Consenso all'uso dei cookies

SITO1 -- SITO2 -- Forum2 -- CercaGlobale -- Informativa su Cookie e Privacy

Questo Forum1 è in sola lettura -- Usa il Forum2


Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
il file persistenza
#1
il file persistenza, questo sconosciuto.

vorrei riuscire a capire meglio il funzionamento del file persistenza.
per esempio, mi trovo comodo a usare una chiavetta con ubuntu senza persistenza perche posso andare in internet anche in siti a rischio,  poi tanto appena riavvio tutto sparisce.

pero' se capita come nel caso che e' successo che ubuntu 14.04 plus non ha pipelight (grande distrazione del prof. cantaro)  sono costretto a installarlo ogni volta,  se pero' mi faccio ubu con persistenza e regolo 2-3 impostazioni aggiungo un paio di programmi, li avro' sempre disponibili,   ma pero' adesso ogni volta che entro in internet saranno tracciati registrati i siti che ho visitato. e le modifiche accidentali.

il punto, mi farebbe comodo usare la persistenza, ma dopo che ho finito le regolazioni vorrei che la persistenza smetta di salvare tutte le modifiche accidentali che faccio

si puo'  fare una cosa simile?

altra domanda se uso la persistenza per copiare una cartella esempio di 5oo mb, dove posso vedere quanto spazio di persistenza ho ha disposizione?  e se poi dopo una settimana quella cartella da 500 mb la cancello ,  nella persistenza mi si libera in automatico lo spazio di 500 mb?

grazie delle eventuali delucidazioni, ma l'ho sapete di linux ne so ben poco


 
Cita messaggio
#2
(26-09-2014, 15:03 )'alexsius69' Ha scritto: pero' se capita come nel caso che e' successo che ubuntu 14.04 plus non ha pipelight (grande distrazione del prof. cantaro)  sono costretto a installarlo ogni volta,
non c'è nessuna distrazione:
per quale motivo bisognerebbe includere in una plus un SW che permette di usare plug-in pensati per girare Windows?
introduce solo potenziali problemi, non è questo lo scopo delle plus


 
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#3
bat non sono per niente d'accordo con te questa volta, pipelight e' indispensabile almeno finche' non ci sara' nemmeno un sito che usa lo standard silverlight, forse non l'ho sai ma la meta' dei siti di totoscommesse usano silverlaight e quando arriva sabato o domenica che gioca il campionato, come faccio io a giocarmi le mie 2-3 euro sulle mie squadre preferite? poi quanto vuoi che pesi pipelight? 5mb?
[bgcolor=#00FFFF]per quale motivo bisognerebbe includere in una plus un SW che permette di usare plug-in pensati per girare Windows?[/bgcolor]
be' allora non dovrebbe esserci nemmeno whyne, nelle plus.

poi, dai' lasciamo da parte le polemiche inutili, perfavore spiegami come funziona la persistenza,  che tanto gia' l'ho so' che se non rispondi tu,  non rispondera' nessuno.

 

 
Cita messaggio
#4
Infatti secondo me Wine è il primo software che andrebbe disintegrato al mondo;
introduce solo enorme falle di sicurezza e fa girare (e pure male) un milionesimo delle applicazioni che esistono per Windows.
Se proprio si vuole usare in "sicurezza" un SW Windows su Linux è molto meglio affidarsi ad una macchina virtuale che a quel bidone di immondizia di Wine
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio
#5
(26-09-2014, 15:48 )'BAT' Ha scritto: Se proprio si vuole usare in "sicurezza" un SW Windows su Linux è molto meglio affidarsi ad una macchina virtuale che a quel bidone di immondizia di Wine

 

quel che dici potrebbe portare a un paradosso:   esempio uso windows ma per ragioni di sicurezza preferisco usare ubuntu su una macchina virtuale,  ma propio l'applicazione che mi serve non c'e' e allora devo emulare windows dentro la macchina virtuale ubuntu, a questo punto a che velocita' andrebbe l'applicazione? 


 
Cita messaggio
#6
Prova a creare un pendrive con Unetbootin:

http://www.istitutomajorana.it/index.php...&Itemid=33

inserendo, nella penultima riga della finestra:

Spazio usato per preservare ......

una adeguata grandezza (1 GB o più)
Cita messaggio
#7
(26-09-2014, 16:02 )'alexsius69' Ha scritto: quel che dici potrebbe portare a un paradosso:   esempio uso windows ma per ragioni di sicurezza preferisco usare ubuntu su una macchina virtuale,  ma propio l'applicazione che mi serve non c'e' e allora devo emulare windows dentro la macchina virtuale ubuntu, a questo punto a che velocita' andrebbe l'applicazione? 
questo più che paradosso è follia:
se usi Windows il programma lo lanci dal sistema nativo, non da una macchina virtuale installata in un sistema a sua volta virtualizzato.
E stai tranquillo che se hai Windows aggiornato con le patch ed usi antivirus e firewall non corri tutti questi rischi di sicurezza; come disse un tale, il vero problema del computer sta giusto in mezzo tra la tastiera e la sedia


 
Il mio blog: http://zerozerocent.blogspot.it/
Legge di Murphy: SE QUALCOSA PUO' ANDAR MALE, LO FARA'
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)