Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
creare nuova partizione gpt con windows 8 e uefi
#1
Ciao,
la situazione sul mio hard disk è la seguente Hp Pavillon seeks i5:
/dev/sda1 ntfs WINRE 400.00 MB hidden,diag
/dev/sda2 fat32 260.00 MB boot
/dev/sda3 unknow 128.00 MB msftres
/dev/sda4 ntfs 448.71 GiB
/dev/sda5 ntfs RECOVERY 16.27 GiB hidden
unallocated unallocated 7.02 MiB

Dovrei creare una o due nuove partizioni GPT per installare ubuntu e arch con uefi, ora ho questi dubbi.

Se attivo il legacy boot posso usare clonezilla o macrium per fare una immagine di windows8 e delle partizioni in modo da avere un fedele ritorno alla posizione di partenza in caso di guai? Eventualmente puoi consigliarmi un software per fare immagine e ripristino da hd esterno se qualcosa non va?

Il disco e' 500G, pensavo di utilizzare 50G per ubuntu e 50 per arch o magari un po' di +, ma se da sda1 a sda5 appartengono tutte a GPT 1, come devo procedere? usare Gparted da chiavetta ubuntu64bit o da ubuntu installato su hd esterno 64 bit, ridurre di 100 giga circa o magari 150 sda4, spostando sda5 verso sinistra, ciò mi creerebbe problemi in fase di eventuale uso di recovery di Hp Pavillon? Non che sia gravissimo, se potessi far partire windows8 senza il software hp SENZA creare disfunzioni al notebook ne sarei + che lieto una volta certa la possibilità del recupero dell'immagine.

Una volta che fossero salvati i dati e creata la partizione per ubuntu, GPT se li smazza lui i problemi di uefi boot e compagnia bella? Oppure bisogna creare una partizione ad hoc per lo uefi system?

Supponiamo che usando ubuntu 64 bit sia possibile ridurre sda4 e spostare sda5 verso sinistra, e che qualcosa indichi a eventuale software hp che sda5 è stata mossa, sse è necessario, con Gparted si può creare una partizione GPt ? ho su hd esterno o try usb live ubuntu 12.10 64bit.

Chiedo scusa se sono troppo prolisso e le domande sono troppo semplici, ma fino ad ora credevo che il massimo della fatica fosse installare arch da zero su un vecchio notebook 32 bit, ora con uefi tutte le mie certezze sono saltate.

ciao e grazie
Cita messaggio
#2
ciao, provo a risponderti io, premettendo che le tue domande non sono banali e che la materia è in costante aggiornamento, così che le risposte che ti do potrebbero essere inesatte. cominciamo.

1a) se il legacy boot è attivato, ovvro la protezione uefi è attiva, dubito che potrai avviare in live programmi come clonezilla, bootrepair, o una distro linux in live.

1b) se cloni una partizione, clonezilla e macrium dovrebbero funzionare indipendentemente dal tipo di partizionamento.

2) che io sappia, gparted ancora ha qualche difficoltà con le tabelle gpt, puoi provare a ridurre sda4, lasciare dove sono le altre partizioni, e creare dalla parte allocata in grigio 4 nuove partizioni, per ubuntu, per arch, per il boot di ubuntu (di circa 100mb) e per il boot di arch. non ti preoccupare inizialmente se la numerazione delle partizioni non è in ordine, stai provando.

3) sembrerebbe che ubuntu 12.10 sia in grado di installarsi su bios uefi. ti devi ricordare di installare grub sulla partizione di boot che hai creato a parte.

incrociamo le dita. Cool
ciao
 Trasferito sul Nuovo Forum [img]images/smilies/blush.gif[/img]
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)