Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Linux potrebbe cambiare
#1
Ecco come: http://www.lffl.org/2012/10/editoriale-l....html#more
Cita messaggio
#2
Sarebbe ora che su linux la piantassero con questi rilasci semestrali, mi sa troppo di bambocciata, una volta creato una release devono lavorarci su quella stabilmente, chi ama un tema diverso o un estensione se la installa da se senza bisogno di aspettare la versione xxx, bisogna dare l'impressione di essere un punto fermo ai produttori che si affacciano alla piattaforma linux, e offrire tutto il supporto possibile per migliorarla.
Cita messaggio
#3
(08-10-2012, 22:22 )procton771 Ha scritto: Sarebbe ora che su linux la piantassero con questi rilasci semestrali, mi sa troppo di bambocciata, una volta creato una release devono lavorarci su quella stabilmente, chi ama un tema diverso o un estensione se la installa da se senza bisogno di aspettare la versione xxx, bisogna dare l'impressione di essere un punto fermo ai produttori che si affacciano alla piattaforma linux, e offrire tutto il supporto possibile per migliorarla.

QUOTO
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#4
(09-10-2012, 04:53 )Teo Ha scritto:
(08-10-2012, 22:22 )procton771 Ha scritto: Sarebbe ora che su linux la piantassero con questi rilasci semestrali, mi sa troppo di bambocciata, una volta creato una release devono lavorarci su quella stabilmente, chi ama un tema diverso o un estensione se la installa da se senza bisogno di aspettare la versione xxx, bisogna dare l'impressione di essere un punto fermo ai produttori che si affacciano alla piattaforma linux, e offrire tutto il supporto possibile per migliorarla.

QUOTO

Non quoto per nulla , i rilasci semestrali da sempre in Ubuntu sono versioni intermedie destinate a portare alla successiva LTS, Inoltre LTS ha il supporto per 5 anni , no per 2 .
Le iso per i supporti installazione dovrebbero in primo luogo essere tenute aggiornate in tempo reale pari pari come le repostry , almeno a fronte di aggiornamenti consistenti e tutt' altro che rari (per fortuna) , è assurdo che chi installa da zero debba concludere immancabilmente l' insttallazione con un dist-upgrade che si prende praticamente l' intero SO .
Sarebbe più che sufficente tenere in rilievo come versione ufficiale la sola LTS con aggiornamento settimanale anche delle sue Iso
Spacciare per stabili e sicure versioni intermedie serve solo a fare di linux un secondo colabrodo , anche peggiore di windows.
Le derivate con la versione ufficiale dei SO non hanno nulla che vedere a parte la condivisione dei server repository, nascono e sono rilasciate liberamente da chiunque voglia andare in rete con una soluzione personalizzata propria , ed a conti fatti la rete è e rimane di tutti , non è proprietà esclusiva dei grandi produttori ufficiali ne di software ne tantomeno di SO. Per cui se a me fa comodo e lo ritego opportuno nulla mi impedisce di rilasciare una mia nuova versione un giorno si e l' altro pure.
Cita messaggio
#5
(09-10-2012, 07:43 )francofait Ha scritto: Sarebbe più che sufficente tenere in rilevo come versione ufficiale la sola LTS con aggiornamento settimanale anche delle sue Iso

Come fa Debian con la Testing ....anche questa potrebbe essere una buona idea.
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#6
(09-10-2012, 07:43 )francofait Ha scritto: Sarebbe più che sufficente tenere in rilevo come versione ufficiale la sola LTS con aggiornamento settimanale anche delle sue Iso

Questa potrebbe essere una buona soluzione per gli sviluppatori, avere la versione LTS come riferimento, comunque se esistono le rolling non vedo perchè ubuntu non possa diventarlo.
Cita messaggio
#7
(09-10-2012, 07:52 )procton771 Ha scritto: comunque se esistono le rolling non vedo perchè ubuntu non possa diventarlo.

Non solo Ubuntu, anche tutte le altre .Exclamation
O se non tutte, almeno una gran parte.Huh
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#8
@procton771

Ripensandoci penso sia un modo non far annoiare gli utenti Linux, su Windows c'è sempre qualcosa da fare: una bella deframmentazione, una bella scansione con l' antivirus, andare alla ricerca ed eliminare file di programmi disinstallati ma che hanno lasciato dei rimasugli in giro da qualche parte......... Su Linux non devi fare niente di tutto ciò......che noia....... Smile sorriso originale
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#9
Una rolling "pura" come Arch la vedo più come una valanga di problemi che una soluzione, soprattutto per gente "comune".
Invece sul tipo di Pclinuos o half rolling come Chakra mi sembra più accettabile: base e cuore del sistema stabili ma con i programmi aggiornati all'ultima versione, e sempre il cuore che viene aggiornato solo quando quegli aggiornamenti sono ritenuti davvero stabili.
Con la mia 12.04 ho fatto più o meno così: gli aggiornamente del sistema sono quelli di default, quindi niente stravolgimenti del kernel con versioni più recenti ma solo relese con bugfix, mentre per molti programmi e per avere dei driver sempre aggiornati ho aggiunto dei ppa. E' abbastanza semplice devo dire. Smile

M1rr0r92 Idea
M1rr0r92 Idea

Se i tempi non chiedono la tua parte migliore, inventa altri tempi.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)