Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
PEC Posta Elettronica Certificata gratuita
#1

PEC significa Posta Elettronica Certificata ed in Italia ha il valore legale della raccomandata con ricevuta di ritorno. Entro il 30-06-2013 tutte le ditte individuali dobvranno munirsi di PEC, mentre le società di capitale lo avevano fatto lo scorso novembre. Per il cittadino la PEC non è, ancora, obbligatoria, ma avere una PEC gratuita è utile e comodo. Il Governo italiano fornisce un servizio di PEC, completamente gratuito, a tutti i cittadini italiani (e non solo) maggiorenni, col quale è possibile comunicare con la Pubblica Amministrazione. Vedremo, allora come fare … continua …

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33

Ciao, Antonio.
Cita messaggio
#2
Ulteriori precisazioni indicate da mauriziod:


http://www.suseitalia.org/forum/offtopic...ent-109534
Cita messaggio
#3
anche alcune banche la stanno offrendo gratis ai correntisti.
io ce l'ho da un po ma non l'ho mai usata. Smile sorriso originale
da poco è obbligatoria per le imprese.
se prende piede sara molto comoda per tutti
Cita messaggio
#4
in merito vi sono pec non gratuite ma economiche equivale a dire 5€ per un anno pec-->€
Cita messaggio
#5
(30-06-2013, 12:39 )wiktor Ha scritto: anche alcune banche la stanno offrendo gratis ai correntisti.
io ce l'ho da un po ma non l'ho mai usata. Smile sorriso originale
da poco è obbligatoria per le imprese.
se prende piede sara molto comoda per tutti

Purtroppo la PEC gratuita si può usare *solo* per comunicazioni con la Pubblica Amministrazione e questo costringe chi la vuole usare a 360 gradi ad averne un'altra e a quel punto la gratuita diventa un doppione poco utile.

ciao
renato
Cita messaggio
#6
(25-06-2013, 17:31 )Antonio_Cantaro Ha scritto:
PEC significa Posta Elettronica Certificata ed in Italia ha il valore legale della raccomandata con ricevuta di ritorno. Entro il 30-06-2013 tutte le ditte individuali dobvranno munirsi di PEC, mentre le società di capitale lo avevano fatto lo scorso novembre. Per il cittadino la PEC non è, ancora, obbligatoria, ma avere una PEC gratuita è utile e comodo. Il Governo italiano fornisce un servizio di PEC, completamente gratuito, a tutti i cittadini italiani (e non solo) maggiorenni, col quale è possibile comunicare con la Pubblica Amministrazione. Vedremo, allora come fare … continua …

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33

Ciao, Antonio.

egr. prof. Antonio Cantaro

Non voglio fare il saccente, ci mancherebbe, ma forse sarebbe meglio specificare e distinguere tra PEC e CEC PAC ovvero la PEC è Posta Elettronica Certificata, e vale come raccomandata tra chiunque, quindi, cittadino e cittadino, cittadino ed società, società e ditta, ecc. e la forniscono server privati, vedi ARRUBA, ma a pagamento, anche se di pochi euro l'anno, mentre, quella fornita gratuitamente dal governo è la CEC PAC ovvero Comunicazione Elettronica Certificata tra Pubblica Amministrazione e Cittadino, ma non la si può usare per comunicare, come nel caso della PEC, tra cittadino e cittadino, cittadino ed socità, società e ditta, ecc. la si può usare ESCLUSIVAMENTE con la pubblica amministrazione e ancora da considerare che, se la pubblica amministrazione avesse da comunicarci qualcosa, una volta registrati, lo farà solo ESCLUSIVAMENTE, attraverso la casella mail, se per qualche motivo non potessimo visionarla, per un problema tecnico, rottura del pc, o altro, saremmo in difficoltà perchè noi l'avviso è come se lo avessimo ricevuto anche se non lo abbiamo di fatto potuto leggere, quindi è da valutare bene se uno vuole o no attivare una casella di CEC PAC (non PEC) con la pubblica amministrazione.
Mi sono sentito in dovere di fare questa distinzione e precisazione.
Grazie
Cita messaggio
#7
(20-07-2013, 17:26 )Massimo Ha scritto:
(25-06-2013, 17:31 )Antonio_Cantaro Ha scritto:
PEC significa Posta Elettronica Certificata ed in Italia ha il valore legale della raccomandata con ricevuta di ritorno. Entro il 30-06-2013 tutte le ditte individuali dobvranno munirsi di PEC, mentre le società di capitale lo avevano fatto lo scorso novembre. Per il cittadino la PEC non è, ancora, obbligatoria, ma avere una PEC gratuita è utile e comodo. Il Governo italiano fornisce un servizio di PEC, completamente gratuito, a tutti i cittadini italiani (e non solo) maggiorenni, col quale è possibile comunicare con la Pubblica Amministrazione. Vedremo, allora come fare … continua …

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33

Ciao, Antonio.

egr. prof. Antonio Cantaro

Non voglio fare il saccente, ci mancherebbe, ma forse sarebbe meglio specificare e distinguere tra PEC e CEC PAC ovvero la PEC è Posta Elettronica Certificata, e vale come raccomandata tra chiunque, quindi, cittadino e cittadino, cittadino ed società, società e ditta, ecc. e la forniscono server privati, vedi ARRUBA, ma a pagamento, anche se di pochi euro l'anno, mentre, quella fornita gratuitamente dal governo è la CEC PAC ovvero Comunicazione Elettronica Certificata tra Pubblica Amministrazione e Cittadino, ma non la si può usare per comunicare, come nel caso della PEC, tra cittadino e cittadino, cittadino ed socità, società e ditta, ecc. la si può usare ESCLUSIVAMENTE con la pubblica amministrazione e ancora da considerare che, se la pubblica amministrazione avesse da comunicarci qualcosa, una volta registrati, lo farà solo ESCLUSIVAMENTE, attraverso la casella mail, se per qualche motivo non potessimo visionarla, per un problema tecnico, rottura del pc, o altro, saremmo in difficoltà perchè noi l'avviso è come se lo avessimo ricevuto anche se non lo abbiamo di fatto potuto leggere, quindi è da valutare bene se uno vuole o no attivare una casella di CEC PAC (non PEC) con la pubblica amministrazione.
Mi sono sentito in dovere di fare questa distinzione e precisazione.
Grazie

Confermo in pieno ciò che ha esposto Renato, inoltre aggiungo che detta PEC non supporta gli standard internazionali per la posta certificata, è una posta certificata all'italiana fatta per arricchire chi ha allestito tutto l'ambaradam.
"Inoltre l'ISCOM solleva il reale problema dell'interoperabilità che nella legge n. 2 del 2009 è comunque previsto. Peccato che la PEC made in Italy non lo sia. La PEC è stata inventata solo per parlare con equivalenti caselle PEC, in un giro vizioso ed inutile per il quale sono stati stanziati e spesi ben 50 milioni di euro."Undecided

saluti
Cita messaggio
#8
Indicare le sigle serve a poco per quanti non li conoscono, se leggete bene l'articolo è scritto:

"... Si precisa che la PEC gratuita governativa può essere usata solo e solamente per rapporti tra il Cittadino e la Pubblica Amministrazione e viceversa. Significa che tale PEC non si può utilizzare per comunicazioni con società private o con altri cittadini. ...."
Cita messaggio
#9
(20-07-2013, 18:05 )adelino23 Ha scritto: Confermo in pieno ciò che ha esposto Renato, inoltre aggiungo che detta PEC non supporta gli standard internazionali per la posta certificata, è una posta certificata all'italiana fatta per arricchire chi ha allestito tutto l'ambaradam.
pensa un po', io pensavo che Massimo si chiamasse Massimo e invece si chiama Renato! Tongue
per il resto in effetti hai abbastanza ragione, tuttavia le cose in futuro sono destinate a cambiare perché si prevede che la PEC dovrebbe diventare, almeno per i liberi professionisti (penso ad avvocati e commercialisti soprattutto), lo strumento principale di comunicazioni "ufficiali". Rimane il fatto che ci vuole un servizio a pagamento.

(20-07-2013, 17:26 )Massimo Ha scritto: e ancora da considerare che, se la pubblica amministrazione avesse da comunicarci qualcosa, una volta registrati, lo farà solo ESCLUSIVAMENTE, attraverso la casella mail, se per qualche motivo non potessimo visionarla, per un problema tecnico, rottura del pc, o altro, saremmo in difficoltà perchè noi l'avviso è come se lo avessimo ricevuto anche se non lo abbiamo di fatto potuto leggere, quindi è da valutare bene se uno vuole o no attivare una casella di CEC PAC (non PEC) con la pubblica amministrazione.
questo è veramente un aspetto preoccupante del marchingegno Undecided
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#10
(20-07-2013, 17:26 )Massimo Ha scritto: e ancora da considerare che, se la pubblica amministrazione avesse da comunicarci qualcosa, una volta registrati, lo farà solo ESCLUSIVAMENTE, attraverso la casella mail, se per qualche motivo non potessimo visionarla, per un problema tecnico, rottura del pc, o altro, saremmo in difficoltà perchè noi l'avviso è come se lo avessimo ricevuto anche se non lo abbiamo di fatto potuto leggere, quindi è da valutare bene se uno vuole o no attivare una casella di CEC PAC (non PEC) con la pubblica amministrazione.
questo è veramente un aspetto preoccupante del marchingegno Undecided
[/quote]

Ciao a tutti
non voglio fare polemica ma la barca è in alto mare con queste PAC varie io avrei bisogno di chiarezza e non nebbia come tutti credo.
Che se faccio qualcosa sia la cosa giusta (sono stufo delle varie fregature governative e inpreditoriali varie)
Allora la tanto sbandierata CEC PAC è una cosa di utilità zero, no internazionale, in caso di rottutre pc siamo a mal partito.
Quindi un normale cittadino nella fattispece io per comunicare con pubblica amminiatrazione, aziende private, ecc,ecc.
1 cosa debbo attivare ?
2 mi possono rifiutare un invio di documento ?
3 cosa fare a livello internazionale ?
4 il tutto per la comunicazione certificata quanto viene a costare?
5 quale inpresa certificatore scegliere?

Queste cose al italiana mi Angry
I have a dream today!

I have a dream that one day this nation will rise up and live out the true meaning of its creed: "We hold these truths to be self-evident, that all men are created equal."

Martin Luther King
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)