Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
No alla chiusura dell'Istituto e Plus remix su Distrowatch !
#1
Gentile Prof. Antonio Cantaro, giunto ai 46 anni ringrazio il cielo di non essermi diplomato nel suo istituto ma al Tecnico Geometri di Livorno, altrimenti sarei sempre in istituto a ripetere la quinta pur di seguirla da vicino.
A parte gli elogi la informo di aver mandato l'email da lei già predisposta per protestare contro la possibile chiusura del Majorana per accorparlo con altri istituti.
Le chiedo inoltre di valutare attentamente l'idea di regalare a questo Paese una derivata Ubuntu che a mio parere potrebbe scalare le classifiche di Distrowatch.
Ho scaricato ed installato la sua remix plus 8 64 bit insieme alla mia Funtoo di Daniel Robbins.
Aspetto presto una derivata dal nome ... che sò, Majorana, Etna veda lei.
Auguri di buon lavoro e grazie perchè in questo marasma italiano lei è sicuramente
un elemento di fierezza per questo Paese.

Idea Sleepy
Cita messaggio
#2
Che bel complimento! [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/laie/LaieA_060.gif] (ma il prode Antonio certo se lo merita)
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#3
Troppo buoni.
Cita messaggio
#4
(27-11-2011, 11:53 )Antonio_Cantaro Ha scritto: Troppo buoni.
Non siamo (sono) troppo buoni.
MERITI!
Diffida dei politici che ti sostengono nella battaglia contro l'accorpamento; lottano per loro e non per TE.


Cita messaggio
#5
devil Ha scritto:Diffida dei politici che ti sostengono nella battaglia contro l'accorpamento; lottano per loro e non per TE.
Per intanto, se son schierati per mantenere quelle prerogative cui l'Istituto Majorana ha sacrosanto diritto e non lasciar "fare a pezzi" (alla lettera!) il lavoro di anni e anni di didattica illuminata e intelligente (e che ha portato all'incremento delle iscrizioni nel corso degli anni), vuol dir che QUEI POLITICI han scelto di combattere dalla parte giusta: è un loro merito che NON è giusto cercar di sminuire. Così come gli elettori non scorderanno -ritengo- i nomi di quei politici che si son battuti per affossar le possibilità di crescita culturale dei ragazzi gelesi, non scorderan nemmeno i nomi di quelli che -invece- hanno scelto di battersi con tenacia affinché ai ragazzi gelesi venisse conservato un Istituto Majorana ancora attivo e "unito"... e non "smembrato" in deboli frattaglie...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#6
Non intendevo sminuire alcuno; dico soltanto che bisogna prenderli con "le pinze".
Vedrai che alla prima occasione si faranno avanti.
Prima ancor di essere politici sono cittadini e come tali devono lottare per una causa che ritengono giusta.
Buona serata.
Cita messaggio
#7
Faccio anch'io i complimenti al Professore per il servizio che svolge e per la dimostrata professionalità!
Cita messaggio
#8
Concordo con qunto detto nel forum. Certamente "smembrare una realtà è al difuori da qualsiasi logica. Ma un pensiero mi assilla su quanto letto sulla vicenda e mi spaventa, tutto questo trambusto è giusto? non c'è una legge che definisce i parametri. Perchè i politici paventano la loro partecipazione in favore di qualcuno e non fanno rispettare la legge?. Non sarebbe tutto più facile, senza creare preoccupazioni nei dipendenti e studenti. Mi fermo qui perchè nelle regole del forum, come dice il professore, non bisogna mai oltrpassare le regole della "SIGNORILITA'".
Cita messaggio
#9
roberto1155 Ha scritto:Perchè i politici paventano la loro partecipazione in favore di qualcuno e non fanno rispettare la legge?
Compito dei politici è quello di FARLE, le Leggi. Il farle rispettare, poi, naturalmente è responsabilità pertinente ad altri... Domandare ai politici di assumer ruoli che son loro interdetti (il "far rispettare la Legge" è compito di un diverso "Potere dello Stato", non di quello Legislativo) per Legge (dalla Costituzione, per l'esattezza) è un tipo d'appello destinato a cadere nel vuoto.
Inoltre, in questa fase, l'intera classe politica (specie quella "locale" [provinciale e comunale, per esempio]) si trova troppo lontana dall'approvazione popolare per poter osare di azzardare "rischi"... chiunque ci si provasse per davvero (e non si limitasse solo alle mere parole) perderebbe parecchio... e, forse, non soltanto riguardo alla sua carriera.
Il potere di un politico (chiunque egli sia) dipende tutto e interamente dalla consapevolezza che han del loro specifico diritto di voto (e del voto che han dato) i singoli elettori che l'hanno votato. Se tale consapevolezza scende troppo di livello, la forza di quel politico (a dispetto dell'alto numero di voti che può aver collazionato) scende praticamente a zero... e a lui ne resta in mano appena l'apparenza. Apparenza con la quale non si riesce -non da soli,- a far niente.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#10
Monsee ti ringrazio della precisazione e della fantastica spiegazione. Fortuna che il problema è stato risolto. Ciao
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)