Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Installazione fedora 17
#1
Buon giorno a tutti,

Vorrei provare fedora 17 su un nuovo notebook della fujitsu (AH531). Intel i5. 4gb ram. hd 750gb. scheda grafica nvidia (1gb dedicated).
Da altra discussione ho partizionato con gparted il disco.
L'amico giuscassr m'ha detto che fedora usa di default i volumi logici (lvm) e che devo disabilitare durante l'installazione.
Ho un dvd di fedora comprato in una rivista. Spero vada bene lo stesso.
Come devo fare per l'istallazione?

Grazie mille!
luca.
Cita messaggio
#2
Ti linko una serie di pagine Web che descrivono (in lingua italiana e con tanto di immagini) un procedimento di installazione di Fedora 17 (nella versione LXDE): [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif] Studiando con attenzione tali pagine potrai farti un'idea della faccenda.

Di seguito, ti linko anche una semplice "Guida post-installazione" (abbastanza elementare, però in italiano): [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif]

Infine, può esser che tu voglia installare i principali codec dentro alla tua Fedora: [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif]
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#3
(06-08-2012, 11:15 )monsee Ha scritto: Ti linko una serie di pagine Web che descrivono (in lingua italiana e con tanto di immagini) un procedimento di installazione di Fedora 17 (nella versione LXDE): [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif] Studiando con attenzione tali pagine potrai farti un'idea della faccenda.

Di seguito, ti linko anche una semplice "Guida post-installazione" (abbastanza elementare, però in italiano): [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif]

Infine, può esser che tu voglia installare i principali codec dentro alla tua Fedora: [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif]


Ciao Monsee e grazie per la risposta!

Citazione:Installazione di Fedora 17 Beefy Miracle con LXDE
La seguente procedura (ripresa da una live virtualizzata) suppone che l’hardware nel quale verrà installata Fedora dispone di spazio non allocato.
.

Non ricordo se fedora 17 sulla rivista è con LXDE...Huh
Non credo di avere spazio non allocato. Ti allego img.
Allora dovrei, con gparted, selezionare la partizione interessata e dirgli di non allocarla?
Da l'altra discussione, mi hanno detto che per il bootloader, sarebbe meglio prima installare il "secondo" sistema operativo e poi ubuntu in modo che sarebbe ubuntu a "comandare" il boot.
Secondo te cosa devo fare?
Grazie mille!
ciao.
luca.


Allegati Anteprime
   
Cita messaggio
#4
ciao luca. sebbene bilodiego abbia ragione, l'installazione di ubuntu è più intuitiva. io proporrei di installare prima ubuntu e poi di fare l'installazione di fedora (che ha diversi ambienti desktop. monsee usa lxde, mentre io uso kde; la versione che hai tu probabilmente è quella con gnome shell). per il bootloader non ti preoccupare, troveremo le giuste soluzioni.

fammi sapere. ciao
 Trasferito sul Nuovo Forum [img]images/smilies/blush.gif[/img]
Cita messaggio
#5
Per avviare più Sistemi Operativi (o più "distro" GNU/Linux) installati sul medesimo PC, esiston fondamentalmente due maniere:

1) puoi far sì che ogni "distro" (e ogni Sistema Operativo) presente sia in grado di avviar sé stesso solamente e metterti in grado di avviare, ad ogni avvio del tuo PC la "distro" o il Sistema Operativo che ti piace semplicemente premendo un tasto; il vantaggio di questo sistema consiste essenzialmente in quattro fatti: 1) se ad una "distro" capita qualcosa, si resta sempre in grado di avviar tutte quante le altre "distro" (e tutti i Sistemi Operativi), senza diover fare alcunché di speciale per riuscirci; 2) poiché ciascuna "ditro" resta padrona del suo proprio GRUB (o GRUB2 che sia), quando accade che si upgradi un Kernel, si può impostarlo per l'avvio immediatamente agendo dalla "distro" in cui si è (quale che essa sia); 3) qualora accada qualcosa a livello di MBR, basta semplicemente reinstallare il boot-manager (che richiede un minutino scarso e si fa in maniera grafica, ossia senza bisogno alcuno di fare ricorso alla "riga di comando") per risolvere all'istante il problema; 4) eventuali upgrade della versione della "distro" verranno automaticamente registrate e correttamente impostate senza che l'Utente debba intervenire manualmente ad "aggiustar" le cose per l'avvio. Per ottener tutto questo, semplicemente, si installa il boot-loader di ogni "distro" nella Partizione di Root della "distro" stessa e poi si installa un boot-manager (comandato direttamente dall'Utente e del tutto indipendente dalle varie "distro") nell'MBR.

2) si può far sì che il boot-loader di una "distro" sola, posizionato nell'MBR, serva ad avviare tutte quante le "distro" e i Sistemi Operativi installati sul PC. In questo caso, qualora accadesse qualcosa alla "distro" che "comanda" il boot-loader piazzato sull'MBR... bisognerebbe intervenire specificamente al fine di ripristinare quel boot-loader... il che richiederebbe, comunque, prima, che si ripristinasse l'installazione della "distro" andata KO anche semplicemente al fine di andare ad avviare un'altra "distro" presente sul PC e -se la si riuscisse ad avviare- perfettamente funzionante. Inotre, sempre se si sceglie questo caso, si avrebbe che un aggiornamento di versione di una o più "distro" richiederebbe di apportar delle modifiche al boot-loader instalalto sull'MBR, modifiche che -verosimilmente- potrebbero richiedere un intervento in "riga di comando" o strategie similari. Inoltre, sempre se si sceglie questa via, l'aggiornamento del Kernel di una "distro" (se non è quella che controlla il boot-loader piazzato sull'MBR) richiederà un aggiustamente di tale boot-loader (e bisognerà, dunque, abbandonar la "distro" di cui si è appena aggiornato il Kernel, spegnere il PC, riavviarlo, accedere alla "distro" che controlla il boot-loader piazzato sull'MBR e -da lì- andare ad impostar l'avvio del nuovo Kernel... Queste, grossomodo, le due opzioni. Dopo di che, ciascuno sceglie quella che più gli sembra conveniente.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#6
ok luca, se sei pronto ci prepariamo all'installazione di fedora.

innanzi tutto devi scegliere quale versione installare e quale ambiente desktop installare. scarichi la .iso, verifichi il mdsum, e la masterizzi su un cd o su una chiavetta usb con unetbootin (avendo già installato ubuntu, puoi scaricare il programma dal software center).

adesso devi scegliere come procedere con il bootloader: possiamo procedere con l'installazione normale del grub2 di fedora su sda (l'mbr dell'hd) e successivamente entrare in ubuntu e reinstallare il suo grub. oppure se abbiamo un'altra chiavetta usb (che verrà letta come sdb o sdc), possiamo dire durante l'installazione di fedora di installare grub su quella chiavetta. secondo me la prima soluzione è più semplice ed evita possibili confusioni in fase di partizionamento.

attendo tue notizie per poi entrare nello specifico dell'installazione.

ciao
 Trasferito sul Nuovo Forum [img]images/smilies/blush.gif[/img]
Cita messaggio
#7
(17-08-2012, 09:26 )giuscassr Ha scritto: ok luca, se sei pronto ci prepariamo all'installazione di fedora.

innanzi tutto devi scegliere quale versione installare e quale ambiente desktop installare. scarichi la .iso, verifichi il mdsum, e la masterizzi su un cd o su una chiavetta usb con unetbootin (avendo già installato ubuntu, puoi scaricare il programma dal software center).

adesso devi scegliere come procedere con il bootloader: possiamo procedere con l'installazione normale del grub2 di fedora su sda (l'mbr dell'hd) e successivamente entrare in ubuntu e reinstallare il suo grub. oppure se abbiamo un'altra chiavetta usb (che verrà letta come sdb o sdc), possiamo dire durante l'installazione di fedora di installare grub su quella chiavetta. secondo me la prima soluzione è più semplice ed evita possibili confusioni in fase di partizionamento.

attendo tue notizie per poi entrare nello specifico dell'installazione.

ciao bene a

Ciao!
Sono rientrato dalle ferie oggi... Piange
Ho un dvd dual layer di una rivista con scritto fedora 17 la distro imbattibile per usabilità e innovazione tecnologica. Se no, quale iso mi consigli di scaricare? Link?
Per usare la chiavetta avviabile va bene anche il creatore di dischi di avvio di ubuntu? Oppure unetbootin?
Intanto mi faccio qualche lettura sui link sopra...
Grazie mille!.
luca.
Cita messaggio
#8
UNetbootin ve benissimo (per creare una pen-drive capace di installare partendo da una ISO).
In quanto alla "distro" che desideri installare, è semplicemente questione di quel che preferisci TU: qualunque "distro" vorrai cercare di installare, qualcuno di noi si impegnerà ad aiutarti (qualcuno che conosce e usa quella particolare "distro", intendo).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#9
Grazie Monsee.
Ho inserito il dvd della rivista e ho selezionato troubleshooting, mi ha dato errore su il device, una schermata nera e poi una con un quadrato bianco. Poi è venuta la finestra di selezione lingua e quella della tastiera. Alla fine mi ha detto che la versione è vecchia. Sono uscito dall'installazione.
Sono andato su fedoraproject.org e ho cliccato su scarica ora ma mi ha scaricato il torrent di 54k. Per avere l'iso completa devo avere installato l'applicativo torrent su ubuntu?
Poi ho cliccato su altre opzioni download e ho scaricato il file Fedora-17-i686-Live-KDE.
In unetbootin devo spuntare in alto Distribuzione (che nel menu a tendina non ho fedora 17), oppure clicco su immagine disco ISO e seleziono il file scaricato? (però non mi vede la penna).
Grazie mille.
lu
Cita messaggio
#10
Non usare il DVD: usa la ISO (devi salvarla sul tuo HD, dentro ad una cartella apposita [così la ritrovi immediatamente]). Clicca su "immagine disco ISO" e seleziona la ISO di Fedora. La pen-drive, come è formattata? E quanto è capiente?
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)