisogna vedere come com'era il Ranking nei primi sei mesi precedenti( che sono compresi nel totale dei 12 mesi) agli ultimi sei segnalati, per fare un confronto esatto, può essere che nei primi sei mesi ubuntu era avanti a Mangela.
Bilodiego
Cita messaggio
#3
Il ranking di distrowatch rapprenta solo i click sui link delle distro, quindi non rappresenta ne il reale installato, ne il reale gradimento; comunque che ubuntu abbia perso utenti, se non certo, è altamente probabile; unity è sicuramente innovativo, ma ha creato problemi di ogni genere ai vecchi utenti e la nascita di progetti paralleli per ricreare gnome 2 la dice lunga; per quanto mi riguarda è stao un male che mi ha portato a conoscere kde e se tutti i mali sfociassero in simili meraviglie...
Cita messaggio
#4
Quello che mi salta all'occhio di tale classifica, non sono i soliti 5 o 6 mostri sacri (Ubuntu, Mint, che è sempre Ubuntu, Mageia che è mandriva, Suse, Debian e Fedora...), ovviamente chi si avvicina a linux, nella stagrande maggioranza casca sempre nelle distro più note.
Sono quelli che seguono, in particolare puppy, zorin e arch, situazione che tradurrei come:

- C'è tanta gente che cerca sistemi semplici, facili e leggeri (puppy)
- C'è tanta gente che cerca sistemi leggeri, personalizzabili e non ha paura di sporcarsi le mani (Arch)
- C'è tanta gente che cerca sistemi che possano aiutarla a passare da win a linux senza troppi cambiamenti (Zorin)
a dieci anni il mondo è fantasia, a vent'anni possibilità, a trenta speranza. A quaranta è riflessione, a cinquanta... vi saprò dire.
Cita messaggio
#5
Un sondaggio basato sui download eseguiti non è da prendere alla lettera, il fatto che mint sia balzato davanti ubuntu non mi sorprende più di tanto, ma se la convinzione di shutterworld, di avere un prodotto innovativo tra le mani non si trasforma in dubbio, credo che vedremo ubuntu scivolare ancora più in basso.
Cita messaggio
#6
Ma voi qualcuno che sia contento della 12.10 l'avete trovato?

Sembra proprio che questa volta abbiano esagerato con la politica di rilasciare distro lontane dalla maturità per lasciare che altri ci lavorino sopra ottenendo una serie infinita di risultati differenti.
In pratica, tutto il preteso sforzo di operare per la costruzione di una distribuzione che fosse friendly per i newbie, intuitiva per i windowsisti, stabile per tutti e soprattutto accessibile e condivisibile per tutti i linuxisti mi sembra che sia sempre più un fallimento.
Mi sa che a quei risultati ci arrivino regolamente più vicino altre distribuzioni molto meno quattrinaie e meno velleitarie.

Si conferma quello che ho sempre pensato e cioè che ubuntu, da che è nata, è stata un elemento di divisione e destabilizzazione del mondo debian che è la sintesi e il riepilogo di tutto linux.
Si è voluta porre in un ruolo di avanguardia che di 6 mesi in 6 mesi dimostra di non saper gestire, arrivando a maturità solo dopo il rilascio dei vari fork e remix e generando confusione in chi ci arriva ex novo.
Vale a dire facendo più male che bene.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio
#7
Beh, ad Ubuntu bisogna riconoscere il grande merito di essere stata la distro che ha avvicinato migliaia di persone al mondo linux. Poi da qualche anno hanno cominciato ad adottare "politiche espansionistiche" con idea di diventare la distro guida del mondo linux in concorrenza a win.
Uno dei primi passi in quel senso secondo me è stato il rilascio del kde 4 e di compiz: tutto lucine, ma poca sostanza. Certo, in quel caso non c'entra Shuttleworth, ma la filosofia è la stessa. Poi Ubuntu gli è andata dietro con unity, ed i linuxiani hanno cominciato a stufarsi di essere pilotati dal loro SO come fossero su win...

Personalmente adesso potrei considerare Ubuntu come un passaggio quasi obbligato tra win e linux, ma non certo il punto di arrivo...
a dieci anni il mondo è fantasia, a vent'anni possibilità, a trenta speranza. A quaranta è riflessione, a cinquanta... vi saprò dire.
Cita messaggio
#8
zafran Ha scritto:Si conferma quello che ho sempre pensato e cioè che ubuntu, da che è nata, è stata un elemento di divisione e destabilizzazione
Sì, è anche l'impressione che ne ho io (ma non l'ho avuta dall'inizio: inizialmente, ero entusiasta di UBUNTU -cioè: proprio di UBUNTU assolutamente no, ma di XUBUNTU, sì!- ed è stato quando ho visto la strada presa dalla versione 8.04, che condividevo, alla versione 8.10, che non ho condiviso affatto [così come m'hanno lasciato freddo, poi, le varie versioni successive], che ho iniziato a nutrir dubbi molto seri sullo sviluppo futuro di UBUNTU nonché -ed erano dubbi anche peggiori- sulle politiche di marketing portate avanti, almeno da 2009 in poi, da Canonical).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)