Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Gli SSD costano sempre meno!
#1
Un alternativa migliore ai classici hardisk, ora i prezzi non tanto proibitivi.

http://www.chimerarevo.com/2012/06/27/gl...mpre-meno/
Cita messaggio
#2
Gli SSD sono anche molto più deperibili dei classici hard disk.
Qualche volta gli hard disk classici riesci a recuperarli con testdisk con gli SSD non ti resta che un servizio professionale di recupero dati e sono dolori!
Undecided
Cita messaggio
#3
Ho letto tempo fa su un articolo che stavano sviluppando degli SSD in grado di durare molto più a lungo, e di molto (se non sbaglio si parlava di circa un 5 anni).
Diamo tempo al tempo. Exclamation

M1rr0r92 Idea
M1rr0r92 Idea

Se i tempi non chiedono la tua parte migliore, inventa altri tempi.
Cita messaggio
#4
(29-06-2012, 17:01 )M1rr0r92 Ha scritto: Ho letto tempo fa su un articolo che stavano sviluppando degli SSD in grado di durare molto più a lungo, e di molto (se non sbaglio si parlava di circa un 5 anni).
Diamo tempo al tempo. Exclamation

M1rr0r92 Idea

I miei hard disk, sulla macchina ne ho due gemelli Maxtor da 80GB, stanno funzionando senza problemi da 8 anni!
Huh
Cita messaggio
#5
(30-06-2012, 07:57 )Massimo_Sconvolto Ha scritto: I miei hard disk, sulla macchina ne ho due gemelli Maxtor da 80GB, stanno funzionando senza problemi da 8 anni!
Huh

Pardon, volevo dire 5 anni in più arrossire

M1rr0r92 Idea
M1rr0r92 Idea

Se i tempi non chiedono la tua parte migliore, inventa altri tempi.
Cita messaggio
#6
non è vero che portano solo vantaggi , in primo luogo hanno un ciclo di vita molto più breve , in secondo sono si più veloci in lettura , ma molto più lenti in scrittura , se poi si va a battere su unità di fascia econimica peggio che mai , in primo 100 euro per un trabiccolo da 60-80 gb sono un' eresia , un harddisk classico da 80 gb oggi te lo tiran dietro , per poco più della metà ci si fa una bella unita da 2 tb .
Di vero c' è che i produttori che ci si sono a suo tempo buttati sull' ssd hanno i magazzini stracolmi sia di prodotto fiinito invenduto che di wafer per la produzione, cercano di risolver il problema facendo creder lanterne le lucciole .
In tanti hanno che uso pc ,per le uniche 2 unità che mi han lasciato a piedi fuori combattimento devo fare un culpa mea e del mio cacciavite troppo lungo e con troppe pretese.
Cita messaggio
#7
(30-06-2012, 09:01 )francofait Ha scritto: sono si più veloci in lettura , ma molto più lenti in scrittura , se poi si va a battere su unità di fascia econimica peggio che mai
tralasciamo la fascia supereconomica (si fa per dire) di SSD.

Le prove in ambiente reale degli SSD di ultima generazione mostrano prestazioni che sono, nel caso peggiore di lettura o scrittura su dati casuali, decine di volte più veloci di un disco tradizionale (parliamo di velocità di 150-200 MB/sec., quando un HD normale sta tra i 20-30 MB/sec.).

Nella lettura/scrittura sequenziale ormai tutti si stanno attestando su velocità intorno ai 500 MB/sec., chi più chi meno, dipende dai controller, mentre i dischi tradizionali più veloci, ben che vada, in assenza di frammentazione stanno sui 140-200 (i più veloci), situazione che nella realtà non si verifica mai.

Semmai il neo è il prezzo, ancora compreso tra 1,5-2 euro a Gigabyte: è veramente troppo.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#8
(30-06-2012, 09:52 )BAT Ha scritto: Le prove in ambiente reale degli SSD di ultima generazione mostrano prestazioni che sono, nel caso peggiore di lettura o scrittura su dati casuali, decine di volte più veloci di un disco tradizionale (parliamo di velocità di 150-200 MB/sec., quando un HD normale sta tra i 20-30 MB/sec.).

Beh, questa è una prova effettuata or ora su uno dei miei due hard disk alla vecchia maniera (neanche sata ma pata eIDE 133) e mi sembra un po' di più di 20/30MB/s.

root@ranger:/home/yoghi# hdparm -t /dev/sda

/dev/sda:
Timing buffered disk reads: 172 MB in 3.03 seconds = 56.76 MB/sec
root@ranger:/home/yoghi# hdparm -T /dev/sda

/dev/sda:
Timing cached reads: 640 MB in 2.00 seconds = 319.69 MB/sec
root@ranger:/home/yoghi#


Idea
Cita messaggio
#9
I 20-30 o qualcosa in più si riferiscono ad accessi casuali su zone diverse del disco; ora che siano 30 o che siano 60 cambia poco, si parla del doppio; con poca frammentazione arrivi a 80-90, con moltissima frammentazione puoi a avere anche 5-10.
Un SSD decente, non uno dei migliori, ti spara 150-200 su accesso casuale: cioè un x10 come minimo e se tutto va male!
Stai mal interpretando questo dato:
Citazione:/dev/sda:
Timing cached reads: 640 MB in 2.00 seconds = 319.69 MB/sec
320 MB/sec, nota bene che sono "Timing cached reads", cioè lettura dalla cache interna; non si riferisce ad una lettura reale sui piatti magnetici, ma alla lettura sulla memoria cache del controller del disco rigido.
Il disco quasi-convenzionale più veloce attualmente in circolazione (a 7200rpm) è questo: Seagate Momentus XT 750 GB
ho detto quasi-convenzionale perché è un'unità ibrida, che integra una specie di mini-SSD interno da 8 GB. Le prestazioni sono eccellenti grazie a questo, tuttavia leggiti i benchmark di confronto con SSD "puri": sono (ovviamente) impietosi. D'altra parte non si può pretendere che un disco meccanico possa rivaleggiare, in prestazioni, con un'unità totalmente elettronica, sarebbe come paragonare una bici ad un missile.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#10
Allego immagine del mio ssd Agility3 con windows seven ultimate. Il benchmark è stato effettuato con CrystalDiskMark a 1000mb. Avrei bisogno di spiegazioni in merito ai risultati grazie a tutti.


Allegati Anteprime
   
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)