Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ottimizzare Ubuntu 12.04 per SSD
#1
Salve, volevo proporre con l'aiuto degli utenti più esperti la preparazione di una guida dettagliata su come ottimizzare ubuntu per SSD. visto che ormai questi HD di ultima generazione stanno diventanto abbordabili nel prezzo e che in molti portatili (fascia alta) vengono montati.

-Il prezzo attuale per gli hd SSD da 256GB è poco più di 100 euro,.

Vorrei inziara questa guida con un introduzione dove spiegare i prinicipali vantaggi e svantaggi derivanti dall'utilizzo di tale tecnogia.

-I vantaggi nel utilizzo di un SSD sono molteplici :

1)Lettura e scrittura costante senza cali di velocità, nettamente superiori agli hd meccanici(siamo sui 400 mb/sec in scrittura, contro i 40 mb/sec degli hd tradizionali)

2)Eliminazione di tutti le parti meccaniche, riducendo notevolmente la generazione di calore.

3)Basso assorbimento di corrente

4)Un altro vantaggio offerto dalla tecnologia SSD: attesa di vita (o meglio, durata) molto elevata.

5)Possibilità di operare ad una temperatura di 70 gradi Celsius o superiore, e sono pertanto più robusti dei normali hard-disk.

Veniamo agli svantaggi :

1)Prezzo : costano da 3 a 10 volte un HD tradizionale

2)Gli SSD hanno una capacità inferiore rispetto ai tradizionali HDD (256-512 Gb contro 1 o più terabyte).

3)L'SSD non è una tecnologia per tutti: esistono alcuni tipi di applicazioni nelle quali i vantaggi derivanti dall'uso di questa tecnologia non sono convenienti dal punto di vista economico (oppure non necessari dal punto di vista tecnico)

4)il tipo di tecnologia, impiegata per la fabbricazione dei dispositivi SSD non è in grado di supportare lo stesso numero elevato di cicli di scrittura dei normali HDD.

Il punto 4 è il motivo fondamentale per cui sono necessarie configurazioni particolari per allugare la vita dei nostri HD SSD.
Perchè se da un lato c'è un attesa di vita molto lunga e superiore agli hd tradizionali attuali,dall'altro c'è un numero di scritture finite, che una volta ragiunta l'hd è compromesso.
Non spaventatevi di ciò perchè questo numero è davvero elevato.
Ad esempio alcune case produttrici come samsung danno ai propri hd ssd tre anni di garanzia contro i 2 degli hd standard di molte altre case.
Cita messaggio
#2
Dopo aver postato l'introduzione vorrei postare alcune delle modifiche da effettuare che ho trovato in giro sulla rete,chidere come effettuarne alcune, inoltre vorrei il consiglio su altre modifiche se possono rendere il sistema instabile o se i vantaggi sono inferiore agli svantaggi.

Vediamo alle domande :

1)Come fare a : Verificare se ci sono aggiornamenti per il firmware del proprio SSD, ed eseguirli.

2)Come fare : Allineamento partizioni, se il programma di partizionamento all interno di ubuntu 12.04 plus remix 9 lo fa in automatico, se in alternativa è possibile farlo dopo aver creato partizioni ed installato sistema. Ho trovato una guida in proposito ma ci ho capito poco e niente.
Link : https://wiki.archlinux.org/index.php/Sol...taliano%29

Cose da fare :

3)Settare la porta SATA del disco in modalità AHCI (nel bios) altrimenti in modalità RAID il TRIM non funzionerebbe.

4)Abilitare sulle varie partizioni (di solito / ed /home) presenti nel file /etc/fstab le seguenti opzioni:
- TRIM (discard)
- COMMIT TIME (commit=X) dove X è un valore espresso in secondi che indica il ritardo di scrittura dei dati su disco (può variare da 30 a 120 in base ai propri gusti). Di default è di soli 5 secondi. Evita la scrittura continua di pochi dati sul disco.
- NOATIME e NODIRATIME (evita che all'accesso dei file e delle directories in lettura venga scritta ogni volta la data di accesso). Vanno sostituiti all'opzione RELATIME.
- NOUSER_XATTR (evita gli attributi estesi per gli utenti ...non ho ben capito a che serve ma credo migliori le prestazioni dell'SSD). Se si tratta di un server o di un ambiente di produzione è forse meglio non usare questa opzione e lasciare gli attributi estesi attivati.

5)Spostamento SWAP su un disco meccanico oppure settare la cosiddetta SWAPPINESS in maniera tale che si ricorra il meno possibile allo swap. Per settare swappiness (e anche cache pressure):

Codice: Seleziona tutto
cat <<EOF | sudo tee -a /etc/sysctl.conf
vm.swappiness=1
vm.vfs_cache_pressure=50
EOF


La swappiness può essere impostata anche a 0 (molti usano la swap solo per ibernare).

Per lo spostamento su disco meccanico aggiungere una riga simile a questa nel file /etc/fstab:

Codice: Seleziona tutto
# swap was on /dev/sdb3 during installation
UUID=xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx none swap sw 0 0



l'UUID lo si ottiene col comando:

Codice: Seleziona tutto
sudo blkid

A questo punto volgio fare una precisazione : questo passo può essere saltato se si fa un installazione personalizzata del sistema e si crea la partizione di swap su un altro dispositivo durante l'installazione, nel mio caso specifico ad esempio ho deciso di inserire una sd nel portatile e creare una partizione di swap sulla sd.

6) Spostamento delle directory temporanee e dei log sulla RAM o su un disco meccanico. Per lo spostamento sulla RAM aggiungere al file /etc/fstab le seguenti righe:

Codice: Seleziona tutto
tmpfs /tmp tmpfs defaults,noatime,mode=1777 0 0
tmpfs /var/tmp tmpfs defaults,noatime,mode=1777 0 0
tmpfs /var/log tmpfs defaults,noatime,mode=0755 0 0

Su un sito a questo passo consigliavano di salvare i log su un hd o memoria esterna anzichè in ram, poichè
potrebbero tornare utili.

Per lo spostamento su disco meccanico aggiungere una riga simile a questa nel file /etc/fstab:

Codice: Seleziona tutto
# /var was on /dev/sdb5 during installation
UUID=xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx /var ext4 relatime,errors=remount-ro 0 2

7) Spostamento cache e profili del browser sulla RAM o su un disco meccanico.
http://ukuntu.blogspot.it/2011/09/accorg...disco.html
https://wiki.ubuntu.com/MagicFab/SSDchecklist
https://wiki.archlinux.org/index.php/Spe...sing_tmpfs

Adesso vorrei dei cosigli se i seguenti accorgimenti possono essere utili, o destabilizzare il sistema e come farle, e se davvero ne vale la pena :

1)Disattivare il journaling nel file system (sono davvero tanto le scritture che fa un file system journaling rispetto a un sistema che non lo ha?, non si rischia di destabilizzare il sistema eliminandolo?).

2)Quando uno scarica dei pacchetti pacchetti per poi installarli con i classichi comandi tipo sudo apt-get o da ubuntu software center scaricarli direttamente in ram.

3)Rimuovere le applicazioni recenti e non fargliele mai salvare o in alternativa metterle in RAM.

4)Spostare la cartella scaricati su una SD o un supporto di memorizzazione secondario.

5)In windows l'indicizzazione del disco scrive continuamente sul disco , non so se questo servizio esiste anche su linux e come funziona ma se esiste e funziona come in windows vorrei sapere come disattivarlo.

6)In windows bisogna anche 7. Disattivare, ridurre o spostare il file di paging vorrei sapere come fare ciò in linux , o se tale funzione è sostituita dalla swap.

7)eliminare ibernazione, Prefetch, giunzioni e collegamenti simbolici.

8)infine alcune guide per ssd per sistemi windows consigliano anche di disattivare il cerca (cosa molto scomoda a volte) visto che non ho capito come ma quando cerca comunque scrive su disco, se il cerca di linux funziona allo stesso modo sarebbe opportuno aggiungere anche questa modica e lasciare segliere agli utenti se farlo oppure no.

Non esistate ad agguingere cose e come farle se vi vengono in mente.
Resto in attesa di vostre spiegazioni ed eventuali aggiornamenti per poter finire questa guida.
Cita messaggio
#3
Pare che venga consigliato di utilizzare in realtà l'unità SSD solo per il 75% della sua capacità,oltre vengono ridotti i vantaggi in velocità rispetto ad un hardisk tradizionale.
Altra cosa,sul SSD andrebbero salvati solo file ovviamente di sistema,programmi,giochi,
a cui si deve accedere frequentemente e rapidamente,inutile conservare collezioni multimediali,che occupano grande spazio,e non hanno necessità di velocità di accesso.

Cita messaggio
#4
certo questo è ovvio , mi ero dimenticato di dire che va riempito massimo al 75%, bravo brunik per averlo giustamente segnalato, per il resto sai dirmi nulla sulle cose segnalate sopra?o sui come fare a?
Si attendono risposte per poter creare una nostra guida
Cita messaggio
#5
(20-12-2013, 11:57 )angelicfury Ha scritto: 1)Come fare a : Verificare se ci sono aggiornamenti per il firmware del proprio SSD, ed eseguirli.
Bisognerebbe controllare sul sito produttore ssd,aggiornamento rilasciato in immagine iso avviabile,per cd e usb ad esempio per INTEL

Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)