Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Gestire un proprio sistema di archiviazione cloud con linux
#1
I sistemi di cloud storage, come Dropbox, Ubuntu One o SpiderOak, questi software consentono di memorizzare i file su un server remoto (“sulle nuvole”) per poi accedervi con molti dispositivi: computer con Linux, Mac o Windows e anche da tablets e smarthphones.

Prendendo spunto da un articolo apparso qualche tempo fa su linuxaria.com vediamo nel dettaglio owncloud una suite software che offre un sistema indipendente per ottenere una area di archiviazione per i dati (cloud storage). Il progetto è stato avviato nel gennaio 2010 da Frank Karlitschek, del gruppo di sviluppo di KDE per creare una alternativa libera ai cloud provider commerciali.

Il progetto è basato su PHP e un DB tra SQLite, MySQL o PostgreSQL, quindi ownCloud può essere eseguito su tutte le piattaforme che soddisfano questi requisiti.
[Immagine: http://i.zdnet.com/blogs/owncloud1.png]

Il software è rilasciato con licenza AGPLv3.
La GNU Affero General Public License o GNU AGPL è una licenza di software libero pubblicata dalla Free Software Foundation. La GNU AGPL è simile alla capostipite GNU General Public License, eccetto per il fatto che ha una sezione aggiuntiva (la numero 13) che si riferisce all'utilizzo del software su una rete di calcolatori. Tale sezione richiede che il codice sorgente, se modificato, sia reso disponibile a chiunque utilizzi l'opera sulla rete. Il codice da fornire non sarà solo quello coperto da AGPL, ma anche tutti i moduli da esso utilizzate (escluse naturalmente le librerie di sistema). Come quasi tutte le licenze, la AGPL proibisce la rimozione della licenza stessa. Questo approfondimento su GNU AGPL continua su wikipedia.

Per installare ownCloud è possibile utilizzare la seguente sequenza di comandi in un terminale, come root, per installare tutti i prerequisiti, scaricare l’ultima versione di owncloud e metterlo nella Document root di apache.
Questi comandi funionano su Ubuntu e Debian.

cd
apt-get update && apt-get -y install apache2 php5 php-pear php-xml-parser php5-sqlite php5-json sqlite php5-mysql mp3info curl libcurl3 libcurl3-dev php5-curl zip php5-gd
wget http://download.owncloud.org/releases/ow....2.tar.bz2 && tar xjf owncloud-4.0.2.tar.bz2 && cp -r owncloud /var/www/ && chown -R www-data:www-data /var/www/owncloud
/etc/init.d/apache2 restart

Per approfondire si veda guida per installare ownCloud in Ubuntu(in Inglese ma illustra bene i passaggi e contiene alcuni screenshots che illustrano bene il prodotto)

Videate su ubuntu


Segnalo anche la guida in italiano di Alfredo Parisi : come installare ownCloud su Ubuntu Server 10.04 lts

E' consigliabile attivare i .htaccess in quanto owncloud li utilizza per migliorare la sicurezza e consente di utilizzare webfinger. Per abilitare i file .htaccess è necessario garantire che ‘AllowOverride’ sia impostata ad ‘all’ nella sezione ‘Directory /var/www/’ del file che definisce il vostro virtual host. Questo è di solito in /etc/apache2/sites-enabled/000-default. È inoltre necessario eseguire ‘ a2enmod rewrite ‘ e ‘ a2enmod headers ‘.
Quindi riavviare apache: service apache2 restart (per i sistemi Ubuntu).

Esempio configurazione data base
In questo esempio si installa SQLite come database, ma se c'è già un mysql installato e funzionante si può usarlo, basta creare un nuovo utente e database: per farlo bisogna connettersi sul server aprire un terminale e date il comando mysql (è necessario conoscere i dettagli della utenza di amministrazione) e una volta nel prompt mysql utilizzare i seguenti comandi:

$ mysql -u adminusername -p
Enter password:
Welcome to the MySQL monitor. Commands end with ; or \g.
Your MySQL connection id is 5340 to server version: 3.23.54

Type 'help;' or '\h' for help. Type '\c' to clear the buffer.

mysql> CREATE DATABASE owncloud;
Query OK, 1 row affected (0.00 sec)

mysql> GRANT ALL PRIVILEGES ON owncloud.* TO "mycloud"@"localhost"
-> IDENTIFIED BY "mypassword";
Query OK, 0 rows affected (0.00 sec)

mysq> FLUSH PRIVILEGES;
Query OK, 0 rows affected (0.01 sec)

mysq> EXIT
Bye
$

Questo crea un database mysql con il nome owncloud, è possibile accedere con nome utente mycloud e password mypassword da localhost.

La prima configurazione


Per farlo aprire un browser e caricare la url: http://yourservername/owncloud, se si sta installando questo software sulla macchina dove si apre il browser è possibile utilizzare http://localhost/owncloud, che aprirà una schermata come questa:
[Immagine: http://linuxaria.com/wp-content/uploads/...ncloud.png]
Scegliere un nome utente come admin ed una password, se si utilizza sqlite il gioco è fatto, altrimenti basta mettere i dettagli del server MySQL.

Si ottiene così la dashboard dell’utente Admin di owncloud, e da qui si può iniziare a lavorare su questo software:
[Immagine: http://linuxaria.com/wp-content/uploads/...cloud2.png]
Facendo clic sulla rotellina nell’angolo in basso a sinistra (impostazioni) e da qui su users, si potrà vedere l’area di gestione degli utenti e da qui impostare una quota predefinita per tutti gli utenti (nessuna, 1,5,50 GB o un numero a scelta) e creare un nuovo utente e/o gruppi.

Software per il Sync
Il Cliente ownCloud Sync è un programma desktop che gira sul vostro computer. Una o più cartelle specificate sul computer locale saranno sincronizzate con il vostro ownCloud. I file sul vostro ownCloud saranno automaticamente gli stessi presenti sul disco locale. Se uno li cambia sul server, viene aggiornato sul desktop e il vice versa. L’ultima versione del client è la versione 1.0.2, rilasciata il 18 maggio 2012.

Al momento il client è disponibile per Mac, Windows e Linux, è possibile scaricarlo dal sito ufficiale
[Immagine: http://owncloud.org/wp-content/uploads/2...linux3.png]

Caratteristiche di Owncloud 4
Queste sono alcune delle tante caratteristiche di Owncloud 4, considerate che avete tutte le opzioni standard che vengono utilizzati in altri software, come la condivisione dei dati con altri utenti o gruppi, accedere ai vostri dati tramite browser e la sincronizzazione con il sync client per desktop, molte di queste sono disponibili come plugin del programma principale, in Owncloud le estensioni sono chiamate “Apps” e si può attivarle e disattivarle come amministratore nella loro pagina di impostazione.

ownCloud 4 permette :
Il montaggio di filesystem esterni tra cui Dropbox, FTP e Google Drive;
Funzione Tasks per gestire e condividere al meglio e facilmente i nostri impegni e note;
Funzione Drag&Drop per caricare i file;
Condivisione dei calendari;
Aggiunto il supporto per WebDAV, CalDAV e CardDAV;
Aggiunta l'applicazione per dispositivi mobili;
Aggiunto il supporto per i gruppi di utenti via LDAP/AD;
Aggiunto il supporto per la visualizzazione di file ODF;
Migliorata la visualizzazione e gestione delle immagini;
Resa più stabile e migliorata la gestione e installazione di nuove applicazioni.

Vediamo alcune caratteristiche in dettaglio:
Encryption Con l’applicazione di crittografia attivata, tutti i file memorizzati sul server ownCloud sono cifrati con la vostra password. Questo è utile se si archiviano i file su una memoria non attendibile al di fuori del server ownCloud. Aggiungete a questo una connessione SSL, ed i file sono al sicuro, mentre sono in movimento e quando sono a riposo.

Versionamento Con l’applicazione delle versioni abilitata, ownCloud salva automaticamente le vecchie versioni dei file – è possibile configurare per quanto tempo manteenre le versioni. Per ripristinare, basta semplicemente passare il mouse sopra il file e ripristinare una versione precedente.

Visori per i file ODF e PDF Queste apps consentono di cliccare su qualsiasi documento in formato ODF (.odt, .odp, .ods) o PDF e leggere direttamente nel browser web i dati con nessun download richiesto.

Storage esterno Questa è un’opzione da amministratore, con l’applicazione di archiviazione esterna abilitata, è possibile montare il vostro storage esterno (dropbox, GDrive) come una cartella all’interno del vostro ownCloud, e utilizzare 1 interfaccia per accedere a tutti i file.

Accesso via WebDAV – E’ possibile accedere ad ownCloud direttamente tramite WebDAV, Owncloud ha un proprio server DAV ed è possibile accedervi tramite l’url speciale: yourserver/remote.php/webdav/ vi si può accedere con qualsiasi software che supporti DAV, come Konqueror o Nautilus, o fare un mount come filesystem con davfs2

Collega il tuo lettore musicale ad ownCloud – Si può accedere alla musica memorizzata in ownCloud con ogni lettore multimediale compatibile con Ampache . È possibile trovare l’url per accedere a questo servizio per l’installazione specifica di ownCloud nelle impostazioni personali.

Provare ownCloud
Il team ownCloud ci permette anche di testare con una demo online il nuovo ownCloud 4, semplicemente accedendo con il nostro browser in questa pagina.

Per chi apprezza altre distro
ownCloud è disponibile nei repository ufficiali di Fedora , openSUSE ed Arch Linux

Concludendo ownCloud potrebbe essere veramente utile per società piccole e grandi che vogliano impostare propri server con il loro spazio disco che segua le loro politiche di sicurezza e di accesso, o anche per le persone che vogliono avere il pieno controllo sui propri file.
Cita messaggio
#2
Ottimo ed impegnativo lavoroExclamation Mille grazie maverick Smile
Bilodiego
Cita messaggio
#3
Ottimo, grazie.

Domanda magari stupida:
avendo uno spazio web con apache e mysql in remoto, si può mettere lo stesso owncloud o bisogna pensare a altri software?
L'idea di tenere sempre un pc acceso non è proprio un granché, visto che ce n'è già uno che gira in remoto e che per accedere ai dati ho comunque da accendere quello del client.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio
#4
(28-09-2012, 08:45 )zafran Ha scritto: Ottimo, grazie.

Domanda magari stupida:
avendo uno spazio web con apache e mysql in remoto, si può mettere lo stesso owncloud o bisogna pensare a altri software?
L'idea di tenere sempre un pc acceso non è proprio un granché, visto che ce n'è già uno che gira in remoto e che per accedere ai dati ho comunque da accendere quello del client.

Il discorso relativo asllo spazio web potrebbe dipendere anche dal provider : dai un'occhiata qui e questo (come installare ownCloud su uno spazio AlterVista).

Le domande in genere non sono stupide, semmai curiose

ciao
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)