Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Internet da rete elettrica
#1
Qualcuno usa, a casa o in ufficio, la rete elettrica per la trasmissione dati e internet, teclologia Power Line Communication ? Come vi trovate ?
Cita messaggio
#2
(25-06-2013, 15:54 )mercuzio Ha scritto: Qualcuno usa, a casa o in ufficio, la rete elettrica per la trasmissione dati e internet, teclologia Power Line Communication ? Come vi trovate ?

Ciao
Funzionano benissimo, li usano due miei figli senza problemi.
L'importante è avere l'impianto elettrico in ordine,

Enzo
Occhio per occhio ed il mondo diventa cieco (Gandhi)
Quando hai fatto ciò che basta non toccar se no si guasta.
Cita messaggio
#3
Ciabatte , triple, etc sono di ostacolo ?
Cita messaggio
#4
(25-06-2013, 17:34 )mercuzio Ha scritto: Ciabatte , triple, etc sono di ostacolo ?

Ciao
se si possono evitare è meglio. A mio figlio con la ciabatta funziona, sia in entrata che in uscita. La tripla non è stata provata ma le istruzioni la sconsigliano.

Enzo
Occhio per occhio ed il mondo diventa cieco (Gandhi)
Quando hai fatto ciò che basta non toccar se no si guasta.
Cita messaggio
#5
sono sconsigliabili sia le ciabatte che le multiprese a causa delle interferenze o sovraccarichi che possono provocare;
comunque esistono i powerline con presa passante, ossia si collega alla presa a muro solo il powerline che, sul suo "dorso" ha esso stesso una presa utilizzabile. Inoltre queste apparecchiature non devono essere collegate agli UPS (gruppi di continuità) perché essi "tagliano" alcune frequenze della corrente elettrica che vengono invece utilizzate per il trasporto dati.

Io continuo a sperare che la tecnologia di trasporto dati su cavi della corrente un giorno arrivi ad un livello tale che si possa ricevere Internet a banda larga dall'Enel; sarebbe la fine del digital divide; temo purtroppo che sia utopia, ma la tecnologia ci ha abituato a ritrovati che assomigliano quasi alla magia... in fondo in teoria Internet si può ricevere perfino con l'antenna della TV, perché no dai cavi dell'alta tensione? Angel
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#6
Parole sante BAT
Cita messaggio
#7
Bat, non sai quanto condivido la tua richiesta...
Però è possibile che ci siano altri problemi da risolvere. Anzi a questo proposito mi viene una domanda a cui non ho mai avuto risposta (e che è in topic): ma se io uso dei power line e nell'appartamento a fianco al mio collegano un power line, in qualche modo potrebbero "vedere" la mia rete? Il contatore è in qualche modo un ostacolo? Mi piacerebbe sentire anche l'opinione di qualcuno che ha fatto qualche prova, se ci fosse.
Questo è uno dei motivi per cui non ho mai considerato di mettere dei power line, ma in effetti non so se sarebbe possibile.
Cita messaggio
#8
questo tipo di problema non esiste: il contatore di casa tua funge da firewall naturale, nessuno può entrare nella LAN fisicamente costruita con powerline (a meno che poi si connetta un router wi-fi senza protezione, ma in quel caso l'intrusore non entra dal powerline).
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#9
BAT Ha scritto:Io continuo a sperare che la tecnologia di trasporto dati su cavi della corrente un giorno arrivi ad un livello tale che si possa ricevere Internet a banda larga dall'Enel; sarebbe la fine del digital divide;
veramente è già realtà....chiedi a quel di Grosseto dove enel lo stava sperimentando anni fa eheh....la stessa enel usa le onde convogliate per acquisire i dati di lettura e manutenzione dei nuovi contatori elettrici.
Ovviamente la gestione di tali contatori non fa un uso smodato di banda e non è nemmeno costante....secondo quanto ho letto per avere una connessione tipo fibra ottica di qualche Giga attraverso la rete elettrica occorrono una serie di operazioni che vanno fatte anche sulla linea stessa....e credimi non risolverebbe il digital divide perché tali operazioni vanno fatte appunto in zone in cui tutta la rete elettrica stessa non sia datata all'epoca dei dinosauri eheh...quindi si ritorna quasi allo stesso problema delle centraline telecom vetuste in zone rurali......infine non so per quale motivo Enel non è voluto entrare nel campo internet...avrebbe potuto...l'esperimento di Grosseto risale al 2005 (il progetto addirittura al 2002) quindi perché non lo abbia attuato resta anomalo...secondo alcuni se lo avesse fatto avrebbe mandato in crisi molta della produzione della fibra stessa e creato notevoli problemi a Telecom stessa come resellers appunto di dorsali e banda...secondo altri invece il progetto non era economicamente conveniente...pare che appunto per andare occorra come detto disporre di alcuni apparati ulteriori sia nella propria casa (da collegare al posto o in prossimità del proprio contatore) che a monte (e pare anche nel mezzo)....e non era una operazione appunto così veloce come lo può essere collegare un router...quindi costi di attivazione e sistemazione di tali apparati non era basso...e nemmeno il costo in se dell'apparato stesso...che è diverso dalle scatolotte casalinghe per la powerline.
Altra cosa ancora...pare che tali connessioni via onde convogliate non siano "sharabili" ossia su una medesima banda vi può operare solo un individuo ....infatti durante l'esperimento a Grosseto un cittadino segnalava come appunto nel suo condominio che in 4 avevano attivato tale sperimentazione nel momento in cui andavano tutti e 4 online la connessione non reggeva per niente.
C'è poi da aggiungere che nel frattempo la tecnologia che sfrutta multiple frequenze su normali cavi di rame (DSL) si è evoluta ulteriormente...tanto da arrivare persino a livello di una fibra ottica...in particolare con VHDSL (per altro offerta da Telecom proprio a cominciare da quest'anno)....idem per le connessioni a banda larga via etere con 4G LTE e il wimax.....quindi i concorrenti si sono moltiplicati e a volte risultano più convenienti in termini di costi.

Per finire un bel articolo di Punto Informatico datato 2007:
http://punto-informatico.it/2147056/Tele...-bene.aspx

namless Ha scritto:in qualche modo potrebbero "vedere" la mia rete? Il contatore è in qualche modo un ostacolo? Mi piacerebbe sentire anche l'opinione di qualcuno che ha fatto qualche prova, se ci fosse.
Prima di tutto due o più sistemi powerline casalinghi possono anche fare una connessione protetta...e quindi solo chi realmente piazza tutti i vari dispositivi ci potrà accedere altri no....secondariamente come ti ha detto BAT la tua linea elettrica persino se sei in un condominio parte in realtà dai contatori e quindi nessun vicino di casa installandone uno da lui potrebbe vedere la tua rete che resta vincolata al tuo impianto elettrico.
Cita messaggio
#10
Conoscevo il problema dei costi della trasmissione dati su rete elettrica (non sapevo di Grosseto) e infatti solo per questo continuo a sperare in qualche nuovo ritrovato tecnologico che abbatta i costi del marchingegno. In fondo poco proma del 2000 si supponeva che difificilmente si sarebbero mai superati i 128 kbps su doppino telefonico, poi sono arrivate le prime ADSL; sembrava che non avrebbero mai potuto superare gli 8Mbps e sono arrivati prima a 24 (teorici) e ora hanno introdotte le nuove tecniche di vectoring che in teoria dovrebbero arrivare fino a 100Mbps; beh, se un doppino ha simili potenzialità...
poi figurati se Enel si farebbe scrupolo di soffiare clienti a Telecom, ma che scherzi? qui siamo in un mondo di lupi!
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)