Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


//Removed by EUCookieLaw Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 2 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Obsolescenza programmata, quanto durano le nostre cose?
#1
...interessante documentario che coinvolge lo spettatore sull'argomento della durata di vita programmata di tutto cio' che viene prodotto e venduto, partendo dal design accattivante. Problemi collaterali enormi di rifiuti, scorie e dello sfruttamento sconsiderato delle risorse non infinite dell'unico pianeta che abbiamo....


http://www.youtube.com/watch?v=v3LMnJtrSvw

 
"Per farsi dei nemici non è necessario dichiarar guerra; basta dire quel che si pensa..." M.Luther King

 
Cita messaggio
#2
Poco tempo fa avevo visto anch'io un documentario (credo nel programma Mistero) dove si parlava del fatto che tutto era fatto per durare un tempo prestabilito....senza curarsi dei danni ecologici derivanti dal fatto che se un elettrodomestico durasse 30 anni anzichè 8 ne guadagneremmo tutti...........tranne le case costruttrici.
 
Se senti dimentichi -  Se scrivi ricordi - Se fai IMPARI ! Exclamation
Cita messaggio
#3
Sono ormai quasi 50 anni che si manifesta contro gli interessi puramente egoistici delle case produttrici più svariate e svergognate, ricordo che 48 anni fa iniziavo a partecipare alle prime manifestazioni contro le scorie radioattive, contro lo smog e contro quanto di più schifoso si ossa produrre pur di raggiungere lo scopo di arricchire, perchè quello è il solo argomento che interessa le industrie. La deforestazione, altro argomento che già veniva discusso anche in maniera "decisa" per le strade di mezzo mondo, ma non è servito a fermare le sporche mani di chi nella mancanza di rispetto nei confronti della natura ci sguazza. Oggi abbiamo reso l'aria irrespirabile, e ancora dobbiamo farci sentire da chi è coperto dalle lobbyes e da affari miliardari. Ormai la decadenza si è presa i primi posti, i posti di spicco in un pianeta a dir poco agonizzante. Credo dovrebbe essere compito di tutti quello di gridare a gran voce lo sdegno che si smuove dentro i propri cuori, non si dovrebbe più stare solo a guardare, ma partecipare a tutte le iniziative che mirano alla riconquista dei valori base della terra, che malgrado tutto continua ad ospitarci, siamo figli di madre Terra, e chi muove i fili del disordine e dello sfacelo sono in pochi rispetto alle masse di popoli disinteressati ed amanti della natura. A sessant'anni mi accorgo di avere passato una vita a gridare avvertimenti che non son sono stati ascoltati, adesso siamo agli sgoccioli...
 
Cita messaggio
#4
Ciao,
tutte argomentazioni che non fanno una piega però il vero disfacimento del nostro pianeta e dell'umanità è dato dal valore che viene attribuito al denaro. E' lui il vero mostro! Denaro, oro, pietre preziose non valgono una goccia d'acqua però,  per denaro facciamo morire centinaia di milioni di persone, affamandole e non dando loro le cure mediche, per denaro si sono suicidati ultimamente molti nostri connazionali, sempre per denaro stiamo cannabilizzando il nostro pianeta.
Se volgiamo salvarci dobbiamo trovare una soluzione al "DIO" denaro!

Enzo
 

 

 

 
Occhio per occhio ed il mondo diventa cieco (Gandhi)
Quando hai fatto ciò che basta non toccar se no si guasta.
Cita messaggio
#5
Grazie per il documentario interessante e che fa riflettere, nelle scuole europee fortunatamente questo argomento viene trattato dai docenti, è frequente sentir parlare ragazzi e ragazze già dalle elementari di ecologia e rispetto per l'ambiente.
Il progresso può rivelarsi anche positivo se si ha la fortuna di vivere in un continente civile e democratico.
Giuseppe
Cita messaggio
#6
Interessante e istruttivo, in modo particolare mi ha colpito (e fatto incazzare [img]images/smilies/angry.gif[/img]) il fatto della stampante (meno male che non uso il pc per lavoro!).  
 
Cita messaggio


Vai al forum: