Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Mageia 2
#1
Qui: http://www.oneopensource.it/23/05/2012/m...#more-8757
Cita messaggio
#2
Sposto nella Sezione dedicata a PCLinuxOS e alle "distro" correlate in qualche modo ad esso, giacché (come succede anche per PCLinuxoS) anche Mageia ha parentele strette, alle sue origini, con Mandriva (la differenza è che Mageia, "distro" recentissima derivata direttamente da Mandriva, si è "staccata" da poco dalla sua "distro-madre", laddove PCLinuxOS, a questo punto, dopo tanti anni di sviluppo indipendente, se ne è quasi del tutto distaccato).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#3
Stanco ormai di Gnome sto provando Mageia2 e vi racconto le mie impressioni:
Difetti:
1) installer da migliorare, ha la pretesa di informare l'utente su cosa sta facendo, ma ci riesce solo parzialmente, rimane fermo a lungo su operazioni semplici
2) come pclos ha il vizio di attriburre l'ID 500 all'utente anziché 1000 come la maggior parte delle distro con conseguenti difficoltà di accesso alle partizioni esistenti, la finestra di configurazione utente ha un pulsante Avanzato, ma rimane nascosto e quindi non accessibile se l'utente non è preparato a cercarlo scrollando in basso
3) problemi ad installare software comuni come TeamViewer e Skype, occorre scaricare i tar.bz2 anziché gli rpm, tutte cose non da principianti.
4) difficoltà ad editare file di sistema come Root, occorre creare un lanciatore per il comando kdesu dolphin
Pregi
1) grafica piacevole e font sottili anche su Firefox
2) con kaffeine posso vedere la TV, cosa che non posso più fare da Gnome3 con Me-tv

vorrei, col vs aiuto allungare la lista dei pregi.
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#4
L' installar di mageia2 in soluzione completa dvd , è sempre il solito e classico installer di mandriva da sempre.
Quello delle live cd , è perfettamente identico sia a quello di pclinux che delle live di fedora .

ne skype ne timeviewer richiedono affatto di essere scaricati da tarbz .
Basta semplicemente attivare tutte le repositry , per defaults sono attive solo le 2 principali di sistema.
che questa a te fosse sfuggita , conoscendoti smanettone mi sorprende.
Comunque fra l' installazione da dvd completo e l' installazione da live cdrom kde , consiglio il livecdrom kde.
L' iso del dvd è nata tanto male quanto fortunatamente è invece ben riuscita l' iso livecd-kde.
Dal momento che poi i server repository , di mageia per completarla bene on line sono ottimi e rispondono con velocità in download di tutto rispetto , impantanarsi col dvd e il suo tempo di risposta anomalo , non vale la pena assolutamente.

Pregi - oltre all' ottimo aspetto grafico , mettici pure un ottima stabilità , ed un' elevato livello di personalizzazione. che in kde per chi lo conosce è sempre stato più elevato . Installata e messa a dura prova il giorno del suo rilascio , a tutt' oggi non da il benchè minimo segno di cedimento.
Difetti , manca di aggiornamenti sostanziali , almeno l' aggiornamento versione kde a versione attuale a quest' ora me lo sarei aspettato disponibile
Cita messaggio
#5
Ho installato da livecd kde perché 3.5 Gb mi sembravano troppi ed ho avuto fortuna.
Mi chiedo soltanto perché (vale per tutte le distro) non inserire sul desktop un pdf che spieghi come attivare i repo aggiuntivi e cosa c'è dentro.
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#6
(11-07-2012, 07:20 )patel Ha scritto: Ho installato da livecd kde perché 3.5 Gb mi sembravano troppi ed ho avuto fortuna.
Mi chiedo soltanto perché (vale per tutte le distro) non inserire sul desktop un pdf che spieghi come attivare i repo aggiuntivi e cosa c'è dentro.

Le comunità servono per comunicare, ma a quanto pare ascoltano poco i consigli di chi vuole la crescita del pinguino, giusta la tua osservazione di rilasciare un pdf come guida, ma nel mondo linux oltre alle ottime guide del professore, non c'è nulla.
Cita messaggio
#7
Non è che non ci sia davvero nulla: in lingua inglese, per esempio, in rete si trova parecchio. È in italiano (com'è anche giusto e perfettamente comprensibile) che si trova assai meno.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
(11-07-2012, 13:35 )procton771 Ha scritto:
(11-07-2012, 07:20 )patel Ha scritto: Ho installato da livecd kde perché 3.5 Gb mi sembravano troppi ed ho avuto fortuna.
Mi chiedo soltanto perché (vale per tutte le distro) non inserire sul desktop un pdf che spieghi come attivare i repo aggiuntivi e cosa c'è dentro.

Le comunità servono per comunicare, ma a quanto pare ascoltano poco i consigli di chi vuole la crescita del pinguino, giusta la tua osservazione di rilasciare un pdf come guida, ma nel mondo linux oltre alle ottime guide del professore, non c'è nulla.
hai mai visto il wiki della comunità di Arch? quello è straordinario... alla faccia della distribuzione "difficile", se ogni distro avesse un wiki del genere! =)

Monsee ha effettivamente ragione, in inglese si trova di tutto e di più anche sulla distro più sconosciuta, del resto è quella la lingua dell'informatica. Se non la si padroneggia difficilmente si capisce quel che si sta facendo...
Cita messaggio
#9
Le comunità servono per comunicare, ma a quanto pare ascoltano poco i consigli di chi vuole la crescita del pinguino, giusta la tua osservazione di rilasciare un pdf come guida, ma nel mondo linux oltre alle ottime guide del professore, non c'è nulla.
[/quote]
Per chi vuol tenere gli occhi chiusi può anche darsi che non ci sia nulla.
Per quanto mi risulta tutte le principali distribuzione dispongono di supporto a livello internazionale comprensivo di portali forum guide illustrate ed alla bisogna anche chatline il tutte le principali lingue,
Come Mandriva anche Mageia risente la necessità di ritrovare un assetto organizzativo definitivo , e di questo ne risente senza dubbio anche il lavoro svolto nello sviluppo del progetto che alla resa dei conti è alla sua seconda versione.
Cita messaggio
#10
(11-07-2012, 20:33 )francofait Ha scritto: Le comunità servono per comunicare, ma a quanto pare ascoltano poco i consigli di chi vuole la crescita del pinguino, giusta la tua osservazione di rilasciare un pdf come guida, ma nel mondo linux oltre alle ottime guide del professore, non c'è nulla.
Per chi vuol tenere gli occhi chiusi può anche darsi che non ci sia nulla.
Per quanto mi risulta tutte le principali distribuzione dispongono di supporto a livello internazionale comprensivo di portali forum guide illustrate ed alla bisogna anche chatline il tutte le principali lingue,
Come Mandriva anche Mageia risente la necessità di ritrovare un assetto organizzativo definitivo , e di questo ne risente senza dubbio anche il lavoro svolto nello sviluppo del progetto che alla resa dei conti è alla sua seconda versione.
[/quote]

Se segui la guida sul mio blog comunque sia per skype che per teamview non c'è alcun bisogno di conoscere l' inglese , sono nelle repositry e si installano con un clic di mouse come tutto il resto.
Unico eventuale problema per quanto riguarda skype è la versione che non è stata aggiornata a 4.x .
http://francofait.wordpress.com/category/mageia-linux/
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)