Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 3 voto(i) - 3.67 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Perchè non uso materiale piratato (e non dovresti farlo neanche tu)
#1
Chi di voi non ha mai installato una copia pirata di Windows sul proprio computer? Anzi, diamo per scontato che le licenze di Windows sono (generalmente) incluse nel prezzo del computer e cambiamo domanda: Chi di voi non ha mai utilizzato un software (a pagamento) scaricato da Torrent, eMule e chi più ne ha più ne metta? Credo davvero pochi. Personalmente ho da qualche anno smesso di utilizzare software piratato (e non nego di averlo fatto in passato, anzi) e da quando ho iniziato sono in pace con me stesso. Perchè? I motivi sono sono due ed abbastanza semplici da comprendere.
La prima motivazione è l’onestà verso chi lavora. Sviluppare un software ha dei costi: Progettazione, licenze per l’ambiente di sviluppo, etc… Sviluppare un programma dà lavoro a molte persone (Project Manager, Programmatori, Grafici, etc…) e generalmente l’investimento per retribuire queste figure deve essere anticipato da un’imprenditore di tasca propria. Immaginatevi adesso di dover lavorare in un panificio per 12 mesi e vedere il proprio pane pagato solo da una piccola percentuale di clienti, mentre la maggior parte entrano in negozio e prendono una pagnotta per poi uscire senza neanche ringraziarvi. Questo vi porterà a dover attuare delle misure di sicurezza per evitare i furti, quindi dovrete investire dell’altro denaro, ma anche questa volta avrete soltanto limitato il problema, perchè alcuni furbacchioni riusciranno comunque ad entrare di soppiatto per rubarvi l’ennesima pagnotta di pane. Dovrete quindi ridurre gli stipendi dato che non potrete abbassare la qualità del vostro prodotto a causa dei tanti competitor pronti a mangiarvi.

Non tutti lo sanno,
ma per quale motivo in Rete si trovano tanti software piratati in maniera completamente gratuita?
In molti casi si tratta di persone che vogliono combattere il “sistema”, ma la maggior parte delle volte è per poter distribuire del materiale allettante infettato da trojan o software con cui possono poi pagare i lori sforzi. Vi hanno rubato i dati della carta di credito, siete sempre stati attenti ai siti in cui immettete quest’ultimi? Beh,probabilmente nella vostra copia di Windows piratata vi è un trojan che in questo momento sta leggendo esattamente quello che voi digitate sulla tastiera.

 
Cita messaggio
#2
Parlo per me e non posso fare a meno che condividere pienamente. Più che per il rischio che si può correre, per una precisa scelta personale.

Aggiungo anche un riferimento (a me ha aiutato molto) e che spiega il concetto con poche e semplici parole. Tratto dall'opera conosciuta a molti di Daniele Giacomini (che trovo interessantissima ed utilissima), al par. 1.5 "L'origine del software libero":
"Il «software libero» è un concetto semplice e intuitivo, ma il percorso attraverso cui si conquista una libertà è sempre difficile. Se oggi questo tipo di software rappresenta concretamente una scelta possibile, lo si deve all'azione di persone che con impegno hanno agito, legalmente, verso il raggiungimento di questo obiettivo. Confondere invece la facoltà tecnica di copiare ciò che si vuole, soprattutto ciò che la legge vieta, non è libertà, ma dipendenza dallo stesso sistema che si crede di combattere."

Tratto da qui.



 
Cita messaggio
#3
Oggi e se mai ne fossero esistite , giustificazioni alla pirateria software ed alla relativa illegalità in rete , non vi sono possibili giustificazioni  di alcun genere possano essere. Trova la ragione d' essere nel voler rubare tutto ciò che può essere con relativa facilità rubabile  e niente di più .
C' è gente che il software gratuito e libero  , SO inclusi  non lo vuole solo perchè non è crackabile (non ne ha bisogno) .  Sentirsi chiedere ' come posso fare a crackare Ubuntu o Gimp  e LibreOffice  è tutt' altro che raro. Per molti la morale finale è che se è distribuito gratuitamernte senza di conseguenza poterlo rubare , non vale nulla , senza crack n' c' è gusto , che software è ?
 
Cita messaggio
#4
(30-04-2014, 13:12 )'francofait' Ha scritto: Oggi e se mai ne fossero esistite , giustificazioni alla pirateria software ed alla relativa illegalità in rete , non vi sono possibili giustificazioni  di alcun genere possano essere. Trova la ragione d' essere nel voler rubare tutto ciò che può essere con relativa facilità rubabile  e niente di più .
C' è gente che il software gratuito e libero  , SO inclusi  non lo vuole solo perchè non è crackabile (non ne ha bisogno) .  Sentirsi chiedere ' come posso fare a crackare Ubuntu o Gimp  e LibreOffice  è tutt' altro che raro. Per molti la morale finale è che se è distribuito gratuitamernte senza di conseguenza poterlo rubare , non vale nulla , senza crack n' c' è gusto , che software è ?
 

 


A me è capitato spesso di parlare con conoscenti dal vivo, tieni un pc un mostro di potenza i7 3770k 32 gb ram ecc e ci tieni ubuntu installato non capisci nulla e non lo sfrutti, noi abbiamo tutto crakkato almeno lo sfruttiamo il pc.....................
Altri invece mi chiedono quanto costa ubuntu o linux quel programma li, io gli spiego non è un programma ma è un sistema operativo alternativo a windows ecc ecc,che è gratis lo si puo modificare e ridistribuire ad amici o parenti senza rischiare sanzioni, mi rispondono ahhh se lo danno gratis allora non vale nulla.
Cita messaggio
#5
La cosa veramente stupida è imbottire poi il computer di programmi completi (pirata) che non vengono mai usati, oppue che vengono usati solo in visualizzazione. Quando facevo il tecnico hw la configurazione "normale" dei computer che vedevo includeva Windows (pirata il 50% delle volte), Office completo (pirata) per gente che al massimo usava Word, Photsohop Pro (pirata) usato come visualizzatore di immagini (non per farci lavori di grafica), Autocad completo "perché ce l'avevano tutti", Nero Burning Rom suite completa (pirata, compresi tutti gli editor video, audio, player ecc.) usato le poche volte che bisognava masterizzare un CD, perfino Winamp Pro pirata (usato per ascolatare MP3, era sufficiente la versione free), spesso Visual studio (pirata e completo, per gente che a malapena maneggiava VisualBasic)... e via di questo passo.
Per non parlare della sindrome da obsolescenza: se avevano, tanto per dire, Photoshop 4.2.3.0.0.0.1 e usciva la versione 4.2.3.0.0.0.1.001 upgrade immediato! spesso installndoci sopra e sovrapponendo crack su crack.

Ecco, tanta di questa gente a lamentarsi che "questi cavolo di computer danno solo problemi..." e i degni eredi di questi li ribecco dentro i forum Linux che si presentano bel belli "salve, mi voglio liberare di Winzozz perché il computer può solo essere lento, invece con Linux si che va forte";
e ci credo, fanno gli idioti per tutta la vita poi si accorgono che correre senza un masso posato in testa è più facile!

Come dicevo al buon billoweb in un altro post, ho recentemente "resuscitato" un catorcio di netbook che quasi non funzionava più: con Win7 starter edition avevano installato Office 2010 in versione (pirata) completa! è bastato disinstallarlo, togliere le varie schifezze "ottimizzatrici" che installa sempre chi non capisce nulla, disabilitare un po' di servizi e mettere Openoffice. Ci mancava solo che quel computerino mi baciasse in bocca: rifunzionava più che dignitosamente ance col piccolo macigno di Win7 Starter.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#6
(30-04-2014, 14:00 )BAT Ha scritto: La cosa veramente stupida è imbottire poi il computer di programmi completi (pirata) che non vengono mai usati, oppue che vengono usati solo in visualizzazione. Quando facevo il tecnico hw la configurazione "normale" dei computer che vedevo includeva Windows (pirata il 50% delle volte), Office completo (pirata) per gente che al massimo usava Word, Photsohop Pro (pirata) usato come visualizzatore di immagini (non per farci lavori di grafica), Autocad completo "perché ce l'avevano tutti", Nero Burning Rom suite completa (pirata, compresi tutti gli editor video, audio, player ecc.) usato le poche volte che bisognava masterizzare un CD, perfino Winamp Pro pirata (usato per ascolatare MP3, era sufficiente la versione free), spesso Visual studio (pirata e completo, per gente che a malapena maneggiava VisualBasic)... e via di questo passo.
Per non parlare della sindrome da obsolescenza: se avevano, tanto per dire, Photoshop 4.2.3.0.0.0.1 e usciva la versione 4.2.3.0.0.0.1.001 upgrade immediato! spesso installndoci sopra e sovrapponendo crack su crack.

Ecco, tanta di questa gente a lamentarsi che "questi cavolo di computer danno solo problemi..." e i degni eredi di questi li ribecco dentro i forum Linux che si presentano bel belli "salve, mi voglio liberare di Winzozz perché il computer può solo essere lento, invece con Linux si che va forte";
e ci credo, fanno gli idioti per tutta la vita poi si accorgono che correre senza un masso posato in testa è più facile!

Come dicevo al buon billoweb in un altro post, ho recentemente "resuscitato" un catorcio di netbook che quasi non funzionava più: con Win7 starter edition avevano installato Office 2010 in versione (pirata) completa! è bastato disinstallarlo, togliere le varie schifezze "ottimizzatrici" che installa sempre chi non capisce nulla, disabilitare un po' di servizi e mettere Openoffice. Ci mancava solo che quel computerino mi baciasse in bocca: rifunzionava più che dignitosamente ance col piccolo macigno di Win7 Starter.

quoto tutto, anche la sfida di far resuscitare i vecchi pc, perchè, almeno io, non ne posso più di sentire i discorsi di quelli che mi dicono che i pc devono essere sempre nuovi.
Allora io che cosa mi sono inventato per arrotondare, con alcuni miei amici, rischiando anche brutte figure, ho chiesto di fare una scommessa, ovvero due orette di tempo e problemi risolti.......ExclamationExclamationExclamation, il bello e che non ci credevano e alcuni hanno anche scommesso cifre considerevoli e quando hanno visto la mia mano che si impossessava del cash, mentre loro col "catorcio" navigavano e facebookkavano con tanta velocità, hanno imprecato ad alta voce, dopo però mi hanno anche detto grazie......SadSadSadSad, che soddisfazione che mi ha dato il buon xubuntu 12.04.HeartHeart
SleepySleepySleepySleepy
Roberto Bologna
GUIDA CUCINA
Cita messaggio
#7
@ludaluda

Non è che per caso mi faresti conoscere qualche tuo amico ?? Sad Sad
I miei sono " de coccio ".
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#8
Il valore aggiunto reale di linux non è nel linux si che va più forte ,  ma nel che ti piaccia  o meno    non ti esonera dall' usare il computer con il cervelo e non l' inverso , con quel pizzico di fascino che fortunatamente mantiene  alla bisogna   ti rende spontaneo chiedere aiuto o documentarti    e stare quindi molto più attento a ciò che fai . Tanto che con non poche probabilità  dopo qualche anno passato a farne uso intenso , riprendendo in mano windows potrebbe anche sorgerti spontaneo chiederti ' ma in che cavolo di maniera lo usavo prima ? '  , per il semplice motivo  che linux è  riuscito  ad abituarti ad usare il pc come si deve . La sicurezza in primo luogo la fa l' utente accorto non il megagalittico hardware o software e SO.
Per quanto riguarda poi computer vecchio o computer nuovo  , sono 2 variabili indipendenti   collegate unicamente al tipo di impiego a cui è destinato il computer . La dove ogni secondo in più nell' esecuzione di operazioni costituisce costo aggiuntivo  all' operazione stessa e conseguente perdita di competitivita , all' obsoleto va fatto un crocione destinandolo ad usi diversi.  Nel privato ristretto diventa solo questione personale  per' altro   giustificabile  sia per chi  adora l' obsoleto  che per chi non lo sopporta proprio . Me compreso dato  che di vecchio  accanto a monitor e tastiera , basto ed avanzo  da solo . Almeno la soddisfazione di un bel fisso di ultimo grido senza problemi con alcun si voglia SO , dopo 43 anni di lavoro e 69 sulle spalle , me la potrò levare  ? N' ho vizi , no fumo , no bevo e sò pure stitico per natura, quindi c..o pure poco. Dopo di che per chi come nel mio caso , dovrebbe diventare spontaneo , nel momento in cui si decide di mollare il ' rottame' che ancora a quel punto non lo è , sbarazzarsene non buttandolo a macero ma regalandolo a chi ne puo trarre ancor forse anche lungo beneficio.

 
Cita messaggio
#9
Io non sono di certo un tecnico e non ho la vostra conoscenza in merito al  post in questione, ma una curiosità mi assale:
io ho fatto programmazione della profuzione prima in manuale poi con i pc, e sia prima che dopo ho imparato e poi inculcato hai miei collaboratori che i problemi si risolvono a MONTE e non a VALLE, a valle si tampona solo.

Cosa voglio dire, fino a quando ci saranno siti dai quali è possibile fare tutto ciò che avete citato, ci sarà sempre qualcuno che ne approfitta, quindi conoscendo l'indole dell'italiano perchè chi può non procede a far chiudere
questi siti, vero che ogni tanto ne chiudono qualcuno ma e altrattanto vero che morto un papa se ne fa un'altro.

Credo di non sbagliarmi se dico che la maniera per risolvere questo problema a MONTE sia solo questo.

by by


 
Cita messaggio
#10
(02-05-2014, 15:36 )'black02' Ha scritto: conoscendo l'indole dell'italiano perchè chi può non procede a far chiudere
questi siti, vero che ogni tanto ne chiudono qualcuno ma e altrattanto vero che morto un papa se ne fa un'altro.
ma quale indole dell'Italiano, cosa credi che all'esterno sono più bravi, più buoni più bellii?
allora parliamo dei diritti calpestati dalle istituzioni stesse, dalla SIAE che ti fa pagare 15 euro in più in hard disk perché presume che tu RUBI anche quando non fai niente, parliamo dei siti Internet chiusi di forza per difendere esclusivamente gli interessi di certe lobby; all'estero non si chiude un sito intero perché un utente condivide roba pirata, si eliminano i link e si bandisce il pirata dal sito... tanto anche li morto un papa se ne fa un altro. 
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)