Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


//Removed by EUCookieLaw Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 1 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[GUIDA] per Ubuntu Minimale
#1
LA PRESENTE GUIDA RIVISTA ED AGGIORNATA E' PRESENTE SUL FORUM DUE CUI SI ACCEDE DAL LINK SOPRA, E RICORDATE DI REGISTRARVI. LA GUIDA E' NELLA STESSA SEZIONE OVVERO "INSTALLAZIONE E DISINSTALLAZIONE" ALLA VOCE SOLITA "Guida per Ubuntu minimale"

Tenterò di ripercorrere i passi fondamentali per installare al meglio un sistema che non mancherà di darvi molte soddisfazioni. Perdonate se troverete delle lacune, tenterò di non lasciarne lungo la via. Preparativi - Se si desidera procedere con l'installazione da CD minimale, è necessario disporre di una connessione a Internet correttamente configurata e funzionante. Come procurarsi il CD di installazione CD alternateConsultare la relativa guida. CD minimale - Scaricare l'immagine .iso adatta alla propria architettura e masterizzarla su un CD vuoto: architetture a 64 bit: Una volta avviato il CD-ROM potrebbe apparire una riga di comando simile alla seguente:
Codice PHP:
boot
 Premere Invio per proseguire. Dunque, comparirà la seguente schermata
 
    Se si desidera installare un sistema fornito di un sistema grafico, selezionare Install; in alternativa, se si desidera installare un sistema a riga di comando, selezionare Command-line install.Se si è scelta l'opzione Install, al termine dell'installazione del sistema base comparirà la seguente schermata:

      Una volta installato il sistema a riga di comando, indipendentemente dal CD utilizzato per l'installazione, è possibile installare un ambiente grafico minimale.Questa sezione contiene le istruzioni necessarie per l'installazione di un ambiente grafico minimale. Installazione di GNOME - Digitare il seguente comando:
Codice PHP:
sudo apt-get install gdm gnome-core xorg 
Per l'installazione dell'ambiente GNOME Shell attraverso repository esterni, consultare la relativa guida.
Installazione di KDE - Per un ambiente desktop di base digitare il comando:
Codice PHP:
sudo apt-get install kde-plasma-desktop xorg 
Per un ambiente grafico di base specifico per netbook digitare il comando:
Codice PHP:
sudo apt-get install kde-plasma-netbook xorg 
 Installazione di XfceDigitare il seguente comando:
Codice PHP:
sudo apt-get install gdm xfce4 xorg 
 Installazione di LXDE - Digitare il seguente comando:
Codice PHP:
sudo apt-get install lxde xinit lxdm xorg 
Installazione di Unity Per installare una versione minimale dell'interfaccia grafica Unity, consultare la relativa guida.
Poi installiamo sempre con i comandi i programmi che si preferiscono:Es. sudo apt-get install gdm alsamixergui openoffice mozilla-firefox gnome-app-install wicd update-manager ubuntu-restricted-extras language-pack-gnome-it language-support-it gconf-editor update-notifiercon quest comando installiamo:- gdm,  permette ad un utente di effettuare il login tramite una piacevole interfaccia in cui inserire username, password ed eventualmente scegliere il window manager da avviare o scegliere di riavviare o arrestare il sistema
alsamixergui, è il mixer del sistema sonoro del vostro sistema operativo;
gnome-app-install per aggiungiere/rimuovere programmi
wicd, veloce e comoda interfaccia grafica per gestire le connessioni, sia wireless che via cavo;
update-manager, gestore degli aggiornamenti di sistema di Ubuntu (la parte grafica di apt-get update..);
ubuntu-restricted-extras, con questo comando installate flash player, java e vari codec proprietari;
language-pack-gnome-it language-support-it, traduzione in lingua italiana del desktop e dei menu;
gconf-editor, editor di configurazione di Ubuntu;
update-notifier, segnala la presenza di software aggiornato;Una volta installati questi da terminale, riavviamo il sistema ed installiamo gli altri programmi che vogliamo tramite l’ambiente graficoIl comando per effettuare il riavvio:        sudo reboot -h now -
Finita l'installazione del sistema base il programma di installazione proporrà la schermata relativa al partizionamento del disco. Noi sceglieremo la prima opzione, ovvero "Guidato, usa l'intero disco". Evidenziamo la nostra scelta usando i tasti freccia e diamo invio. Attenzione, ricorda che così facendo i dati sul disco rigido saranno cancellati.Ora, come se non bastassero i miei avvisi, anche il programma di installazione vi segnalerà che procedendo perderete tutti i dati. Se siete sicuri di ciò che state facendo non vi resterà che utilizzare i tasto TAB per scegliere "si" e poi dare invio per confermare
Nella schermata successiva procederemo con la creazione del profilo utente. Per prima cosa il programma di installazione chiederà di inserire il nome completo dell'utente. Siete liberi di scegliere il nome che preferite.
A questo punto il programma di installazione vi chiederà se volete cifrare la vostra directory personale, ovvero la cartella in cui saranno contenuti tutti i vostri dati. Io ho scelto no, voi procedete come meglio credete (il programma di installazione spiega in maniera dettagliata cosa significhi "cifrare" i propri dati).
A questo punto partirà ancora una volta l'installazione di alcuni pacchetti e successivamente l'installazione di grub, il boot loader del nostro sistema operativo.
Ora è il momento di configurare l'orologio di sistema. Impostate l'ora utilizzando UTC e scegliete il fuso orario Europe/Rome.
Complimenti! Abbiamo (quasi) finito. Ora togliamo il cd-rom dal lettore e pigiamo il tasto invio , il sistema si riavvierà.
Alla fine ci troveremo una schermata nera con un prompt dei comandi lampeggiante.Su questo prompt di comandi digitiamo:sudo apt-get update e diamo invio. I comandi di amministrazione come apt richiedono i privilegi di amministrazione, per questo motivo vi sarà richiesta la password che avete scelto in fase di installazione.

Breve guida all'uso di apt
Più su, in uno di questi box gialli, vi ho brevemente spiegato cosa sono i mirror e vi ho anche detto che sui sistemi Gnu/Linux l'installazione di tutti i programmi avviene attraverso questi mirror centralizzati. Tecnicamente questi mirror si chiamano "repository". Naturalmente Gnu/Linux, come tutti i sistemi operativi moderni, dispone di molte interfacce grafiche punta e clicca atte all'installazione ed alla rimozione dei programmi, tuttavia a questo punto dell'installazione noi non abbiamo ancora a disposizione l'interfaccia grafica (la installeremo tra un po') e dobbiamo per forza utilizzare l'interfaccia testuale (console). Su Ubuntu il programma da console per installare i programmi si chiama apt. Ecco alcuni esempi d'uso:
- sudo apt-get update - aggiorna il database locale con i repository internet. Quando nel mirror di internet viene inserita una nuova versione del programma noi, per sincronizzare il nostro computer con le nuove versioni dei nostri software preferiti, utilizziamo il suddetto comando;
- sudo apt-get install nomeprogramma - con questo comando installiamo il programma "nomeprogramma" sul nostro computer;
- sudo apt-get remove nomeprogramma - con questo comando invece eliminiamo il programma "nomeprogramma" dal nostro computer;
- sudo apt-cache search nomeprogramma/parola chiave - con questo comando verifichiamo l'esistenza di un nomeprogramma e/o cerchiamo tramite parola chiave (es. mail) programmi che svolgono determinate funzioni (in questo caso mail = posta elettronica).
- sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade - con questo solo comando aggiorniamo - tutti i software del nostro computer alla versione più recente. Comodo no?
Curiosi? Per altri comandi leggete questa guida.
Ora bando alle ciancie, è giunto il momento di installare la parte grafica e le applicazioni del vostro sistema operativo personalizzato. Secondo voi per ottenere questo sarà necessario installare ogni programma uno alla volta, magari digitando decine di comandi? Per vostra fortuna no!
potete tranquillamente copia-incollare da qui sotto.sudo apt-get install lxde xinit xorg gdm alsamixergui alsaplayer asunder brasero vlc epdfview gpaint abiword gnome-app-install gnumeric kazehakase pidgin sylpheed wicd update-manager lame ubuntu-restricted-extras language-pack-gnome-it language-support-it gconf-editor update-notifier

Così andremo ad installare:

- lxde, desktop manager leggero ed adatto a computer vecchi e con poca ram. In poche parole è il desktop sul quale lavorerete;
- xinit, serve per avviare il server grafico Xorg che a sua volta....
- xorg, è il sistema grafico sopra il quale è installato il vostro "desktop" (in questo caso lxde);
- gdm, leggi qui;
- alsamixergui, è il mixer del sistema sonoro del vostro sistema operativo;
- alsaplayer, è un player audio molto leggero in grado di riprodurre file mp3 o cd audio;
- asunder, programmino che permette di estrarre le tracce audio dai cd e di creare file mp3 o ogg;
- brasero, programma per masterizzare cd e dvd;
- vlc, programma per riprodurre filmati e dvd video;
- epdfview, leggerissimo programma per visualizzare pdf;
- gpaint, programma simile al paint di windows;
- abiword, leggerissimo programma di videoscrittura;
- gnome-app-install, avete presente l'aggiungi/rimuovi programmi di Windows? Questa è una versione decisamente migliorata;
- gnumeric, programma per realizzare fogli di calcolo (tipo excel);
- kazehakase, programma per navigare in internet che utilizza il motore di Firefox ma che è molto più leggero e veloce rispetto a quest'ultimo;
- pidgin, messaggistica instantanea. Supporta account MSN, Yahoo Messenger, Google Talk e tanti altri;
- sylpheed, leggerissimo programma per gestire la posta elettronica;
- wicd, veloce e comoda interfaccia grafica per gestire le connessioni, sia wireless che via cavo;
- update-manager, gestore degli aggiornamenti di sistema di Ubuntu (la parte grafica di apt-get update.. );
- lame, programma senza interfaccia grafica che serve a creare mp3 ed altri formati audio compressi (usato da Asunder, che è un'interfaccia grafica per lame, un po' come update-manager è l'interfaccia grafica di apt);
- ubuntu-restricted-extras, con questo comando installate flash player, java e vari codec proprietari;
- language-pack-gnome-it language-support-it, traduzione in lingua italiana del desktop e dei menu;
- gconf-editor, editor di configurazione di Ubuntu;
- update-notifier, segnala la presenza di software aggiornato;Ma mancano Firefox e OpenOffice o quel programma che mi piace tanto
La configurazione che ho creato è pensata per funzionare su harware obsoleto. Nessuno però vi impedisce di installare il software che preferite. Al posto di Kazehakase volete Firefox? Eliminate kazehakase dalla lista comandi ed aggiungete "mozilla-firefox", al posto di Abiword e Gnumeric volete Openoffice? Eliminate Gnumeric e Abiword ed aggiungete "openoffice". Oppure aspettate, riavviate il sistema ed installate i vostri programmi preferiti graficamente
 Dopo aver digitato il comando, inserito la password e dato invio confermiamo con "S" l'installazione di tutti i programmi. Apt avvierà l'installazioneAl termine dell'installazione potremo riavviare il nostro sistema operativo per l'ultima volta. Ecco il comando per effettuare il riavvio (Figura 31):sudo reboot -h now
Ed eccoci finalmente al login grafico! Inseriamo prima il nostro nome utente e poi la nostra password. Finalmente il nostro sistema gnu/linux personalizzato apparirà davanti ai nostri occhi in tutto il suo splendore.
Innanzitutto installate GDebi digitando a terminale sudo apt-get install gdebi), dopodichè fate click destro su un qualsiasi pacchetto .deb, selezionate Proprietà, spostatevi sul tab “Apri Con”, selezionate GDebi dalla finestra di scelta e, infine, clickate su Imposta come predefinita.
Installazione Java
Nota dolente, visto che openjdk non è più disponibile nei repository Ubuntu? Nah, non proprio! Utilizzando questo tutorial potremo installare l’ultima versione .
Multimedia
Codecs – Frameworks
Flash Plugin
Non c’è bisogno di spiegazioni particolari: semplicemente il riproduttore flash per Ubuntu! Occhio, però: l’ultima versione di Flash per Linux sarà la 11.2, dopodichè il supporto per Flash sarà fornito soltanto dai browser Chrome/Chromium (qui la notizia). Bella batosta, eh? Ora avete due scelte: potrete installare flasplugin dai repository di Ubuntu digitando, da terminale, [b]sudo apt-get install flashplugin-installer), o in alternativa installare il browser Chrome clickando qui  per utilizzare il plugin Flash di Chrome anche su Firefox.
Fluendo
Se non avete abilitato l’installazione di codecs di terze parti in fase di setup del sistema.. beh, è ora di installare il codec Fluendo, non distribuito insieme ad Ubuntu a causa di vincoli di licenza. A cosa serve? Beh, a riprodurre files multimediali basati sulla codifica mp3. Installarli è semplice: aprite un terminale e digitate

Codice:
sudo apt-get update
sudo apt-get install gstreamer0.10-fluendo-plugins-mp3

Potrete installare ffmpeg digitando, da terminale, sudo apt-get install ffmpeg).[/align]
Mencoder
Ottimo decodificatore video command-line based, alla base di mplayer, dalle molteplici funzioni. Fondamentale installarlo se si usa la propria macchina come riproduttore/convertitore video. Potrete installare mencoder digitando, da terminale, sudo apt-get install mencoder).
Transcoders
DVD::Rip
E’ una suite completa per il transcoding DVD, dalla grafica leggera ma funzionale, scritta in Perl. Nessuna dipendenza grafica particolare (non installerà librerie gnome o KDE-based), un must per chi ha bisogno di creare copie di backup dei propri DVD in altri formati. Potrete installare DVD::Rip – aprendo un terminale e digitando sudo apt-get install dvdrip).
Players
Mplayer
Mplayer è un riproduttore multimediale da linea di comando, ottimo per performance e adattabilità. Non starò qui a spiegarvi nei dettagli l’utilizzo di mplayer, ma mi limiterò a dirvi che è un riproduttore alla base di tantissimi programmi multimediali, inclusi i vari riproduttori DVD, i codificatori/decodificatori DivX, alcuni programmi di masterizzazione e molti, molti altri. E’ un must. Potrete installarlo – sempre tramite il meccanismo apturl - da terminale, digitando sudo apt-get install mplayer). MPlayer installerà come dipendenza anche il decodificatore mencoder.
VLC
Non tutti preferiscono Rhythmbox: c’è chi, come me ad esempio, è più orientato a players multimediali efficienti ma allo stesso tempo dall’interfaccia minimale. E’ questo il caso di VideoLAN VLC: sfido chiunque a non riconoscere questo player multimediale, noto per la sua completezza (legge audio e video dei formati più disparati) e la sua semplicità di utilizzo. Una buona guida per installare l’ultima versione di VLC tramite i repository proprietari potrete trovarla in questa pagina. In alternativa potrete installare la versione di VLC (che dovrebbe essere la 2.0.1) presente nei repository Universe di Precise,(il che equivale ad aprire un terminale e digitare sudo apt-get install vlc mozilla-plugin-vlc).
Grafica
GIMP
Assolutamente un must! Gnu-Image-Manipulation-Program è un editor grafico completissimo, cugino opensource del chiusissimo Photoshop, che permette con i suoi numerosissimi strumenti sia di modificare immagini, sia di crearne da zero utilizzando anche le tecniche di grafica vettoriale. Per installare GIMP potrete aprire un terminale, e digitare sudo apt-get install gimp).
Openshot
Openshot permette, in pochi click, di creare dei veri e propri videoclip unendo in sequenza immagini e video personali, con la possibilità di aggiungere titoli, suoni e transizioni video. Per installare Openshot potrete aprire un terminale, e digitare sudo apt-get install openshot).
E mi fermo qui, lasciando a voi il piacere di installare quello che più vi serve. Così comunque avrete un sistema già rispettabilissimo.
Cercate nelle guide di postinstallazione di Ubuntu Minimale per altri programmi eventuali, io ho messo quelli indispensabili.

 
Cita messaggio
#2
Ottimo lavoro!

Hai mai letto questa guida scritta da Matteo? Io ho fatto le prime installazioni minimali di Ubuntu seguendola passo passo. Le informazioni reperibili online sulla installazione minimale di Ubuntu sono poche e poco precise, ma questa guida è ottima, anche per Debian netinstall. Perché non provi ad integrare i due lavori? In fondo è proprio questo lo spirito del software libero.
Cita messaggio
#3
Grazie Milazzo, tu mi lusinghi, a me sembrava troppo tira via, ho dovuto faticare per mantenere le cose sotto controllo senza divagare sui temi principali.
Spero che stuzzichi la cusiosità di molti, in quanto a me personalmente mi ha dato tanta soddisfazione "Costruire" pezzetto per pezzetto Ubu Minimale. Si, comunque le nozioni principali ci sono più, o meno tutte, sparo di essere stato sufficientemente chiaro. Grazie ancora...Ciao[img]images/smilies/lightbulb.gif[/img][img]images/smilies/sleepy.gif[/img]
ps: per l'integrazione lasciami un po' di tempo, ho promesso che avrei fatto una guida anche su Arch, che al principio mi ero trovato a criticare aspramente, e poi, una volta maturata in me la convinzione che andava sfatata la credenza che Arch "è difficile" mi sono reso conto che è solo un poco impegnativo ma non difficile. Anche per Arch le notizie sul web sono poche e saltuarie, tenterò di metterci tutto sintetizzando i principali e basilari argomenti. Ciao
 
Cita messaggio
#4
Grazie, apprezzo l'impegno.
Metto la discussione in evidenza.
Giuseppe
P.S.
Peccato non si possa fare con connessione wi fi.
Cita messaggio
#5
Visto, Milazzo mi ha chiesto di integrare con la guida di Matteo, ma prima viene quella di Arch, che è più impegnativa ma non mancherà di darmi soddisfazioni. Questa è sintetica ma c'è più o meno tutto, l'ho fatta in poco più di un'ora e l'ho corretta solo dieci minuti fa, c'erano dei link che non funzionavano, colpa della fretta. In seguito starò più calmo senza farmi prendere dalla furia di finire. Ti ringrazio per il consiglio. Ciao
 
Cita messaggio
#6
Complimenti veramente, anche io ho fatto un'installazione di Ubuntu minimale con le mie personalizzazioni preferite ma una cosa e' farlo (con l'aiuto della guida di Matteo citata da milazzo87), altra cosa e' riuscire a mettere bene il tutto per iscritto aiutando cosi' altre persone.
Grazie
 
Cita messaggio
#7
Ti ringrazio mq90, e' bastato un poco di entusiasmo e impegno, ora faro' una guida per ArchLinux, che sono rare anche se fatte bene, spero che questi lavori vadano a beneficio di tutti coloro che sono convinti che lavorare sul minimale sia una cosa estremamente complessa, mentre e' solo questione, ripeto, di passione ed entusiasmo e poi smanettare  e' un gran piacere, non trovi? Si, si imparano un sacco di cose utili. Ciao
 
Cita messaggio
#8
Ciao, bel lavoro. Io due anni fa ormai mi ero cimentato in una guida completa sul blog che tenevo, poi il prof Cantaro la pubblicò in pdf sul sito del Majorana. Nell'arco di due anni l'informatica fa passi da gigante, quindi sempre meglio le guide più aggiornate come la tua, sebbene l'installazione minimale cambi poco anche paragonata a quella che si faceva 4 anni fa, meglio restare al passo! =)
Il mio blog su Ubuntu: trucchi, consigli e guide

Notebook HP G62 con Debian Jessie (testing) Xfce
Samsung Galaxy Tab 2 con CyanogenMod 11
Samsung Galaxy W con CyanogenMod 9 
Cita messaggio
#9
Io la tua la considero una bibbia, l'ho consultata continuamente durante l'installazione. Poi GuseppeMos mi ha convinto a farne una e ho fatto un po' a modo mio conservando i passi fondamentali. Sono felice che ti piaccia, la cosa è reciproca. [img]images/smilies/exclamation.gif[/img] Ciao
 
Cita messaggio
#10
al punto:
"Medibuntu
Medibuntu ( Multimedia, Entertainment & Distractions In Ubuntu ) è un repository contenente pacchetti che non possono essere inclusi nella distribuzione Ubuntu per motivi legali (diritto d’autore, licenze, brevetti…) ma che sono fondamentali per avere un sistema completo di ogni codec per evitare di avere problemi con la riproduzione di file audio e video. In questa pagina potrete trovare una guida per installare i codecs Medibuntu in Ubuntu 12.04 Precise."

I link questa pagina non funziona, cmq i repository di medibuntu
non sono più attivi da tempo.
Cita messaggio


Vai al forum: