Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ridimensionamento partizioni
#1
Buon giorno! L'immagine https://imageshack.com/i/nftp29j è quella relativa alle partizioni del mio disco rigido ( C: 43 Gb - Ubuntu: 18,69 GB - E: partizione dati di 232 Gb ) Il disco G è un disco esterno. Vorrei aumentare lo spazio della partizione C a scapito della partizione E utilizzando Gparted: A che rischi vado incontro? Nelle partizioni tra parentesi sono installati Windws XP e Ubuntu in dual boot. Grazie
Cita messaggio
#2
1) se vuoi utilizzare Gparted posta la schermata di Gparted.
2) le partizioni si possono allargare solo a scapito della partizione contigua, non sembra il tuo caso, quindi dovresti
- ridurre la partiz dati da sinistra verso destra
- spostare la swap e la partizione di ubuntu verso destra
- estendere la partiz di XP
tutto questo richiede molto tempo ed è molto rischioso, io non o farei, se ti occorre spazio per XP crea una nuova partizione NTFS

 
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#3
Ciao "patel", questa è la schermata di Gparted https://imageshack.com/i/n9lpnbp . Non mi serve una nuova partizione NTFS c'è già la E che mi basta e avanza. Volevo solo cimentarmi in questo esercizio per avere più spazio in C. Ti ringrazio per la risposta.
Cita messaggio
#4
Intanto da windows effettua uno scandisk ed una deframmentarzione. Hai dei problemi (punto eslamativo rosso).

Poi:

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33
Cita messaggio
#5
Buon giorno Ingegnere, che piacere sentirLa! Qel punto esclamativo rosso c'è già da un paio d'anni e corrisponde 3 Kbyte di settori difettosi. Ho fatto tante volte lo scandisk senza riuscire a risolvere. Dal momento che tra un paio di mesi dovrò rinunciare a Windows XP vorrei passare a windows 7 e vorrei in quel caso avere più spazio nella partizione C; è da quì che  scaturise il mio post odierno.. Io continuo ad utilizzare Ubuntu e vorrei eliminare del tutto i legami con Windows ma in casa, i miei, sono ancora affezionati alla grafica di Windows per cui mi adatterò al compromesso. La saluto e La ringrazio per il Suo grande e miritevole impegno nella diffusione del software libero.
Cita messaggio
#6
(03-02-2014, 16:43 )'wirgilio' Ha scritto: Qel punto esclamativo rosso c'è già da un paio d'anni e corrisponde 3 Kbyte di settori difettosi. Ho fatto tante volte lo scandisk senza riuscire a risolvere.
non hai risolto perché lo scandisk non serve praticamente a niente, a parte stressare il disco inutilmente.
Se non vuoi più vedere il punto esclamativo devi eseguire una formattazione a basso livello e sperare anche che quei settori siano molto difettosi, in modo da essere marcati come irrecuperabili dal firmware del disco.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#7
Se lo fai per esercizio va bene, basta essere consapevoli della difficoltà dell'operazione, fatti un backup di tutti i dati e procedi come ti ho indicato. Se hai un gruppo di continuità o sei su un portatile che ha anche la batteria puoi provarci, altrimenti se ti salta la corrente durante l'operazione, che dura ore, perdi tutto.
Se invece vuoi limitare i rischi
1) elimina la partizione di Ubuntu
2) estendi quella di XP
3) riduci quella DATI da destra verso sinistra
4) reinstalla Ubuntu nello spazio liberato

 
Un titolo ben azzeccato attira l'attenzione degli esperti in quel campo, fa risparmiare tempo a voi, aumenta la probabilità di successo.
Cita messaggio
#8
Ciao Bat! Intendi l'utilizzo di Sea Tools? Ma se lascio le cose come stanno che rischi ci sarebbero? Ciao grazie
Per quanto riguarda i suggerimenti di patel, mi rendo conto delle difficoltà e ci penserò bene se procedere. Grazie
 
Cita messaggio
#9
si, i SeaTools oppure il LowLevelFormat che trovi su HDDguru (http://hddguru.com/software/HDD-LLF-Low-...rmat-Tool/)
se lasci le cose come stanno il rischio è qualche perdita di dati o il malfunzionamento di qualcosa che viene scritto sui settori difettosi; per'altro le utiliti di ridimensionamente in genere rifiutano di funzionare su partizioni con settori difettosi per non provocare ulteriori danni. Se procedi con la formattazione a basso livello devi salvare tutti i dati perché cancellerà tutto. L'operazione dura diverse ore, è utile collegare il PC ad un gruppo di continuità in caso di cadute di tensioni di qualche minuto (se l'interruzione di corrente dura tanto è inutile anche l'UPS); se va via la corrente durante la formattazione a basso livello c'è anche il pericolo di rottura del disco, sebben in genere basta ricomnciare tutto dall'inizio.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#10
Ho capito Bat! Per quanto riguarda i dati, non c'è problema perchè è tutto salvato sul disco esterno; sullo stesso disco esterno ho pure una copia fatta con Macrium Reflect. Non ho nessun gruppo di continuità per cui vedrò il da farsi. Ti ringrazio
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)