Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


//Removed by EUCookieLaw Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Linux su chiave USB?
#1
Da qualche mese mi sto avvicinando al mondo di Linux, e come alcuni magari già sanno da discussioni da me postate nel forum, sul mio portatile dovrei essere riuscito a ottenere un buon sistema operativo, almeno per un principiante come me. Ora però vorrei provare Linux nella maniera più "portatile" possibile, cioè vorrei installare un sistema operativo leggero su una chiave USB, che mi possa permettere di compiere operazioni ordinarie, come la navigazione in rete o la lettura di documenti vari.

Per questo mi chiedevo se fosse necessario, per prestazioni ottimali, un certo tipo di chiave USB, oppure su sul proprio pc bisognasse fare qualcosa di particolare per rendere possibile l'esecuzione del SO su tale supporto. Usando GAG penserei di potermela cavare configurando una volta per tutte il boot-loader di Linux presente nella mia chiavetta, e da lì avviarla. Non so se sto dicendo fandonie oppure potrebbe essere un buon metodo Wink

Ma veniamo al dunque, potreste dirmi secondo voi quale distribuzione potrebbe fare al caso mio? Ho letto che Damn Small Linux occupa 50MB, poi si può espandere, ma in realtà io ho una penna USB da 8GB e una da 2GB, quindi potrei anche optare per qualcosa di un po' meno small Wink ditemi voi, l'importante è che vada veloce!

Cita messaggio
#2
Se vuoi un solo sistema nella chiavetta GAG non ti serve. Invece dai uno sguardo:


http://translate.google.it/translate?hl=...rmd%3Divns


Sposto nella sezione

Software Portable USB
Cita messaggio
#3
Sembra interessante... Ma non ho capito esattamente se per "installare" la distribuzione sulla penna USB si intende installare il sistema operativo come se fosse un normale hard disk, oppure semplicemente anzichè masterizzare il live cd dalla iso, fare una "live USB"? Perchè io vorrei proprio un sistema operativo "in miniatura", non un semplice live cd.
Cita messaggio
#4
Devi solo scaricare la ISO e da Windows lanciare il programma indicando dove si trova la ISO scaricata e quale sistema operativo (Linux) si vuole mettere nella chiavetta.
Cita messaggio
#5
ok grazie mille! Secondo te quale distribuzione potrei adoperare? Posso disporre di più di 7GB di chiavetta usb volendo, quindi vorrei sapere se mi conviene lo stesso installare una di quelle distro leggerissime (tipo DSL) oppure qualcosa che occupi più spazio. Mi interessa soltanto che quel poco che deve fare lo faccia bene, soprattutto per quanto riguarda la navigazione in rete e la configurazioni di reti wireless (driver eccetera...).

La chiave usb in questione attualmente è in formato ntfs, può essere convertito normalmente durante il processo di installazione (in ext4 credo...) oppure devo pensarci prima?
Cita messaggio
#6
Puoi installare le distro che vuoi.

Ad esempio Ubuntu ufficiale ti prende 700 MB (se vuoi puoi dare dello spazio aggiuntivo per renderla persistente).

La mia Plus prende circa 2 GB in quanto già contenete tanto software e altre cose.
Cita messaggio
#7
(06-02-2012, 17:42 )Antonio_Cantaro Ha scritto: Puoi installare le distro che vuoi.

Ad esempio Ubuntu ufficiale ti prende 700 MB (se vuoi puoi dare dello spazio aggiuntivo per renderla persistente).

La mia Plus prende circa 2 GB in quanto già contenete tanto software e altre cose.
Rendere persistente significa che poi, una volta installata, posso installare a mia volta altri software che ritengo utili? Potresti essere così gentile da spiegarmi la differenza che intercorre tra questa procedura e una normale installazione in cui io (se è possibile, perchè non ho mai provato) utilizzo come disco per /,/home e boot la mia chiave USB?
Cita messaggio
#8
Rendere "persistente" significa che puoi mantenere quelle modifiche (aggiornamenti inclusi, ovviamente) che, a mano a mano, apporti.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#9
In termini di prestazioni che differenza c'è tra utilizzare una distro in tale modo, oppure installandola (se le dimensioni della distro stessa lo concedono) in modo vero e proprio sulla chiave USB?

Comunque utilizzando il programma PenDriveLinux ho messo Lubuntu in chiave USB e gli ho dato lo spazio massimo disponibile (se non erro 4gb) per effettuare modifiche in termini di software aggiornamenti eccetera. Devo dire che va molto meglio che su LiveCD!!
Cita messaggio
#10
Meglio del LiveCD ma peggio dell'installazione su Hard Disk.
Il LiveCD, peraltro, NON permette di "persistentare" (con la sola eccezione [importantissima, però!] di PuppyLinux, il quale permette di mantener le modifiche apportate anche "in LiveCD").
Tieni presente, comunque, per l'utilizzo su pen-drive, l'usura -ovvia- cui la pen-drive va incontro in questo modo.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum: