Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] non riesco a ridurre la dimensione del disco C
#1
salve,uso 7, 64bit,andando sul pannello di controllo/strumenti di amministrazione ,non riesco a ridurre la dimensione del disco C(è un disco di base,dove è installato7),volevo ridurlo per crearci una nuova partizione(dove poi proverei 8)
non ho altre partizioni
come risolvo?grazie
Cita messaggio
#2
Risolvi con una chiavetta USB (o un CD/DVD) avviabile di boot che fa partire un gestore di partizioni. Per esempio se hai il boot CD di Acronis Disk Director sei a posto.

Se non ce l'hai puoi scaricare una distribuzione Linux pensata appositamente come PartedMagic (sul sito ci sono le istruzioni per la creazione sia del CD/DVD che della penna USB avviabile.

Altrimenti credo che possa andar bene una distribuzione Linux da live-USB (o live-DVD) ed avviare Gparted.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#3
Bat, ma per ridurre la partizione di windows non è consigliabile usare gestione disco?

Ciao
L'ipocrisia è un briciolo di speranza, per chi non ha personalità.(By Leroy)

Niente rafforza l'autorità quanto il silenzio.(Charles De Gaulle )

Siate la cura della vostra malattia, non la causa. (By Leroy)


Cita messaggio
#4
è molto pericoloso usare altri strumenti diversi da Gestione disco, si rischia di danneggiare il sistema, la prima cosa da fare è deframmentare più volte, magari con software dedicati come Defraggler e riprovare.
Leggi anche http://www.hwupgrade.it/forum/showthread...dowstorage
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#5
Si , sempre ammesso che gestione disco di window ti permetta di ridurla quanto ti aggrada, ma di fatto
non ti concede di ridurre a tuo piacimento,ti concede troppo poco spazio.
Bilodiego
Cita messaggio
#6
Un primo passo potrebbe essere: spostare eventuali file inutili, e disattivare il riprstino di configurazione.
L'ipocrisia è un briciolo di speranza, per chi non ha personalità.(By Leroy)

Niente rafforza l'autorità quanto il silenzio.(Charles De Gaulle )

Siate la cura della vostra malattia, non la causa. (By Leroy)


Cita messaggio
#7
Con gestione disco non puoi fare quello che vuoi; a volte non ti permette di ridurre più di tanto.
Io uso Acronis Disk Director e non ho mai avuto problemi (anche perché disabilito la creazione dei punti di ripristino, una caratteristica inutile se ti fai una, o meglio, più immagini di sistema).
Per fare le cose per bene bisogna cancellare i file temporanei ed eventualmente di log, cache dei browser ecc. (tutte le schifezze insomma).
Poi bisogna DEFRAMMENTARE UNA SOLA VOLTA e procedere al ridimensionamento (NOTA: chi usa il ripristino di Windows se usa tool di terze parti rompe i ripristini).

P.S.
ma la volete finire di dire in continuazione che bisogna deframmentare più di una volta? ma chi ve l'ha detta questa sciocchezza? Siete rimasti ai tempi di Windows 98 per caso?
Una volta che la partizione è deframmentata non si deframmenta di più se ripetete il processo (usando lo stesso deframmentatore).
Ma la cosa più sbagliata poi è deframmentare con tool diversi, per esempio la prima volta con quello predefinito di Windows (peraltro buono, è una versione semplificata di Diskeeper) e un'altra volta con un deframmentatore come Defraggler: SI FA O CON L'UNO O CON L'ALTRO perché 2 tool diversi usano potenzialmente strategie diverse di deframmentazione, per cui la seconda deframmentazione rende inutile la prima.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#8
Inoltre per esperienza diretta ho verificato che nei pc recenti usando la gestione disco di window7 per partizionare ti può creare quella rogna di disco dinamico.
Concordo con Bat.
Bilodiego
Cita messaggio
#9
(10-07-2012, 20:57 )BAT Ha scritto: .......
Io uso Acronis Disk Director e non ho mai avuto problemi (anche perché disabilito la creazione dei punti di ripristino, una caratteristica inutile se ti fai una, o meglio, più immagini di sistema).
Per fare le cose per bene bisogna cancellare i file temporanei ed eventualmente di log, cache dei browser ecc. (tutte le schifezze insomma).
Prima consigli di usare Parted Magic (e quindi Gparted) e poi dici di usare Acronis (strumento fatto per Win), non ti pare una contraddizione ? sicuramente è più pericoloso usare Parted Magic che deframmentare più volte, operazione che ho già sperimentato su win 7 con evidente successo.
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#10
(11-07-2012, 07:10 )patel Ha scritto: Prima consigli di usare Parted Magic (e quindi Gparted) e poi dici di usare Acronis (strumento fatto per Win), non ti pare una contraddizione ? sicuramente è più pericoloso usare Parted Magic che deframmentare più volte...

Rileggiamo insieme la PRIMA risposta che ho dato:
(10-07-2012, 18:01 )BAT Ha scritto: ...Per esempio se hai il boot CD di Acronis Disk Director sei a posto.
Se non ce l'hai [...] distribuzione Linux pensata appositamente come PartedMagic ...
...
Altrimenti ... una distribuzione Linux da live-USB (o live-DVD) ed avviare Gparted.
ho suggerito 3 alternative, il boot CD di Acronis era la prima perché è quella che uso; però è un software commerciale, e non è detto che lui voglia acquistarlo o lo abbia già, per cui gli ho dato le 2 alternative free.
Attenzione a leggere tra le righe: chi usa i punti di ripristino di Windows, li rompe comunque anche usando Acronis!!! Io li disattivo sempre per cui non si "rompe" niente.

(11-07-2012, 07:10 )patel Ha scritto: deframmentare più volte, operazione che ho già sperimentato su win 7 con evidente successo.
Dopo la prima deframmentazione, la percentuale di frammentazione è 0%, oppure, se proprio va male 1%. Che cosa intendi con "evidente successo"? La seconda deframmentazione sarà durata 3 secondi e non ha deframmentato nulla perché non c'era praticamente più niente da deframmentare.
Allego la schermata del rapporto (Windows 7) dello stato di frammentazione del mio disco: ho 0% su tutte le partizioni. La data è di oggi 11/07/2012 tra le 10.55 e le 10.57 (ho eseguito solo analisi disco SENZA DEFRAMMENTARE).
Vorrei sapere quale beneficio hai notato tu deframmentando più volte perché non riesco ad immaginarlo.
A proposito: NON DEFRAMMENTO MAI; in Windows Vista/7/8 la deframmentazione automatica dei dischi viene svolta automaticamente nei periodi di inattività della CPU; in Windows XP si può fare impostando un valore di registro con la TweakUI "Optimize disk when idle". A partire da Windows 7, il sistema operativo riconosce i dischi è SSD ed in questo caso disattiva la deframmentazione automatica perché sugli SSD è inutile.
Quella che Windows si frammenta invece Linux no è un'altra delle boiate che girano in rete, che era vero ai tempi di Windows 9x e FAT16-FAT32, e non lo è più circa dal 2001 (almeno).

P.S.
non ho idea di come Gparted (che è incluso in PartedMagic) operi durante il ridimensionamento delle partizioni. Però è il software che tutti voi utenti Linux da tanti anni consigliate quando ci sono da fare queste operazioni: è pericoloso? perde dati? non gestisce come si deve NTFS? se è così allora perché lo consigliate quando c'è da riorganizzare il disco per affiancare Linux a Windows?


Allegati Anteprime
   
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)