Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Gparted e Dischi: partizioni create ma non "mantenute"!!
#1
Ciao a tutti ragazzi! Sono un nuovo utente del forum nonché neo-scopritore del meraviglioso mondo Linux! Sono purtroppo incappato in un problema che non riesco assolutamente a risolvere. Ho provato a cercare discussioni in proposito sul forum e anche in rete ma non ho trovato niente. Ho persino chiesto aiuto sul forum ufficiale di Ubuntu ma senza purtroppo ricevere risposta. Poi, casualmente, ho scoperto questo forum che mi è parso molto bene organizzato ed ho deciso, quindi, di rivolgermi a voi. Vi sarei infinitamente grato se riusciste a darmi una mano: siete la mia ultima speranza!! Premetto, per essere più chiaro, che dispongo di un netbook Samsung N150 Plus (1gb di RAM) su cui ho intallato in trialboot Ubuntu (pricipale), Windows 7 Starter (l'originale del pc) e Lubunu (tramite Wubi).

Il mio problema è il seguente: sto tentando ormai da giorni di partizionare una microSD 32gb classe 10 ma invano. Vorrei creare almeno 2 partizioni fat32, una da 10gb ed un'altra da 22gb. Ho provato ad eseguire tale operazione sia tramite Gparted che mediante l'applicazione Dischi. Il partizionamento in entrambi i casi va a buon fine, tuttavia non appena rimuovo la micro SD (inserita tramite adattatore) e la reinserisco, la partizione principale (la prima creata e quella di maggiori dimensioni) viene montata correttamente e riconosciuta mentre l'altra viene classificata da Gparted come sconosciuta e sull'applicazione dischi risulta sì una partizione FAT32 ma dal contenuto sconosciuto e non montabile. Il problema si risolve solo formattando di volta in volta, ad ogni inserimento della microSD, la partizione in FAT32. Io vorrei però che le partizioni venissero invece montate entrambe e "mantenute" anche quando rimuovo la microSD!! Per giunta formattando con Windows le 2 partizioni (fatte riconoscere tramite specifico driver) il problema non sussiste affatto! Solo che questo mi obbliga ad usare solo Windows mentre io vorrei utilizzare il benedetto Ubuntu (o almeno Lubuntu)!! Sto impazzendo, vi prego aiutatemi!!!
Nell'unica discussione presente sul web (forum ufficiale di Ubuntu) che accenna ad un problema simile al mio (ma in tal caso la partizione non risulta sconosciuta bensì spazio non allocato) viene suggerito di utilizzare fixpart ma essendo il problema leggermente differente ho preferito chiedere aiuto a voi. Vi ringrazio anticipatamente!
Cita messaggio
#2
Quanto mi dai se ti svelo l' arc-ano ?AtAtAt Lasciamo perdere ?
quel tipo di card lo puoi gestire solo come unico punto di mount per entrambe le partizioni , si rende necessari imbrogliare il SO e fargli credere fischi per fiaschi


SD INTERNA

/mnt/SDCARD

e poi a sua volta la vera e propria sdCard esterna

montata su:

/mnt/SDCARD/external_SD/

unico guaio che se la qualità della card non è elevata , in pochi giorni , puoi ugualmente dire addio all' imbroglio , ed in ogni caso non utilizzala come fat 32 , ma come ext3 , se conti di utilizzarla per piazzarci una distribuzione , poi è anche molto meglio.
Cita messaggio
#3
[quote='francofait' pid='130740' dateline='1359061188']
Quanto mi dai se ti svelo l' arc-ano ?AtAtAt Lasciamo perdere ?
quel tipo di card lo puoi gestire solo come unico punto di mount per entrambe le partizioni , si rende necessari imbrogliare il SO e fargli credere fischi per fiaschi


SD INTERNA

/mnt/SDCARD

e poi a sua volta la vera e propria sdCard esterna

montata su:

/mnt/SDCARD/external_SD/

unico guaio che se la qualità della card non è elevata , in pochi giorni , puoi ugualmente dire addio all' imbroglio , ed in ogni caso non utilizzala come fat 32 , ma come ext3 , se conti di utilizzarla per piazzarci una distribuzione , poi è anche molto meglio.
[/quote


Grazie mille!! Ma perche` mi sconsigli di partizionare 2 FAT32?
Beh, la crisi coinvolge tutti Angel, ma dalle risposte celeri degli utenti, dalla correttezza delle soluzioni suggerite e dal modo in cui vengono trattati i nuovi iscritti si valutano la efficienza e la serieta` di un forum. So che non e` una gran cosa, ma ti garantisco che hai fatto si` che un nuovo utente faccia pubblicita` positiva al forum e convinca nuova gente ad iscriversi. Par strano che un forum non ufficiale [vi prego di lasciarmi passare la definizione] sia composto da utenti piu` cordiali, gentili, disponibili e [non posso saperlo ma lasciatemi azzardare] competenti di quelli che si trovano sul forum ufficiale di Ubuntu, eppure devo constatare dalla mia esperienza e da quella di parecchi amici che sembra essere proprio cosi`...!
PS: vi domando scusa se aspetto a mettere risolto ma non sono certo di riuscire a creare il secondo punto di mount quindi mi riservo ancora un giorno per porre eventuali nuove domande. Secondo voi questa guida e` adeguata per eseguire la operazione [la posto anche per eventuali futuri bisognosi!!]?
http://www.aldovarotto.org/computer/linux/usb_strg.htm
Cita messaggio
#4
Perchè ext3 e non fat32 ? Sostanzialmente perche con fat32 , si sente in casa sua e non la imbrogli . Quindi per dirla in parlore povere , per far diventar i fiaschi fischi più attendibili.
Cita messaggio
#5
Ok, capito! Ho una altra domanda pero`: esiste invece un espediente che mi consenta di far vedere e montare le partizioni automaticamente su ogni SO in cui utilizzero` la microSD senza dover creare di volta in volta un punto di mount? Diciamo una indicazione di montaggio nel firmware dalla scheda di memoria o la creazione di un punto di mount interno alla scheda...? Se ho detto delle corbellerie ti prego di scusarmi, ma procedo per ipotesi!! Ho letto da qualche parte sul web qualcosa circa la rimozione del removable bit,,, Grazie ancora per la infinita disponibilita`!
Cita messaggio
#6
Rimane sempre compito del file di configurazione /etc/fstab adibito allo scopo da sempre . In linux la sua configurazione assume comunque valore reale assoluto anche in presenza di demoni per l' automount delle partizioni .
Cita messaggio
#7
Perdonami, sembrero` uno scocciatore ma mi piace andare fino in fondo in cio` che faccio ed ho bisogno di capire una ultima cosa. Perche` le partizioni di un hard disk esterno collegato sempre tramite usb vengono tranquillamente riconosciute e montate mentre cosi` non e` per le chiavette usb e le schede di memoria? Sono collegati tutti tramite usb quindi dovrebbero tutti essere riconosciuti come supporti rimovibili e anche gli hd esterni non dovrebbero poter essere partizionati (o meglio, le partizioni dopo la prima non dovrebbero essere riconosciute). Ebbene, dispongo di 2 hd esterni, di marca e capienza differenti eppure entrambi partizionati senza problemi e riconosciuti sia da Windows che da Linux. Come e` possibile se non pensando a qualcosa installato all-interno dello stesso hd? Ripeto, scusa se sto insistendo ma voglio togliermi ogni dubbio. Rolleyes
Cita messaggio
#8
una bella domanda che ha incuriosito anche me... azzardo un'ipotesi: non stiamo parlando dello stesso tipo di supporto (ovvero dischi fisici e memorie solide).
 Trasferito sul Nuovo Forum [img]images/smilies/blush.gif[/img]
Cita messaggio
#9
azzardo un'ipotesi anch'io: perché su un hard disk esiste sicuramente una tabella delle partizioni, invece su un pendrive USB non c'è (ma con gparted ce la puoi creare: in questo modo ho recuperato una pendrive che sembrava morta, Windows 7 rifiutava di formattarla).
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#10
Scusate, manco da un po'!
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)