Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
PROPOSTA: Wheezy con MATE
#1
Oggi pensavo che non esiste una derivata di Debian stable con MATE. O meglio, ne esistono diverse, ma nessuna usa il repository ufficiale di MATE. Io proprio ieri ho installato Debian senza DE e ho poi aggiunto MATE. Che ne dite se creo una immagina avviabile e creiamo a partire da questa una Derivata MATE di Debian Wheezy? Potremmo anche aggiungere Libreoffice aggiornato da Backports, in modo da offrire  un sistema facile facile, da utilizzare senza modificare niente o quasi.

Ditemi cosa ne pensate.
 

 
Cita messaggio
#2
ciao milazzo, cosa offrirebbe wheezy-mate che altre non hanno. il perchè della mia domanda : questa tua proposta, rispettabilissima ed interessantissima ( sempre ben vengano nuove idee ) cosa da all'utente finale. se non erro wheezy avrà anche lei una vita a termine come tutte le precedenti stabili.
Cita messaggio
#3
(06-03-2014, 12:14 )'milazzo87' Ha scritto: Oggi pensavo che non esiste una derivata di Debian stable con MATE. O meglio, ne esistono diverse, ma nessuna usa il repository ufficiale di MATE. Io proprio ieri ho installato Debian senza DE e ho poi aggiunto MATE. Che ne dite se creo una immagina avviabile e creiamo a partire da questa una Derivata MATE di Debian Wheezy? Potremmo anche aggiungere Libreoffice aggiornato da Backports, in modo da offrire  un sistema facile facile, da utilizzare senza modificare niente o quasi.

Ditemi cosa ne pensate.
 

e chi lo ha detto che non esistono soluzioni debian wheezy  native con mate

Point Linux  , è wheezy con mate e compiz , ed è stata rilascia proprio ieri la nuova versione , disponibile da distrowatch.com
In Mepis-Antix le repostri per Mate sono presenti non attive , e rimane comunque molto leggero anche con ambedue i DM in multisessione .
Le repositry ufficiali di mate sono sempre e comunque quelle collocate sui server PPA a cui indirizzano anche Mepis MX-14 se attivate e Point Linux che usa Mate come DM in soluzione debian Wheezy.
Mate per distribuzione diversa , per forza di cose utilizza repository diversi , diversamente andresti incontro a conflitti di versione a catena .
http://wiki.mate-desktop.org/download
Quanto a creare e rendere disponibili versioni personalizzate , ben venga ogni possibile proposta indipendentemente dalla base di partenza. Per smuovere le acque ed evadere dalle solite remix su base Ubuntu in favore di debian sia jessie che wheezy in modo anche semplice e veloce non manca nulla .




 
Cita messaggio
#4
Attualmente esistono diverse derivate di Wheezy con MATE, ma nessuna di quelle che conosco inserisce il repository di MATE, avendo tutte un repository proprio. Questa non è una cosa molto conveniente per l'utente, perché la distribuzione potrebbe essere abbandonata dallo sviluppatore e il repository potrebbe non essere più aggiornato o non essere più raggiungibile (a me è successo con Snowlinux XFCE).

Con una distro del genere, invece, si offrirebbe il massimo della sicurezza: I repository sono quelli di debian, e quelli di MATE sono quelli del team MATE. Se vogliamo garantire qualche programma aggiornato (sto pensando a Libreoffice), lo facciamo da backports di Debian. Insomma, se domani ci siamo scocciati della distribuzione, l'utente può benissimo continuare ad usarla senza di noi. È una installazione di Debian vera e propria, solo molto semplificata, in quanto la pappa è già pronta.


Riguardo alla vita futura di Debian, direi che ha davanti almeno un paio di anni di supporto, in quanto il freeze è previsto per novembre (mi pare), poi passeranno di sicuro 6-7 mesi prima del rilascio ufficiale (l'ultima volta ce ne sono voluti 11), e da quel momento Wheezy sarà supportata per un anno.

EDIT: Se ho scritto cavolate, chiedo scusa e mi rimangio tutto.
 
Cita messaggio
#5
Distribuzione diversa , pacchettizazione diversa  , normalmente diversa la stessa versione del compilatore e di tutte le sue librerie utilizzate per la compilazione dei sorgenti ,  repositry diverse  in ogni caso per forza , anche se il server primario non cambia , ogni distribuzione poi effettua il mirror dal server primario collocato comunque sui server PPA da  Mint  che di Mate ne cura lo sviluppo. Se sparisce una derivata ubuntu o debian possa essere non significa affatto che sparisca anche Mate per debian o per ubuntu . Le derivate utilizzano sempre e comunque i server repository della distribuzione di origine.




 
Cita messaggio
#6
no, perchè cavolate, hai esposto molto bene quello che intendi ed hai dato info corrette.
io parto da un punto, ubu 14.04 avrà nei suoi reposytori mate, questo dovrebbe soddisfare quella fascia di utenti allergici ad unity ( che io considero dalla sua uscita la vera novità nell'aspetto grafico ).
uso regolarmente mate su pclinux e ne sono soddisfatto. se poi si arrivasse anche ad una debian-mate, ben venga ma sarebbe un doppione di ubu. almeno mi sembra ( magari sbaglio ).
io ho più volte espresso il mio parere, unity a parte, tutte le altre distribuzioni se togliamo il marchio, nell'uso quotidiano sono identiche e nessuno saprebbe dire cosa sta usando. intendo un uso normale della maggior parte di utilizzatori di computer.
andrei invece a rimarcare la diversità delle distribuzioni rolling nel confronto delle altre. uguali nell'uso ma molto più affidabili e senza la problematica di avanzamento di versione per fine supporto.
Cita messaggio
#7
Se volevi dire una cavolata ci saresti riuscito bene . Da quando mai le soluzioni rolling sono più affidabili , al contrario  proprio il loro essere rolling e variabili in continuazione le rende meno stabili ed affidabili. Idealmente per raggiungere un ottimo livello di stabilità e sicurezza sarebbero di stretta misura sufficenti i 5 anni di supporto in versione stabile , quindi soggetta a sola correzione di bug e fix security.
Non esistono doppioni Ubuntu - Debian , ubuntu è solo nata da costola Debian , ne ha abbandonato subito la compatibiltà che ormai da tempo è ridotta a meno di zero.
Inoltre sperimentare e proporre alternative personali non ha per obbiettivo la cura di allergie di chicchessia , ma di rimboccarsi le maniche , e speremere le proprie meningi nei limiti delle proprie capacità da parte di chi è in grado di poterlo fare. La creatività anche di gruppo per poter esistere , richiede capacità creativa a livello di singolo individuo .

 
Cita messaggio
#8
Debian, soprattutto la stable, manterrà rispetto a Ubuntu caratteristiche diverse, in quanto rimarrà un sistema maggiormente adatto a computer datati: ha il kernel non pae e all'avvio consuma 80mb di ram (non credo che mate su Ubuntu abbia prestazioni simili). Franco, ho capito che se chiude Pointlinux non chiude mate, ma io utente che ho installato Pointlinux non avrò più gli aggiornamenti dal repository, a meno che non lo sostituisca con quello del team di Mate (operazione non proprio alla portata di tutti). Noi questo rischio potremmo evitarlo utilizzando direttamente quello ufficiale.
Cita messaggio
#9
(06-03-2014, 14:37 )'milazzo87' Ha scritto: Debian, soprattutto la stable, manterrà rispetto a Ubuntu caratteristiche diverse, in quanto rimarrà un sistema maggiormente adatto a computer datati: ha il kernel non pae e all'avvio consuma 80mb di ram (non credo che mate su Ubuntu abbia prestazioni simili). Franco, ho capito che se chiude Pointlinux non chiude mate, ma io utente che ho installato Pointlinux non avrò più gli aggiornamenti dal repository, a meno che non lo sostituisca con quello del team di Mate (operazione non proprio alla portata di tutti). Noi questo rischio potremmo evitarlo utilizzando direttamente quello ufficiale.

 
Il progetto Mate è progetto LinuxMint  e viene comunque tenuto aggiornato da mint per tutte le distribuzioni che lo hanno in uso , anche per le versioni datate e fuori supporto . Come sta di fatto facendo lo stesso team che cura lo sviluppo di systemback , in whezzy non puoi usare la stessa versione  per Ubuntu 13.10 /14.04   . Non è Ubuntu o debian a prendersene cura ma lo stesso team che ne cura lo sviluppo.  Point linux utilizza repositry e software debian , se debian non chiude , point linux lo puoi tranquillamente continuare a tenere aggiornato , del poco software   riservato del team di point il SO ne fa anche a meno , volendo  , lo si può pure togliere tutto senza compromettere il SO . Sparky linux poi si e no di pacchetti propri ne ha na decina non più tutti utilizzati solo per il backupe e ripristino on line da servizio nuvola sparcky . Sostituirlo subito con systemback è pure caldamente consigliabile


 
Cita messaggio
#10
 Vabbe', se così stanno le cose, effettivamente sarebbe inutile.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)