Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Ubuntu 12 penalizzerà i pc datati
#1
Una delle particolarità delle Distribuzioni Linux è quella di poter far rivivere i pc datati, molti utenti difatti si avvicinano a questo Sistema Operativo anche per questo motivo.

Ubuntu grazie alle sue caratteristiche e al ridotto consumo di risorse è sempre stata una Distribuzione indicata su Pc datati o netbook.
A dire il vero già da alcune versioni Ubuntu ha cominciato ad essere abbastanza pesante come Sistema Operativo per pc datati difatti se nelle release precedenti potevamo utilizzarlo con 256mb di Ram (vedi Hardy per esempio) le nuove versioni richiedono molte più risorse di sistema.

All'Ubuntu Developer Summit di Orlando è stato annunciato che il nuovo Ubuntu 12.04 LTS non supporterà di default il Kernel Linux non PAE (Physical Address Extension) facendo si che i Processori Pentium II, Pentium M, Geode LX, VIA C3 ecc non siano più supportati.

Il Kernel 32bit non PAE comunque sarà disponibile nei repository universe. potremo quindi installarlo per esempio sulle Derivate come Lubuntu distribuzione molto utilizzata per la sua leggerezza in pc datati.
Cita messaggio
#2
Non mi stupisce affatto: UBUNTU, già da un pezzo, ha preso una strada che decisamente lo allontana dalla filosofica di base di GNU/Linux. Rincorre ormai, principalmente il "marketing", il puro e semplice "successo commerciale". Si tratta di una cosa che era già emersa con l'uscita della versione 8.10... Ora, sta soltanto facendosi più chiara.
Ci penserà GNU/Linux (le altre "distro") a fare in modo che chi vuole possa seguitare a utilizzar PC "datati" e non debba "strozzarsi" per acquistare un nuovo PC (gettando nella spazzatura quello "vecchio" cui, magari -dopo anni di ottimo servizio,- s'è anche affezionato).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#3
(15-11-2011, 21:24 )monsee Ha scritto: Non mi stupisce affatto: UBUNTU, già da un pezzo, ha preso una strada che decisamente lo allontana dalla filosofica di base di GNU/Linux. Rincorre ormai, principalmente il "marketing", il puro e semplice "successo commerciale". Si tratta di una cosa che era già emersa con l'uscita della versione 8.10... Ora, sta soltanto facendosi più chiara.
Ci penserà GNU/Linux (le altre "distro") a fare in modo che chi vuole possa seguitare a utilizzar PC "datati" e non debba "strozzarsi" per acquistare un nuovo PC (gettando nella spazzatura quello "vecchio" cui, magari -dopo anni di ottimo servizio,- s'è anche affezionato).

Infatti... Il pregio di Linux è che esiste sempre un'opzione alternativa.
Cita messaggio
#4
Purtroppo i PC datati non potranno essere supportati a lungo ne da Ubuntu ne da altre distro (ad esclusione delle varie mini).
Ma è anche logico, per il motivo che tutto si evolve. Più passa il tempo e più il software e l'hardware si evolve.
Nel giro di un paio di anni non si useranno più i controller IDE e quindi non verranno prodotti dischi per quei controller.
Già la tecnologia SATA rischia di essere soppiantata da SSD, quindi per i datati non potremo pensare di utilizzare distro nuove.
Per loro basterà continuare ad utilizzare le vecchie versioni della distro preferita.

In definitiva non si può montare un motore Ferrari su di una 126 e sperare che tutto fili liscio. Smile
Nessuno, ne Canonical ne altri, toglierà da Internet le iso delle vecchie versioni che, quindi, rimarranno disponibili per il vecchio hardware.
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#5
Guardate che non è una brutta notizia; un PC con Pentium 2 o consimili ha una potenza così ridotta che non ti permette nemmeno di avviare un browser moderno, con tutti i rischi per la sicurezza che ne derivano. Nell'era di Web (quasi) 3.0 e di cloud non è una gran perdita.
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#6
Infatti, concordo pienamente, e comunque le distro "vecchia versione" esistono sempe come dicevo.
Quindi, se tra qualche anno, ci sarà sempre qualcuno con PIII e 256 di RAM potrà sempre contare su Mandriva 2004 o Fedora 4 o Ubuntu 8.04 o altre ancora Exclamation
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#7
Lubuntu è diventata ufficialmente parte della famiglia di ubuntu ed ancora più leggera di xubuntu , Lubuntu 11,10 gira egregiamente su sistemi con 256 MB di RAM, è ubuntu ma che usa il desktop environment LXDE,senza dover ricorrere a versioni di ubuntu non più supportate.
Cmq ha ragione Bat,cmq anche se la macchina spinge il s. o.ci saranno delle ovvie limitazione con le applicazioni attuali, basti pensare a tutto il popo di roba che viene caricato sulle pagine web.
Bilodiego


Cita messaggio
#8
Una bellissima notizia, Diego!
In effetti, LXDE è -perlomeno, per l'esperienza che ne ho io- un fantastico Desktop Environment: molto elegante, stabile, leggero e performante.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#9
(15-11-2011, 23:44 )bilodiego Ha scritto: Lubuntu è diventata ufficialmente parte della famiglia di ubuntu ed ancora più leggera di xubuntu , Lubuntu 11,10 gira egregiamente su sistemi con 256 MB di RAM, è ubuntu ma che usa il desktop environment LXDE,senza dover ricorrere a versioni di ubuntu non più supportate.
Cmq ha ragione Bat,cmq anche se la macchina spinge il s. o.ci saranno delle ovvie limitazione con le applicazioni attuali, basti pensare a tutto il popo di roba che viene caricato sulle pagine web.
Bilodiego

Quoto.
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#10
Per completezza segnalo anche la versione lubuntu alternate che:
These versions are for those computers with less than 160Mb of RAM (A guide line is 192MB if you are using internal graphics) and / or with less than 4.3GB Hard Disk. Head over to Lubuntu alternate for the alternate suite.
Per curiosità mi scarico lubuntu 11.10 a 64 bit, visto che voglio provare una distro con LXDE su macchina a 64 bit, e poi gli la Majorizzo (si può dire così?) con la plus fai da te del prof. Antonio, e la confronto con pclinuxos lxde.
Bilodiego

Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)