Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Valve e Wizard vedono Windows 8 come una catastrofe e pensano di passare a Linux
#1
L'amministratore di Valve, Gabe Newell, ha dichiarato di ritenere Windows 8 un pericolo per il mondo dei videogame per PC. L'amministratore di Valve ha concesso una intervista a VentureBeat in cui ha definito la prossima edizione del sistema operativo Microsoft «una vera catastrofe». Il pericolo secondo Valve è che potrebbero scomparire molti produttori e per risolverlo sarà necessario trovare soluzioni alternative.

Ecco le parole di Babe: "Penso che Windows 8 sia una catastrofe per tutti nel mondo dei PC. Credo che stiamo per perdere alcuni dei più importanti produttori, i quali usciranno dal mercato. Credo che i margini si ridurranno per poche persone. Se ciò fosse vero, sarebbe una buona idea cercare alternative per affrontare tale eventualità. Ma bisogna correre dei rischi."

Pare quindi che Valve prenda seriamente in considerazione l'idea di iniziare a sviluppare giochi per Linux, come per esempio lo sviluppo di Steam per Linux. Anche Rob Pardo, vice presidente di Blizzard sul proprio Twitter ha condiviso il pensiero del 'collega' di Valve ed ha espresso la sua preoccupazione su Windows 8.

[Immagine: http://www.ilsoftware.it/public/shots/valve_logo.jpg]

Il motivo del abbandono ventilato dal numero uno di Valve sembra determinato, più che da questioni prettamente tecniche, dall'eccessiva "chiusura" del nuovo sistema operativo targato Microsoft. Il colosso di Redmond sta infatti legando Windows 8, a doppio filo, con Xbox Live, un'operazione che potrebbe duramente danneggiare il business di Valve, con la sua piattaforma Steam (usata per la gestione e la distribuzione via Internet di una vasta gamma di giochi).

Ecco perché l'interesse è adesso puntato verso Linux, sistema operativo che - nelle mire di Valve - può fungere da volano per l'acquisizione di nuove quote di mercato. Valve, da parte sua, cercherà di trasformare la concezione del "pinguino" come un sistema storicamente poco adatto per eseguire videogiochi di ultima generazione. Per dimostrarlo, ha spiegato Newell, Valve porterà su Linux alcuni titoli: il primo sarà Left 4 Dead 2 ma, molto probabilmente, ne seguiranno degli altri.

L'adozione dell'interfaccia Metro, con l'integrazione del nuovo Windows Store di Microsoft, non è quindi affatto piaciuta. Un negozio online gestito unicamente dalla società di Steve Ballmer non viene accettato con benevolenza perché, secondo Valve, renderà ancora più chiuso il sistema operativo.

Fonte lenews.eu
ed
ilsoftware.it
Cita messaggio
#2
Direi che, nel complesso, la presa di coscienza dell'Amministratore di Valve è un grosso passo avanti... per GNU/Linux, certo, ma soprattutto per il buon futuro dei videogiochi.
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#3
Quella di valve è una mossa coraggiosa ma anche azzardata, valve è famosa per i suoi colpi di testa, e ultimamente non è che stia facendo grandi cose, snobbare il mercato playstation definendolo non produttivo e poi ritornare sui propri passi dimostra tutta la loro volubilità.
Spero per il bene di linux che qualcosa si muova in questa direzione, grazie a canonical linux inizia a far parlare di se nel bene e nel male attirando l'attenzione di sviluppatori del calibro di valve.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)