Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Filosofia : il desktop environment
#1
Ho bisogno di metter fondamenta a qualche mezza certezza.

Vengo da windows ed ho appena installato la 11.10 remix. (Ho utilizzato Unix quando si utilizzavano i terminali Ansi.).

Se avete un link in italiano da farmi leggere, postate pure.

Allora,
Ubuntu, a differenza di windows, mette a disposizione più desktop environment.
La versione ufficiale di Ubuntu viene fornita con Unity (la "versione" successiva di Gnome) mentre la remix fornisce anche la Gnome e la Gnome + Cairo Dock.
E' corretto ?

Cosa comporta scegliere Gnome o Unity, a parte le personalizzazioni che ho visto ce ne sono di tutte le salse ?

Dietro a esse ci sono librerie grafiche diverse ? E la compatibilità dei programmi ?

E' possibile switchare ad un'altra in una sessione aperta ?

Buona notte.
Cita messaggio
#2
Cambia solo il modo di gestire le cose, quindi si tratta di scelte personali.

Nessun problema con la compatibilità dei programmi.

Per passare da un'interfaccia all'altra, non serve riavviare ma: Termina sessione

poi scegli l'interfaccia che vuoi e rientri.

Se decidi di scegliere un'interfaccia e vuoi entrare direttamente con essa:

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33

Ovviamente vale sempre il discorso del Termina sessione.
Cita messaggio
#3
Ciao, dunque Ubuntu installa per default Unity, poi ci sono le sue derivate che usano altri DE come LXDE, KDE, XFCE ma in ognuna puoi installare il DE che preferisci oltre quello di default.
Proprio come puoi farlo nelle altre distro come Fedora, Archlinux, Gentoo ecc...
Ogni DE ha le sue particolarità, e la scelta dipende dai gusti personali o dalle risorse del PC. Alcuni DE sono molto leggeri, come LXDE o XFCE, e quindi vanno bene per macchine poco performanti.
Le librerie grafiche sono uguali per tutti (opengl/mesa), le librerie di programmazione ed i framework sono differenti, ad esempio Unity usa le GTK+ nella versione 3D (come Gnome) e le Qt nella versione 2D (come KDE).
La compatibilità dei programmi è fuori discussione nella maggioranza dei casi, infatti potrò usare un programma scritto per KDE, come ad esempio il programma di masterizzazione k3b o il player multimediale Amarok, anche in Gnome o Unity o altri. L'installazione si porterà dietro le librerie di cui necessitano e tutto funzionerà a dovere.
In una sessione aperta non puoi cambiare al volo il DE, dovrai per forza terminarla e riloggarti all'interno del nuovo DE.

P.S. Chiedo scusa prof, ho impiegato una vita a scrivere e nel frattempo aveva già risposto lei Idea
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#4
Succede. Maggiori notizie non guastano.
Cita messaggio
#5
(14-02-2012, 23:22 )marcoc Ha scritto: Ubuntu, a differenza di windows, mette a disposizione più desktop environment.
La versione ufficiale di Ubuntu viene fornita con Unity (la "versione" successiva di Gnome)
Per essere più precisi, Unity non è la "versione" successiva di Gnome, Gnome3 è la "versione" successiva di Gnome2 e Gnome3 è il DE di Ubuntu 11.10.
Unity è l'interfaccia desktop di default ed è un plugin di Compiz, il windows manager.
Le alternative ad Unity sono Gnome-shell, Gnome-fallback, Cinnamon ...
Le alternative a Gnome3 sono Lxde, Xfce, Kde4 ecc....

Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#6
Aggiungo a quanto ottimamente esposto da Patel, che esistono anche possibilità -ulteriori- diverse. Ambienti che NON sono dei veri e propri destop-environments a tutti gli effetti, ma che consentono ugualmente una gestione davvero buona delle cose. In questo campo, in particolare, mi sentirei di citare -non sono gli unici, ovviamente- OpenBox e Enlightenment E-17.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)