Consenso all'uso dei cookies

Si sono verificati i seguenti errori:
Warning [2] Use of undefined constant EUCOOKIELAW_DEBUG - assumed 'EUCOOKIELAW_DEBUG' (this will throw an Error in a future version of PHP) - Line: 154 - File: eucookielaw-header.php PHP 7.3.6 (Linux)
File Line Function
/eucookielaw-header.php 154 errorHandler->error
/eucookielaw-header.php 232 EUCookieLawHeader->log
/eucookielaw-header.php 534 EUCookieLawHeader->EUCookieLawHeader
/global.php 20 require
/showthread.php 24 require_once
Warning [2] Use of undefined constant EUCOOKIELAW_DEBUG - assumed 'EUCOOKIELAW_DEBUG' (this will throw an Error in a future version of PHP) - Line: 154 - File: eucookielaw-header.php PHP 7.3.6 (Linux)
File Line Function
/eucookielaw-header.php 154 errorHandler->error
/eucookielaw-header.php 237 EUCookieLawHeader->log
/eucookielaw-header.php 534 EUCookieLawHeader->EUCookieLawHeader
/global.php 20 require
/showthread.php 24 require_once



SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 1 voto(i) - 5 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
UBUNTU sempre più WINDOWS
#31
Si continua a non voler tener presente cosa sia un computer.
Il computer in se è solo una inutile scatola vuota incapace di eseguire una qualunque funzione in totale indipendenza. Esegue solo calcoli matematici in forma binaria su istruzioni inpartite dall' operatore tramite il supporto di sistemi operativi e software dedicato all' inpiego previsto dall' operatore.
Dal momento che non è in grado di fare proprio nulla se non con precise sequenze di istruzioni , è e rimane indispensabile conoscere almeno le basi fondamentali dell' informatica, senza le quali chissa che istruzioni potrai mai essere in grado di far eseguire correttamente al computer.
Se andiamo ad esaminare il principali SO , quindi Unix , Linux , windows , Macosx sono composti oggi da oltre 2 milioni di linee di codice . In fase di stesura e sviluppo di quanque software , SO in primis , un margine di 20 errori per ogni 1000 linee di codice è da ritenersi margine ottimale , quanto più pesante in termini di codice utile sarà il software o il SO , quanto più elevato il numero di possibili errorri residui conseguenti , con un incremento che non sarà proporzionale , ma bensi esponenziale. Essendo errori residui quindi sono non rilevabili nel corso dei test su scala ridotta attubili in fase di sviluppo, possa piacere o meno da li in poi solo la sua immissione sul mercato e conseguente uso su larga scala può restituire indicazioni utili per potervi poi porre rimedio , e senza comunque illudersi , molto spesso la correzzione di bug noti comporta l' introduzione di altri errori , e tutt' altro che raramente peggiori di quelli a cui è stato posto rimedio.

Paragonare un mezzo meccanico qualunque sia , che per definizione è espressamente costruito per svolgere pochi e ben delimitati compiti di natura meccanica , con un computer e le esigenze intrinseche dell' informatica stessa , è un non senso assoluto . La funzione del computer è di aiuto e supporto alla conoscenza , non ne è e neppur potrà mai esserne diciamo pure fortunatamente un sostituto , chi si illude di poter trovare nel computer il cervello e l' intelligenza mancanti , può toglierselo dalla testa senza indugi.

Detto questo per quanto riguarda Ubuntu , non da ora ma fin dalla sua nascita si è posta come obbiettivo quello di possibile sostituto al SO di Microsoft nell' inpiego di massa , ma dovrebbe essere arcinoto che è obiettivo raggiungibile solo penalizzando e non poco sia stabilità che sicurezza. Non esiste possibilità di estremizzare semplicità d' uso senza penalizzare anche pesantemente sia sicurezza che stabilità. A chi mi dice che windows 8 è un buon compromesso , posso solo dire che tutti i SO se soddisfano le esigenze personali , e di lavoro sono dei buoni compromessi. La dove stabilità e sicurezza debbono avere priorità assoluta , sono solo due gran colabrodi sia windows che Ubuntu , è un problema che neppur si pone.
Cita messaggio
#32
(21-12-2013, 12:58 )francofait Ha scritto: Si continua a non voler tener presente cosa sia un computer.
Il computer in se è solo una inutile scatola vuota incapace di eseguire una qualunque funzione in totale indipendenza. Esegue solo calcoli matematici in forma binaria su istruzioni inpartite dall' operatore tramite il supporto di sistemi operativi e software dedicato all' inpiego previsto dall' operatore.
Dal momento che non è in grado di fare proprio nulla se non con precise sequenze di istruzioni , è e rimane indispensabile conoscere almeno le basi fondamentali dell' informatica, senza le quali chissa che istruzioni potrai mai essere in grado di far eseguire correttamente al computer.
Se andiamo ad esaminare il principali SO , quindi Unix , Linux , windows , Macosx sono composti oggi da oltre 2 milioni di linee di codice . In fase di stesura e sviluppo di quanque software , SO in primis , un margine di 20 errori per ogni 1000 linee di codice è da ritenersi margine ottimale , quanto più pesante in termini di codice utile sarà il software o il SO , quanto più elevato il numero di possibili errorri residui conseguenti , con un incremento che non sarà proporzionale , ma bensi esponenziale. Essendo errori residui quindi sono non rilevabili nel corso dei test su scala ridotta attubili in fase di sviluppo, possa piacere o meno da li in poi solo la sua immissione sul mercato e conseguente uso su larga scala può restituire indicazioni utili per potervi poi porre rimedio , e senza comunque illudersi , molto spesso la correzzione di bug noti comporta l' introduzione di altri errori , e tutt' altro che raramente peggiori di quelli a cui è stato posto rimedio.

Paragonare un mezzo meccanico qualunque sia , che per definizione è espressamente costruito per svolgere pochi e ben delimitati compiti di natura meccanica , con un computer e le esigenze intrinseche dell' informatica stessa , è un non senso assoluto . La funzione del computer è di aiuto e supporto alla conoscenza , non ne è e neppur potrà mai esserne diciamo pure fortunatamente un sostituto , chi si illude di poter trovare nel computer il cervello e l' intelligenza mancanti , può toglierselo dalla testa senza indugi.
Per francofait
Di tutta la discussione,l'ultimo tuo intervento,mi sembra il più chiaro e definito.
Per quanto ne so ,condivido pienamente.
Cita messaggio
#33
Premesso che siamo al bar e perciò saprete cogliere nella giusta dimensione quanto seguirà:
Siccome Vi stimo e Vi quoto tutti quanti e siamo a natale proverò a riportarvi,
dall'iperurano della logica binaria, sulla terra:
mio figlio usa il pc per giocare (7 anni)
il mio medico per scrivere le ricette
mia mamma per videochiamare i nipoti
mia sorella per fare sciopping online
mio cognato per ritoccare e stampare le sue foto
mio fratello per comporre musica
mia moglie per disegnare
mia suocera per scovare e scambiare ricette
ed io per scrivere sciocchezze nei forum

Siamo l'unica famiglia scriteriata che senza alcuna nozione di scienze dell'informazione utilizza il PC come un elettrodomestico?

Atterriamo ragazzi, planando lentamente, nella terraferma del mondo reale e andiamo a berci una birra dopo aver spento tutti gli elettrodomestici PC COMPRESO

Per quel che mi riguarda sono lieto di aver potuto leggere così tante articolate opinioni

Vi segnalo che molti di voi hanno contravvenuto alle sagge regole di Zafranotto circa le qotate
http://www.istitutomajorana.it/forum/Thread-Quotare

P.S.
UN NATALE SANTO ED UN NUOVO ANNO SERENO A TUTTI VOI
गुरू
Cita messaggio
#34
In discussioni del genere è consueto sconfinare in paragoni spesso non proprio pertinenti o dilungarsi in dettagli a favore della tesi preferita. Resta il fatto che in concreto basta sapere quello che si vuole. A me ad esempio occorre un SO stabile, affidabile, sicuro e aggiornato, perché con il pc io ci lavoro. Ora, prescindendo dal fatto che Windows non regala niente, mi conforta che non sforna upgrade a raffica, che sostanzialmente è una rolling, che dispone di un parco software utile per lavoro e che per proteggersi basta un buon internet security anche se non free. Tutto il resto è molto suggestivo, ma non sempre il custom è essenziale.
Certo questo è soltanto il mio parere, discutibile ma credo obiettivo.
Cita messaggio
#35
(21-12-2013, 16:56 )Cicciopallo Ha scritto: Premesso che siamo al bar e perciò saprete cogliere nella giusta dimensione quanto seguirà:
Siccome Vi stimo e Vi quoto tutti quanti e siamo a natale proverò a riportarvi,
dall'iperurano della logica binaria, sulla terra:
mio figlio usa il pc per giocare (7 anni)
il mio medico per scrivere le ricette
mia mamma per videochiamare i nipoti
mia sorella per fare sciopping online
mio cognato per ritoccare e stampare le sue foto
mio fratello per comporre musica
mia moglie per disegnare
mia suocera per scovare e scambiare ricette
ed io per scrivere sciocchezze nei forum

Siamo l'unica famiglia scriteriata che senza alcuna nozione di scienze dell'informazione utilizza il PC come un elettrodomestico?

ma si può sapere quanti computer hai a casa tua? Sad
Cita messaggio
#36
beh come non quotare francofait.....ha colto nel segno....al di là di paragoni forzati adottati solo per semplificare il significato nel suo complesso usando sempre l'automobile.....però è innegabile che se parliamo di un os adattabile alla massa deve avere determinate caratteristiche che spesso non è detto che siano le più ottimali per un uso professionale mirato...anzi spesso non lo è...lo è per un uso generalistico altrimenti non sarebbe un os per la massa.
Ho letto di alcuni che vedono ancora windows come il nemico numero 1.....vi vorrei ricordare che il futuro degli os non è più solo legato al desktop...anzi tutti gli os desktop stanno prendendo direzioni di "semplificazione" lato kernel e gui proprio avvicinandosi agli os mobile o embedded come dir si voglia, e il vero futuro per la massa saranno in wearable (non proprio alla google glass) e ciò che viene indicato come "internet delle cose" quindi la domotica.
Già ora ritengo per la massa come os in assoluto vincente più android di quanto non sia windows....e a riguardo nessuno lo ha citato ma il chrome os potrebbe essere il nuovo incomodo per MS più di quanto non lo sia linux (che poi è sembre linux pure chrome os come kernel) in particolare il prossimo anno...si certo di chromebook e chromebox già ce ne sono dal 2012 e non hanno riscosso molto interesse...ma secondo me era ancora un os acerbo e anche poco pubblicizzato...ora invece sta ottenendo notorietà e interesse (in particolare all'estero...in italia arriviamo sempre dopo) di certo anche grazie al "cugino" android. Addirittura in US sono già cominciate campagne pubblicitarie di MS contro i chromebook...e se MS ha pensato di crearle allora significa che ne ha paura...non tanto per il tipo di os ma sicuramente per la sua penetrazione nella massa in senso generalista...infatti MS in tali pub ne sottolinea gli aspetti poco lavorativi in ambito business ed è in parte vero...ma alla massa questo non interessa...interesserà ad un professionista. Poi non è un caso che grosse multinazionali sono anche pronte a scommetterci su chrome os dandogli molto spazio e quindi investendoci molto, in particolare HP, Lenovo, LG, Acer, Dell, Asus e altre...non è un caso che queste siano attualmente quelle che hanno le maggiori vendite mondiali di pc.
Se prenderà piede come io credo sarà un successo anche per la comunità linux perché vorrà dire che grosse multinazionali cominceranno a produrre sempre più drivers per linux nativamente...e così ne avranno i pro anche le normali distro. Secondo me chrome os potrebbe avere più fortuna anche di ubuntu stesso nonostante le migliorie e le direzioni intraprese da Canonical che meritano di essere analizzate...come appunto la scelta di un server grafico proprio come mir...e una shell utente sua con unity per altro pensata per la massa e non più guardando a windows come qualcuno appunto criticava alle distro linux. Ciò è vero nel momento che si smette di copiare si comincia a creare senza vincoli ne barriere preimpostate...può venire fuori una schifezza incredibile oppure l'innovazione più grande che mai si sia realizzata.
I discorsi sulla sicurezza e altre peculiarità rilevanti di un os non sempre sono ai primi posti negli interessi della massa e quindi non sono il punto cardine del successo per un os di massa....la dimostrazione palese ne è proprio windows....e per quanto mi costi ammetterlo e lo reputi odioso....in questo tipo di mercato la semplificazione si raggiunge purtroppo blindando e recintando l'utente finale...a volte gli si fa credere che abbia qualche spiraglio di flessibilità ma negli effetti ne avrà ben pochi.
Cita messaggio
#37
Secondo me ubuntu è più simile a mac che a windows per la grafica ma anche perchè entrambi derivano da unix, per la sicurezza e per i vari gestori di software.
Ubuntu viene usato da una cerchia di utenti che, facendo i conti, pensano valga la pena di risparmiare e spendere del tempo per configurare il sistema, stampanti e così via.
Il mac per una cerchia ristretta di professionisti che scaricano l'irpef e l'iva ( che non rappresenta un costo ), e vogliono subito lavorare senza dover fare nulla per configurare questo o quello.
Windows per altri professionisti, in particolare aziende che tovano tutte le applicazioni che funzionano subito, software per plc, cnc, cad e cam vari, autocad e via dicendo, tutti proprietari ma garantiti.
Questo non toglie che anche un utente privato possa usare mac, ma solitamente ripiega su windows per il costo inferiore.
Dalle ultime statistiche credo che il 90% del mondo utilizzi ancora windows, negli anni ottanta si studiava l' msdos e unix negli istituti superiori, ora windows e, dove ci sono insegnanti eccellenti, linux.
Giuseppe
Cita messaggio
#38
Citazione:Tutto ciò che gira su linux sono una miriade di desktop e sistemi diversi, di cui pochi servono al giusto scopo, troppi fronzoli e poca sostanza, e una volta che l'utente ne viene a conoscenza, ritorna sui suoi passi.
Il fatto di avere un sistema stabile è sicuro rende linux molto intrigante, anche la possibilità di personalizzarlo a proprio piacimento, è da qui è nata la mania di diffondere milioni di distro che ormai in maniera anomala hanno superato il numero degli utenti linux

A mio modesto parere basterebbe che non avessimo l'impulso "irrefrenabile" di aggiornare il s.o. senza riflettere minimamente se é effettivamente necessario.
Da anni ho usato solo le versioni lts e fatto solo gli aggiornamenti che ritenevo corretti, analizzando, tramite il gestore aggiornamenti che elenca fedelmente, cosa ti viene proposto e/o consigliato.
Eccetto qualche difettuccio iniziale, le distro girano tranquillamente.
A cosa serve installare diversi programmi che magari fanno, più o meno, tutti lo stesso lavoro o ti consentono di modificare qualche fronzolo?
Chi usa un s.o. per lavorarci, credo che non abbia tutti questi problemi che in genere lamentiamo (mi ci metto pure io) sui forums.
Viva la sobrietà. SleepySleepy
Mint 16 Mate - Precise 12.04 custom - La presunzione di sapere è peggio dell'ignoranza.
Cita messaggio
#39
Quoto andrea ed in particolare la firma
La presunzione di sapere è peggio dell'ignoranza.
गुरू
Cita messaggio
#40
(21-12-2013, 20:48 )Andrea2 Ha scritto: A mio modesto parere basterebbe che non avessimo l'impulso "irrefrenabile" di aggiornare il s.o. senza riflettere minimamente se é effettivamente necessario.
Grazie per avermelo detto, guarda caso ho linux mint 13 una lts.
Da anni ho usato solo le versioni lts e fatto solo gli aggiornamenti che ritenevo corretti, analizzando, tramite il gestore aggiornamenti che elenca fedelmente, cosa ti viene proposto e/o consigliato. Questo non centra nulla sui problemi che ho evidenziato .
Eccetto qualche difettuccio iniziale, le distro girano tranquillamente.
A cosa serve installare diversi programmi che magari fanno, più o meno, tutti lo stesso lavoro o ti consentono di modificare qualche fronzolo?
A quanto pare non pensavo di scrivere ad inchiostro simpatico, si è costretti ad installare programmi in più per un semplice motivo, (non soddisfano esigenze produttive) contento tu...
Chi usa un s.o. per lavorarci, credo che non abbia tutti questi problemi che in genere lamentiamo (mi ci metto pure io) sui forums.
Chi usa un so per lavorarci non usa linux, ma usa licenze commerciali, non sono io ad evidenziare tutti questi problemi ma i numeri statistici, l'utenza, se fosse come dici tu, linux avrebbe più utenza, ammiro il tuo ottimismo comunque Smile
Viva la sobrietà. SleepySleepy

Ovviamente è inutile dilungarsi sui propri punti di vista, sarebbe come combattere contro i mulini a vento SadSad rinfoderiamo le armi e un buon natale a tutti Smile
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)