Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Svelato il manuale di addestramento della Apple
#1
Il manuale di Apple di addestramento dei suoi rivenditori è stato reso pubblico.

[Immagine: http://i-cdn.phonearena.com/images/artic...-field.jpg]

Il sito Gizmodo è entrato in possesso di una copia del "Genius Training".

LE PAROLE SONO IMPORTANTI - Nel tomo, in primo luogo viene spiegato ai commessi dei negozi come comportarsi per vendere più iProdotti possibili. Ma non solo. Prima di essere assunti i dipendenti Apple vengono sottoposti a un addestramento di 14 giorni, chiamato con un termine decisamente militare, Bootcamp. Vietato chiamarlo corso di formazione. L'obiettivo e far diventare i ragazzi con la maglietta blu più empatici e persuasivi. Il tutto senza che si permettano mai di essere insistenti. Attraverso lezioni dal ritmo serrato, sia tecniche che psicologiche, gli insegnamenti vengono trasmessi con brevi frasi, da ripetere come un mantra. Il termine empatia - scrive ancora Gizmodo - ricorre nel manuale migliaia di volte. Qualche esempio? Se un cliente si lamenta che il prezzo di un Mac è troppo alto, il commesso deve rispondere: «Capisco quello che provi a riguardo, anche io avevo la tua stessa percezione. Ma poi ho scoperto che questo è il suo giusto valore».

TERMINI VIETATI - Il manuale Genius presenta poi altri venti scenari possibili. Ogni critica del cliente deve essere volta in positivo, ovviamente partendo dal presupposto che ha sempre ragione. Volgare ribaltamento di frittata? Non si dice mai che il computer «è andato in crash», ma ha «smesso di rispondere». Il bug non è un baco ma una «situazione», solo per citare gli esempi più divertenti. E queste conversazioni alquanto surreali sono «considerate essenziali per mantenere la tradizione di vendita al dettaglio di Apple», come riporta Gizmodo.

Vediamo alcuni dettagli riportati da Gizmodo

Il piano settimanale

[Immagine: http://img.gawkerassets.com/img/17xd1flt...iginal.jpg]

Una buona "etichetta" con il cliente

[Immagine: http://img.gawkerassets.com/img/17xd1fns...iginal.jpg]

Empatia

[Immagine: http://img.gawkerassets.com/img/17xd1fhv...iginal.jpg]

Suggerimenti

[Immagine: http://img.gawkerassets.com/img/17xd1ffw...iginal.jpg]

Questo non si può dire

[Immagine: http://img.gawkerassets.com/img/17xd1fju...iginal.jpg]

Un po' di feedback non guasta

[Immagine: http://img.gawkerassets.com/img/17xd1lwq...iginal.jpg]
Cita messaggio
#2
Da quando è iniziato il dominio samsung si prevedono corsi di aggiornamento.

SadSadSadSadSadSadSad
Cita messaggio
#3
I due fatti, entrambi veri, 1)-nessuno si farà prendere così per i fondelli (in riferimento a come devono rigirare le frittate i commessi, con i clienti) e 2)-l'immenso successo dei prodotti Apple, la dicono mooolto lunga sull'intelletto umano... Shy
Cita messaggio
#4
(03-09-2012, 17:45 )mikronimo Ha scritto: I due fatti, entrambi veri, 1)-nessuno si farà prendere così per i fondelli (in riferimento a come devono rigirare le frittate i commessi, con i clienti) e 2)-l'immenso successo dei prodotti Apple, la dice mooolto lunga sull'intelletto umano... Shy

Invece le cose stanno cambiando, è molto più facile trovare terminale con android preinstallato, ma non è samsung a portare via clienti a Apple, ma bensì il sistema android con tutti i terminali che lo supportano.
Cita messaggio
#5
(03-09-2012, 17:52 )procton771 Ha scritto: se stanno cambiando, è molto più facile trovare terminale con android preinstallato, ma non è samsung a portare via clienti a Apple, ma bensì il sistema android con tutti i terminali che lo supportano.


Dobbiamo tenere presente però che Apple riesce a fare mercato con un SOLO modello all'anno. Avere più del 50% di mercato con un solo modello non è certo poco, anzi.
Per android è più facile fare numeri, perchè esistono decine di terminali di differenti fasce di prezzo.

Io posseggo entrambi, ho in iPhone e un Android aziendale. E' vero che ho un modello di fascia media, ma comunque le differenze si sentono eccome. Non è raro che il mio Samsung si riavvii nel bel mezzo di una chiamata, o che esaurisca la batteria in meno di una giornata (bastano tre chiamate e sono quasi a secco).
Quello che voglio dire che Android ha i suoi limiti sui terminali di una certa fascia, e anche l'esperienza d'uso ne risente.
Costa meno, ma hai anche meno a parer mio.

A questo punto bisogna puntare sui terminali di fascia alta per avere qualità paragonabili, ma i prezzi a questo punto si equivalgono.
Un SIII praticamente costa come un iPhone. Samsung dovrebbe farlo pagare di meno, invece sta facendo proprio come il suo nemico (nemico per finta si intende).

Per quanto riguarda gli Apple store c'è solo una cosa da dire: fai sentire importante il cliente, e questo comprerà senza che tu lo spinga a farlo.
Apple lo ha capito fin dal principio ed è proprio questo principio che applica.
Non è un banale negozio, diciamo che l'acquisto è solo il primo passo... poi ci sono corsi gratuiti su tutti i prodotti software apple, trasferimento di impostazioni e file da PC a MAC gratis, assistenza con commesso dedicato, internet gratis per tutti (il wi-fi è libero e si può usare come si vuole), inoltre tutti i prodotti in esposizione sono usabili e chiunque può farci quello che vuole (ti puoi mettere li e montarti un video se ti va, nessuno ti dice nulla)...
tutto questo contribuisce a rendere "simpatico" un Apple Store, e quindi dopo non c'è bisogno di tartassare il cliente per fargli comprare la roba.
Molte catene di informatica dovrebbero imparare...
Cita messaggio
#6
@granuz88 ---> nessuno mette in dubbio il successo di apple, i fatti parlano chiaro e non si possono contestare; quello che disturba di certe aziende è il marketing che definire aggressivo è eufemistico, è l'assoluta chiusura sia dei codici che dei prodotti, è l'atteggiamento "lecchino" nei confronti del cliente, tuttoper il più squallido degli atteggiamenti umani: il profitto; persone che come me e, immagino, procton771 e la buona parte della comunità linux, hanno praticamente ripudiato certe aziende per validissimi motivi, non possono, non vogliono e non accetteranno mai di essere trattate come semplici fonti di denaro, anche se non hanno lo schermo a mega risoluzione apple o il s.o. che gli fa fare i giochi o le elaborazioni delle immagini con photoshop; pur di avere la nostra libertà di scelta e, se ne siamo in grado, anche di modificare il codice del nostro s.o., rinunciamo ad un'assistenza professionale e ad un commesso che ci tratta come se fossimo Principi di Arabia in visita; non siamo migliori o più elevati moralmente, ma semplicemente facciamo scelte diverse; invece di chiamare il "Sig. tecnico professionale", che in giacca e cravatta (xé così farà un lavoro migliore e cercherà di farci credere che siamo importanti e che ci rispetta), che per dare due comandi ci staccherà x centinaia di euro, scriviamo in un forum e con l'iuto di persone più esperte, risolviamo lo stesso; invece di spendere l'equivalente di uno stipendio per uno smartphone che non useremo mai neanche lontanamente per tutte le funzioni possibili (se stò fuori di casa o lavoro, o guido, o stò con gli amici o con la ragazza, quindi non mi serviranno mai fotocamera ad alta risoluzione, non guarderò mai un film in hd, ne farò giochi particolarmente complessi, ma al limite mi potrebbe servire fare una ricerchina su google e non serve un terminale da 800 euro), avremo in tasca un telefono da massimo cento euro, che basta e avanza, android, che ci dura tanto di batteria e fa tutto quello che serve fare, mentre il resto lo faremo stando a casa. Lo so che il mondo va in una certa maniera (infatti è uno schifo), ma non è detto che lo si debba accettare supinamente, visto che l'alternativa esiste ed è altrettanto valida.
Cita messaggio
#7
Il discorso della Apple è molto complesso.
Intanto ha un biglietto da visita non da poco anche perché iniziò come il sistema operativo professionale per eccellenza. Non dimentichiamo che i più importanti programmi di grafica erano tutto sotto Apple da PhotoShop a QuarkXpress e via di seguito.
Era la rollsroyce dell'informatica, sia sulla qualità dei programmi che sul prezzo, non lo metto in dubbio.
Dunque rimane tutt'ora un snobismo, anche se in tutta onestà, a mio avviso, l'esclusività dei suoi programmi nel professionale è calato per lasciare spazio più alla politica del gadget che altro. Difatti tutti i programmi all'origine Apple adesso funzionano egregiamente in Windows.
La politica di mercato in generale anche lei è molto cambiata durante questi ultimi anni. Si va verso una globalizzazione totale, verso un livellamento massiccio. I grandi distacchi qualità-prezzo stanno scomparendo sempre di più su certi prodotti.
E questo lo ritroviamo ugualmente nell'informatica. Si punta ormai più sulla gran diffusione usa-e- getta che sul prodotto esclusivo, il che cambia di molto i prezzi di mercato proponibili e di conseguenza i prezzi di costo sopportabili.
La lotta si sta facendo dunque aspra, in particolare per Apple che è nota per i suoi prezzi nettamente superiori, e deve inventarsi soluzioni in continuazione per rimanere in auge.

PS Io personalmente non ho mai amato Apple anche se ho dovuto usarlo per lavoro, ma per una ragione che non ha niente a vedere con il suo prezzo o la sua politica, è una ragione tecnica affettiva: odio QuickTime Undecided
"Se non cambiate voi stessi, non chiedete che il mondo cambi"
Cita messaggio
#8
(04-09-2012, 02:01 )Lauretta Ha scritto: PS Io personalmente non ho mai amato Apple anche se ho dovuto usarlo per lavoro, ma per una ragione che non ha niente a vedere con il suo prezzo o la sua politica, è una ragione tecnica affettiva: odio QuickTime Undecided


Da Apple user ti dico che non sei l'unico... Exclamation
Il supporto codec è veramente scadente, meglio VLC. Anche se i filmati con codec H.264 me li guardo volentieri con Quicktime, perchè ha una accelerazione hardware notevole tramite OpenCL... ovviamente su MAC OSX... quicktime su windows è un macigno incredibile.
Comunque in generale: W VLC!
Cita messaggio
#9
[quote='granuz88' pid='89969' dateline='1346709178']

Dobbiamo tenere presente però che Apple riesce a fare mercato con un SOLO modello all'anno. Avere più del 50% di mercato con un solo modello non è certo poco, anzi.
Per android è più facile fare numeri, perchè esistono decine di terminali di differenti fasce di prezzo.
____________________________________________________________
A me risulta il contrario, la percentuale di introiti è calata sostanzialmente, il vero mercato lo fa chi riesce a piazzare più prodotti,non chi basa il proprio mercato su una singola unità, nel complessivo Samsung stravince.
___________________________
_________________________________
Io posseggo entrambi, ho in iPhone e un Android aziendale. E' vero che ho un modello di fascia media, ma comunque le differenze si sentono
eccome. Non è raro che il mio Samsung si riavvii nel bel mezzo di una chiamata, o che esaurisca la batteria in meno di una giornata (bastano tre chiamate e sono quasi a secco).
_____________________________________________________________

Se hai il background acceso è normale che la batteria va , anch'io ho avuto un iphone per 2 mesi, stesso problema, il problema del consumo energetico comprende tutti gli smartphone, chi più e chi meno.
_____________________________________________________________
Quello che voglio dire che Android ha i suoi limiti sui terminali di una certa fascia, e anche l'esperienza d'uso ne risente.
Costa meno, ma hai anche meno a parer mio.
____________________________________________________________

Non tutti possono permettersi spese da capogiro, e poi in fondo il caro iphone per quanto costoso ha delle lacune marchiane, come il problema bluetoth dove non è possibile condividere file con altri cellulari, per non parlare di itunes, nel 2012 esistono ancora terminali che necessitano di programmi terzi per comunicare con un pc, altra lacuna, gli utenti linux non possono comprare iphone perchè secondo Apple sono una minoranza irrilevante.
_____________________________________________________________
A questo punto bisogna puntare sui terminali di fascia alta per avere qualità paragonabili, ma i prezzi a questo punto si equivalgono.
Un SIII praticamente costa come un iPhone. Samsung dovrebbe farlo pagare di meno, invece sta facendo proprio come il suo nemico (nemico per finta si intende).
_____________________________________________________________

Si vero anche i terminali samsung fascia alta sono costosi ma al contrario della politica Apple, col tempo i prezzi calano e diventano abbordabili.
_____________________________________________________________
Per quanto riguarda gli Apple store c'è solo una cosa da dire: fai sentire importante il cliente, e questo comprerà senza che tu lo spinga a farlo.
Apple lo ha capito fin dal principio ed è proprio questo principio che applica.
Non è un banale negozio, diciamo che l'acquisto è solo il primo passo... poi ci sono corsi gratuiti su tutti i prodotti software apple, trasferimento di impostazioni e file da PC a MAC gratis, assistenza con commesso dedicato, internet gratis per tutti (il wi-fi è libero e si può usare come si vuole), inoltre tutti i prodotti in esposizione sono usabili e chiunque può farci quello che vuole (ti puoi mettere li e montarti un video se ti va, nessuno ti dice nulla)...
tutto questo contribuisce a rendere "simpatico" un Apple Store, e quindi dopo non c'è bisogno di tartassare il cliente per fargli comprare la roba.
Molte catene di informatica dovrebbero imparare...
_____________________________________________________________

Preferisco di gran lunga google play, offre una vastità di applicazioni immenso, alla gente poco importa se vengono invogliati o meno, si guarda alla sostanza, e quando si accorge che per ogni gadget o sciocchezza ti presentano il conto, ti mollano, e le statistiche dicono che android detiene il 60% del mercato.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)