Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
consiglio partizionamento: /home separata?
#1
Ciao a tutti, visto che vorrei passare definitivamente ad ubuntu come sistema operativo, vorrei partire con il piede giusto. Ho letto opinioni contrastanti riguardo alla partizione home, e sulle guide di questo sito anche il professor Cantaro sconsiglia la home separata in quanto basta copiare alcune cartelle per salvare le impostazioni.
Se possibile mi potreste dare un consiglio su come fare? per ora sto provando ubuntu su un hard disk contenente anche windows su partizione separata e al momento del partizionamento ho creato una home separata. in ogni caso l'hard disk verrà sostituito quindi vorrei partire conun partizionamento corretto per quello nuovo.
Sapreste dirmi eventualmente quali cartelle della home bisognerebbe copiare e riutilizzare per mantenere le impostazioni? Visto che avrei intenzione di utilizzare remastersys per fare una versione personalizzata ho visto che nelle guide è indicato ch la /home separata potrebbe creare dei problemi..

Sapreste darmi qualche dritta?
Vi ringrazio molto. Idea
Alan.
Cita messaggio
#2
Tenendo la /home in una partizione separata avrai la possibilità di mantenere le configurazioni dei software e del desktop anche se dovrai reinstallare il Sistema da zero (ovviamente senza formattare la suddetta /home).
Quindi il vantaggio è fuori dubbio e avere la /home separata non crea nessun problema.

Per mantenere le impostazioni dei software e del sistema basta salvare le cartelle "nascoste" nella /home.
Per renderle visibili basta che, a nautilus aperto, premi la combinazione di tasti CTRL e H.
La /home, comunque, è come il maiale... non si butta nulla Smile
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#3
Uhmm di solito la home viene consigliata però se fai delle iso regolari puoi farne a meno,Diciamo che nella Home in Linux vengono conservate tutte le impostazioni personali dell'utente (anche i dati se non haiuna partizione dati). Quindi nel caso ci sia un problema di avvii o qualche cosa anomala che abbiamo combini al PC, invece di reinstallare tutto basta reinstallare solo la Root e lasciare intoccata la Home, e riavrai iUbuntu come se non fosse successo niente!
Io installo la home e le assegno 10 o 15 Giga di solito...
Cita messaggio
#4
Grazie mille della risposta! quindi consigli di amntenere la /home separata. Mi era venuto il dubbio in quanto il Prof. Cantaro non consiglia questa cosa.. e dice che con remastersys ci sarebbero dei problemi in più.. Se ho la home separato posso comunque creare il mio backup con remastersys per poi reinstallarlo in caso di bisogno? è complicata la cosa?
Cita messaggio
#5
(28-09-2011, 14:40 )WORM Ha scritto: Uhmm di solito la home viene consigliata però se fai delle iso regolari puoi farne a meno,Diciamo che nella Home in Linux vengono conservate tutte le impostazioni personali dell'utente (anche i dati se non haiuna partizione dati). Quindi nel caso ci sia un problema di avvii o qualche cosa anomala che abbiamo combini al PC, invece di reinstallare tutto basta reinstallare solo la Root e lasciare intoccata la Home, e riavrai iUbuntu come se non fosse successo niente!
Io installo la home e le assegno 10 o 15 Giga di solito...

Ciao, scusa ho risposto proprio mentre stavi rispondendo. Grazie mille della spiegazione. In ogni caso io ci terrei a fare una iso personalizzata cosi non devo reisntallare aggiornamenti ogni volta... A casa mia purtroppo la linea adsl fa pena, quindi meno devo scaricare e meglio è.. per questo mi piacerebbe avere una iso bella completa con i software principali e tutte le mie impostazioni, cosi ogni volta non devo ri-scaricare tutto.. per esempio ad ogni installazione devo scaricare i pacchetti per la lingua, e ci vogliono 20 minuti buoni con la mia linea adsl.. quindi potrei risparmiare anche questi 20 minuti in caso di blocco totale del pc...
Sarebbe fattibile la cosa?

Cita messaggio
#6
La iso del professore è già in Italiano e contiene un parco software di tutto rispetto Smile
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio
#7
La /home ha pregi e difetti. Io penso che:

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=69

Inoltre le nuove versioni delle applicazioni (qualche volta) potrebbero andare in conflitto con le vecchie impostazioni.
Cita messaggio
#8
se cerchi un programmino facile che funzioan sia su windows che su linux in interfaccia grafica per fare le iso corri nel tuo ubuntu software center e digita ISO Master
cmq penso che la iso del Professore .Cantaro può essere più che soddisfacente per le tue aspettative...
...
Cita messaggio
#9
Ringrazio tutti per le risposte. Per quanto riguarda le iso di questo sito, ne scaricherò una il piu presto possibile, anche se la mia linea adsl è molto lenta. Per questo motivo chiedo come meglio impostare il tutto per aver meno lavoro in caso di reinstallazione. Mi piacerebbe molto creare una iso con il mio sistema personalizzato e poi eventualmente partire da quella per una nuova reinstallazione. con la /home separata diventa difficile?
non so bene come procedere... purtroppo ho pochissima esperienza..
Cita messaggio
#10
Ho usato in passato remastersys con la home separata e sinceramente non ho mai avuto problemi, ma questo non vuol dire che non ce ne saranno anzi... il professore non ha mai fallito un colpo quindi puoi fidarti ciecamente Exclamation.
Comunque prova e vedremo di risolverli man mano che si presentano, sperimentare aiuta a crescere e crescendo potremo sperimentare di più Exclamation
Ogni fallimento avvicina sempre più alla meta... Arrendersi subito equivale a non provare affatto.

Il bisogno di conoscere e scoprire, è la fiamma che alimenta la fornace che è il cervello umano.
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)