Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Per GRUB2 serve partizione vuota 13MByte??
#1
Ciao a tutti
 
Vorrei partizionare il mio nuovo SSD da 240GByte, in MBR (NO GPT/UEFI) per avere
Primaria1 da 50 GByte WIN7
Primaria2 da 70 GByte WIN8.1
Primaria3 da 30 GByte Linux Mint 16
Primaria4 da 15 GByte Linux LTS 14.04 per TEST
+il resto in  Estesa x  DATI in  NTFS.
 
Voglio partire con Linux LIVE USB e tramite GParted fare le divisioni del disco.
 Vorrei poi gestire con GRUB2 i vari avvii e ripristino avvio in caso di reinstallazione con MACRIUM reflect, quindi non voglio mettere GRUB sulle partizioni dei vari S.O….
 
La mia DOMANDA E:’
Leggendo le varie guide per GRUB 2 NON ho capito se devo lasciare dello spazio vuoto NON partizionato di almeno 13 Megabyte per GRUB2, oppure bastano 1MByte lasciato di default da GParted per allineare il disco.
 
Installo WIN7 poi WIN8 e fin qui win 8 attiva il suo boot loader x 7 ed 8..
Installando poi Linux Mint 16 dovrebbe automaticamente installare GRUB2?? Ma dove lo mette??
Posso gestire il tutto con Grub customizer?
Ciao a tutti
 
Cita messaggio
#2
Il grub viene installato automaticamente nell'MBR, partizione nascosta all'inizio del disco.
Giuseppe
Cita messaggio
#3
Però qui:
https://wiki.archlinux.org/index.php/GRU..._.28MBR.29

dice:" GRUB occupa molto più spazio rispetto a GRUB Legacy (circa 13Mb di spazio occupato in  \boot ). Se si effettua il boot da una partizione   \boot  separata con una dimensione inferiore ai 32 Mb si avranno problemi di spazio e pacman si rifiuterà di installare eventuali nuovi kernel."

 
Cita messaggio
#4
il MBR non è una partizione separata è un singolo settore;
\boot sta nella root a meno che non crei tu stesso una partizione separata e la etichetti come \boot all'installazione di Linux (cosa che ti sconsiglio di fare); tra l'altro non basterebbero 13 MB ce ne vorrebbero almeno un centinaio se non di più perché in \boot non ci va solo grub ma tutti i file che servono al boot del sistema
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#5
Citazione:Vorrei partizionare il mio nuovo SSD da 240GByte, in MBR (NO GPT/UEFI) per avere
Primaria1 da 50 GByte WIN7
Primaria2 da 70 GByte WIN8.1
Primaria3 da 30 GByte Linux Mint 16
Primaria4 da 15 GByte Linux LTS 14.04 per TEST
+il resto in  Estesa x  DATI in  NTFS.
ciao, io inizierei a parlare di come preparare il disco, poi il grub e gli avvii li vedremo poi.
partendo da quanto tu dici, mi soffermo su di un particolare fondamentale.
il partizionamento msdos, quello che tu andrai a fare supporta come massimo quattro partizioni primarie. la partizione estesa è una delle quattro.
installando win seven/otto, gia ne consumi due e devono necessariamente essere primarie avviabili.
ne restano due. mint, test, dati, swap e siamo a quattro. necessariamente tutte logiche dentro l'estesa. 
se posso un consiglio, la swap falla il più vicino pssibile a win.
 
Cita messaggio
#6
(03-04-2014, 15:09 )'BAT' Ha scritto: il MBR non è una partizione separata è un singolo settore;
\boot sta nella root a meno che non crei tu stesso una partizione separata e la etichetti come \boot all'installazione di Linux (cosa che ti sconsiglio di fare); tra l'altro non basterebbero 13 MB ce ne vorrebbero almeno un centinaio se non di più perché in \boot non ci va solo grub ma tutti i file che servono al boot del sistema

 
Quindi nel mbr, oltre alle informazioni riguardo al partizionamento del disco, viene memorizzato l'indirizzo della tua cartella /boot da cui poter avviare il sistema.


 
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#7
esatto;
le istruzioni utili nel mbr sono solo 446 byte e fanno solo 2 cose: leggono la tebella delle partizioni per individuare la partizione attiva, e poi cedono il controllo ad un altro loader, situato nel boot sector della partizione attiva (il boot sector è una specie di mbr alivello di singola partizione); è il loader dentro il boot sector che carica i file di boot del sistema operativo.
Non so se ricordi, ai tempi del dos o comunque del famigerato limite degli 8 GB, non si potevano caricare sistemi operativi su partizioni oltre il cilindro 1024, che corrispondeva appunto a circa 8 GB. All'epoca per fare un dualboot Linux-Windows bisognava fare una piccola partizione primaria ed etichettarla /boot per Linux, mentre il resto solitamente poteva starsene tranquillamente in partizione logica.

Sul tema comunque ci sono variazioni. Certi boot manager venivano scritti al di fuori di tutte le partizioni, nei settori successivi al mbr e prima del settore n. 63 (da cui come minimo iniziano le partizioni sui dischi convenzionali magnetici con settori da 512 byte).

Poi qui siamo su SSD,comunque il processodi boot è lo stesso, cambia solo il supporto di memorizzazione,la logica di indirizzamento poi la gestisce il firmware dell'SSD,che ovviamente non ha settori da 512 byte.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#8
Ai tempi del DOS non ho mai partizionato un disco, mi dedicavo più volentieri a programmare in assembler, come del resto facevo ai tempi del Commodore 64, Windows non mi piaceva e di Linux non avevo mai sentito parlare.
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#9
Si intendevo ovviamente DOS+Windows 3.11 che non era un sistema operativo a sé;
comunque succedeva per esempio con Win98+Linux s esforavi i primi 8 GB. Programmare in assembler?
divertente! mache casino!
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#10
OK, Ho fatto le 3 primaria più l'estesa, mi ero sbagliato sulle 4 primarie+1 estesa.
Ho installato in ordine, WIN7 poi WIN8.1.
Giustamente win 8.1 ha creato il suo dual boot. Tutto funziona.

Ora, se installo LINUX nella terza partizione primaria,lui usa il suo GRUB, modifica l'MBR che dice di cercare i dati per i vari avvii nella partizione del disco dedicata a Linux sotto /boot ???

Se è così, se ELIMINO la partizione di linux ,  perdo l'uso del boot di grub??? ed il PC non riesco più ad avviarlo neanche con i due windows rimasti??
 
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)