Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Linux diventa "portabile"
#1
Un computer completo (con installato Linux) nello spazio di una scheda SD:

http://www.hwupgrade.it/news/sistemi/int...50352.html
 

 
Cita messaggio
#2
Molto interessante. E' proprio il caso di dire che la realtà supera l'immaginazione, perchè esistono le tecnologie ma non ancora delle idee chiare su cosa farci...
Infatti il prodotto presenta due caratteristiche: la miniaturizzazione, la cui utilità è ovvia e la portabilità le cui applicazioni sono un po' meno ovvie.

Verrebbe da pensare che un computer così piccolo non ha ragione di essere rimosso dal device che lo ospita. Magari potrebbe essere una questione di risparmio economico: molti devices diversi in grado di "ospitare" il mini computer che verrà utilizzato sull'uno o sull'altro a seconda delle necessità.

Ovviamente ciò avrebbe senso se il costo di produzione è alto, ma ho l'impressione che una volta prodotto su scala industriale non dovrebbe costare agli OEM più di poche decine di euro.

Un altro settore dove potrebbe essere utile è forse la diagnostica: immaginiamo dei grossi macchinari industriali provvisti dell'apposito slot SD. Quando si guasta il PLC che li gestisce, il tecnico arriva li con la sua schedina/PC, la inserisce e controlla. Oggigiorno la stessa cosa si fa collegando un notebook... in effetti non è che il miglioramento sia poi molto.
a dieci anni il mondo è fantasia, a vent'anni possibilità, a trenta speranza. A quaranta è riflessione, a cinquanta... vi saprò dire.
Cita messaggio
#3
Oddio senza le uscite audio e video a che serve??? Meglio raspberry a sto punto.
Poi se non ha batteria possiamo almeno attaccarci un alimetatore? Credo che come è stato concepito si puoi utilizzare solo se un pc completo ce l'hai già ... con correlato un lettore sdcard???
Cita messaggio
#4
(08-01-2014, 10:42 )'Dead' Ha scritto: Molto interessante. E' proprio il caso di dire che la realtà supera l'immaginazione, perchè esistono le tecnologie ma non ancora delle idee chiare su cosa farci...
Infatti il prodotto presenta due caratteristiche: la miniaturizzazione, la cui utilità è ovvia e la portabilità le cui applicazioni sono un po' meno ovvie.

Verrebbe da pensare che un computer così piccolo non ha ragione di essere rimosso dal device che lo ospita. Magari potrebbe essere una questione di risparmio economico: molti devices diversi in grado di "ospitare" il mini computer che verrà utilizzato sull'uno o sull'altro a seconda delle necessità.

Ovviamente ciò avrebbe senso se il costo di produzione è alto, ma ho l'impressione che una volta prodotto su scala industriale non dovrebbe costare agli OEM più di poche decine di euro.

Un altro settore dove potrebbe essere utile è forse la diagnostica: immaginiamo dei grossi macchinari industriali provvisti dell'apposito slot SD. Quando si guasta il PLC che li gestisce, il tecnico arriva li con la sua schedina/PC, la inserisce e controlla. Oggigiorno la stessa cosa si fa collegando un notebook... in effetti non è che il miglioramento sia poi molto.

 

Quando nel 1995 Negroponte parlava di pc "portabili" sembrava fantascienza ("Essere digitali", Sperling &Kupfer). Il computerino di cui stiamo parlando non rappresenta certo il raggiungimento del traguardo però indica che la direzione verso la quale stiamo andando è proprio quella.
 
Siamo all'inizio dell'anno perciò proviamo a sorridere con la barzelletta che mi è venuta in mente quando ho letto, Dead, del possibile impiego del computerino nella diagnostica: una ditta aveva acquistato un macchinario enorme pagandolo un occhio della testa, ma si era rotto e nessuno riusciva a trovare il modo di ripararlo, nemmeno i tecnici della fabbrica che l'aveva costruito. Dopo giorni di tentativi inutili, si fa avanti un omino che assicura di sapere come si poteva riparare il guasto. I proprietari della macchina, presi dalla disperazione, accettano l'offerta. Allora l'omino prende un martello e dà un forte colpo su un punto preciso della macchina che,  inaspettatamente, a quel punto riprende a funzionare. Come ricompensa l'omino chiede 100.000 euro, al che i proprietari della macchina obiettano: "Per una sola martellata, 100.000 euro ci sembrano davvero troppi". E l'omino risponde: "Avete capito male. La martellata è gratis, i 100.000 euro sono per avere saputo DOVE bisognava darla".

 
Cita messaggio
#5
Qui è specificato un po' meglio l'utilizzo previsto per simili computer (tecnologie indossabili), inoltre si precisa che è un aggeggio che, per ora è rivolto agli sviluppatori:
http://www.tomshw.it/cont/news/intel-edi...201/1.html
Quest'anno al CES sono impazziti, stanno sfornando di tutto di più.
Qui ci sono altri esempi interessentati proposti sempre da Intel:
http://www.tomshw.it/cont/news/intel-com...214/1.html
http://www.tomshw.it/cont/news/intel-rea...215/1.html
AMD non sta con le mani in mano:
http://www.tomshw.it/cont/news/amd-crea-...250/1.html
gadget più o meno (in)utili:
http://www.tomshw.it/cont/news/smartwatc...259/1.html
dispositivi indossabili da Sony:
http://www.tomshw.it/cont/news/sony-core...213/1.html
e l'ultimo potentissimo SoC per dispositivi mobili da NVIDIA (e relativa prova della versione a 32 bit, a seguire arriva anche la 64 bit):
http://www.tomshw.it/cont/news/nvidia-te...184/1.html
http://www.tomshw.it/cont/articolo/nvidi...189/1.html
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#6
(08-01-2014, 14:44 )'BAT' Ha scritto: Qui è specificato un po' meglio l'utilizzo previsto per simili computer (tecnologie indossabili), ...

 


Quelle che hai segnalato sono tutte applicazioni interessanti, per le quali però è necessaria la sola miniaturizzazione. La portabilità (intesa come installazione del core  su una SD rimovibile) non sembra ancora aver utilizzo alcuno. il che non toglie che probabilmente prima o poi a qualcuno verrà in mente il classico uovo di Colombo che farà guadagnare miliardi...
 
a dieci anni il mondo è fantasia, a vent'anni possibilità, a trenta speranza. A quaranta è riflessione, a cinquanta... vi saprò dire.
Cita messaggio
#7
Stiamo parlando di un futuro che, anche se vicino, reca soluzioni per il momento ancora a livello sperimentale. Il computer "medio" di oggigiorno è un desktop o un portatile, ospita le solite lens di Internet, Sound&Video, Office, e Accessori per i software particolari. A questo siamo abituati, anche se poi il tempo passa e l'innovazione busserà alle porte (usb?). Attendo con ansia il primo pc che sappia fare un caffè come si deve...[img]images/smilies2/biggrin.gif[/img][img]images/smilies2/biggrin.gif[/img]
 
Cita messaggio
#8
Dead....Intel sta potenziando molto la sua attenzione e sviluppo sull'Internet of ThinGS (Internet delle cose)...e questo sistema embedded ovviamente visto a se non è completo...lo diventa quando viene inserito in appositi dispositivi che hanno sensori e altro che tale minipc può gestire....un po' come se Intel avesse inventato una specie di core unico....e quindi aziende terze hitech interessate a svilupparci per la domotica, la robotica, il wearable ecc...possa avere già pronto una parte del nucleo hardware e anche una parte software con linux su cui poi costruirci attorno.....non dirmi che stavi pensando di inserirlo dentro una fotocam o nel lettore sd del pc??? eheheh [img]images/smilies2/biggrin.gif[/img] ....il fatto che Intel abbia scelto la forma del SD probabilmente è dovuto al fatto che è ormai uno standard più che consolidato di comunicazione dati....altrimenti poteva anche scegliere qualcosa di proprietario a livello di socket.......per paragone è come se Intel avesse ideato il proprio Raspberry o il proprio Arduino.....a prima vista non sembra una grande novità ma diciamo che sia Raspberry che Arduino sono sempre stati visti in senso amatoriale o per piccoli progetti...una azienda che vuole scommetterci sopra a livello business probabilmente sarebbe portata a testare roba Intel o AMD anche....insomma nomi ben noti del panorama hitech che ti da quel livello di certezza e continuità. Se basi il tuo business su qualcosa prodotto da altri speri che tale situazione duri molto allungo, anche se ha sempre un termine...questo è garantito...il punto è capire quando non il se...sul se è certo che avrà un termine.

Secondo me invece george_1963 siamo già nel mezzo del cambiamento...non lo vediamo ancora perché lo stiamo vivendo...ma l'idea del pc in senso domestico sta radicalmente cambiando...per quello lavorativo ancora si è distanti anche se persino lì qualcosa è cambiato....siamo noi in italia che restiamo legati anche in senso lavorativo ad uno status quo fisso...all'estero evolvono molto più in fretta nelle metodologie e nel tipo di approcci progettuali che richiedono ampia comunicazione....una cosa parecchio assente in molte nostre aziende e lo si nota...sezioni/reparti delle medesime che non sanno cosa fanno altre rispettive....mancanza di comunicazione...e ciò poi porta a ritardi...errori...cose che non portano al successo ne guadagno.
 
Cita messaggio
#9
Internet of things = Internet delle cose (Internet Think = pensa Internet, beh è un bel concetto lo stesso)
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#10
Argh...questo è quello che mi succede quando penso troppo ad Apple ahahah [img]images/smilies/sad.gif[/img]
 
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)