Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] Scansione antivirus on line
#1
Premetto che uso la versione Ubuntu remix 7 senza antivirus.Non ho motivo di sospettare che abbia qualche virus nel sistema, ma mi chiedo e vi chiedo,per una maggiore sicurezza c'è modo di fare una scansione on line per scongiurare malwere,troyan ecc?
Grazie e buone feste anche se in ritardo.
Cita messaggio
#2
(04-01-2012, 16:08 )ciarli Ha scritto: Premetto che uso la versione Ubuntu remix 7 senza antivirus.Non ho motivo di sospettare che abbia qualche virus nel sistema, ma mi chiedo e vi chiedo,per una maggiore sicurezza c'è modo di fare una scansione on line per scongiurare malwere,troyan ecc?
Grazie e buone feste anche se in ritardo.

Unix/Linux è immune, don't worry... Wink
Cita messaggio
#3
(04-01-2012, 16:08 )ciarli Ha scritto: Premetto che uso la versione Ubuntu remix 7 senza antivirus.Non ho motivo di sospettare che abbia qualche virus nel sistema, ma mi chiedo e vi chiedo,per una maggiore sicurezza c'è modo di fare una scansione on line per scongiurare malwere,troyan ecc?
Chiariamo subito e una volta per tutte che questa storia che UNIX in generale e GNU/Linux in particolare sarebbe (sarebbero) IMMUNI ai virus è una SOLENNE BOIATA!
Semplicemente perché NON CORRISPONDE A VERITÀ.
Da irresponsabile, dunque, il post del buon Doc, che ti invita ad infischiarti di scansionar riguardo a eventuali virus perchè il tuo UBUNTU ne sarebbe "immune".

UNIX (e GNU/Linux, UBUNTU incluso) non è affatto "immune" ai virus: è semplicemente un "portatore sano". Il virus si infila, insomma, lo stesso. Infetta (si è infetti quando il virus è anche solo presente, non unicamente quando agisce e arreca danni), ma non è in condizione di far -praticamente- danni: se ne sta lì, in agguato, e aspetta.
Questo, finché non gli succede di venirsi a trovar di nuove in un ambiente a lui congeniale. Ossia, ad esempio, quando invii un allegato al tuo migliore amico o alla tua fidanzata che usa Windows... e lo stramaledetto virus si trova proprio in quell'allegato! (ma tu non lo sapevi, perché non lo hai mai scansionato)... Oppure, quando, senza bisogno di lasciare il tuo PC, finisce in un ambiente WINE (e comincia a far danni lì).
Insomma, effettuar regolari scansioni è assai importante anche per chi usa GNU/Linux, non fosse altro che per umano rispetto nei riguardi di quelli che han scelto, invece, di utilizzar Windows e hanno il sacrosanto DIRITTO di pretendere che chiunque invii loro qualcosa controlli PRIMA che non contenga alcun virus.

In quanto al fare delle scansioni online, per chi usa Mac o GNU/Linux non c'è molto (c'è tantissimo per chi usa Windows, ovviamente, dato che capita loro sovente di ritrovarsi "appestati" -specie a quelli che fanno filesharing- cosa che dà bel lavoro ai vari siti di scansione online).
Epperò, ho letto che esiste un OTTIMO sito (dotato di un ragguardevolissimo database e di un ottimo scanner), il quale, essendo organizzato anche per scansionar non solo tramite il classico ActiveX (metodo diffusissimo, ma attuabile soltanto in Windows), ma anche tramite Ambiente Virtuale Java, consente a chi usa Macintosh e a chi usa GNU/Linux (qualsivoglia GNU/Linux, purché abbia Java installato) di effettuar scansioni (sia antivirus che anti-spyware) e anche di rimuovere, laddove sian presenti, eventuali infezioni. I tempi di scansione, ti avviso, non son brevi, per cui c'è da armarsi di santa pazienza.
Il sito di chi parlo è Housecall di Trendmicro. Non ne ho mai utilizzato la versione per Linux (che è ovviamente diversa da quella per Windows), ma rammento benissimo d'aver letto in svariati siti che si occupan di sicurezza che era, per chi usa GNU/Linux, il sito più quotato.
Inoltre, puoi prendere in considerazione l'idea di installare un antivirus sul tuo UBUNTU (ClamAV, per esempio), così potrai scansionare senza attese e senza dover "sobbollire" a fuoco len to in Internet per un pezzo... in attesa dell'esito finale.

[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#4
Dai uno sguardo,

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33

Puoi controllare anche Ubuntu.
Cita messaggio
#5
quoto il prof. avvia il dvd-live, vai nel software center e scarica virus scanner, fai la scansione completa del sistema da live (ricordati che virus scanner separa la home dalla root, quindi dovrai fare due scansioni).

ciao
 Trasferito sul Nuovo Forum [img]images/smilies/blush.gif[/img]
Cita messaggio
#6
(04-01-2012, 17:34 )monsee Ha scritto:
(04-01-2012, 16:08 )ciarli Ha scritto: Premetto che uso la versione Ubuntu remix 7 senza antivirus.Non ho motivo di sospettare che abbia qualche virus nel sistema, ma mi chiedo e vi chiedo,per una maggiore sicurezza c'è modo di fare una scansione on line per scongiurare malwere,troyan ecc?
Chiariamo subito e una volta per tutte che questa storia che UNIX in generale e GNU/Linux in particolare sarebbe (sarebbero) IMMUNI ai virus è una SOLENNE BOIATA!
Semplicemente perché NON CORRISPONDE A VERITÀ.
Da irresponsabile, dunque, il post del buon Doc, che ti invita ad infischiarti di scansionar riguardo a eventuali virus perchè il tuo UBUNTU ne sarebbe "immune".

UNIX (e GNU/Linux, UBUNTU incluso) non è affatto "immune" ai virus: è semplicemente un "portatore sano". Il virus si infila, insomma, lo stesso. Infetta (si è infetti quando il virus è anche solo presente, non unicamente quando agisce e arreca danni), ma non è in condizione di far -praticamente- danni: se ne sta lì, in agguato, e aspetta.
Questo, finché non gli succede di venirsi a trovar di nuove in un ambiente a lui congeniale. Ossia, ad esempio, quando invii un allegato al tuo migliore amico o alla tua fidanzata che usa Windows... e lo stramaledetto virus si trova proprio in quell'allegato! (ma tu non lo sapevi, perché non lo hai mai scansionato)... Oppure, quando, senza bisogno di lasciare il tuo PC, finisce in un ambiente WINE (e comincia a far danni lì).
Insomma, effettuar regolari scansioni è assai importante anche per chi usa GNU/Linux, non fosse altro che per umano rispetto nei riguardi di quelli che han scelto, invece, di utilizzar Windows e hanno il sacrosanto DIRITTO di pretendere che chiunque invii loro qualcosa controlli PRIMA che non contenga alcun virus.

In quanto al fare delle scansioni online, per chi usa Mac o GNU/Linux non c'è molto (c'è tantissimo per chi usa Windows, ovviamente, dato che capita loro sovente di ritrovarsi "appestati" -specie a quelli che fanno filesharing- cosa che dà bel lavoro ai vari siti di scansione online).
Epperò, ho letto che esiste un OTTIMO sito (dotato di un ragguardevolissimo database e di un ottimo scanner), il quale, essendo organizzato anche per scansionar non solo tramite il classico ActiveX (metodo diffusissimo, ma attuabile soltanto in Windows), ma anche tramite Ambiente Virtuale Java, consente a chi usa Macintosh e a chi usa GNU/Linux (qualsivoglia GNU/Linux, purché abbia Java installato) di effettuar scansioni (sia antivirus che anti-spyware) e anche di rimuovere, laddove sian presenti, eventuali infezioni. I tempi di scansione, ti avviso, non son brevi, per cui c'è da armarsi di santa pazienza.
Il sito di chi parlo è Housecall di Trendmicro. Non ne ho mai utilizzato la versione per Linux (che è ovviamente diversa da quella per Windows), ma rammento benissimo d'aver letto in svariati siti che si occupan di sicurezza che era, per chi usa GNU/Linux, il sito più quotato.
Inoltre, puoi prendere in considerazione l'idea di installare un antivirus sul tuo UBUNTU (ClamAV, per esempio), così potrai scansionare senza attese e senza dover "sobbollire" a fuoco len to in Internet per un pezzo... in attesa dell'esito finale.

Non mi pare sia una dichiarazione irresponsabile, visto che come tu stesso asserisci Linux non è poi così vulnerabile. Casomai potremmo infettare Windows... ma di questo si è già discusso allo sfinimento in altre sedi. Big Grin Inoltre non riesco ad immaginare un utente responsabile sprovvisto di un valido antivirus. Idea
Cita messaggio
#7
NON deve interessare se un dato Utente di Windows usa o non usa l'antivirus: sono affari SUOI.
Quello che deve interessarci è d'esser NOI a comportarci in modo giusto e rispettoso delle scelte altrui. Dunque, dobbiamo fare in modo che eventuali files infetti (anche se incapaci di far dei danni a NOI) non vadano a far danni dentro al PC di qualche amico... Si tratta di un principio etico fondamentale del buon vivere civile e il dir di non preoccuparsi e non seguirlo è un atto irresponsabile davvero.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
(04-01-2012, 21:10 )monsee Ha scritto: NON deve interessare se un dato Utente di Windows usa o non usa l'antivirus: sono affari SUOI.
Quello che deve interessarci è d'esser NOI a comportarci in modo giusto e rispettoso delle scelte altrui. Dunque, dobbiamo fare in modo che eventuali files infetti (anche se incapaci di far dei danni a NOI) non vadano a far danni dentro al PC di qualche amico... Si tratta di un principio etico fondamentale del buon vivere civile e il dir di non preoccuparsi e non seguirlo è un atto irresponsabile davvero.

Scusa - e te lo da amico, se mi consenti - mi sfugge la ragione per la quale di ogni argomento fai una crociata, assumendo non di rado toni polemici: uso della shell, adozione di antivirus, scelta di una distro, ecc.
Capire (da intelligere) il punto di vista altrui è diverso dal comprenderlo (com-prendere) e la differenza non è solo formale, bensì sostanziale.
Ora, quando si esprime un'opinione, non si pretende di essere sempre compresi, ma almeno capiti.
MORALE: Siamo tutti qui per suggerire, non per giudicare, le scelte altrui: cerchiamo tutti di aiutarci con la massima serenità, senza apriori.
Con stima. Idea
Cita messaggio
#9
(04-01-2012, 20:44 )doc54 Ha scritto: Inoltre non riesco ad immaginare un utente responsabile sprovvisto di un valido antivirus. Idea

Doc, il rischio principale a mio avviso è proprio questo: partire dal presupposto che ci possano essere solo utenti responsabili o non tenere in considerazione che possano esistere utenti "impreparati". Partendo da una premessa sbagliata, anche un'affermazione genericamente corretta può involontariamente cagionare danni.
Non per niente è opinione diffusa che il bug più pericoloso si trovi di fronte al monitor.

Trattandosi di forum a cui attingono persone diversissime, membri e non, esperti e non, la regola della prudenza e del buon senso devono guidare sempre - secondo me - i nostri interventi.

Un caro saluto.
 Trasferito sul Nuovo Forum [img]images/smilies/blush.gif[/img]
Cita messaggio
#10
Nessun problema, Doc, sul piano personale, fra me e te.
Il punto del contendere -come hai compreso bene- è tutto nel messaggio errato che Linux sia "immune" ai virus (il che proprio non è) che non è uguale cosa di "Linux è un portatore sano di virus: li becca, ma non lo posson danneggiare per davvero... col che non è che Linux resti sano: divien semplicemente un potenziale veicolo di infezione per tutti gli ambienti Windows che entrano in contatto con lui (ad esempio, tramite invio di allegati o lo scambio di files potenzialmente infetti)"... oltre che, come ha giustamente rilevato l'ottimo Gius, il fatto che non è proprio accettabile fornire agli utenti l'idea antietica che debban essere "gli altri" a difender sé stessi e noi si abbia il sacrosanto diritto di spander potenziali virus tutt'in giro senza poi farcene -come minimo- un bel problema di coscienza...
Come ben vedi, non son le "opinioni" -tue o mie- ad essere in gioco, qui. Ad essere in gioco è un fatto reale, danni che si possono far (senza manco volere!) nel concreto.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)