Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Home: cartella o partizione?
#1
La domanda è contenuta nel titolo: quale soluzione è migliore e perchè?
Il prof Cantaro ha scritto al punto "Scelta della grandezza della eventuale partizione /home" in http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33: Personalmente preferisco fare a meno di questa partizione, potendo ottenere risultati simili, semplicemente copiando alcune cartelle nascoste contenute nella cartella Home ed utilizzandole successivamente (qualche volta scriverò una guida in proposito).
Se tale guida è stata scritta, non l'ho trovata, per cui vorrei sapere: quali sono queste "alcune cartelle nascoste contenute nella cartella Home".
Grazie in anticipo
Cita messaggio
#2
Ogni programma crea nella home di ciascun utente una cartella in cui archiviare le impostazioni relative.
Queste cartelle di solito sono nascoste (hanno un punto davanti al nome) e non vengono rimosse quando gli eseguibili del programma vengono cancellati o aggiornati.
Per cancellarle bisogna: o cancellarle a mano e vederle ricreate appena il programma viene rilanciato o con la disinstallazione del programma con opzione -purge (rimozione completa).

Quindi puoi salvarti le impostazioni di un utente per un programma semplicemente backuppando la cartella relativa (/home/utente/.opera /home/utente2/.firefox etc) per rimetterla al suo posto dopo un'eventuale reinstallazione del sistema seguita (ovviamente) dalla reinstallazione del programma specifico.

Quanto alla scelta fra partizione separata o no: quella è una scelta personale.
Io mi trovo bene a non avere partizioni separate ma qualcuno invece non ne saprebbe fare a meno.
Dipende da come vuoi gestire il/i sistema/i.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio
#3
Come detto dipende da alcune variabili .Ubuntu da solo sul hard disk,ubuntu + windows .versione di ubuntu stessa.Se hai intenzione di utilizzare una versione lts per molto tempo forse é il caso di utilizzare anche una partizione home separata.
Con remastersys crei una iso del solo sistema e rinstalli ritrovando tutte le configurazioni precedenti e hai ubuntu aggiornato alla data creazione iso senza dover fare ulteriori settaggi.

Cita messaggio
#4
(21-09-2012, 10:30 )zafran Ha scritto: Quanto alla scelta fra partizione separata o no: quella è una scelta personale.
Io mi trovo bene a non avere partizioni separate ma qualcuno invece non ne saprebbe fare a meno.
Dipende da come vuoi gestire il/i sistema/i.

Io vorrei installare Ubuntu per conoscere Linux, chi cui non so niente, pertanto non posso avere scelte personali, tantomeno su come voglio gestirlo.
In altri termini vorrei conoscere i pro e i contro dell'una e dell'altra situazione: Tu perche' ti trovi bene senza partizione?
Cita messaggio
#5
(21-09-2012, 10:48 )brunik Ha scritto: Se hai intenzione di utilizzare una versione lts per molto tempo forse é il caso di utilizzare anche una partizione home separata.

Vorrei installare la remix9 che e' LTS, per poter godere del vostro supporto e (scocciarvi) a lungo. Chiedo scusa se ragiono con l'ottica Windows: ad ogni aggiornamento Ubuntu va reinstallato?, Non conserva le impostazioni?
Ed ancora: pensare di installare ad es. Windows 2005 è da folli. E' lo stesso se installo la PLu3, ad es?
Cita messaggio
#6
provo a risponderti io - premetto che neanche a me piace la partizione /home.

Se hai tre sistemi operativi installati in tre partizioni separate - supponiamo tre distro linux di cui

1)Ubuntu
2)Linux Mint
3)Fedora

e hai la partizione /home condivisa - in fase di installazione di ogni sistema come per la destinazione della partizione root / dovrai scegliere e destinare la partizione /home (senza formattarla chiaramente altrimenti perdi tutto)

I programmi che sono presenti su tutti e tre i sistemi (tipo firefox - virtualbox - e tanti altri) condivideranno le informazioni e configurazioni presenti senza per ogni sistema dover star li a ricrearle
Vale anche per i dati che son contenuti nella home - se hai documenti, immagini, film, musica - troverai tutto tale e quale in tutti i sistemi.

Ovviamente questo sistema puoi benissimo ottenerlo copiando le famose cartelle nascoste in ogni /home dei vari sistemi.

Io non lo preferisco in quanto se i sistemi differiscono di tanto come filosofia potrbbero esserci malfunzionamenti - in caso si corrompesse la /home ti si piantano tutti i sistemi.

Io preferisco la partiziona dati - ma ovviamente è personale.
Se tu stai appena cominciando ad avvicinarti a linux meglio fare installazioni standard e pulite senza /home
Cita messaggio
#7
Quello che bisogna ricordarsi, in caso di diversi sistemi conviventi, è che ognuno deve avere i suoi utenti nella /home.
Questo perché non tutti i sistemi usano gli utenti al solito modo e se tu pretendi di usare /home/utente/.kde da ubuntu e poi ci riscrivi sopra da pclinuxos è molto probabile che un casino te lo ritrovi.

Quanto al dover reinstallare ogni po': dipende.
Ci sono distro che vengono rilasciate più o meno regolarmente (ubuntu ogni 6 mesi).
Altre invece mai (p.e. pclinuxos) perché si aggiornano continuamente, ogni tanto rinfrescano l'immagine da cui partire per l'installazione ma non è un vero e proprio rilascio essendo semplicemente l'evoluzione del sistema.
Quindi una volta installate continui a aggiornarle per anni senza mai ripartire da zero o intervenire drasticamente come succede con ubuntu.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio
#8
Ummm ... Zafran il tuo concetto è corretto ma non me la sentirei di consigliare di installare un rolling o half-rolling come prima distro.
Sappiamo bene entrambi quanto sia delicato gestire gli aggiornamenti
Cita messaggio
#9
Questa la mia idea:

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33

Leggi la nota in fondo alla pagina.
Cita messaggio
#10
(21-09-2012, 12:13 )tumbler Ha scritto: Ummm ... Zafran il tuo concetto è corretto ma non me la sentirei di consigliare di installare un rolling o half-rolling come prima distro.
Sappiamo bene entrambi quanto sia delicato gestire gli aggiornamenti

E tu provi pclos e se ne riparla fra un paio d'anni
Smile
Dal 2009 a oggi ho dovuto reinstallare una volta per una serie di errori che avevo fatto io.
La distribuzione si è sempre aggiornata tipo orologio svizzero.
Il che non vuol dire che sia perfetta, solo che è probabilmente quella più accurata negli aggiornamenti e la più facile da usare.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)