Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
classificazione computers
#1
ho pensato di lanciare una discussione sulla vetustà dei computers :

sotto intel dual core si parla di computers obsoleti

sotto intel pentium D si parla di computers giurassici

vorrei conoscere il pensiero del Forum
grazie
Cita messaggio
#2
Ciao,
io penso che ci siano due risposte:
1) livello personale ovvero di utilizzatore;
2) produzione e commercializzazione.

secondo me a livello personale un computer è da considerasi obsoleto quando non soddisfa più le tue esigenze che ovviamente variano molto da soggetto a soggetto.

Stando alla produzione e commercializzazione il computer è già obsoleto quando esce dalla fabbrica, sempre secondo me.

Enzo
Occhio per occhio ed il mondo diventa cieco (Gandhi)
Quando hai fatto ciò che basta non toccar se no si guasta.
Cita messaggio
#3
Concordo con Enzino.Tutto dipende dipende da cosa uno vuol farci col pc.Sicuramente sotto il pentium al massimo lo usi al massimo come macchina da scrivere.
Bilodiego
Cita messaggio
#4
Esatto, io per ora ancora sono produttivo con il mio PIV quadcore Q6600 Smile
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#5
(22-07-2012, 08:35 )enzino44 Ha scritto: Ciao,
io penso che ci siano due risposte:
1) livello personale ovvero di utilizzatore;
2) produzione e commercializzazione.

secondo me a livello personale un computer è da considerasi obsoleto quando non soddisfa più le tue esigenze che ovviamente variano molto da soggetto a soggetto.

Stando alla produzione e commercializzazione il computer è già obsoleto quando esce dalla fabbrica, sempre secondo me.

Enzo

si, concordo con i tuoi concetti, ma quando ti trovi a buttare dei vecchi computers ancora in buone condizioni io ci penso su 2 volte .
tu pensa che con debian 6.0 entro in rete ( con una key ) da un celeron 500 ( ram 320 MB ) e da un pentium D ( ram 1024 MB ) .
le pagine web sono lente con il celeron ( pagine statiche e e-mail ),ma se ti accontenti .....
Cita messaggio
#6
(22-07-2012, 08:35 )enzino44 Ha scritto: secondo me a livello personale un computer è da considerasi obsoleto quando non soddisfa più le tue esigenze che ovviamente variano molto da soggetto a soggetto.
E' vero solo in parte (una piccolissima parte,per non dire nessuna)

Esempio: hai una fiat 126 e riesce a portarti dove vuoi e soddisfa le tue esigenze (per usare le tue stesse parole)

Resta sempre il fatto che è obsoleta Exclamation (su questo non ci piove)

Idem per un computer (almeno per come la vedo io)
Citazione:Stando alla produzione e commercializzazione il computer è già obsoleto quando esce dalla fabbrica, sempre secondo me.

Su questo invece sono d'accordo al 100% Exclamation

Infatti non corro (e non correrei) appresso agli ultimi prodotti neanche se fossi un milionario Idea
Cita messaggio
#7
Personalmente, divido (ma si tratta di categorie mie del tutto private) fra PC "obsoleti" (processore Pentium fino al PentiumIII e RAM al massimo attorno ai 384 Mb), PC "vecchi" (processore Pentium IV e V e RAM fra i 512 Mb e i 2 Gb), PC "moderni" (tutti quelli successivi al Pentium V e con RAM minima di 1 Gb) e PC "ultimo grido" (quelli usciti al massimo da 3-6 mesi).
[Immagine: http://www.pic4ever.com/images/2mpe5id.gif]Un poeta può sopravvivere a tutto tranne che ad un errore di stampa.(Andy Wahrol)
Cita messaggio
#8
(24-07-2012, 01:11 )monsee Ha scritto: Personalmente, divido (ma si tratta di categorie mie del tutto private) fra PC "obsoleti" (processore Pentium fino al PentiumIII e RAM al massimo attorno ai 384 Mb), PC "vecchi" (processore Pentium IV e V e RAM fra i 512 Mb e i 2 Gb), PC "moderni" (tutti quelli successivi al Pentium V e con RAM minima di 1 Gb) e PC "ultimo grido" (quelli usciti al massimo da 3-6 mesi).

ritengo sia una suddivisione condivisibile ed equilibrata.
Cita messaggio
#9
(22-07-2012, 09:27 )beto50 Ha scritto:
(22-07-2012, 08:35 )enzino44 Ha scritto: Ciao,
io penso che ci siano due risposte:
1) livello personale ovvero di utilizzatore;
2) produzione e commercializzazione.

secondo me a livello personale un computer è da considerasi obsoleto quando non soddisfa più le tue esigenze che ovviamente variano molto da soggetto a soggetto.

Stando alla produzione e commercializzazione il computer è già obsoleto quando esce dalla fabbrica, sempre secondo me.

Enzo

si, concordo con i tuoi concetti, ma quando ti trovi a buttare dei vecchi computers ancora in buone condizioni io ci penso su 2 volte .
tu pensa che con debian 6.0 entro in rete ( con una key ) da un celeron 500 ( ram 320 MB ) e da un pentium D ( ram 1024 MB ) .
le pagine web sono lente con il celeron ( pagine statiche e e-mail ),ma se ti accontenti .....
Ciao,
anch'io non butto i computer vecchi perché provo dispiacere. Ho ancora il mio IBM "portatile" , peserà più di 5 Kg, con processore 8086, 256 K ram, dos 3 e programma IBM Filing Assistant.
Se sei un collezionista passa da me che ti riempio la macchina.

Enzo
Occhio per occhio ed il mondo diventa cieco (Gandhi)
Quando hai fatto ciò che basta non toccar se no si guasta.
Cita messaggio
#10
Secondo me la distinzione tra obsoleto o no, dovrebbe farsi considerando la versione corrente di Windows, che comunque è il più usato, e può considerarsi uno standard, se riesce a girare, può considerarsi moderno, mente se non lo fa è obsoleto. È chiaro che se su di un computer si usa linux, il compuer obsoleto, potrebbe essere anche un buon computer, ma le distinzioni dovrebbero essere fatte per supportare la maggioranza dei casi.
Comunque mi trovo daccordo con monsee, in effetti questa mia distinsione, concorda con la sua, tranne per il fatto che ho scambiato(anche se non li nomino), i vecchi con gli obsoleti.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)