Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
[RISOLTO] windows 7 in dual boot con linux
#1
Ragazzi ho un PC portatile utilizzato per lavoro in cui è installato windows 7. Dal momento che utilizzo questo PC anche per fare corsi di formazione vorrei installare un sistema linux (ho già provato a far girare Ubuntu 11.04 remix del prof. Cantaro con Virtual Box). Le caratteristiche del portatile: ASUS Notebook con Processore Intel Core i5 memoria RAM 4 GB e sistema operativo a 64 bit, scheda grafica RADEON HD 6370M.
Prima domanda: secondo voi è meglio una versione a 64 bit di Ubuntu (vista la scheda grafica forse non riuscirò ad abilitare gli effetti 3D) o un'altra distro linux (tipo opensuse, fedora o una derivata tipo kubuntu)?
Il disco ha una partizione C in cui risiede Win 7 da 149 Gb (di cui 102 Gb liberi) ed una partizione dati da 425 Gb (di cui disponibili 424 Gb). Seconda domanda: E' sufficiente un back up della partizione dati (in cui pensavo di ricavare una partizione per linux) o mi consigliate un bk generale? Meglio utilizzare Parted Magic o Gparted oppure lasciar fare al partizionamento guidato di linux (ho già provato tutte queste soluzioni sul pc desktop casalingo e con successo, ma ho fatto le partizioni da zero con Pmagic seguendo una delle guide del prof e poi l'installazione dual boot Xp/Ubuntu 10.04 LTS che uso con soddisfazione.
Cita messaggio
#2
Con 4gb di ram(diverso sarebbe se tu ne avessi 6gb o 8) puoi usare tranquillamente la versione 32bit,che ha al 100% la compatibilità con tutte le applicazioni.
Io ricaverei circa 30gb dalla partizione c: di window da dedicare ad ubuntu, (ma qui ognuno ha la sua teoria soggettiva altrettanto valida,
quindi valuta anche altri consigli)ovviamente salvando l'immagine di sistema di window.Per partizionare usa quello che ti è più consono.Per la scelta su quale distro linux andrei su ubuntu visto che già la conosci, e per l'ampio supporto che puoi avere per qualsiasi problema.
Bilodiego
Cita messaggio
#3
Però non installare in macchina virtuale, non si capisce perché a Windows si da l'autostrada (partizione) e a Ubuntu la mulattiera (macchina virtuale). Mettili entrambi a gareggiare ad armi pari e vedrai la differenza di velocità.
Cita messaggio
#4
Prof sono d'accordo con lei linux (ubuntu, suse o altro) non ha nulla da invidiare a windows, infatti lo voglio utilizzare in modo regolare anche nel lavoro oltre che a livello domestico.
Tornando all'installazione secondo lei conviene ricavare la partizione per ubuntu (circa 30 Gb) direttamente utilizzando lo strumento di Seven? Poi la sistemo con Parted magic o Gparted (swap, ecc...)?

Cita messaggio
#5
Sì, meglio usare lo strumento di Seven, se è possibile.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#6
Rimangono due perplessità da fugare.
La prima: dopo aver ridotto del dimensioni di C (partizione dove è installato Seven) è corretto che devo ricavare 2 partizioni (1 primaria per ubuntu e 1 estesa da formattare come logica per linux-swap)?
La seconda: il ridimensionamento di Seven può danneggiare la partizione D dei dati? (In ogni caso farò un back up con pen drive)

Cita messaggio
#7
Puoi anche creare una sola partizione estesa ed all'interno una logica Ext4 per Ubuntu (è di bocca buona e non fa la primadonna come Windows) ed una logica di Swap.

Se procedi correttamente la partizione dati non verrà toccata.
Cita messaggio
#8
Prof
ho creato un'altra partizione primaria con lo strumento di Seven, poi ci ho fatto "atterrare" Ubuntu Plus 7. E' stato "puro godimento informatico".

Riassumo i passaggi per altri utenti che si trovano nella stessa necessità:

1 . back up dati
2 . (nel mio caso l'ho fatto) Seven ha uno strumento per creare l'immagine iso del disco ed il CD di ripristino
3 . deframmentazione del disco
4 . partizionamento con lo strumento di Seven
5 . completamento del partizionamento con parted magic (formattazione in ext4 e linux-swap)
6 . installazione Ubuntu

Per quanto concerne i dati presenti in C e nella partizione dati non ci sono stati problemi derivanti dal procedimento.
Cita messaggio
#9
Bene.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)