Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Problema cestino Xubuntu 12.04
#1
Ciao sono un nuovo utente che utilizza da poco le distribuzioni linux. Ho win 7 come sistema operativo in cui ho installato tramite virtualbox Xubuntu 12.04 (distro che non mi da problemi). Utilizzando remastersys, usb disk creator e una chiavetta partizionata seguendo la guida che ho allegato (liberamente presa dalla rete), ho creato una distro bootabile su qualsiasi pc.
Il problema che ho riscontrato dalla chiave usb è che la cancellazione dei file presenti sul desktop o in qualsiasi posizione della chiavetta risulta impossibile con comparsa dell'errore: "Impossibile trovare o creare la directory cestino" se invece utilizzo il comando taglia e sposto i file nell'hard disk o comunque in una partizione ntfs allora il cestino funziona normalmente. Come posso risolvere tale malfunzionamento?
Riassumendo ho una chiavetta da 32 giga partizionata come segue:
4.2 giga in fat 32 dove vengono creati i file per il boot
2 giga per la swap (non sono sicuro siano necessari in queste condizioni)
25.8 giga in ext 2 nome della partizione casper-rw.
Un grazie anticipato a chi mi aiuta a risolvere questo errore.


Allegati
.doc   UBUNTU SU USB.doc (Dimensione: 29 KB / Download: 2)
Cita messaggio
#2
Piccola domanda: i file che vuoi cancellare dove si trovavano all'origine prima di essere spostati nel cestino? Sulla chiavetta, sull'Harddisk?
"Se non cambiate voi stessi, non chiedete che il mondo cambi"
Cita messaggio
#3
Sembra un mix tra livedistro con file di persistenza e distro installata Huh
Io ti direi di formattare la pendrive e trasferire il livecd della plus con un file di persistenza tramite unetbootin o creatore dischi di avvio... e niente swap. Huh
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#4
(21-08-2012, 19:23 )Lauretta Ha scritto: Piccola domanda: i file che vuoi cancellare dove si trovavano all'origine prima di essere spostati nel cestino? Sulla chiavetta, sull'Harddisk?
Sull'hard disk, fisicamente devo spostarli dalla chiavetta a quest'ultimo altrimenti non riesco a eliminarli. Il problema del cestino invece non si presenta su s.o installato regolarmente su hard-disk.
Cita messaggio
#5
(22-08-2012, 05:39 )Dukko Ha scritto: Sembra un mix tra livedistro con file di persistenza e distro installata Huh
Io ti direi di formattare la pendrive e trasferire il livecd della plus con un file di persistenza tramite unetbootin o creatore dischi di avvio... e niente swap. Huh
In effetti è una distro live in cui puoi eseguire delle modifiche che rimangono salvate sulla partizione casper-rw. Per quanto ne so, unetbootin, linux live usb creator ma anche start up disk creator di ubuntu creano il file casper-rw per la memorizzazione ma il limite massimo sono 4 giga che a mio avviso sono pochi. Aggiornando regolarmente il s.o oppure installando qualche programma si raggiunge presto il limite. Questo difetto si può solo superare creando una partizione dedicata (dimensioni a piacere) con lo stesso nome e formattazione del file in questione.
Cita messaggio
#6
domanda cretina forse
Hai eliminato la cartella casper-rw nella prima partizione di 4.2 giga?
Nel tuo manuale è scritto
"successivamente basta eliminare il file casper-rw creato di default dal programma di Ubuntu all'interno della prima partizione."
ricordato poi con
"Ultimata la procedura entrate nella partizione dove avete "masterizzato" l'iso e eliminate il file casper-rw
Svuotate il cestino (mi raccomando, è importante!) e smontate la chiavetta."
Che non sia questo il problema, dubito ma non si sa mai Huh
"Se non cambiate voi stessi, non chiedete che il mondo cambi"
Cita messaggio
#7
(22-08-2012, 19:04 )Franz81 Ha scritto: In effetti è una distro live in cui puoi eseguire delle modifiche che rimangono salvate sulla partizione casper-rw. Per quanto ne so, unetbootin, linux live usb creator ma anche start up disk creator di ubuntu creano il file casper-rw per la memorizzazione ma il limite massimo sono 4 giga che a mio avviso sono pochi. Aggiornando regolarmente il s.o oppure installando qualche programma si raggiunge presto il limite. Questo difetto si può solo superare creando una partizione dedicata (dimensioni a piacere) con lo stesso nome e formattazione del file in questione.

Oppure utilizzando una iso di ubuntu remixata con tutto il software che ti serve ed il casper non serve più tanto grande. Exclamation
Oppure esegui un'installazione reale su di un disco usb autoalimentato da avviare alla bisogna. Smile
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#8
(22-08-2012, 20:25 )Lauretta Ha scritto: domanda cretina forse
Hai eliminato la cartella casper-rw nella prima partizione di 4.2 giga?
Nel tuo manuale è scritto
"successivamente basta eliminare il file casper-rw creato di default dal programma di Ubuntu all'interno della prima partizione."
ricordato poi con
"Ultimata la procedura entrate nella partizione dove avete "masterizzato" l'iso e eliminate il file casper-rw
Svuotate il cestino (mi raccomando, è importante!) e smontate la chiavetta."
Che non sia questo il problema, dubito ma non si sa mai Huh
No, la procedura è corretta, l'ho provata per tre volte e l'errore è persistente. Mi sono accorto però di un'anomalia con l'iso creata con remastersys. Su sistema operativo normalmente installato su h.d., al cestino è associata la directory Trash che a sua volta contiene 3 cartelle (nome: expunged, files e info). Tale directory si trova in .local, share e correggetemi se sbaglio dovrebbe far funzionare il cestino. Nell'iso da me creata con remastersys e installata su chiavetta invece la cartella Trash non c'è nella sopracitatata posizione. Domanda come faccio a crearla e associarla eventualmente al cestino?
Cita messaggio
#9
Oppure utilizzando una iso di ubuntu remixata con tutto il software che ti serve ed il casper non serve più tanto grande. Exclamation
Oppure esegui un'installazione reale su di un disco usb autoalimentato da avviare alla bisogna. Smile
[/quote]
La prima soluzione l'ho già provata ma il file casper-rw si riempie abbastanza in fretta. La seconda soluzione invece necessita delll'installazione classica su hard disk esterno o su chiave usb. Soluzione che presuppone però l'utilizzo dello stesso pc con il quale si fa la medesima, perdendo l'accessibilità su qualsiasi pc che una distro live persistente ti offre. Chiedo invece anche a te conferma come ho scritto a lauretta della locazione fisica della directory cestino.
Correggetemi se sbaglio la cartella Trash (composta da 3 cartelle: expunged, files, info) è presente in .local, share ed è abbinata all'icona di cestino presente sul desktop. Nell'iso da me creata con remastersys, mi sono accorto che in tale posizione manca. Potrebbe essere la causa dell'errore che mi compare quando tento di eliminare i file? (Impossibile trovare o creare la directory cestino). Se fosse così come faccio a crearla ed abbinarla al cestino?
Grazie
Cita messaggio
#10
Scusa il ritardo, ma ero in ferie Smile

Remastersys non lo uso da anni, quindi non saprei indicarti se è un malfunzionamento del software la mancanza della cartella.
Quello che so è che deve esserci, anche nella live.
Il fatto che il casper si riempia in fretta mi fa capire che fai un uso massiccio del sistema live, io stesso uso le distro live per test di sicurezza su server o per recupero sistemi danneggiati e non ho mai avuto dei problemi di riempimento.
Comunque puoi fare queste due prove:
- Ti crei una iso personalizzata tramite Ubuntu Builder e quindi la passi su pendrive con casper attivo (dovresti risolvere il problema del cestino, ma non quello dello spazio occupato)
- Come la prima soluzione ma aggiungi una partizione "Dati" da montare tramite l'fstab della iso (lo puoi modificare sempre tramite Ubuntu Builder).

Huh
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)