Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
PCLinuxOS Enlightenment E-17 Barebones-Laptop
#1
Mi è stata consigliata da un altro utente del forum questa distribuzione linux per il mio portatile, in quanto non affetta dal famigerato bug al kernel che prosciuga la batteria in poco tempo.

Ho mille domande da fare in proposito, parto con le prime...
E' abbastanza "user-friendly" da quel poco che ho intuito, giusto? e poi mi sembra che questa versione sia una specie di "base" molto scarna da cui partire per rimodellarla a secondo degli scopi dell'utente. Questa operazione può essere molto complicata? tenete conto che non avrei intenzione di apportare chissàquali modifiche, giusto quel che serve per navigare veloce, leggere documenti di testo, pdf e simili, e personalizzare un po' l'ambiente desktop. il resto imparerò a farlo col tempo...

l'iso come funziona? è un live cd come succede per ubuntu e derivate? se volessi provarlo su virtual box, voi mi consigliate metterlo su ubuntu o su windows7?
Cita messaggio
#2
PCLinuxOS è una "distro" estremamente user-friendly e facile da usare, è vero. Non richiede praticamente mai di far ricorso alla shell o di usare il Terminale (tutto si può fare con gli appositi programmi a disposizione, in ambiente grafico).
Enlightenment E-17 (E-17 indica che si tratta della versione 17) è un desktop-environment ricco e elegante, esteticamente molto accattivante, abbastanza diverso dagli altri (qualcosina di simile per come appare la struttura all'occhio, con LXDE, ma con capacità di ottenere effetti grafici quali trasparenze e simili, che fa pensare più a KDE). E-17 è un deskltop-environment decisamente leggero (si può raffrontare, in questo, a XFCE). Essendo abbastanza "diverso" (nell'uso) da quelli che probabilmente conosci, potrebbe apparirti un po' complicatino -al principio,- ma non ci vuole molto a capir come funziona la configurazione, quando lo si ha dinnanzi agli occhi.
Di base, c'è una "barra" in basso a partire dalla quale si può far praticamente tutto. Non è dato di porre icone sul dektop, invece, né di aggiungere ulteriori "barre". Ma quel che c'è basta per qualsivoglia esigenza.
Si possono installare "aggiunte" ad Enlightenment un po' come si installan le "estensioni" in LibreOffice o in browsers come Firefox e Opera... per cui, dopo che ci avrai un po' preso la mano, potrai davvero impostar le cose "a modo tuo".
Su dove usare Virtualbox non saprei cosa consigliarti, onestamente. Ritengo che, tutto sommato, usarlo su Windows oppure su UBUNTU non dovrebbe mutare più di tanto le impressioni che dovresti avere.
In quanto alla ISO: masterizzandola su CD otterrai un LiveCD, che si può usare anche per fare l'installazione.
Alla prima schermata che appare bisogna premere il tasto F2. Nell'elenco di lingue che appare, scegliere l'italiano. Fatto questo, premere il tasto INVIO per andare in "live".
Il LiveCD è in inglese (ma potrai impostare la tastiera italiana). Dal desktop-live potrai sceglier di installare sull'Hard Disk.
Puoi chiedere senza problemi notizie e info sulla procedura di installazione qui.
Sarebbe molto importante, prima di tutto, saper la situazione esatta del tuo Hard Disk (partizioni, altre "distro" installate, se c'è Windows o no, etc...) al fine di fornirti appropriate istruzioni.
Al termine dell'installazione, ti troverai il Sistema in lingua inglese (ma con la tastiera italiana).
Dovrai, per prima cosa, impostare un solo e unico Repository (quello del GARR di Napoli), poi effettuare un aggiornamento completo del Sistema e quindi verificare che alcuni pacchetti -si tratta di 7 pacchetti che ti indicherò- sian quelli aggiornati...
Tutto questo si può far dall'interfaccia del programma "Synaptic" (che è il Gestore di Pacchetti"). Rammenta che PCLinuxOS usa pacchetti RPM (non pacchetti DEB come, invece, UBUNTU) e che fra UBUNTU e PCLinuxOS non ci sono, in pratica, gran che somiglianze (quel che va bene per UBUNTU, non va bene affatto, invece, per PCLinuxOS).
Soltanto DOPO aver fatto quel che ho detto sopra, potrai lanciare il "Localization Manager", il quale provvederà a tradurre il Sistema in lingua italiana.
Al termine di tutto, rientrato sul tuo desktop, ti accorgerai che il Sistema è in italiano, ma che Enlightenment, invece, presenta ancora molto inglese. Questo accade perchè Enlightenment va impostato a parte: ti spiegherò dove cliccare e anche il tuo Enlightenment si metterà a parlare italiano.
Fatto anche questo, provvederai ad installare LibreOffice (in italiano) attraverso l'apposito Manager.
Fatto anche questo, provvederai ad impostare in Synaptic (accanto al Repository del GARR di Napoli che già hai impostato prima) anche un secondo Repository (quello dei "Megagames" [si tratta di tutti videogiochi... e piuttosto voluminosi]). Tale Repository NON va impostato prima perchè l'intero processo di italianizzazione fallisce se è impostato più di un Repository (e fallisce anche se non si è prima provveduto ad effettuare un completo aggiornamento del Sistema [aggiornamento che va fatto quando ancora si è in lingua inglese]).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#3
ok mi hai proprio incuriosito! Wink intanto grazie mille per la disponibilità.
dato che l'installazione mi sembra una cosa un po' più laboriosa di ubuntu per una settimana o due non credo che ci metterò mano, sono molto impegnato con degli esami universitari, e anche per questo devo evitare che succedano piccoli disastri nel pc. la situazione del mio portatile è la seguente:

- devo, e sottolineo DEVO, usare windows, per via di alcuni programmi di grafica industriale che ci sono solo per windows
- però voglio anche impratichirmi con linux, quindi attualmente ho installato in dual-boot ubuntu 11.10 e windows7.
- ho una partizione molto voluminosa in cui è presente windows 7 e i miei dati. poi ci sono due partizioni più piccole, una di recovery di windows e una chiamata system che non ho toccato ed era presente sin da quando ho comprato il pc dieci mesi fa. poi c'è la partizione estesa che ho deciso di dedicare a linux, contenente:
15 gb ext4 /
60 gb ext4 /home
4 gb di swap (la mia ram è di 4 gb)

l'importante è che, dal momento in cui installo questo nuovo sistema operativo, il boot-loader di windows non vada a quel paese, che quindi grub venga sostituito immediatamente da un suo equivalente funzionante.
ad ogni modo, PClinuxOS può sostituirsi nel mio calcolatore ad ubuntu nelle partizioni che già ci sono?
Cita messaggio
#4
Ciao Matteo, si puoi installare tranquillamente pclinuxos in quelle partizioni(basta indicargli naturalmente come per ubuntu quali sono / e /home) , e sostituire cosi ubuntu se vuoi.
Per il boot, puoi stare tranquillo pclinuxos(e a buon ragione anche questa versione) usa il vecchio grub-legacy, la versione precedente a quello di ubuntu, che riconosce benissimo windows
Cita messaggio
#5
PCLinuxOS può tranquillamente esser sostituito ad UBUNTU.
Non solo: è anche possibile ripristinar direttamente l'MBR di Windows e tener soltanto quello (insomma, proprio come se nel PC avessi unicamente Windows).
Per fare questo ti servono soltanto 2 cose: un Lettore Floppy USB (che costa poche decine di euro [circa una 40ina e prendi un ottimo Lettore-Floppy USB]) e un floppy-disk di qualità (se ne trovano ancora molto facilmente: Verbatim ne produce una serie "multicolore" che funziona alla grande).
In pratica, la cosa funziona così:
1) si ripristina il boot-loader di Windows sull'MBR (esiston varie strade per far questo: Antonio ha pubblicato sul Sito del Majorana ottimi articoli al riguardo) e poi ci si tiene quello. Come risultato, quando si avvia il PC, viene avviato direttamente e unicamente Windows. Nessun rapporto con PCLinuxoS (che Windows non è nemmeno in grado di vedere);
2) si collega il Lettore-Floppy USB (vuoto) al computer, poi si avvia in LiveCD PCLinuxOS. Giunti sul desktop, si infila il floppy-disk dentro al Lettore Floppy USB. Si aspetta un minito che ci sia il riconoscimento (bastan pochi secondi, ma esser prudenti è giusto) e poi si avvia normalmente l'installazione di PCLinuxOS. Al termine dell'installazione di tutto quanto, l'ultima fase (quella proprio finale) è l'installazione del GRUB di PCLinuxOS. A questo punto, è possibile (da interfaccia grafica: ossia dalla finestra di installazione di GRUB) selezionare il floppy-disk come luogo in cui installare il GRUB di PCLinuxOS. Dando le giuste istruzioni (che posso mostrarti nei dettagli [NON serve affatto usare il Terminale, né far ricorso alla riga di comando]), si avrà che il GRUB di PCLinuxOS installato direttamente dentro al floppy-disk.
Da quel momento in poi, se NON avrai quel floppy-disk inserito nel Lettore, verrà avviato automaticamente Windows. Se invece inserirai il floppy-disk e POI avvierai il PC, verrà avviato automaticamente PCLinuxOS.
Nessun "bisticcio" fra i due nell'MBR. Nessun bisogno di "riscrivere l'MBR. L'MBR resta uguale identico a come lo vuole Windows.
Ma PClinuxOS potrà, ogni volta che vorrai, accedere liberamente alle Partizione Windows, mentre Windows non sarà in grado mai di accedere alle Partizioni di PCLinuxOS.
Io uso questo genere di configurazione (laddove ho anche Windows, dal 2007... e mai ho incontrato il benché minimo problema, mai ho avuto intoppo alcuno).
Nessuno dei miei floppy si è mai "deteriorato" (in 4 anni e mezzo di utilizzo quotidiano), ma -se mai ciò accadesse, lo si può facilmente ricreare usando il LiveCD di PCLinuxOS.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#6
Capisco, questa mi sembra una buona idea, ci penserò su... però in fin dei conti se PClinuxOS sarà funzionale come credo lo userei sicuramente più di windows, e quindi utilizzerei windows solo nei rari casi in cui non posso fare altrimenti... ad esempio ora nella schermata di grub ho in testa ubuntu e poi sotto windows, e mi va bene così... l'importante è che quando mi serva windows lo possa usare. per il resto ho intenzione di usare linux come sistema operativo "di default". vorrei qualcosa di veloce, duraturo e senza virus&co, in pratica non voglio usare molto spesso windows XD

adesso sto scaricando l'iso... settimana prossima avrò modo di provarlo e di dirti le mie impressioni Wink
Cita messaggio
#7
La via più agevole, semplicemente, sarebbe, allora, quella di installar PCLinuxOS al posto di UBUNTU e mettere il suo GRB nella Partizione di ROOT (non nell'MBR!)... dopo di che, si installa un boot-manager (che si chiama GAG ed è semplicissimo) e si riesce ad avviare Windows semplicemente premendo il tasto del numero 2 (quello che serve a scrivere il numero, intendo) dinnanzi alla schermata di GAG oppure PCLinuxOS semplicemente premendo il tasto del numero 3... senza alcun rischio di poter -magari- un giorno incasinar qualcosa accidentalmente e ritrovarsi a dover "smanettare"...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
(21-01-2012, 22:21 )monsee Ha scritto: La via più agevole, semplicemente, sarebbe, allora, quella di installar PCLinuxOS al posto di UBUNTU e mettere il suo GRB nella Partizione di ROOT (non nell'MBR!)... dopo di che, si installa un boot-manager (che si chiama GAG ed è semplicissimo) e si riesce ad avviare Windows semplicemente premendo il tasto del numero 2 (quello che serve a scrivere il numero, intendo) dinnanzi alla schermata di GAG oppure PCLinuxOS semplicemente premendo il tasto del numero 3... senza alcun rischio di poter -magari- un giorno incasinar qualcosa accidentalmente e ritrovarsi a dover "smanettare"...

ma senza il boot-manager cosa succederebbe? vedrei all'inizio una schermata simile a grub in cui devo spostarmi con le frecce su/giù per decidere cosa avviare, oppure il boo-manager serve proprio a fare questo?

per installare i vari programmi, GAG così come LibreOffice o qualsiasi altra applicazione, da quello che ho capito esiste un'equivalente dell'Ubuntu Software Centre, ma più efficiente, perchè non si ricorre al terminale, giusto? (scusa se continuo a fare confronti con ubuntu ma è l'unico metro di paragone che possiedo...)
Cita messaggio
#9
Ti sconsiglio di far gestire da un GRUB (o da un GRUB2 o da un LILO, etc...) un Sistema (o una "distro") differente da quello a cui è naturalmente collegato.
Per installare GAG si può fare in due modi: o lo si installa da floppy-disk (io faccio così: usando allo scopo un Lettore-Floppy USB) oppure lo si installa usando un LiveCD (ad esempio, nella ISO dell'Ultimate BootCD [UBCD], fra le tante alctre cose, c'è anche GAG)... difatti, scaricando il programma da Internet, si ottiene un file zippato all'interno del quale son stipati vari files e cartelle: una volta estratti, si può sceglier se creare un floppy-disk oppure un LiveCD. GAG supporta svariate lingue, italiano incluso... ed è semplicissimo da usare (e anche da instalalre e configurare).
Quel che vedi accendendo il PC, se usi GAG, è una schermata di GAG con delle scelta (una per il floppy-disk [presente anche se non hai floppy] che è collegato al tasto che serve a scrivere il numero 1... e un'altra, collegata ad un tasto numericamente, a mano a mano, successivo, per ogni Sistema Operativo o "distro" installato sull'Hard Disk). Nel tuo caso, Windows verrà associato al tasto numero 2 (è il primo dei tuoi Sistemi operativi). GAG supporta sia Windows che GNU/Linux che BSD (tutto, dunque), sia a 32 bit che a 64 bit.
Installare e configurar completamente GAG richiederà, a te, più o meno 30 secondi, un minuto al massimo (naturalmente, io son perfettamente disponibile a mostrarti nei dettagli cosa fare: ma è davvero un gioco da ragazzi). Nessun bisogno di usare il Terminale, nessun bisogno di ricorrere alla shell. Vedi tutto sullo schermo e clicchi col mouse, oppure premi un tasto (il tasto che vedi indicato sullo schermo accanto alla scelta che intendi fare). Facilissimo, dunque, anche per chi mai ha avuto alcunché a che fare con un PC. Per la pagina ufficiale di GAG: [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif]

Non mi disturba che tu faccia confronti con UBUNTU: è naturale fare confronti con quel che si conosce.
L'UBUNTU Software Center è, in realtà, la parziale "localizzazione" del vero e proprio Gestore di Pacchetti di UBUNTU (che si chiama Synaptic).
In PCLinuxOS c'è un analogo Gestore di Pacchetti (che non gestisce il formato DEB, usato solo dalle Debian-based, bensì il formato RPM [PCLinuxoS, infatti, deriva da Mandriva -anche se oramai se ne è enormemente allontanato- e usa pacchetti RPM]). Anche PCLinuxoS, come Gestore dei Pacchetti, usa Synaptic, ma l'implementazione di Synaptic in PClinuxOS è stata per davvero estremamente buona, col risultato che in tutto il tempo in cui ho usato PCLinuxOS (dalla primavera del 2007 ad oggi, insomma) non ho MAI avuto alcun "problema di dipendenze": Synaptic ha sempre funzio9nato con la precisione di un orologio svizzero.
In PCLinuxOS, dunque, è attraverso Synaptic (con un semplicissimo click del mouse) che si installano i pacchetti (e, dunque, i vari Programmi). Fa eccezione l'installazione della "localizzazione" (che è automatizzata e si avvia con un click) e l'instalalzione del solo LibreOffice (anch'essa automatizzata e avviabile con un semplice click).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#10
di tutto quello che mi hai detto credo di avere capito a grandi linee tutto...fuorchè questo:
Citazione:Dovrai, per prima cosa, impostare un solo e unico Repository (quello del GARR di Napoli)
non so che significhi =(

per il resto dovrei avere capito. tra oggi e domani provo il live cd, se poi volessi procedere con l'installazione vera e propria e installassi il sistema operativo in inglese, dando le partizioni /, /home e swap in modo corretto (il formato ext4 in cui già sono -esclusa quella di swap- va bene? ci pensa il programma di installazione a formattarle?) avrei un sistema non aggiornato, non nella mia lingua ma comunque funzionante, no? e soprattutto che fine fa windows se non ho ancora installato il boot manager che mi hai detto?

vorrei capire se tutti i vari passaggi che mi hai illustrato possono essere fatti in tempi diversi, oppure bisogna farli tutti assieme. in tal caso avrei bisogno di un pomeriggio libero che non avrò per una o due settimane XD

PS ho visto che in rete ci sono guide per l'utilizzo di PClinuxOS versione "ufficiale"... esattamente quanto questa versione si discosta de quelle che vedo in rete? in altre parole, la maggior parte dei problemi e cose che non capivo di windows o ubuntu le ho cercate in rete, e trovo una guida per fare qualsiasi cosa, forse se ne trovano persino troppe. con questa particolare "distro" non farei un po' fatica a fare la stessa cosa? certo sarebbe anche più bello perchè sembra molto più do-it-yourself Wink
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)