Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] disco ripristino, hp recovery disc e dual boot Ubuntu - Win 7
#1
Buongiorno,
è un piacere raro trovare una comunità che cerca di usare il cervello. Idea

Come penso molti di voi, sto cercando di addomesticare il mio pc (Hp probook 4540s con windows 7) per poter istallare Ubuntu.
Il tutto dovrebbe essere una cosa semplice in un mondo che funziona, ma, come ho letto, diventa un'impresa quando le aziende (windows + hp) cercano in tutti i modi di impedire ai clienti di fare ciò che vorrebbero (ossia liberarsi di loro).

Ho letto il post Problema partizionamento notebook hp, molto utile anche se a tratti un pò difficile da seguire (scusate la mia mente semplice).

Al di fuori dei dubbi che mi sono nati, la prima domanda (forse stupida) a cui non trovo risposta è la seguente:

che differenza c'è tra "crea un disco di ripristino del sistema" e il tool HP chiamato "hp recovery Disc creator"??

ho fatto il disco di ripristino (credo sia una utility di windows) e sto per apprestarmi a fare i dischi di ripristino anche con hp tool.
ci sono differenze?
grazie per la vostra rassicurante presenza.. le domande semplici non hanno molto supporto su internet.

Riassunto di fine discussione e indicazioni sulla soluzione del problema
Cita messaggio
#2
Un disco di ripristino di sistema ti riporta il sistema allo stato attuale in cui avevi fatto il backup, mentre il tool di ripristino, ti riporta il computer allo stato di fabbrica, oltre ai dischi di ripristino che andrai a creare, esiste una partizione nascosta creata da hp, nel caso dovessi partizionare il disco vedi di non cancellarla o non potrai mai più ripristinare il sistema allo stato iniziale..
Cita messaggio
#3
(01-11-2012, 15:33 )procton771 Ha scritto: esiste una partizione nascosta creata da hp, nel caso dovessi partizionare il disco vedi di non cancellarla o non potrai mai più ripristinare il sistema allo stato iniziale..

Ringraziandoti per la pronta risposta ho già pronta una seconda domanda:

le partizioni sono 4, come da manuale per impedire la creazione di una ulteriore partizione ove istallare ubuntu.
1. system (partizione di avvio win7) non ha lettere.
2. C: partizione su cui risiede win7
3. G: HP_Recovery (credo che sia la partizione di cui parli)
4. E: HP_tools (non ho capito se ha senso tenerla nè l'utilità)

Nel post di cui parlavo veniva spiegato che oltre 4 partizioni non è possibile andare e quindi, per poter istallare Ubuntu devo fare spazio in una già esistente.

In particolare, una risposta contenuta nel post di cui parlavo sopra (link), viene consigliato di trasformare la partizione recovery in partizione estesa (dopo aver ovviamente fatto dvd di ripristino con hp tool).

Immagino che, una volta trasformata in estesa la partizione Hp_Recovery, dovrei mantenerla viva e funzioante, come suggerito da te, ma allo stesso tempo potrei creare una nuova partizione primaria su cui avere spazio per Ubuntu.

Il mio ragionamento è pura speculazione, non so se ha senso, vorrei capire se è davvero così o me lo sono sognato.
grazie.
Cita messaggio
#4
Nella discussione che hai linkato, Diego afferma:
bilodiego Ha scritto:... dopo aver salvato la recovery su dvd con l'apposita funzione di hp tools
... ergo, dovresti dedurne che la primissima cosa è quella di "salvare su DVD" la suddetta "Partizione di Recovery" (così, se capita qualcosa, la potrai sempre ripristinare). Inoltre, spiega pure che:
bilodiego Ha scritto:... con l'apposita funzione di hp tools. è permesso solo una volta
... dal che c'è da pensare che è opportuno effettuar l'operazione con grande attenzione e cura (nessuna "seconda chance", a quanto pare, è permessa).

Soltanto DOPO aver messo al sicuro (dato che aveva fatto sì di poterla reinstallare in caso di bisogno) la sua "partizione di Recovery, Diego sìè permesso il rischio di farla diventare una Partizione Logica (creando attorno ad essa una Partizione Estesa, dunque) con GParted (ci sono anche altri modi di far questo, ovviamente, ma non sto ad indicarteli per teme di poter ingenerarti un po' di confusione).

All'interno di tale Partizione Estesa (trasformandola in Partizione Logica), Diego ha poi inserito anche la Partizione denominata HP_tools. In questa maniera, ha ottenuto di aver due Partizioni Primarie più una Partizione Estesa (contenente due Partizioni Logiche). In tutto, dato che il BIOS considera la Partizione Estesa e non le Partizioni Logiche in essa contenute, Diego ha ottenuto di aver sul proprio PC 3 Partizioni in totale (le due Primarie più quella Estesa).
Fatto questo, immagino che Diego abbia provveduto a effettuare le seguenti operazioni:
1) entrato in Windows, ha provveduto ad effettuare un accurato scandisk della sua Partizione C (quella non-di-avvio, ma che contiene il sistema);
2) sempre da Windows (forse, anche in Modalità Provvisoria, al fine di ottener migliori risultati), ha provveduto a fare una bella deframmentazione della suddetta Partizione C;
3) a questo punto, eseguite le procedure descritte in precedenza, Diego deve aver provveduto a "ridurre" la propria Partizione C, ricavando da tale riduzione una Partizione (primaria) vuota che ha poi provveduto a trasformare in Partizione Logica (inserendola, di conseguenza, sotto l'ombrello della Partizione Estesa).
Da tale neo-creata Partizione Logica, Diego ha poi ricavato 2 diverse Partizioni (mi par gli manchi, difatti, totalmente, la Partizione di SWAP!)... laddove a te suggerirei di ricavare 4 diverse partizioni (sarebbe meglio, infatti, averla, la SWAP!... e, inoltre, avere una Partizione HOME "separata"), facendo diventare Partizioni Logiche solo le ultime 3 (e tenendo la prima come Partizione Primaria per installarci la ROOT di UBUNTU).

In questo modo avresi, alla fine, circa la sitiuazione seguente:

1) Partizione Primaria di Avvio di Windows;
2) Partizione Primaria di Sistema di Windows (il cosiddetto Disco C)
3) Partizione Primaria destinata alla root di UBUNTU
4) Partizione Estesa, contenente:
5) Partizione Logica destinata alla HOME di UBUNTU;
6) Partizione di SWAP;
7) Partizione DATI (formattata in NTFS, dunque utilizzabile anche da Windows);
8) Partizione HP_recovery;
9) Partizione HP_tools

Per ottenere questo risultato, una volta ridimensionata la Partizione di Sistema di Windows, dovrai renderla Partizione Logica (inserirla tutta quanta, insomma, sotto l'ombrello della Partizione Estesa).
Quando sarà divenuta Partizione Logica, provvedi a dividerla in 3 distinte Partizioni. Alla Prima di esse, assegna circa 24-36 Gb (e formatta in ext4): essa diventerà la Partizione di sistema di UBUNTU.
Alla seconda di esse, assegna circa 64-80 Gb e formattala in ext4 (essa divcenterà la Partizione HOME di UBUNTU).
Alla terza di esse, assegna una grandezza pari al doppio della tua RAM fisica e formattala come SWAP (essa diventerà, infatti, la Partizione di SWAP).
Alla quarta di esse (sarà sicuramente anche la più grande) assegna il resto dello spazio che hai ricavato dalla riduzione della Partizione di sistema di Windows, lasciando come file-system l'NTFS... e dagli un nome a gusto tuo (ad esempio: DATI).
Fatto questo, c'è l'ultimo passo: trasforma la Partizione che hai preparato per installarci la ROOT di UBUNTU da Partizione Logica (qual'è in questa fase) a Partizione Primaria.
Fatto anche questo, hai finito: sei pronta per installare il tuo UBUNTU.

Questa, naturalmente, è l'interpretazione mia (ma valuta che io non uso UBUNTU ormai da tanti anni, per cui lo conosco, nella sua evoluzione attuale, ben poco), attendi -naturalmente- di aver conferme o eventuali smentite da chi, di UBUNTU, se ne capisce più di me.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#5
Si Monsee ottimoExclamationExclamation, tutto perfetto e chiaro Exclamation
rispetto a quella discussione nel frattempo lo stesso problema l'ho risolto,con minime varianti, con altri due hp quindi sono fresco di memoria, e lo spiego qui,
http://www.istitutomajorana.it/forum/Thr...#pid110564
in sostanza è uguale solo che in questo caso ho tolto anche la partizione hptool
perchè ho constatato che inutile averla una volta tolta la recovery, ora anche sul mio non c'è più.(cmq se si avessero timori per quello che occupa si può anche tenerla) e in aggiunta fare l'immagine di window col suo tool, in caso di ripristino è più pratico e molto più veloce che con la recovery che cmq va sempre salvata su dvd.
Bilodiego
Cita messaggio
#6
Un grande e sentito grazie per le spiegazioni, sono esaustive e chiare e spero che siano facilmente raggiungibili da altri che abbiano il mio stesso problema.
Ho girato sulla rete per giorni aumentando la mia confusione invece che chiarire i miei dubbi, cominciavo a innervosirmi visto che non dovrebbe essere un'impresa decidere liberamente come usare il proprio computer.

grazie ancora.

p.s.: tutto ciò mi fa solo aumentare il desiderio di rendermi finalmente e totalmente indipendente dai sistemi windows (in generale dai s.o. commerciali), vista la tendenza continua a ridurre la libertà di utilizzo dei computer.
Spero che questa logica distorta serva a stuzzicare sempre più utenti a rifiutarsi di usare così male il proprio computer.
Cita messaggio
#7
Lieti d'esser riusciti a renderci utili, Cassandr@. Per qualsivoglia cosa, sappi che siamo qui. [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/phil/phil_04.gif]
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
Come non detto, comincio a sviluppare una certa rabbia..Angry

Sto cercando di masterizzare i dvd da HP recovery Disk creator e..
continua a darmi errori prima ancora di iniziare la masterizzazione!

Impossibile masterizzare il disco! Errore: 0xc0aab120 Errore:
Impossibile aggiungere "sources"


ammesso che il messaggio, come da tradizione, non serve a spiegare assolutamente niente, come d'altro canto il codice non ha nessun senso..
Ammesso che è impossibile trovare info su internet nè supporto da HP..

L'unica speranza, prima di esasperarmi e cancellare tutto l'HD con quello schifo che contiene, è che qualcuno (come al solito non pagato da HP o Microsoft) possa darmi un motivo per continuare questo scempio della tecnologia "user-unfriendly"

per inciso: il computer è intonso, non ho istallato o modificato nulla, non ho nemmeno documenti caricati, è "vergine"

scusate il mio approccio, ma se non faccio sarcasmo non trovo nemmeno motivo di coinvolgervi.
grazie a tutti.
Cita messaggio
#9
Il tuo computer (e il tuo Windows) è forse a 64-bit?
Nel caso, ecco una Discussione concernente lo stesso problema che hai incontrato tu: [Immagine: http://www.kolobok.us/smiles/artists/big...ick-me.gif] (qui si parla di WindowsSeven 64-bit, ovviamente)
In sostanza, vien detto che è possibile richiedere alla HP due dischi, uno che serve a reinstallare il Sistema e l'altro che serve ad installare i drivers, etc...
Dato che, innanzi all'errore in oggetto, anche un experto di HP consiglia di lasciar perdere e ordinare i dischi in questione direttamente (via telefono) alla HP posso soltanto presumere che quelli di HP pensino che, in caso di problemi, sia proprio questa la migliore via da seguire...
I drivers per il tuo computer, fra l'altro, dovrebbero esser anche disponibili direttamente sul sito di HP (se ci dici marca e modello esatti [e Sistema Operativo installato, inclusa l'architettura], possiamo anche vedere noi di provare a scovarteli).
Una domanda: hai fatto oppure no, Windows Update e gli aggiornamenti relativi ad HP? (non so come funzioni esattamente la faccenda, ma credo che ci sia un qualche sistema di HP per aggiornare il software HP del tuo computer)... Se non li avessi ancora fatti, prova a farli e, dopo, riprova a lanciare l'HP recovery Disk Crestor tool...
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#10
Non so come ringraziarti,
a dire il vero mi fai anche un pò vergognare, visto che hai trovato in pochissimo tempo, ciò che io non sono stato in grado di fare.

Aspetterò domani e proverò a chiamare, come mi consigli, l'assistenza hp.
aspetterò quindi anche per l'istallazione di Ubuntu, con la procedura che tu mi hai gentilmente spiegato sopra (chiarissima).

Non so che dire, sembra un'odissea tutto ciò che da anni ho sempre fatto con estrema semplicità.
Non ho mai usato windows / e mi era pure stato consigliato.. non ho ancora iniziato ad usarlo e già lo voglio dimenticare.. Huh

Per quanto riguarda i driver, quelli li avevo trovati, il modello (per completezza) è un HP ProBook 4540s.
Sul sito ho trovato tre configurazioni del prodotto ma non so quale sia.
Dal Product Number (Boy88ea#abz) ho scoperto che non figura tra i product numbers presenti sul sito.. Shy

In ogni caso, genitlissimo monsee, non preoccuparti oltre, ti ho già rubato molto tempo e preferisco aspettare, soprattutto per impegnare un pò di tempo anche a chi è pagato per questo (assistenza tecnica HP) e poi, spero di poter chiudere "felicemente" questa imbarazzante inefficenza.

Spero anche di poter postare, per chiunque abbia la mia stessa esperienza, un modo per tirarsene fuori senza girare a vuoto come ho fatto io prima di rivolgermi a voi tutti.
Grazie.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)