Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Interfaccia per gestire i pacchetti su Arch
#1
In questi giorni sto provando in macchina virtuale Bridge Linux, che sarebbe Arch Linux con Gnome e alcuni software fondamentali preinstallati, e uno script di installazione semplice semplice.

Conosco giusto pochi comandi relativi a Pacman, volevo sapere se esisteva qualcosa tipo Synaptic su misura per Arch, semplice e leggero, per cercare mediante interfaccia grafica i pacchetti di cui magari abbiamo un'idea del nome ma non siamo sicuri al 100%. So che si possono anche cercare dal terminale, ma preferisco, se c'è, qualcosa a portata di click.

Secondo punto. Rolling Release. Per utenti esperti, si dice. Se faccio il bravo e non tento strani esperimenti, uso il pc normalmente senza strafare, dando a oltranza il comando per aggiornare il sistema, c'è il rischio che qualche aggiornamento mi dia problemi? Vale a dire, ci saranno aggiornamenti "delicati", come quelli del kernel, non so se filino sempre liscio su Arch, o se bisogna a volta intervenire di proprio pugno. Essendo una distro non per principianti, magari ci si aspetta che l'utente abbia un occhio di riguardo per la lista degli aggiornamenti e sia in grado di distinguere quali eseguire e quali no.

Esiste una pagina, magari del wiki o della comunità di Arch, dove si parla degli aggiornamenti recenti, e quindi leggendola con attenzione prima di aggiornare posso capire se c'è qualche punto critico?

Mi scuso per le domande un po' sciocche, ma prima d'ora non avevo mai seriamente provato arch, mi rendo conto delle sue enormi potenzialità, dunque vorrei impratichirmi...
Cita messaggio
#2
Ciao. Innanzitutto, ti consiglio di aggiornare spesso, poiché gli aggiornamenti "piccoli" sono meno pericolosi e più facili da gestire in caso di rotture, magari fallo quando hai il tempo di riparare ad eventuali danni. Che comunque sono rarissimi, pur essendo molto aggiornata Arch è abbastanza stabile, quindi non preoccuparti eccessivamente(ma non rilassarti nemmeno troppoSmile ).

Comunque prima di ogni aggiornamento è buona norma controllare le ultime notizie, e controllare se c'è bisogno di interventi manuali.
http://www.archlinux.it/


Di gestori di pacchetti ce ne sono moltissimi, il migliore secondo me è Appset, che trovo anche migliore di synaptic(gli aggiornamenti però è meglio farli da terminale)
Li puoi trovare tutti nella wiki

Volendo puoi cercarli anche dai database:
pacchetti dai repo e AUR

Per qualunque cosa puoi consultare il wiki(molto ben fatto) o chiedere, anche se non sapro risponderti io Dead sapra certamente darti una mano.
Cita messaggio
#3
(14-09-2012, 18:48 )Matteo Ha scritto: Secondo punto. Rolling Release. Per utenti esperti, si dice. Se faccio il bravo e non tento strani esperimenti, uso il pc normalmente senza strafare, dando a oltranza il comando per aggiornare il sistema, c'è il rischio che qualche aggiornamento mi dia problemi? Vale a dire, ci saranno aggiornamenti "delicati", come quelli del kernel, non so se filino sempre liscio su Arch, o se bisogna a volta intervenire di proprio pugno. Essendo una distro non per principianti, magari ci si aspetta che l'utente abbia un occhio di riguardo per la lista degli aggiornamenti e sia in grado di distinguere quali eseguire e quali no.

Esiste una pagina, magari del wiki o della comunità di Arch, dove si parla degli aggiornamenti recenti, e quindi leggendola con attenzione prima di aggiornare posso capire se c'è qualche punto critico?

Ti posso anche consigliare l'installazione di yaourt, che gestisce i pacchetti in AUR similmente a pacman.

Qualche intervento manuale a volte (pur se non spesso) è richiesto, ma sempre ben spiegato di solito nella documentazione che trovi a partire dalla home del sito Arch (ove sono riportate tute le novità).

Comunque, prima di ogni aggiornamento cerca di aggiornare pacman stesso.

Bye,
Token
Cita messaggio
#4
Grazie a entrambi per le risposte! Ok, aggiornare da Pacman è nelle mie conoscenze, mentre invece aggiornare lo stesso Pacman no.

Yaourt l'ho installato, poichè in Rete, quando si parla di software di cui è appane stata rilasciata una nuova versione, spesso leggo che è già presente per Arch proprio in AUR.

A me interessa un Gestore Pacchetti proprio simile a Synaptic, adesso ne proverò alcuni.

Per gli aggiornamenti vedrò di farli spesso (una volta alla settimana? ogni 3 giorni?) e da qualche tempo sto spulciando il wiki di Arch (davvero ottimo).

Grazie e a presto!
Cita messaggio
#5
(15-09-2012, 15:24 )Matteo Ha scritto: Grazie a entrambi per le risposte! Ok, aggiornare da Pacman è nelle mie conoscenze, mentre invece aggiornare lo stesso Pacman no.

Beh,
Codice:
# pacman -S pacman
of course.

Bye,
Token
Cita messaggio
#6
E' più interessante di quanto non possa sembrare, una chiamata ricorsiva! Sarebbe bello vedere come funziona quell'algoritmo! XD
Cita messaggio
#7
io ho installato apper per gestire i pacchetti - anche se nulla ha a che vedere con synaptic - da terminale con pacman riesco a cercaree scaricarei pacchetti agevolmente - basta prenderci lamano
Cita messaggio
#8
Come ti hanno detto, se vuoi un'interfaccia grafica, appset-qt è probabilmente la migliore; anche se dopo un po' di tempo scommetto che passerai anche tu a yaourt. Salvo casi particolari, è più rapido e ti dice cosa sta facendo. Appset lo userai quelle volte che vuoi curiosare nei repository per sapere se c'è qualcosa di interessante, senza avere un'idea precisa Smile

Per quanto riguarda la faccenda della rolling, Il maso e token ti hanno gia detto tutto.
Aggiungerei solo due suggerimenti:
non pulire troppo spesso la cache dei pacchetti (con appset è fin troppo facile). Se un pacchetto nuovo causa problemi, li troverai ancora il vecchio da reinstallare.
Se hai cancellato la cache... beh, c'e sempre ARM (Arch Rollback Machine).

secondo suggerimento, ogni tanto usa un cd-live e fai backup della partizione.
Io uso fsarchiver su systemrescuecd e fin'ora (incrociando le dita) non ho mai perso nulla.
a dieci anni il mondo è fantasia, a vent'anni possibilità, a trenta speranza. A quaranta è riflessione, a cinquanta... vi saprò dire.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)