Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Dual-Boot Linux/Linux
#1
In un dual-boot Linux/Linux occorre creare due diversi Grub o si possono gestire da un solo Grub? Come fare poi a dare nel Grub ad ogni SO il proprio nome, che spesso viene indicato Linux/Kernel e, se non è Ubuntu, spesso il nome del SO non compare?
Cita messaggio
#2
Normalmente l'ultimo Linux che installi dovrebbe creare un nuovo grub per tutti i sistemi operativi presenti.
Cita messaggio
#3
(30-09-2012, 20:02 )Antonio_Cantaro Ha scritto: Normalmente l'ultimo Linux che installi dovrebbe creare un nuovo grub per tutti i sistemi operativi presenti.

E quindi me lo trovo automaticamente davanti nel grub a quello che avevo già installato?
Cita messaggio
#4
Si, ma puoi sempre modificare il sistema di default:

http://www.istitutomajorana.it/forum/Thr...57#pid5257
Cita messaggio
#5
l'importante è che i grub dialighino tra loro. alcuni hanno problemi ( vedi pclinuxos )
Cita messaggio
#6
(30-09-2012, 19:01 )ggiovv70 Ha scritto: In un dual-boot Linux/Linux occorre creare due diversi Grub o si possono gestire da un solo Grub? Come fare poi a dare nel Grub ad ogni SO il proprio nome, che spesso viene indicato Linux/Kernel e, se non è Ubuntu, spesso il nome del SO non compare?

Se vuoi dare i nomi alle diverse voci create da Grub perchè non ti soddisfano quelle date in automatico dal Grub "principale" (quello installato nell'mbr), allora devi lavorare a mano sulla configurazione di quest'ultimo.

Se hai "diversi Linux" installati, alla fine solo uno di questi avrà Grub installato nell'mbr (non necessariamente l'ultimo Linux installato); se non è Grub, sarà comunque un bootloader. Tuttavia almeno un bootloader deve essere in mbr. Per gli "altri Linux", Grub (la "seconda parte" di Grub) lo avrai installato nella partizione dove sta il relativo /boot (nel 99% dei casi la partizione / del Linux in installazione) anche se non sai di averlo installato tu in tale locazione (ti ricordo che Grub è costituito da diverse parti che possono stare in luoghi diversi - per dirla come alla serva).

Bye,
Token
Cita messaggio
#7
Guarda anche in questa recente discussione
http://www.istitutomajorana.it/forum/Thr...1#pid97591
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio
#8
token Ha scritto:Tuttavia almeno un bootloader deve essere in mbr.
Un'eccezione a questa legge è data da PCLinuxOS, capace di installare il proprio GRUB su floppy-disk (ma, può esser che ci riesca anche su pen-drive) e di avviarsi, poi, tranquillamente così senza bisogno alcuno che ci sia qualche cosa nell'MBR (in più di un caso, ho aiutato utenti che -ne ignoro la ragione- non riuscivano a porre il GRUB nell'MBR, in quanto non risultava ne avessero il permesso... e han risolto subito installando PCLinuxOS e facendolo avviare direttamente da floppy-disk [cosa fattibile se si sceglie, in corso di installazione, di mettere il GRUB direttamente su floppy-disk]).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#9
(01-10-2012, 11:22 )monsee Ha scritto:
token Ha scritto:Tuttavia almeno un bootloader deve essere in mbr.
Un'eccezione a questa legge è data da PCLinuxOS, capace di installare il proprio GRUB su floppy-disk (ma, può esser che ci riesca anche su pen-drive) e di avviarsi, poi, tranquillamente così senza bisogno alcuno che ci sia qualche cosa nell'MBR (in più di un caso, ho aiutato utenti che -ne ignoro la ragione- non riuscivano a porre il GRUB nell'MBR, in quanto non risultava ne avessero il permesso... e han risolto subito installando PCLinuxOS e facendolo avviare direttamente da floppy-disk [cosa fattibile se si sceglie, in corso di installazione, di mettere il GRUB direttamente su floppy-disk]).

Chiamalo mbr, chamalo disk boot sector (per il floppy), sempre quello è (per la funzione boot).
Potrebbe trattarsi certamente anche di dischi (generalizzando, storage) esterni.

Vera eccezione è il boot da rete.

Ma si stava parlando di sistemi "normali".
Quello che parte da floppy non lo definirei tale (a meno di particolari esigenze, che non dovrebbero però comprendere un sistema con dischi mozzi).

Peraltro ho generalizzato il termine da "Grub" a "bootloader" proprio perchè Grub non è l'unico bootloader esistente.

Bye,
Token
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)