Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO]Qualche informazione su PCLinuxOS
#1
Salve
Ho installato PCLinuxOS Mate in Virtualbox e sto cercando di capire le sue caratteristiche. Come distro mi sembra molto piu' user friendly di altre piu' blasonate. (grazie dxgiusti per i consigli!)
Ho installato Skype mediante Synaptic. Tutto ok ma non viene riconosciuta la webcam (uso un Asus K52F). E' colpa della distro oppure e' normale quando si e' in virtualbox, visto che mi succede anche con le altre distro?
Seconda domanda. I comandi da dare al terminale di che tipo sono? Ad esempio per installare, rimuovere e aggiornare.
C'e' del materiale da consultare a tal proposito sul web?

Grazie
Alessandro
 

 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#2
ciao, per i programmi usa synaptic, imposti sezioni e trovi quanto cerchi. per la videocamera non saprei ma ricordati che su di un sistema virtuale.
comunque controlla sulla barra in alto : dispositivi, attiva webcam. devi aver logicamente installato le guest e lanciato il file di configurazione delle stesse.
Cita messaggio
#3
(11-02-2014, 15:36 )'dxgiusti' Ha scritto: ciao, per i programmi usa synaptic, imposti sezioni e trovi quanto cerchi. per la videocamera non saprei ma ricordati che su di un sistema virtuale.

 

Bene, percio' per la webcam sto tranquillo.
Ho letto che questa distro e' fatta per utenti poco esperti (come me) e riduce al massimo l'uso del terminale.
Ok pero' almeno conoscere l'A B C delle operazioni da terminale sarebbe piu' rassicurante.
Come avvengono i rilasci (ogni quanto)e come avvengono gli upgrade? Un click e via?
Per adesso avevo solo testato distro derivate da Ubuntu e il fatto che su Distrowatch avevo letto "indipendent" sulla derivazione, mi aveva fatto storcere un po' il naso, perche' mi obbliga a informarmi da capo su cosa comporti questa "indipendent" ...pero' devo ammettere che va abbastanza bene. Poi e' pure rolling, percio' se riesco a capirla almeno in maniera sufficiente per il mio utilizzo tanto di guadagnato.
Tra i desktop disponibili ho visto che non c'e' XFCE, ma ho letto anche di una passata edizione denominata PHOENIX in xfce. In questi casi, quando un tipo di distro non e' piu' supportata dalla casa madre e' ancora affidabile e soprattutto e' ancora in uso?
LXDE e' abbastanza completa, forse la migliore che ho visto finora, pero', visto dai requisiti che Mate ha bisogno di soli 512Mb di ram (meglio 1Gb) ho optato per quest'ultima.
P.S. Lascio questa discussione aperta finche' non avro' finito di controllare la disponibilita' su Synaptic dei programmi che uso abitualmente. Insomma mi servono piu' informazioni.

Grazie
Alessandro

 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#4
Dxgiusti sicuramente ti passerà i link per raggiungere due versioni diverse di pclos+xfce, eredi della buon'anima phoenix, ma approfitto per un paio di puntualizzazioni.
La definizione di independent è sicuramente legittima in quanto pclos non fa parte di nessun gruppo di derivazione 'attuale', come potrebbe essere mint-mepis-zorin-ubuntu cioè distribuzioni che procedono in parallelo, ma non è detto che niente di ciò che la compone possa essere condiviso con altri.

La derivazione è chiara: viene da mandriva e ne condivide i tools iniziati da mandrake, solo che quando fu iniziata il metodo di gestione dei pacchetti di debian era talmente migliore rispetto a quello di qualsiasi rpm-based da farlo scegliere e adattare ai pacchetti rpm.
La qualità della pacchettizzazione ha poi permesso dal 2007 di avere un'unica distro aggiornabile senza salti di versione.

Quanto al 'dietro le quinte', è questa derivazione che ne rende la gestione fra le più ortodosse del mondo linux.
Impara a usare pclos e più o meno saprai orientarti in qualsiasi distribuzione; parti da ubuntu e non saprai mai se stai facendo qualcosa di 'normale' o se stai percorrendo un'ultima fantasiosa variante che chissà mai se verrà adottata anche da altri e da chi.
[Immagine: http://pclinuxos.com/forum/avatars/Pengu...guitux.png] Parole !
Mai che se ne trovino due uguali !
Cita messaggio
#5
(11-02-2014, 16:23 )'zafran' Ha scritto: Dxgiusti sicuramente ti passerà i link per raggiungere due versioni diverse di pclos+xfce, eredi della buon'anima phoenix, ma approfitto per un paio di puntualizzazioni.
La definizione di independent è sicuramente legittima in quanto pclos non fa parte di nessun gruppo di derivazione 'attuale', come potrebbe essere mint-mepis-zorin-ubuntu cioè distribuzioni che procedono in parallelo, ma non è detto che niente di ciò che la compone possa essere condiviso con altri.

La derivazione è chiara: viene da mandriva e ne condivide i tools iniziati da mandrake, solo che quando fu iniziata il metodo di gestione dei pacchetti di debian era talmente migliore rispetto a quello di qualsiasi rpm-based da farlo scegliere e adattare ai pacchetti rpm.
La qualità della pacchettizzazione ha poi permesso dal 2007 di avere un'unica distro aggiornabile senza salti di versione.

Quanto al 'dietro le quinte', è questa derivazione che ne rende la gestione fra le più ortodosse del mondo linux.
Impara a usare pclos e più o meno saprai orientarti in qualsiasi distribuzione; parti da ubuntu e non saprai mai se stai facendo qualcosa di 'normale' o se stai percorrendo un'ultima fantasiosa variante che chissà mai se verrà adottata anche da altri e da chi.

 
Io posso pure imparare a usare PCLinuxOS, ma rimane sempre il fatto che alla fine dovro' affrontare la questione terminale, e se nessuno risponde a quello che domando,(come sopra:ABC del terminale) rimango sempre con tanti punti interrogativi. Senza offesa naturalmente.
Poi se qualcuno mi dice che con PCLinuxOS e' possibile non toccare assolutamente il terminale vitanaturaldurante, allora chiedo venia![img]images/smilies/rolleyes.gif[/img]

Grazie
Alessandro



 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#6
Un consiglio, fai il partizionamento e installalo in partizione prima di ubuntu, se non ricordo male, dxgiusti ti confermerà o smentirà la cosa, il grub non vede le altre linux.
Giuseppe
Cita messaggio
#7
(11-02-2014, 18:02 )'giuseppemos' Ha scritto: Un consiglio, fai il partizionamento e installalo in partizione prima di ubuntu, se non ricordo male, dxgiusti ti confermerà o smentirà la cosa, il grub non vede le altre linux.
Giuseppe

 

Ma che c'entra Ubuntu? [img]images/smilies/huh.gif[/img] Io lo voglio installare solo soletto![img]images/smilies/exclamation.gif[/img]

 

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#8
In questo caso, secondo me, ne vale la pena.
Giuseppe
Cita messaggio
#9
Appunto Giuseppe.
La domanda rimane sempre la stessa del primo post: Se voglio installare un programma da terminale, il comando e' lo stesso che uso su Mint?[img]images/smilies/biggrin.gif[/img]

Work in progress... comunque utente "home" passivo al punto giusto!
Windows 7 Ultimate -> Asus K52F = Pentium P6200 2,13 Ghz - Ram 2 Gb - 320 HD
Mint 17 Cinnamon -> Samsung netbook N-130 = Atom 1,6 Ghz - Ram 1Gb - 160 HD
Cita messaggio
#10
No, ma con pc linux os è ancora più facile, ora non ricordo bene perchè lo usavo  anni fa,  ha delle opzioni per installare il software ottime, e comunque c'e sempre synaptic.
In linea di massima si tratta di una tra le migliori per facilità d'uso, stabilità e supporto, è un passaggio obbligato per un buon linuxiano.
Giuseppe
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)