Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
cosa ne pensate???
#1
liberalizzazione delle droghe???

se servono per aiuto agli ammalati,benvengano o sbaglio???

.
chiedo  cortesia al team
se fosse argomento non possibile da discutere  di cancellare il mio post
Grazie

 
Wink un sorriso non costa nulla....donalo
Cita messaggio
#2
il proibizionismo non ha mai risolto un problema. esempio classico l'italia, è proibito eppure il mercato illegale è fiorente e genera una microcriminalità legata allo spaccio per pagarsi la dose quotidiana. fosse per me libererei tutto di ogni tipo e genere. l'educazione al bene ed al male poi è un'altra cosa.
Cita messaggio
#3
Ah... perchè non sono già legali ? Io credevo di si !!
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#4
Infatti liberizzando i giochi d'azzardo c'è più gente intossicata dal vizio, tra gratta e vinci snay bet e chi più ne ha più ne metta ha generato dei piccoli mostri che dilapidano le pensioni delle nonnine e delle mamme, grazie alla liberalizzazione di uno stato bisgazziere.
 
Cita messaggio
#5
(09-01-2014, 13:07 )dxgiusti Ha scritto: il proibizionismo non ha mai risolto un problema. esempio classico l'italia, è proibito eppure il mercato illegale è fiorente e genera una microcriminalità legata allo spaccio per pagarsi la dose quotidiana. fosse per me libererei tutto di ogni tipo e genere. l'educazione al bene ed al male poi è un'altra cosa.


chi conosce gli ospedali sanno che alla sera i ragazzi/e uomini/donne vanno a farsi dare qualcosa per non soffrire la dipendenza.
Sono uscita alle due di notte da un ospedale e li vedevo li giovani e meno giovani imbambolati,buttati per terra.
Loro guardavano me,io cercavo di non guardare per paura e perchè provo una grossa pena.



(09-01-2014, 13:10 )Teo Ha scritto: Ah... perchè non sono già legali ? Io credevo di si !!


si certo basta fare vedere il passaporto [img]images/smilies/exclamation.gif[/img]

(09-01-2014, 13:15 )procton771 Ha scritto: Infatti liberizzando i giochi d'azzardo c'è più gente intossicata dal vizio, tra gratta e vinci snay bet e chi più ne ha più ne metta ha generato dei piccoli mostri che dilapidano le pensioni delle nonnine e delle mamme, grazie alla liberalizzazione di uno stato bisgazziere.
 

Hai detto giusto lo "Stato".  Ti vende le sigarette poi ti cura i tumori. Ed èproprio per curare questi tumori che hanno bisogno di queste droghe per aiutare a superare la sofferenza.



 
Wink un sorriso non costa nulla....donalo
Cita messaggio
#6
(09-01-2014, 14:53 )'ANNA' Ha scritto:
(09-01-2014, 13:07 )'dxgiusti' Ha scritto: il proibizionismo non ha mai risolto un problema. esempio classico l'italia, è proibito eppure il mercato illegale è fiorente e genera una microcriminalità legata allo spaccio per pagarsi la dose quotidiana. fosse per me libererei tutto di ogni tipo e genere. l'educazione al bene ed al male poi è un'altra cosa.
 


chi conosce gli ospedali sanno che alla sera i ragazzi/e uomini/donne vanno a farsi dare qualcosa per non soffrire la dipendenza.
Sono uscita alle due di notte da un ospedale e li vedevo li giovani e meno giovani imbambolati,buttati per terra.
Loro guardavano me,io cercavo di non guardare per paura e perchè provo una grossa pena.


 
(09-01-2014, 13:10 )'Teo' Ha scritto: Ah... perchè non sono già legali ? Io credevo di si !!
 


si certo basta fare vedere il passaporto [img]images/smilies/exclamation.gif[/img]
 
(09-01-2014, 13:15 )'procton771' Ha scritto: Infatti liberizzando i giochi d'azzardo c'è più gente intossicata dal vizio, tra gratta e vinci snay bet e chi più ne ha più ne metta ha generato dei piccoli mostri che dilapidano le pensioni delle nonnine e delle mamme, grazie alla liberalizzazione di uno stato bisgazziere.
 
 

Hai detto giusto lo "Stato".  Ti vende le sigarette poi ti cura i tumori. Ed èproprio per curare questi tumori che hanno bisogno di queste droghe per aiutare a superare la sofferenza.



 
 
OK, ma di quali droghe stai parlando ? In molti antidolorifici è già presente la " Codeina " che è un' alcaloide dell' oppio. Questa è già una droga ! Se poi ti riferisci all' eroina, esiste già il metadone, che sarebbe la stessa cosa ma creata chimicamente e legalizzata dallo Stato, che si usa per combattere appunto la dipendenza da eroina, somministrandola al paziente quotiianamente ed a quantitativo a scalare. Se ti riferisci alla Marjuana, non saprei come possa aiutare un malato, se non facendolo ridere. Per la Cocaina, la sconsiglierei a scopo terapeutico, anche se Freud la prescriveva a molti suoi pazienti in piccole dosi per combattere la depressione. Tra i sostenitori di questa teoria di Freud , troviamo Morgan, ex cantante dei Bluvertigo, ex giudice di XFACTOR, il quale ha espressamente dichiarato di assumere regolarmente piccole dosi di Cocaina per combattere la depressione. Lo svantaggio è che la Cocaina ti spappola il cervello e t' inganna. Apparentemente t' aiuta a combattere la depressione, ma a lungo andare, la tua depressione diventa una depressione maggiore, crea stati allucinogeni, che possono anche diventare permanenti, insonnia, sbalzi repentini d' umore, disturbi del sistema nervoso centrale , schizzofrenia ecc.ecc.   Non potrai più star bene se non assumendo degli antidepressivi ed ansiolitici per tutta la vita, in alcuni casi anche antipsicotici. Ritengo che quanto da me scritto possa essere sufficiente per fare un po' di chiarezza.


 
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#7
Io sono per la liberarizzazione di tutte (e non solo di alcune come ora) le droghe leggere e pesanti (nicotina, alcool, cannabis, oppiacei, anfetamine, cocania, internet, tv, gioco d'azzardo, psicofarmaci, l'uso cronico delle goccette per dormire la sera, ecc. ecc.), prodotte in modo controllato e sicuro (come i farmaci) acquistabili in negozi adeguati (sanitarie a tema, farmacie), garantendo l'anonimato, dai 16 anni in su.

Questo riduttebbe i copiosi finanziamenti alla malavita, la delinquenza minore (furti, scippi), inoltre la polizia usata per contrastare la droga avrebbe minor lavoro (un mercato nero ci sarà sempre), risultando quindi più concentrata ed efficace.

I proventi della vendita (tipo monopolio di stato) dovrebbero essere usati per contrastare il fenomeno droga (repressione del mercato nero, informazione, ecc.).

Poi farei una bella campagna di informazione-pedagogia sul consumo consapevole di droghe (rischi medici, non abuso ma uso... perchè no?) dove inoltre risulti ben marcato il messaggio che: essere "sballato" non è essere fuori di testa, trasgressivo, figo (tipo rock star ribelle... ci sono tanti persoggi che sfruttano questa immagine facendo da testimonial involontari all'uso dei sostanze), ma aver bisogno di "sballare" è essere debole, sfigato, depresso, fallito (cosa questa che i giovani non hanno ben presente).

Altra campagna informativa sull'amore, l'affetto, la relazione, la gioia della sessualita (purtroppo secoli di clero hanno lasciato il segno), soprattutto ai ragazzi, che spesso chi si sballa è perchè ha dei vuoti su queste sfere.

Infine farei una legislazione specifica molto severa, su gli inleciti, che lo stato alterato per uso di droghe porta a commettere. Ad esempio: se si fa in incidente grave perchè "sballati", è meglio restare secchi perchè comunque si dovrebbe inesorabilmente rinsecchire in carcere, e vendere anche le mutande per pagare i danni, fino all'ultimo centesimo.

 

 

 
Ciao Ciao
FlavioBlush
Cita messaggio
#8
(09-01-2014, 15:51 )'colfla66' Ha scritto: Io sono per la liberarizzazione di tutte (e non solo di alcune come ora) le droghe leggere e pesanti (nicotina, alcool, cannabis, oppiacei, anfetamine, cocania, internet, tv, gioco d'azzardo, psicofarmaci, l'uso cronico delle goccette per dormire la sera, ecc. ecc.), prodotte in modo controllato e sicuro (come i farmaci) acquistabili in negozi adeguati (sanitarie a tema, farmacie), garantendo l'anonimato, dai 16 anni in su.

Questo riduttebbe i copiosi finanziamenti alla malavita, la delinquenza minore (furti, scippi), inoltre la polizia usata per contrastare la droga avrebbe minor lavoro (un mercato nero ci sarà sempre), risultando quindi più concentrata ed efficace.

I proventi della vendita (tipo monopolio di stato) dovrebbero essere usati per contrastare il fenomeno droga (repressione del mercato nero, informazione, ecc.).

Poi farei una bella campagna di informazione-pedagogia sul consumo consapevole di droghe (rischi medici, non abuso ma uso... perchè no?) dove inoltre risulti ben marcato il messaggio che: essere "sballato" non è essere fuori di testa, trasgressivo, figo (tipo rock star ribelle... ci sono tanti persoggi che sfruttano questa immagine facendo da testimonial involontari all'uso dei sostanze), ma aver bisogno di "sballare" è essere debole, sfigato, depresso, fallito (cosa questa che i giovani non hanno ben presente).

Altra campagna informativa sull'amore, l'affetto, la relazione, la gioia della sessualita (purtroppo secoli di clero hanno lasciato il segno), soprattutto ai ragazzi, che spesso chi si sballa è perchè ha dei vuoti su queste sfere.

Infine farei una legislazione specifica molto severa, su gli inleciti, che lo stato alterato per uso di droghe porta a commettere. Ad esempio: se si fa in incidente grave perchè "sballati", è meglio restare secchi perchè comunque si dovrebbe inesorabilmente rinsecchire in carcere, e vendere anche le mutande per pagare i danni, fino all'ultimo centesimo.

 

 

 
 
La tua ultima frase non m'è piaciuta per niente. Il drogato è un malato e in quanto tale va aiutato. Un drogato non si droga perchè vuole drogarsi, ma perchè deve, per via di una dipendenza ( infatti si chiama tossicoDIPENDENZA  ) fisica e psicologica nel caso dell' eroina, e solo psicologica ( ma molto più forte ) nel caso della cocaina.


 
I Heart GNU\Linux and PC-BSD too !!!
Il fine NON giustifica i mezzi !!
Cita messaggio
#9
Sono del parere di DXgiusti.Proibire non ha mai risolto niente.
In paesi,dove le droghe leggere sono di libero accesso,non si sono verificati aumenti di persone che ne fanno uso,(quello del gioco d'azzardo è tutto un altro discorso)
Certo che liberalizzando almeno quelle leggere,si eviterebbe una buona fetta di mercato ai trafficanti,si eviterebbe di riempire le carceri di persone che come unico reato hanno fumato una canna.
E poi.ogni persona deve essere libero di decidere,indubbiamente,rendendole consapevoli,come ha fatto,mi sembra Teo,delle conseguenze dell'assunzione di siffatti prodotti
 

 
Cita messaggio
#10
La questione è senza dubbio spinosa, e viene dibattuta in questo paese e non solo già da anni. Io di anni ne ho cinquanta, e ricordo che fin dai tempi degli ultimi anni delle superiori (1981-1982) avevamo dibattuto in classe sull'opportunità di liberalizzare o meno le droghe cosiddette 'leggere' - almeno due nella nostra classe (non il sottoscritto) avevano dichiarato esplicitamente di fumare la cannabis e si dichiaravano favorevoli ad una libera distribuzione. Ma erano in minoranza. Io non avevo pareri da esprimere, anche perchè, ragazzo di paese e genuinamente ingenuo, mi "appoggiavo" a chi dissentiva.
Ora, da persona davvero adulta e spero, matura, dico: potranno anche esistere droghe leggere e droghe pesanti, ma la droga è sempre droga e chi ne assume rischia sempre e comunque di perderne il controllo, diventando pericoloso per sè stesso e per la comunità. Al di là del mero ambito ospedaliero (morfina per lenire il dolore ai malati terminali), sono contro e la sconsiglio a chiunque. NO! [img]images/smilies/angry.gif[/img]Non puoi regalare fiammiferi ad un bambino sperando che non faccia danni. Perchè un tossicomane a questo si riduce.
Quanto al mercato clandestino, traffici di mafie &co potrebbero avere le gambe tagliate se solo chiunque di noi senza eccezione alcuna fosse talmente forte e responsabile di sè da starne alla larga, Lo so che è fantascienza...
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)