Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Perchè i cinematografi italiani investono sui cinepanettoni?
#1
Una delle tante domande che mi pongo è come mai il nostro cinema è diventato molto banale, come ogni natale siamo investiti dalle solite facce da schiaffi per il film natalizio, nulla di innovativo insomma, mentre il cinema americano se pur più ricco propongono film con effetti speciali, che siano kolossal o fantascientifici, lasciano sempre la loro impronta diventando campioni di incasso.
Prima eravamo più originali, tra western spaghetti e la comicità di bud spencer e terence hill che erano campioni di incassi, ora dobbiamo accontentarci dei natale a civitavecchia o monfalcone, con battute volgari e cafonerie varie, mentre ci sono giovani talentuosi che vagano per you tube con progetti no profit con belle idee ma senza finanziamenti, per quanto potrà andare avanti sta storia?
Cita messaggio
#2
Perchè è prioritario aver certezza di un "minimo stabilito" di rientro economico.
Il che significa che o si deve fare l'episodio "ennesimo" di qualcosa che ha già incassato abbastanza (e si può calcolare un rientro minimo pari circa al 60% dell'incasso fatto dal remake precedente) o si punta sul "genere" che -se vien lanciato in sala in un dato periodo- garantisce comunque un "minimo certificato" di rientri economici...
Per chi deve "cacciar la grana" (a meno che non sia di già ricco a palate... o non sia mosso da un vero e proprio "fuoco sacro artistico" [ma questo capita, in genere, solo con grandi registi arricchitisi -vedi Francis Ford Coppola, che per produrre certi splendidi films, anche di altri, ha perso quasi tutto quel che aveva, o Steven Spielberg- ma restati sempre fedeli al fatto che l'arte debba restare il solo valore primario] e non gli importi affatto di perder pure dei milioni -di dollari!- pur di fare un buon film... seppure disprezzato dalla critica e dal pubblico) la sola cosa che conti è il fatto PRIORITARIO che i soldi che ha "cacciato" gli rientrino, senza perdite, nel più breve tempo possibile (perchè le Banche -tutte, senza eccezioni- NON sono certo note per la loro tranquilla pazienza e "ammazzan" chiunque debba loro dei soldi senza pensarci sopra due volte). E velleitario -e sciocco- è l'appellarsi allo Stato: NON può esser lo Stato (manco attraverso la creazione di enti appositi) a sostenere l'Arte e far Cultura: giacché la prima cosa che accadrebbe (come, in effetti, accade) che tali Enti verrebbero immediatamente "colonizzati" e "lottizzati" su spinta NON già dei Partiti -che "ci mettono la faccia", ma non dispongon certo del denaro per far loro l'operazione- bensì proprio delle Banche -che non desiderano certo venir esautorate o messe anche soltanto in parte di lato- e da talune ben precise organizzazioni -Santa Romana Chiesa innanzi tutto, che agisce in questo settore tramite le sue diramazioni economico-commerciali, coordinate a livello di IOR).
NON interessa a nessuno, dunque, che emergan veri artisti (né nel cinema, né -tantomeno- in letteratura): anzi, si fanno grandi sforzi -anche sforzi economici- proprio per impedir che ciò possa accadere.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#3
il cinema italiano ha prodotto bellissimi film a bassissimo prezzo ma in sala alcuni sono passati solo pochi giorni,tipo "corpo celeste" della rorhwacher che se lo facevano i fratelle dardenne in belgio gli davano un sacco di premi.è che siamo in italia (in tanti ma non tutti) ignoranti e mi sa che al cinema di qualità ci andrà sempre meno gente.
ora si punta al 3d per portare le famiglie con figli a vedere i film di animazione.apprezzabilissimo per carità.
Cita messaggio
#4
La politica del guadagno sicuro porta a buoni profitti senza ombra di dubbio, ma ciò non durerà in eterno, la solita solfa, stufa dopo un bel pò, e quando si giunge ad un punto di non ritorno poi bisogna reinventare qualcosa, ma se non c'è fantasia e iniziativa inizia il declino.
io credo che ci voglia coraggio in certe scelte, capire il valore di un prodotto se ne vale la pena investire oppure no, concordo con il tuo ragionamento Monsee, specialmente con la crisi che stiamo vivendo è facile finire in bancarotta, ma credo anche che si possono produrre film a basso costo ma con potenziali di crescita, occorre sempre innovarsi e bisogna pur iniziare da qualche parte.
Abbiam dimenticato la politica dei piccoli passi dove si iniziava con un budget minimo per capire se ne valeva la pena investire, molti film di basso costo hanno ottenuto un successo strepitoso per la loro originalità, ora è cambiato tutto i budget sono altissimi e bisogna investire già da prima, e col sopravvento della tecnologia ed effetti speciali i costi di produzione sono triplicati.
Cita messaggio
#5
Nessuna Banca finanzierà mai alcun progetto che non presenti, assieme alla domanda di finanziamento, le più ampie garanzie di "rapido rientro dei soldi"... Se non si rompe prima questo "malato" rapporto fra Lobbies e Distribuzione, non c'è speranza alcuna di cambiare.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#6
Infatti nascono progetti no profit creati da persone dilettanti con ottime idee ma con strumenti inadatti a portare a termine un lavoro.
Cita messaggio
#7
Comunque quest'anno il cinepanettone è stato un mezzo fiasco,mi sà che dovranno inventarsi qualche altra cosa per far soldi.
Beati quei popoli che non hanno avuto storia.O.Fauillet.
[Immagine: http://i39.tinypic.com/28mekcm.jpg]
Cita messaggio
#8
(13-01-2012, 01:26 )Rudewolf Ha scritto: Comunque quest'anno il cinepanettone è stato un mezzo fiasco,mi sà che dovranno inventarsi qualche altra cosa per far soldi.

Infatti è quello che tempo, secondo me non hanno ne la voglia di cambiare e ne le capacità per farlo si sono imbottigliati in un vicolo cieco.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)