Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
a chi rivolgermi per vendere un computer "antico" ?
#1
ciao a tutti , a parte ebay o simili , dove mi consigliate di inserire un annuncio per la vendita di un olivetti pc 128 s ?
il computer è tutt'oggi funzionante , praticamente mai usato ( semplicemente per incapacita' )
direi che oramai sia diventato un oggetto da collezione
 
Cita messaggio
#2
penso proprio che solo un collezionista lo potrebbe apprezzare.
http://compvter.it/wiki/Olivetti_Prodest-PC-128
Cita messaggio
#3
io lo terrei, vendilo tra 20 anni ci farai molti più soldi!
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#4
la vedo dura dxgiusti nella top ten dell'antiquariato troviamo i commodor 64/128

@:
Citazione:il computer è tutt'oggi funzionante , praticamente mai usato

Huh occasione sprecata il linguaggio di rpogrammazione era il "basic" .. se il ricordo è giusto Shy

oggetto da collezione .. o i miei dubbi Smile
Cita messaggio
#5
In realtà l'Olivetti quando si cimentò negli 8bit per il domestico produsse dei cloni di alcuni partner esteri....il pc128s era un clone Acorn BBC Master Compact (home computer inglese)....il pc128 era un clone thomson MO6 (home computer francese)..dopo di che produssero il PC1 che in sostanza si avvicinava maggiormente ai normali pc x86...aveva una cpu NEC V40 che in pratica era un clone 80188 più economico......era il 1988 e da lì in poi olivetti si occupò solo di questi abbandonando le vecchie mos 6502 o motorola 6809.
Un computer datato in realtà acquista in senso di collezione valore se è unico nel suo genere...e per unico si intende limitato come edizione oltre che datato....altrimenti se è solo datato diciamo che nemmeno un C=64 avrebbe così tanto valore....viceversa la versione C=65 o 64DX mai uscita sul mercato con il floppy 3.5" integrato è considerato raro....le poche edizioni forse poche centinaia finirono all'asta nel 1994 quando la Commodore venne chiusa definitivamente (alcune vennero battute anche fine a 1000$). Esistono versioni del C=64 prima versione (biscottone) dorati...sono edizioni golden...rarissime queste...uscite solamente per motivi di anniversario o numero di vendite mi pare....uno fu battuto proprio su ebay intorno ai 3000 euro. Ci furono poi anche una seconda generazione di C=64 (chiamati anche C= 264 o C= II 64)..un rilancio che la Commodore provò a fare verso metà anni 80 e comprendeva un C= plus/4, un C=16 e un 116....questi sono meno rari, anche se per un collezionista interessanti...ma nonostante la potenza maggiore del C=64 non riscossero successo, quindi fu una serie flop...il periodo 8bit stava per subire l'avanzata dei nuovi 16bit...e proprio la Commodore poi si buttò sugli Amiga l'anno dopo.
Ora sono rimasto poi solo a parlare della roba C= ma anche altre hanno le loro rarità..apple..sinclair...amstrad..atari..ibm...ecc....spesso ciò che è stato un flop e quindi meno venduto significa che è limitato come numero di presenza in giro e quindi acquista un valore maggiore. Che poi la stessa cosa riguarda anche francobolli, monete e altro da collezionismo...più si tratta di pezzi limitati o quasi unici e più sono rari e quindi di un certo valore. Addirittura ti posso dire che per alcuni collezionisti di personal vecchi stanno riscuotendo un certo interesse alcuni cloni russi degli anni 80/90 di vari 8/16bit...ce ne sono parecchi...molti nemmeno legali in senso di brevetti...però era la russia della guerra fredda e ogni tecnologia dell'occidente doveva essere studiata e replicata in casa (perché gli originali occidentali non si potevano vendere là ne importarli)...oggi sono divenuti una rarità molto kitsch non solo per i russi ma anche per tutti gli europei e americani.
Tornando a bomba sugli olivetti in realtà come macchina hanno un interesse esclusivo solo per noi italiani, all'estero nemmeno sanno cosa sia.....nonostante l'olivetti approdò anche in US, in Francia e UK e per un certo periodo alcune macchine olivetti ispirarono anche altre successive straniere. So che vecchi dipendenti/progettisti della olivetti hanno creato persino un museo amatoriale con varie macchine olivetti a partire dalle prime elettroniche come la Programma 101 (una di queste è esposta anche in US ad un museo di computer in california) in poi. Se qualcuno collezionasse i vari olivetti 8/16bit antecedenti alle versioni compatte x86 probabilmente sarebbe interessato....il prezzo resta una incognita da contrattare...se trovi la persona giusta interessata potrebbe anche darti che ne so...100 euro per il pc128s...altrimenti vale molto meno....nel senso che vale solo come reale componentistica elettronica o come valore dei suoi metalli rari eheh.
Cita messaggio
#6
 Lo hai più venduto?
Cita messaggio
#7
Per Elenticchia: da poco tempo è attivo il nuovo Forum2:
http://www.istitutomajorana.it/forum/Thr...IL-FORUM-2
Prima devi registrarti, se non già provveduto.
Questo forum tra un poco resterà in sola lettura.
Grazie.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)